Posts Tagged ‘vivi’

I VIVI E I MORTI di Pietro & Paolo

9 ottobre 2013

Di fronte all’orrenda strage di Lampedusa (quanti esseri umani sono morti ? Duecento ? Trecento ? Quanti bambini, quante donne ?) fa commuovere un paese che si commuove e che dichiara il lutto nazionale. Fa commozione vedere qualche ministro volare a Lampedusa a onorare i morti. Fa commuovere. Fa pena.
Si può ricordare che quei morti, che ora celebriamo con lacrime amare e che vengono onorati da alte cariche statali, se fossero stati vivi sarebbero stati cacciati in un CIE ?
Che se non avessero la ventura di morire nel nostro mare, sarebbero stati incarcerati da quegli stessi che ora li onorano, come è capitato appena qualche settimana fa a una signora kazaka e alla sua creatura, con l’approvazione di tutta la maggioranza delle camere?
Che questi morti meritano la nostra pietà solo perché sono morti, mentre se fossero stati vivi questo paese facile alla lacrimuccia e che fa commozione li avrebbe trattati peggio dei cani ? Si può dire che da morti valgono infinitamente più da morti che da vivi, e questo solo finché dura l’attenzione dei media, perché dopo varranno, anche da morti, esattamente quanto valevano per noi da vivi, ossia meno che zero.
E si può dire che anche da queste parti, c’è chi, da quasi candidato sindaco, strillava all’invasione dei barbari, destinati a riempire quartieri in cui le nostre donne avrebbero avuto paura ad andare ?
C’è chi, da candidato sindaco, invocava i tornelli contro zingari e rom, per non farli salire a sbafo sugli autobus ?
C’è chi, da sindaco, invocava i CIE dal volto umano?
E sarebbe questa l’Italia che si commuove ? Eppure dicono che il mondo si rattrista per la morte di un povero innocente, mentre la sparizione di un ricco corrotto ed egoista sia una liberazione per tutti. Ma il nostro mondo non va così.
Né il nostro paese, che è diventato freddo e crudele, e che non è più il nostro paese, e la cui commozione di questi giorni è solo un altro motivo cocente di vergogna per la coscienza e per l’infinita disperazione degli onesti.
Si dice che la presenza di dieci soli giusti fosse un motivo sufficiente per il Signore per risparmiare Gomorra – felice comunità che ora invidiamo.
IL DUO APOSTOLICO Pietro&Paolo

Vivi le Piazze: il terzo incontro forse minacciato dalla pioggia, oggi alle 20.30 in Piazza della Resistenza

27 giugno 2013

La pioggia improvvisa di questi giorni, preannunciata anche per oggi, potrebbe far spostare Vivi le Piazze, l’evento che Nadia Conti organizza ogni giovedì nelle Piazze campigiane. VIVI LE PIAZZE di oggi giovedì 27 giugno si svolgerà sempre in in Piazza della Resistenza dalle 20.30 in poi. Ed ancora di giovedì, perchè molte delle donne che lavorano come badanti, hanno il giorno di riposo proprio il giovedì e sono sole, visto che con il loro lavoro devono sostenere le loro famiglie fuori dall’Italia. Anche oggi servono bici e volontari che aiutino ad insegnare ad alcune amiche arabe ad andare in bicicletta. Quindi non vi rimane altro che farvi avanti per questa lodevole iniziativa di integrazione. E se piove? niente paura come dice Nadia “si decide dove spostarci…. o rimandare al prossimo giovedì”.

