Archive for the ‘Storia’ Category

Festeggiamenti della Beata Teresa Manetti – Bettina, Patrona di Campi Bisenzio

18 aprile 2014

Il calendario di eventi, dal 22 al 27 aprile, per i festeggiamenti per la Bettina, Patrona del Comune di Campi Bisenzio.

10176043_10202044146493795_1739021349544997570_n

25 aprile e 1 maggio 2014: due importanti occasioni nel 70° anniversario della Liberazione

18 aprile 2014

Il prossimo 25 aprile si svolgeranno le celebrazioni sul territorio di Campi Bisenzio: alle 8.45 il Sindaco Emiliano Fossi partirà dal cimitero comunale per deporre fiori sulle tombe di Lanciotto Ballerini e Guglielmo Tesi. Verrà ricordata anche Tosca Fiesoli. Alle 10 verrà celebrata la Messa in memoria di tutti i caduti e poi il corteo proseguirà con la deposizione delle corone al Monumento dei caduti e al cippo in Piazza della Resistenza.
A seguire, in collaboraione con il comune di Calenzano, a Valibona si svolgerà, alle 11.30, la visita al Memoriale e la deposizione della corona al cippo dei caduti. Sarà possibile pranzare a Valibona col servizio offerto dal Circolo ARCI di Carraia.
Il 26 aprile alle 16.30 in sala consiliare verrà proiettato il film L’ultima corsa sulla storia di Lanciotto Ballerini.
Il 1 maggio, oltre al tradizionale corteo con i Sindacati ed il pranzo a Villa Montalvo quest’anno per la prima volta si svolgerà in centro a Campi la “giornata della cultura”: dalle 15 alle 20 le vie del centro storico saranno animate da musica, arte, fotografia, artigianato, teatro, letteratura e sport. Per informazioni è possibile contattare l’Associazione Wake Up! al 3888904434.

Giochi Rionali Sammartinesi: preparativi in corso per l’edizione 2014

8 aprile 2014

wpid-img_87601299279182.jpeg

Teatrodante Carlo Monni la cerimonia sarà il 19 maggio. Fossi: “ringrazio la famiglia per la disponibilità”

19 marzo 2014

Il 19 maggio 2013, in ospedale, all’età di 69 anni Carlo ci ha lasciato portato via da un male incurabile. “Abbiamo deciso, mi rendo conto un po’ a sorpresa – dice il sindaco Emiliano Fossi – di rinviare la dedica a Carlo del nostro teatro; un po’ a sorpresa, un po’ in maniera imprevista come sicuramente sarebbe piaciuto a lui”.
La data scelta è ricaduta appunto il 19 maggio 2014 ad un anno esatto dalla scomparsa di Carlo: “Abbiamo parlato con la famiglia di Carlo – continua il Sindaco – ed hanno accolto la proposta in maniera entusiasta, e colgo l’occasione per ringraziarli una volta ancora per la vicinanza che ci dimostrano appoggiando a pieno la voglia di unire allo storico nome Teatro Dante il ricordo di Carlo”.
La volontà del rinvio nasce dalla richiesta di molti degli artisti firmatari dell’appello rivolto al Sindaco di intitolare il Teatro Dante all’artista campigiano (come deliberato il 18 marzo dall’Assemblea dei Soci dell’Accademia dei Perseveranti) che non avrebbero potuto partecipare alla serata di venerdì per impegni precedentemente assunti: “Questa – conclude Fossi – è l’ennesima dimostrazione di affetto e di stima di attori, musicisti, giornalisti di fama nazionale per un grande artista nostro concittadino: abbiamo valutato i disagi dello spostamento, ma alla fine abbiamo deciso che il 19 maggio è la scelta migliore che potevamo fare, vista anche la grande sorpresa che stiamo organizzando”.

Campi nel secolo XVI, da terra rubata a borgo agricolo. Conferenza storica a Villa Montalvo

19 marzo 2014

L’Auser Volontariato di Campi Bisenzio nell’ambito della serie di convegni dal titolo IL TEMPO RITROVATO 2014, organizza per oggi mercoledì 19 marzo alle ore 16.30, presso la Sala nesti sita a Villa Montalvo a Campi Bisenzio, un’incontro culturale a cura dei Dott. Vincenzo Rizzo e Dott. Renzo Bernardi su “CAMPI NEL SECOLO XVI” da terra rubata a borgo agricolo, con ingresso è libero.
L’Auser Volontariato di Campi Bisenzio si trova in Via di Limite, 15 presso la Villa Montalvo a Campi Bisenzio, con i seguenti recapiti: tel.055-8979943 oppure auser.campibisenzio@virgilio.it i contatti con il pubblico sono possibili nei giorni lunedi e giovedi ore 15,30 – 18,00.

