Posts Tagged ‘vive’

“Di voce in voce vive la memoria”: alla Querce, Mostra Fotografica sulla Liberazione di Prato

4 gennaio 2014

Segnalo, in queste giornate di commemorazioni alla memoria, che dal 1° al 17 Gennaio, la mostra fotografica sulla liberazione di Prato “Di voce in voce vive la memoria” è visibile al Circolo “I Risorti” alla Querce, in via Firenze 323. Inoltre il 17 è prevista una cena al costo di 15 euro , organizzata dal circolo, a seguire verrà proiettato il film. Orfea Conti, una dei testimoni del film, festeggerà il suo compleanno in quei giorni, sarà una occasione per gli intervenuti e per gli organizzatori festeggiarla con la famiglia.

1525647_771753152853199_1975552499_n

“Caino vive a Palermo”; nel nuovo libro di Trapassi, la storia dell’attentato a Rocco Chinnici

25 aprile 2013

Mario si faceva sempre più bello e altrettanto socievole…

Pietro Trapassi presenta il suo nuovo libro “Caino vive a Palermo”, Venerdì 26 aprile alle 18.00, al circolo La Fratellanza di San Cresci in via Palagetta, un nuovo lavoro letterario dedicato alla biografia del fratello Mario Trapassi, fratello dell’autore, caposcorta del giudice Rocco Chinnici ucciso a Palermo nell’attentato al magistrato. Alla presentazione saranno presenti Alessandra Azzarri e Falco Ioannes Bargagli Stoffi. Una occasione da non perdere.

Questa è la storia appassionata di Mario Trapassi narrata dal fratello, Pietro, a distanza di trent’anni dalla sua tragica morte. Mario Trapassi nacque a Palermo l’ 8 dicembre 1950. Maresciallo ordinario dei Carabinieri, assieme al suo collega Salvatore Bartolotta componeva la scorta del giudice istruttore Rocco Chinnici a Palermo. Il 29 luglio 1983 una macchina imbottita di tritolo posta da “Cosa nostra” davanti l’abitazione del magistrato esplose uccidendoli tutti e tre assieme al portiere dello stabile Stefano Li Sacchi.
Questa la motivazione della “Medaglia d’oro al valor civile”:
«Capo del servizio di scorta a magistrato tenacemente impegnato nella lotta contro la criminalità organizzata, assolveva il proprio compito con alto senso del dovere e serena dedizione pur consapevole dei rischi personali connessi con la recrudescenza degli attentati contro rappresentanti dell’ordine giudiziario e delle Forze di Polizia. Barbaramente trucidato in un proditorio agguato, tesogli con efferata ferocia, sacrificava la vita a difesa dello Stato e delle istituzioni. Palermo, 29 luglio 1983».

III° Premio Letterario ACLI sulla Legalità: “Di Legalità si vive – Corresponsabilità e giustizia sociale nell’agire quotidiano”

12 marzo 2013

Anche quest’anno  l’associazione ACLI Toscana collabora all’organizzazione del “Premio Letterario sulla Legalità” arrivato alla terza edizione,  promosso dalle Acli della Toscana in collaborazione con Libera Toscana, Acli Nazionali, CNV, associazione culturale capannese e difensore civico della Toscana.
Il tema di quest’anno è: “DI LEGALITA’ SI VIVE – Corresponsabilità e giustizia sociale nell’agire quotidiano”, il premio si divide in tre distinte sezioni:
Sezione A. Racconto. Adulti (oltre 18 anni)
Sezione B. Racconto. Riservato agli alunni delle scuole medie superiori (da presentare tramite la scuola o singolarmente)
Sezione C. Cortometraggio. Riservato agli alunni delle scuole medie superiori (da presentare tramite la scuola o singolarmente
Gli organizzatori precisano inoltre che gli elaborati potranno essere individuali o collettivi, a scelta dei partecipanti.
– Ogni concorrente non può inviare più di un elaborato per ogni sezione.
– Chi partecipa alle sezioni A e B deve inviare un racconto inedito in due copie, di cui solo una recante i dati anagrafici, recapito telefonico e indirizzo e-mail. Inoltre una copia dovrà essere inviata per e-mail. Il racconto può essere di qualsiasi genere letterario. La lunghezza del testo non deve superare 100 righe dattiloscritte e 6.000 battute spazi esclusi.
– Chi partecipa alla sezione C deve inviare un DVD in due copie, con allegata una breve descrizione e titolo del cortometraggio. La durata del cortometraggio non deve superare 5 minuti.
– Cessione dei diritti. Gli autori degli elaborati che verranno pubblicati cedono i diritti d’autore gratuitamente ai soli fini della pubblicazione.
– L’iscrizione al premio è gratuita.
– Il giudizio della giuria è insindacabile.
– Il partecipante al premio deve fornire l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo quanto prescrive la legge sulla privacy.
– I minorenni che partecipano alle sezioni B e C singolarmente devono presentare l’autorizzazione dei genitori alla partecipazione e al trattamento dei dati personali.
Gli elaborati devono essere inviati entro il 30 giugno 2013 (farà fede il timbro postale) a: ACLI REGIONALE TOSCANA, PIAZZA INDIPENDENZA N. 13 – 50129 FIRENZE (FI) E-mail: segreteria@aclitoscana.it
La premiazione si svolgerà in data e luogo da destinarsi (presumibilmente in ottobre 2013). Per le sezioni sopra indicate il premio consisterà in un attestato, libri sulla legalità, prodotti provenienti dai terreni confiscati alla mafia e nella pubblicazione del testo. I premiati dovranno ritirare personalmente il premio. In caso di impossibilità potranno farsi rappresentare. Per informazioni : Segreteria ACLI Regionali Toscana Tel. 055 – 290473 oppure Sig. Di Lorenzo 335.373688
La scadenza per l’invio degli elaborati è il 30 giugno 2013
In allegato trovate il bando con tutte le informazioni: Depliant premio letterario (251.96 KB)
Maggiori info possono essere richieste a segreteria@aclitoscana.it