Posts Tagged ‘villa’

Melaviglia: il sogno della bambina talpa, presentazione di una favola alla Biblioteca di V.Montalvo

6 maggio 2014

Martedì 6 maggio 2014, nello Spazio Bambini della Biblioteca di Villa Montalvo, alle ore 17.00, Valerio Naldoni e Stefano Miani presentano la loro favola per grandi e piccini Melaviglia, edito da Officine Grafiche Biffi. Lettura ad alta voce della storia e accompagnamento musicale.
Melaviglia è la favola di una piccola talpa, che in un giorno d’inverno si prende un brutto raffreddore. In quel momento, però, mentre la mamma talpa crede che la piccola stia facendo un incubo, lei sta sognando il suo sogno: quello di scavare, anziché nella terra, nelle nuvole…
L’iniziativa, a ingresso libero, è rivolta alle bambine e ai bambini a partire dai 5 anni e ai loro genitori.

Storie Piccine Picciò: a Villa Montalvo con le Mamme Amiche di Campi Bisenzio

9 aprile 2014

Storie piccine piccine picciò, per bambine e bambini da 2 a 3 anni è la nuova iniziativa delle Mamme Amiche di Campi Bisenzio che si terrà il prossimo sabato 12 aprile 2014 alle ore 10.30 alla Biblioteca di Villa Montalvo a Campi Bisenzio.

La tenera storia di Orsobì, un orsetto bianco che non ha ancora mai visto la neve! “È bianca la neve?” domanda Orsobì, “Bianchissima, sì!” rispondono gli amici. “Un po’ come te!” “Vorrei proprio tanto vedere com’è!”
La Mucca Moka ha colto nel bosco cinque belle fragole, Moka vuole mangiarle tutte…
Quella notte è una notte molto speciale, ma Orsetto non lo sa: per lui, infatti, tutte le notti sono speciali, ma hanno un piccolo… difetto: sono buie! Ma quella notte vede una stellina e pensa che…
Narrazioni ad alta voce di storie a cura di Barbara Confortini
L’appuntamento è nello Spazio Bambini della biblioteca, alle ore 10,30. L’iniziativa, a ingresso libero, è rivolta alle bambine e ai bambini dai 2 ai 3 anni e ai loro genitori.
Informazioni: Via di Limite 15 – 50013 Campi Bisenzio (FI)Tel. 055 8959600 Fax 055 8959601 – Biblio.prestito@comune.campi-bisenzio.fi.it – biblio.promozione@comune.campi-bisenzio.fi.it
Mamme Amiche di Campi Bisenzio – CATIUSCIA 339 8490289 – GIADA 339 7943009 – ROSA 340 7262855 – info@mammeamichedicampi.net

Venerdì 4 aprile ore 12 inaugurazione a Villa Rucellai del “Giardino dei Ciliegi”

3 aprile 2014

La cerimonia dell’inaugurazione del “giardino dei ciliegi” è rinviata causa maltempo


 485584_1502998583260749_1327277429_n

Evvai! Diamo gambe all’innovazione: l’11 aprile Biblioteca di Villa Montalvo, mettiamo a sistema talenti e idee