Per non dimenticare: L’Auser e gli studenti del Liceo Agnoletti attraverso i luoghi della memoria

18 marzo 2014

L’Auser e il Liceo scientifico Agnoletti di Campi Bisenzio accompagnano gli studenti in un percorso storico attraverso i luoghi della memoria.
Venerdì 21 marzo a Marzabotto – Parco storico di Monte Sole e a Scarperia al Museo della Linea Gotica
Martedì 25 marzo a Sant’Anna di Stazzema – Visita al museo storico della Resistenza e pellegrinaggio all’ossario dove riposano le spoglie dei martiri

Una mostra di Remo Romolini al Rinascita per la Festa della Donna

6 marzo 2014

Il Circolo ricreativo Rinascita di Campi Bisenzio vi invita a partecipare alle iniziative per la festa della donna, con una Mostra d’arte contemporanea in memoria di Remo Romolini che si inaugura oggi 6 marzo e visibile fino al 16 presso la sala ex Manila, con apertura nei giorni feriali con orario 15.30/18.00 e nei festivi con orario 10.00/12.00. Inaugurazione oggi alla presenza del sindaco Emiliano Fossi, Monica Roso, Vicesindaco di Campi Bisenzio, Francesca Chiavacci, Arci Provinciale.
Si segnala anche che sabato 8 Marzo per la Festa della Donna alle ore 17.00 si terrà un’incontro “Le donne di oggi raccontano” a cura del Circolo Culturale LaRocca, Spi CGIL Campi Bisenzio e Circolo Rinascita. Sempre il giorno 8 marzo alle ore 20.00 si terrà una Cena con il seguente menu: Crostino mimosa, fiore di polenta con funghi, mousse di prosciutto cotto, Calamarata, Filetto di maiale con salsa ai pistacchi di Bronte e patate arrosto, Cheesecake al limone e spumante
al prezzo di 18,00 euro e riduzione per i bambini. Prenotazione al bar del Circolo, tel. 055.890081.

Banda Libera tutti: verso il bicentenario della Fondazione Filarmonica Paoli di Campi

30 gennaio 2014

Si svolgerà Sabato 1 febbraio alle ore 10,30, presso Villa Rucellai, la riunione di presentazione del progetto della Filarmonica Michelangiolo Paoli “Banda Libera Tutti”, con i 33 ragazzi delle scuole medie di Campi Bisenzio che vi hanno aderito e i loro genitori. L’idea, nata già nel 2012, ha origine dalla constatazione che per la nostra città e per i nostri ragazzi, vi è la necessità di promuovere sempre di più azioni di aggregazione sociale, di interazione, e che la musica, per mezzo del suo linguaggio universale, può favorire al meglio tali processi.
Da quest’anno, con la collaborazione del Comune e la partecipazione attiva delle scuole, nel sostenere il progetto, si vuole evidenziare maggiormente l’importanza dell’istituzione bandistica per il nostro territorio e, per i giovani, il valore della partecipazione ad un’esperienza di questo tipo. È importante che ogni città dia valore alla propria tradizione bandistica, coinvolgendo anche i più giovani nell’esperienza di un progetto di collaborazione ed impegno con il proprio Comune, ed inoltre e’ fondamentale realizzare e sostenere iniziative che ridiano memoria storica e favoriscano l’incontro tra generazioni vicine e distanti consentendo e favorendo la trasmissione del sapere.
La Filarmonica Michelangiolo Paoli, come associazione musicale e come banda di paese, è sempre stata un’istituzione importante e una risorsa significativa per il nostro Comune; inoltre ha da sempre rappresentato un’opportunità unica per la nostra cittadinanza, perché, sin dal 1816, data della sua nascita, ha offerto a tutti la possibilità di avvicinarsi gratuitamente alla musica. Il progetto, che sarà presentato sabato prossimo nelle stanze del Comune, è un progetto ampio che durerà tre anni, fino al 2016, data del bicentenario della fondazione della Filarmonica, ricorrenza per la quale i ragazzi, le scuole e il Comune, saranno, insieme alla banda, parte attiva nell’organizzazione di un importante evento celebrativo.
Oltre ai genitori ed i ragazzi che hanno aderito al progetto, sono stati invitati a partecipare all’incontro: Emiliano Fossi, Sindaco del Comune di Campi Bisenzio; Monica Roso, Assessore alla Città Vivace e delle Persone; Luigi Ricci, Assessore alle Città Accessibile e Inclusiva; I dirigenti degli Istituti Comprensivi e gli insegnanti di musica delle Scuole Medie; I presidenti dei tre consigli di istituto ed una rappresentanza del Forum Nuovi Cittadini.