Vivi le Piazze: giovedì 20 insegnamo alle donne arabe ad andare in bici

19 giugno 2013

Ritorna “Vivi le piazze”, dopo la presentazione esplosiva, derivante dalla diatriba fra il blog di Campi ed il giornale on-line piananotizie, ampiamente chiarita. E ritorna con alcune novità fra le quali spicca il giorno che sarà anche il giovedì proprio in Piazza della Resistenza (dietro il palazzo comunale) dalle 20.30 in poi, scelto perchè molte delle donne che lavorano come badanti, hanno il giorno di riposo proprio il giovedì e si trovano sole. Il venerdì sarà presente ma in altre piazze che verranno successivamente comunicate. Per giovedì (domani), urge la necessità di persone in bici che aiutino per insegnare alle donne arabe ad andare in bicicletta. Chi vuole dare il proprio aiuto può contattare Nadia via mail all’indirizzo: continadia@virgilio.it
Ricordo che nel corso della serata sarà possibile gustare il the alla menta e alcuni dolci  tipici toscani, marocchini e somali.  Un modo per condividere, per conoscersi, per discutere, per programmare anche ogni altra diversa iniziativa”,come dice Nadia, “vicini perchè l’umanità ha bisogno e necessità di relazioni e di dialogo”.
Quello delle donne arabe in bicicletta rappresenta una mini rivoluzione a due ruote che sta per cambiare le abitudini di molte donne in Arabia Saudita. Secondo quanto riferisce il quotidiano saudita al-Yaum, infatti, l’autorità religiosa saudita ha recentemente annunciato che le donne potranno andare in bici nei parchi e nelle zone ricreative. Due le condizioni: che siano vestite in modo modesto e che sia presente un guardiano in caso di cadute o incidenti. Chissà come sarebbe contenta ‘Wadjda’, la protagonista della “Bicicletta verde”, un successo della prima regista saudita Haifaa Al Mansour, che racconta la storia di una piccola “ribelle” saudita che fa l’impossibile per avere una bicicletta, simbolo di libertà. Un permesso concesso alle saudite che si limita solo a “scopo di divertimento”: cioè la bici non dovrà essere usata come un mezzo di trasporto. L’autorità religiosa, inoltre, consiglia alle donne che vanno in bici di tenersi alla larga dalle zone con manifestazioni giovanili per evitare il confronto con gruppi di protesta.
Ecco quindi che l’iniziativa di Nadia Conti vuole essere un ponte di parità fra un paese occidentale e uno ultraconservatore dell’Islam che possa gettare basi solide nell’affermazione dei diritti umani delle donne Saudite che subiscono pesanti discriminazioni in molti aspetti della loro vita, compresa la famiglia, l’educazione, il lavoro e lo stesso sistema giudiziaro.

Il mio mestiere di Blogger ..

15 giugno 2013

Nel post contenente il comunicato dell’ex-assessore Conti in merito alla manifestazione Vivi le Piazze, devo aver stuzzicato la deontologia giornalistica del collaboratore o pubblicista, che ha firmato la pepatissima rettifica, condita con una dose di risentimento nei miei confronti.
Ciò mi rammarica, ma visto che sono stato a mia volta chiamato in causa, addirittura come detrattore, devo necessariamente ribattere, dal momento che l’errore non l’ho commesso io e tantomeno devo sentirmi inferiore solo perchè; mosso esclusivamente da un profondo rispetto per questa città, offro il mio tempo libero a raccontare fatti e iniziative dei campigiani. Oltretutto proprio perchè giudicato indelicatamente nella mia opera di volontario dell’informazione, vorrei chiarire che nelle otto ore giornaliere che non faccio il blogger anche io mi guadagno da vivere per pagare bollette, mutuo e mantenere figlie. E qui si vede come l’indelicatezza sia ancora una volta il metro usato nel trarre considerazioni.
Certo non ho esperienza giornalistica e neppure ambizioni nel volerlo fare (non ritenendomi neppure tale); ma ho ragione di credere che il mio “hobby”, evidentemente giudicato in modo quasi denigratorio un “city journalism” (a tal proposito ringrazio per questa definizione che mi affascina) e che giustamente, non ha niente a che vedere con il giornalismo, sia comunque una gradita forma di informazione che spesso ho notato essere una facile fonte di ispirazione proprio delle testate giornalistiche. Devo quindi dedurre che si giudichi il mio operato solo quando fa comodo.
A parte questo, il mio post ha voluto solo interpretare la nuda sostanza che traspariva dal comunicato dell’ex-assessore ed il fattore tempo che ne aveva affievolito ogni speranza di rettifica, gettando tutt’altra luce sull’iniziativa. Comunicato che fra l’altro, era una email inoltrata successivamente al sottoscritto, nella quale si chiedeva doverosa e fino ad allora disattesa giustizia su un’iniziativa di notevole valore sociale.
Concludo ammettendo la mia evidente gaffe nel definire blog una testata giornalista on-line, per la quale nutro profondo rispetto; perchè nonostante si dica il contrario, anche i blogger rettificano ..