1 aprile 2014

Venerdì 11 aprile alla Biblioteca di Villa Montalvo l’Assessorato all’Innovazione organizza “evvai! Diamo gambe all’innovazione”: verrà avviato un confronto intorno a economia collaborativa, co-working, nuove visioni e funzioni delle città e social innovation con Università, startupper, Amministrazioni virtuose e artigiani digitali. Saranno presenti, tra gli altri, Michele d’Alena Comune di Bologna, Francesca Mazzocchi CNA Next, Chiara Criscuoli Giovanisì Regione Toscana, Ivana Pais Università di Milano.
L’incontro si pone 2 obiettivi principali:
-confrontarsi con altre esperienze nella logica del reciproco scambio e sviluppo di buone prassi.
-sperimentare a Campi nuove forme di lavoro giovanile caratterizzate da forti accenti di innovazione sociale.
“Mettere a sistema talenti e idee – dichiara l’Assessore Eleonora Ciambellotti – costruendo insieme un metodo condiviso che sia rigoroso ed efficace, che permetta a chi deciderà di entrare a far parte di questo progetto per e a Campi, di crescere e evolversi e di tessere una rete umana e professionale che supporti qualunque “salto” che la velocità e il mondo di oggi ci impongono”.
“Ma come si concretizzerà tutto ciò? – continua Ciambellotti – immaginando ad esempio un “coworking diffuso”, una serie di luoghi da ri-abitare, ri-trasformare, ri-definire, attraverso una rete professionale che sia anche e soprattutto rete di “comunità”, di creatività, di persone. Piccoli spazi specializzati e interconnessi da utilizzare in maniera completamente flessibile, in cui trovare strumenti e “partnership” per far vivere le idee, capaci di dialogare con il mondo dell’industria locale. Circoli, magazzini privati, edifici pubblici, ogni luogo può essere invaso da makers, in ogni luogo si potranno sistemare attrezzi da lavoro, plotter, stampanti 3d, basta imparare “come”, il “cosa” verrà da sé”.
Per iscriversi all’evento è possibile inviare una mail a : evvai@comune.campi-bisenzio.fi.it
11 Aprile alla Biblioteca di Villa Montalvo – Sez. Ragazzi dalle ore 10.30 alle 14.00

La strana storia della “macchina bianca” posteggiata di fronte a Villa Rucellai ..

28 marzo 2014

Nei giorni scorsi mi sono prestato anch’io a divulgare la notizia dell’auto bianca posteggiata sull’aiuola di fronte a Villa Rucellai. Essendo trascorsi alcuni giorni, quindi a notizia ormai spenta e spero ad auto tolta, mi trovo oggi a fare alcune ovvie considerazioni su tutta la vicenda, dal momento che per risolvere un problema così apparentemente insormontabile, bastava semplicemente chiamare i Vigili Urbani, fra l’altro neppure troppo distanti dal luogo dell’infrazione. Dal momento che la cosa è stata fatta in altro modo, fa pensare che non si sia voluto agire in modo drastico (una bella multa con rimozione ci stava proprio bene !) e questa è un’ulteriore anomalia in questa storia. Oltretutto, avendo una targa, sarebbe stato molto semplice per un Vigile o per un privato (con l’ausilio del PRA e 5,00 euro di spesa) vedere a chi appartenesse l’auto, senza scomodare stampa e consiglieri comunali dell’opposizione. Ripensandoci bene tutta questa storia mi ricorda una analoga vicenda, quando nella precedente amministrazione un’altra auto occupava lo stesso posto. Era una panda di colore grigio e guarda il caso apparteneva all’allora sindaco. A questo punto, visto che nessuno è stupido, le conclusioni le avrete tirate anche voi e scommetto che sarete giunti alla stessa mia, con una domanda .. chissà che auto ha ?

foto

Gandola: quell’auto bianca a Villa Rucellai è una forma di inciviltà

26 marzo 2014

In riferimento alla fotografia che gira in queste ore sul web e che ritrae un’auto bianca parcheggiata in un’aiuola di fronte a Villa Rucellai (sede del Museo Manzi, nonché del Sindaco e dei Gruppi consiliari di Campi Bisenzio) il Gruppo consiliare di Forza Italia, attraverso il consigliere Gandola fa sapere:
“Dopo diverse segnalazioni apparse sul web, abbiamo ricevuto in forma anonima delle fotografie che ritraggono un macchina Punto bianca parcheggiata sull’aiuola antistante la Villa Rucellai, sede dei Gruppi consiliari, della Segreteria del Sindaco ma, soprattutto, del Museo Antonio Manzi.
L’auto che è quotidianamente presente in quell’anfratto di spazio verde non solo ostruisce una rastrelliera ivi presente, ma rappresenta anche un gravissimo atto di inciviltà se pensiamo che la stessa è messa proprio al fianco del totem pubblicitario del Museo Antonio Manzi, un museo che da sempre cerchiamo di tutelare al massimo.
A questo punto, visto il grande clamore che questa foto ha suscitato e, soprattutto, a fronte del fatto che tali segnalazioni sono pervenuti anche al nostro Gruppo consiliare scriveremo al Comando di Polizia Municipale per chiedere di risalire al proprietario dell’autovettura in modo tale da consentire di sanzionare la violazione”.
“Forme di inciviltà come queste devono infatti essere sanzionate, soprattutto se perpetrate proprio di fronte ad un museo e ad una sede istituzionale del Comune tali da suscitare forte disapprovazione e riprovevolezza da parte dei cittadini.