Festività San Sebastiano 2014: la Misericordia di Campi Bisenzio festeggia il suo patrono

25 gennaio 2014

Domenica 26 Gennaio 2014 si terrà, presso i locali della Misericordia di Campi Bisenzio, l’annuale festività di San Sebastiano. Ecco il programma completo:

Ore 10.00 Ritrovo dei Confratelli e delle Autorità presso la sede della Sezione di Misericordia di San Piero a Ponti in via C. A. dalla Chiesa, 1
Ore 10.30 Corteo con i labari verso la Chiesa di San Cresci
Ore 11.00 Santa Messa presso la Chiesa di San Cresci a Campi e Rito Solenne della vestizione dei Fratelli
Ore 13.00 Pranzo nei locali della Misericordia in via Aurelio Saffi 3/d e conferimento degli attestati di benemerenza
Ore 15.30 Intitolazione del Salone Polifunzionale della Misericordia al Confratello Vittorio Gentile

I più antichi capitoli della Misericordia di Campi Bisenzio risalgono al 29 Maggio 1546 ma la Confraternita in realtà affonda le sue origini nel secolo precedente, figlia della grande esperienza di carità cristiana della prima Compagnia di Misericordia fondata a Firenze nel 1244. Molte le opere svolte dai Fratelli e dalle Sorelle della Misericordia, di cui si ha testimonianza, in quattro secoli e mezzo di attività tra cui, l’impegno durante i tragici eventi della pestilenza del 1630, la gestione dello Spedale di S. Niccolò fino al 1741 dove i Confratelli della Misericordia svolsero un ruolo di primaria importanza nell’assistenza ai malati, arrivando sino alle persecuzioni subite nel 1785 quando il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena sanciva, con un decreto, la soppressione di tutte le Confraternite di Misericordia. L’idea di fratellanza e carità però non morì con la soppressione della Confraternita, ed infatti, già nel 1816, la Misericordia veniva rifondata nei locali attigui alla Chiesa di S. Lorenzo a Campi, in tempo per affrontare la terribile epidemia di colera del 1855 dove i Confratelli della Misericordia prestarono la loro opera di soccorso a tutta la popolazione. Dopo le alterne vicende del regime fascista, con il finire della guerra, l’opera dei Confratelli si concentrò nel soccorso ai feriti, ai profughi, alla sepoltura dei defunti ed ai servizi sanitari alla persona con la realizzazione di poliambulatori medici, centri di fisioterapia e diagnostica per immagine senza mai trascurare lo sviluppo del volontariato cattolico concretizzatosi soprattutto con l’istituzione, nel 1973, della Sezione di Misericordia di S. Piero a Ponti, nel 2003 della Sezione di S. Angelo a Lecore ed infine nel 2007 la Nuova Casa del Volontariato a San Lorenzo. Il complesso, che si sviluppa su tre piani, ospita tutto il comparto socio-ricreativo della Confraternita, l’associazionismo, le onoranze funebri, le cappelle per il commiato dei defunti e la chiesa della Confraternita. Nel 1992, per ultima volontà della Contessa Cristina Melchior, la Misericordia è diventata proprietaria del complesso seicentesco di Villa “Il Palagio”, che è stato completamente ristrutturato e che adesso ospita, una scuola materna comunale ed un centro di ospitalità diurno bisettimanale per ragazzi con disabilità mentali lievi, il progetto “Insieme verso l’Autonomia”.

Settimana della Memoria 2014: dal 27 gennaio al Teatro Dante con lo spettacolo dell’Associazione Dyonisio per le scuole

21 gennaio 2014

LIBERAZIONE8

“L’impegno profuso dal Comune di Campi Bisenzio – dice il sindaco Emiliano Fossi – per il Giorno della Memoria è valso un poderoso sforzo collettivo non deciso a tavolino o imposto dall’alto, ma espressione della città intesa come “comunità organizzata”; un lavoro che ha visto coinvolti il Comune di Campi Bisenzio accanto ad alcune associazioni del territorio e alle scuole, attraverso contributi specialistici e trasversali, ciascuno nel proprio ambito d’azione e comunicativo. Questo “fermento diffuso” ha dato luogo ad un articolato calendario, eterogeneo ed indirizzato a diverse tipologie di pubblico, dalla platea già consapevole fino ai ragazzi delle scuole. E’ una partita a più voci sul tavolo di una resistenza civile armata soltanto di idee e creatività, contro il pericolo sempre latente di una rimozione collettiva, che talvolta inocula i germi dell’indifferenza su manifestazioni di intolleranza o rivendicazioni di presunta “normalità” contro ogni forma di “diversità” culturale o etnica”.
Si parte il 27 gennaio al Teatro Dante con lo spettacolo I colori della Memoria, dell’Associazione Dyoniso. e si conclude il 30 gennaio alle 17.30 con la seduta straordinaria del consiglio comunale sui temi della memoria.