Vivi le Piazze: Nadia Conti – l’articolo di Piananotizie .. è inesatto

15 giugno 2013

Un articolo (ora rettificato) che non rende giustizia all’iniziativa che si è tenuta ieri sera a Campi, quello di piananotizie. Il giornalista che l’ha redatto non ha saputo cogliere l’essenza dell’evento oltre a trarre evidentemente conclusioni del tutto fuori luogo. A ribadire questo è proprio Nadia Conti, che ha pensato ed organizzato l’iniziativa “Vivi le piazze“, destinata a ripetersi anche in futuro e con maggior frequenza, sperando in un seguito più ampio anche negli altri comuni della Piana.
In una email indirizzata al direttore della testata, Nadia Conti rettifica con precisione e orgoglio verso la sua creazione, della quale onestamente può andare fiera “..ho letto l’articolo e vi informo che la Rai non è venuta a Campi perchè è il secondo comune con il numero più alto di cittadini migranti, ma perchè è il secondo comune in Europa e primo in Italia per le buone politiche e processi interculturali effettuati fino ad oggi”, correggendo in modo abissale la sintesi dello scarno articolo. E continua “Poi non era una festa degli stranieri ma un modo nuovo di vivere le piazze della nostra città”. E non si ferma, quasi affondando il coltello ulteriormente, ribadisce un concetto che la contraddistingue; “Straniero è colui che non conosciamo, ma che la nostra bella cultura italica insegna, che saremo felici di conoscere. Ricordo sempre con piacere che mio nonno il giorno di Santo Stefano (nostro patrono), metteva un piatto in più sulla tavola familiare: il posto dell’ospite, del viandante, del prossimo amico.”
Il comunicato si indirizza poi ad un’invito verso una maggiore informazione con la disponibilità a spiegare i risultati dell’Index interculturale pubblicato sul sito del Consiglio d’Europa, con un resoconto dell’attività svolta in questi anni, “..scusatemi la precisazione ma il lavoro svolto a Campi Bisenzio è stato bello e gratificante per tutti coloro che vi hanno partecipato e ricevere un invito dalla Rai è stato l’ultimo degli apprezzamenti che abbiamo ricevuto.”
Una vera gaffe del giornalista che sul sito che ancora a distanza di 12 ore non è stata rettificato (successivamente rettificato).

“Vivi con noi le Piazze”: Nadia Conti lancia una nuova iniziativa sociale ed integrativa a Campi

14 giugno 2013

Nadia Conti mi comunica che da oggi, venerdi 14 giugno, in uno dei giardini o piazze di Campi Bisenzio, insieme agli amici-cittadini di Campi Bisenzio è stata organizzata l’iniziativa “Vivi con noi le piazze”, dove sarà possibile mangiare insieme – dalle ore 20 in poi – i vari piatti tipici toscani, napoletani, sardi, cinesi, marocchini, somali, indiani. Chi si vuole aggiungere può contattare Nadia via mail all’indirizzo: continadia@virgilio.it per prenotarsi o collaborare. Sarà una merenda cena collettiva che sarà ripetuta ogni settimana se la cosa dovesse avere una buona partecipazione, “sarà un modo per condividere, per conoscerci, per discutere, per programmare anche ogni altra diversa iniziativa”,d dice Nadia, “vicini perchè l’umanità ha bisogno e necessità di relazioni e di dialogo”. “Vi aspettiamo con una bottiglia d’acqua, un piatto di polpette, un pezzetto di formaggio o un gelato…. davvero insieme a Campi Bisenzio”. E perchè non partecipare ..
Venerdi 14 giugno dalle ore 19 in Piazza della Resistenza (dietro il Palazzo Comunale)