foto

Campi nel secolo XVI, da terra rubata a borgo agricolo. Conferenza storica a Villa Montalvo

19 marzo 2014

L’Auser Volontariato di Campi Bisenzio nell’ambito della serie di convegni dal titolo IL TEMPO RITROVATO 2014, organizza per oggi mercoledì 19 marzo alle ore 16.30, presso la Sala nesti sita a Villa Montalvo a Campi Bisenzio, un’incontro culturale a cura dei Dott. Vincenzo Rizzo e Dott. Renzo Bernardi su “CAMPI NEL SECOLO XVI” da terra rubata a borgo agricolo, con ingresso è libero.
L’Auser Volontariato di Campi Bisenzio si trova in Via di Limite, 15 presso la Villa Montalvo a Campi Bisenzio, con i seguenti recapiti: tel.055-8979943 oppure auser.campibisenzio@virgilio.it i contatti con il pubblico sono possibili nei giorni lunedi e giovedi ore 15,30 – 18,00.

La civetta che voleva essere vegetariana: presentazione in musica di un libro per bambini alla Biblioteca di Villa Montalvo

19 febbraio 2014

image004Giovedì 27 febbraio 2014, nello Spazio Bambini della Biblioteca di Villa Montalvo, alle ore 17.00, sarà presentato il libro di racconti illustrato di Danusia Cerretani Salvini La civetta che voleva essere vegetariana edito da Los Quinchos Firenze Associazione di volontariato Onlus. Letture ad alta voce delle storie, illustrazione e accompagnamento musicale. Interverranno: Monica Salvini (curatrice), Giovanna Di Marco (Illustratrice), Francesco Paterniti e Niccolò Nappini (musicisti), Rosaria Fama (lettrice). La civetta Wottua, stanca di essere un predatore carnivoro vorrebbe tanto avere un becco adatto ad assaggiare la dolce frutta e per ottenerlo chiede aiuto al saggio Barbagianni…
L’iniziativa, a ingresso libero, è rivolta alle bambine e ai bambini a partire dai 5 anni e ai loro genitori.
Con l’occasione sarà possibile acquistare il libro presentato, i cui proventi sono destinati all’Associazione Los Quinchos Nicaragua per la costruzione di strutture familiari per l’accoglienza dei bambini di strada.

Racconti di primavera: gli incontri fino al 15 aprile 2014

17 febbraio 2014

Proseguono le “Letture di stagione”, il ciclo di narrazioni ad alta voce e illustrazione estemporanea di storie e fiabe a cura di Barbara Confortini e Brunella Fontani. L’appuntamento è nello Spazio Bambini della Biblioteca di Villa Montalvo alle ore 17.00. L’iniziativa, a ingresso libero, è rivolta alle bambine e ai bambini dai 4 agli 8 anni e ai loro genitori. Il programma prevede:
Martedì 18 febbraio 2014
Il regno incantato – Un giorno, in un regno brullo, arso dal sole, arriva un mercante da lontano. Vende le sue stoffe ai grandi e regala sogni a una bambina. Ma i sogni, a volte, diventano realtà. E la piccola Miranda, con l’aiuto di un vecchio pittore, trasforma il regno…
Martedi 18 marzo 2014
Il boschetto – Nel boschetto in cima alla collina, ogni nuovo arrivato viene accolto con ostilità. Nessuno tollera i propri vicini, finché un giorno passa di lì un taglialegna…
Martedi 15 aprile 2014
Il mistero delle uova di Pasqua – Il coniglio di Pasqua ha tanto lavorato per fare la sua sorpresa ai bambini e ha scoperto con disappunto che qualcuno lo ha beffato, mettendo in bella mostra le sue magnifiche uova decorate. La festa è rovinata! Ma il coniglio pasquale non si dà per vinto…
Informazioni:
Barbara Confortini: Tel. 0558959605 – Email: biblio.promozione@comune.campi-bisenzio.fi.it
Biblioteca Villa Montalvo: Via di Limite 15 – 50013 Campi Bisenzio (FI) – Tel. 055 8959600 Fax 055 8959601 – montalvonews@comune.campi-bisenzio.fi.it