II° Trofeo “Vivi la Fratres” di Campi Bisenzio, domani 3 marzo 2014 dalle ore 9

2 marzo 2013

Il Gruppo Fratres della Misericordia di Campi Bisenzio, in collaborazione con il Gruppo Sportivo Atletica Signa, organizza, per domani Domenica 3 Marzo 2013 il II° Trofeo “Vivi la Fratres”, una gara podistica competitiva di 10 km e non competitiva di 5 km.
Partenza ore 9
Partenza ed arrivo presso la sede della Misericordia di Campi Bisenzio in via Aurelio Saffi 3/d.
La Gara è in regola con tutte le vigenti norme sanitarie. Vige Regolamento UISP
Categorie:
Assoluti Maschili 1964-1995
Veterani 1954-1963
Argento Maschili 1953 e precedenti
Assolute Femminili 1964-1995
Veterane Femminili 1963 e precedenti
Premiati:
Assoluti dal 1° al 40°
Donne dalla 1° alla 15°
Veterani dal 1°al 20°
Veterane dalla 1° alla 10°
Argento Maschili dal 1° al 10°
Verranno premiate le società a punteggio con premi: 1° Prosciutto, dalla seconda alla quinta premi in natura.
La società declina ogni responsabilità per danni a cose o persone.
Si raccomanda il rispetto del codice della strada.
Percorso pianeggiante
PARTENZA: via Aurelio Saffi, via Eleonora Pimentel, Via Suor Teresa Manetti, via Gino Fratesi, via Mammoli, via Circonvallazione Sud, via Palagetta, via Padule, via San Giusto, via della Crescia, via Caracciolo, via Cerretelli, via Carlo Alberto dalla Chiesa, RISTORO, viale Liberto Roti (pista ciclabile), via Circonvallazione Sud (pista ciclabile), via Palagetta, via Giordano Bruno, via San Giusto, via Masaccio, via Don Gnocchi, via Rucellai, via Sestini, via Montalvo, via Piave, via Montegrappa, via delle Corti, Piazza Matteotti, via Roma, via XXIV Maggio, via del Paradiso, via Aurelio Saffi ARRIVO.
Per informazioni
Atletica Signa – 3666713078
Signor Pini – 3388345685
Signor Drovandi – 3394683622
atleticasigna@libero.it
gruppocampibisenzio@fratres.eu
http://www.fratrescampibisenzio.it

1°Corsa Podistica “Vivi la Fratres” per le vie di Campi Bisenzio, corsa competitiva e non per la solidarietà (domenica 22 aprile 2012)

17 aprile 2012

Il Gruppo FRATRES di Campi Bisenzio, in collaborazione con il GS Atletica Leggera Signa, organizza per la prossima domenica 22 aprile 2012 il 1° Trofeo “Vivi la FRATRES”, una corsa competitiva di 13,5 Km ed una non competitiva di 3,5 Km per le vie di Campi Bisenzio. Le quote di iscrizione sono di 3€ per la competitiva e 1€ per la non competitiva, per entrambi vale il regolamento UISP. Per i primi 500 iscritti alla gara competitiva è previsto un pacco con prodotti sportivi e sconti. L’incasso sarà devoluto tra le associazioni e fondazioni.
Il Regolamento della gara prevede il ritrovo alle ore 07.00 in via Ombrone a Campi Bisenzio, dove avverrà anche la partenza e l’arrivo.
Parte delle iscrizioni sono state effettuate lo scorso 14 aprile presso la Misericordia di Campi Bisenzio ma è possibile iscriversi anche il giorno stesso della gara. Per eventuali informazioni ed iscrizioni chiamare Massimo Cerbai al numero 3929062852 o tramite fax al numero 055-8972122 oppure via email a gruppocampibisenzio@fratres.eu – atleticasigna@libero.it, oppure Drovandi Enrico 3394683622, Pini Arduino 3388345685, G..S.Atletica Signa 3666713078.
Ristoro previsto a metà percorso ed all’arrivo, è possibile avere il pranzo al costo di 10€ all’interno dei festeggiamenti della Patrona di Campi Bisenzio. I parcheggi sono previsti nelle vicinanze della partenza. Il percorso della gara sarà all’interno del territorio comunale di Campi Bisenzio e sarà oppotunamente segnalato, con un controllo a metà percorso.
Saranno premiati: i primi 25 assoluti, i primi 15 veterani (1953-1962), i primi 10 argento maschili (1952 ed antecedenti), le prime 10 donne e le prime 5 veterane (1962 ed antecedenti). Verranno inoltre premiate le prime 6 società con un minimo di 15 arrivati, con: alla prima classificata un prosciutto, alla seconda una spalla e dalla terza alla sesta dei premi in natura. La premiazione si terrà in Piazza 8 Marzo a Campi Bisenzio alle ore 11.00 circa.
L’organizzazione declina ogni responsabilità recate a persone o cose, si raccomanda comunque tutti i partecipanti il rispetto del codice della strada. Alla gara possono partecipare tutti gli atleti tesserati UISP, FIDAL ed enti di Promozione sportiva, purchè in regola con le vigenti norme sanitarie sportive. Per eventuali informazioni chiamare Massimo Cerbai al numero 3929062852.