Le proposte di lettura della Biblioteca per febbraio

7 febbraio 2014

Ecco le selezioni bibliografiche proposte per questo mese dalle bibliotecarie e dai bibliotecari di Villa Montalvo che vi aspettano nei diversi spazi della biblioteca:
SPAZIO ACCOGLIENZA – Teste grigie in primopiano
Che si tratti della banda di ottuagenari di Marco Malvaldi – che invece di frequentare la calma dei centri di riposo si ritrovano al bar e risolvono casi di cronaca nera – o del vecchietto scorbutico ma simpaticissimo, protagonista delle pagine di Lucio Presta, o ancora di uomini e donne maturi alle prese con la solitudine e con le difficoltà dell’età che avanza, le loro storie meritano un po’ della nostra attenzione. Ci sorprenderemo nello scoprire quante figure vetuste nel ruolo di protagoniste hanno riempito le pagine della narrativa, ritrovando anche in tempi recent i un nuovo vigore letterario.Troveremo arzilli vecchietti che ci faranno sorridere, sagge signore che inviteranno alla riflessione e tante storie di vite trascorse che ci commuoveranno.
SALOTTO LIBRARIO – Il morso dello scrittore
Quanto può essere pesante una parola? Su quali bilance è possibile misurarla? Proponiamo ai nostri utenti alcune opere di scrittori a loro modo pericolosi, temuti: hanno avuto infatti, in modalità diverse, la responsabilità di raccontare storie riguardanti ogni essere umano, riuscendo a trasmettere al lettore la sensazione che ciò che sta leggendo lo riguarda in prima persona, fuori da ogni confine territoriale e temporale.Primo Levi affermò che “scrivere oscuro è immorale” e Philip Roth dichiarò che dopo Se questo è un uomo nessuno può più dire di non essere stato ad Auschwitz: ai nostri utenti la possibilità di confrontarsi con pagine po tenti, spesso sofferte, ma autentiche.
SPAZIO BAMBINI E RAGAZZI – La Prima guerra mondiale
Cade quest’anno il centenario dello scoppio della Prima guerra mondiale, un evento di grande violenza, in cui morirono migliaia di soldati, molti dei quali giovanissimi. Hemingway sosteneva che la guerra altro non è se non “un continuo, prepotente, criminale, sporco delitto” provocato e iniziato quasi sempre “da precise rivalità economiche e da maiali che sorgono a profittarne” e, per contribuire a creare la consapevolezza del suo orrore, che può diventarne l’antidoto più efficace, proponiamo una rassegna di libri per ragazzi che raccontano quella guerra, per mostrare l’universalità della follia e del dolore di tutte le guerre.
Ulteriori notizie utili:
In biblioteca è possibile iscriversi al servizio Media Library on line, il portale per accedere gratuitamente a film, e-book, quotidiani, periodici. Gli utenti di Media Library on line possono accedere alle risorse direttamente via internet, da casa, dall’ufficio, o da un dispositivo mobile.
Se andate in biblioteca con un neonato ricordatevi che potete appofittare dell’angolo Baby Point all’interno della Sezione Bambini al piano terreno, che vi consentirà di utilizzare un fasciatoio per il cambio dei pannolini o un cuscino per l’allattamento.
Nel luogo dei libri per eccellenza c’è uno spazio libero, aperto a tutti, utenti e non, dove lasciare i libri che non si ha più voglia di avere in casa, che si sono letti, che si sono iniziati e che non si finiranno mai, che si sono amati e si vogliono condividere… Insomma un posto per dare un’altra vita a un libro che, altrimenti , resterebbe inutilizzato nella propria libreria di casa. Questo è lo scaffale del libero scambio, collocato all’ingresso della biblioteca: una nuova risorsa da cui attingere, un ulteriore canale di comunicazione da usare senza alcuna formalità.