Posts Tagged ‘un’

Torna l’opera lirica per il secondo centenario di Verdi al Teatro Dante con “Un ballo in maschera” il 17 marzo

20 febbraio 2013

Opera-un-ballo.-jpg

Un Milione di visitatori per il Blog di Campi Bisenzio !

21 gennaio 2013

milione

Campi Bisenzio Notizie Blog ha raggiunto il fatidico traguardo di 1 milione di visitatori. Non male per un portale gratuito gestito in modo amatoriale, da appena cinque anni. Sono molto soddisfatto di questo risultato, non tanto per questo numerone a sette cifre (che mi accompagnerà da oggi in poi), ma per il fatto che Campi Blog è diventato ciò che volevo, ossia un punto di riferimento per i campigiani, facendo anche conoscere anche la nostra città a tutto il mondo attraverso web. Non è finita certamente qui ! perchè da quello che mi viene riferito sempre più frequentemente, Campi Bisenzio Blog è per tutti “il Blog di Campi”, una legittimazione che sento come il vero traguardo ed ulteriore incoraggiamento. Certamente, come ho già accennato, tutto ciò rappresenta una grande soddisfazione per un progetto, iniziato quasi per gioco, che adesso è diventato uno strumento di divulgazione della cultura e delle tradizioni del nostro territorio.
A tal proposito, sento la necessità di dare un pò di cifre di questo angolo virtuale, che con l’occasione provvederò a ristrutturare (appena ne avrò il tempo) per renderlo più attuale, anche se via via negli anni ho modificato varie sezioni, come la presenza su Twitter che sta portando una ulteriore visibilità inaspettata.

Ecco le cifre:
Visitatori attuali : 1.000.746
Articoli redatti : 2.531
Pagine presenti : 56
Categorie : 26
Tag : 7.715 (sono le parole chiave per la ricerca degli articoli)
Commenti : 2.886 (grazie a voi tutti)

Ecco anche alcuni numeri “da traguardo” per il blog:
Maggior numero di accessi in un giorno (17 marzo 2011) : 6.466 (soprattutto con il post per il 150°Anniversario Unità d’Italia con 2.758 accessi)
Maggior numero di accessi in un mese (dicembre 2012): 65.166
Ma non è finita qui, perchè queste sono cifre interessanti anche per la stessa piattaforma wordpress, che così commenta i risultati del Blog di Campi: “Circa 55.000 turisti visitano ogni anno il Liechtenstein. Questo blog è stato visto circa 250.000 volte nel 2012. Se fosse il Liechtenstein, ci sarebbero voluti circa 5 anni. Il tuo blog ha avuto più visite di un piccolo paese in Europa !”, e prosegue “.. nel 2012, ci son stati 568 nuovi articoli, che hanno portato gli archivi totali del tuo blog a 2.531 articoli. Hai caricato 206 immagini, per un totale di 19 MB. Sono quasi 4 immagini alla settimana. Il giorno con più traffico dell’anno 2012 è stato 9 dicembre con 3.354 pagine lette. Il post più popolare di quel giorno è stato  La Stella di Natale .. consigli per la cura ed il mantenimento.” Clicca qui per vedere il rapporto completo.
Naturalmente tutto ciò è stato reso possibile da voi che avete partecipato con commenti, idee, proposte, notizie e soprattutto commenti e visite.
Grazie a tutti
Fabio Blogger

Un bacione a Campi: storia e storie di emigrazione dalla nostra città, 1861-2011

22 settembre 2011

Il Centro di Documentazione Storica di Campi Bisenzio vi invita, domani venerdì 23 settembre alle ore 21.30 presso la sala polivalente di Metropoli, all’inaugurazione dalla Mostra documentaria “Un bacione a Campi: storia e storie di emigrazione della nostra città, 1861-2011”.

“Libri di Toscana” offre la possibilità di incontrare Luciano e Ricciardo Artusi, gli eredi di Pellegrino Artusi, “padre” della cucina italiana. Nel nuovissimo spazio-libreria, inaugurato domenica 18 settembre, in via Buozzi, 22, gli eredi del famoso gastronomo originario di Forlimpopoli, ma fiorentino d’elezione dal 1851, presenteranno il volume “A Tavola con gli Artusi. 120 anni dopo La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene. I migliori piatti abbinati a divagazioni e aneddoti di vita fiorentina”. Sarà presente l’editore Antonio Pagliai (Polistampa), conduce Bruno Santini.
Dopo oltre un secolo, un altro manuale di cucina esce con il nome Artusi: non si tratta di una riedizione, ma di una nuova collezione di ricette originali, tutte rigorosamente sperimentate e passate al vaglio della famiglia Artusi. L’operazione di “Casa Artusi”, definita il “salotto cultural gastronomico di Firenze”, è la dimostrazione dell’esperienza di generazioni che si sono dedicate alla gastronomia: i tempi sono molto cambiati rispetto al periodo dell’Italia appena unita, era giusto rivisitare il famoso ricettario, in base all’evolversi della cultura del cibo.
Pellegrino Artusi pubblicò a sue spese nel 1891 una tiratura di mille copie del suo volume, unico nel suo genere, che con le sue divagazioni, aneddoti e appelli ai lettori, contribuì a favorire un senso di appartenenza al territorio attraverso la scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, in onore dell’Unità d’Italia.
L’incontro di oggi presso Libri di Toscana si inserisce all’interno del fitto calendario di eventi della kermesse cittadina “La Meglio Genia” (11-25 settembre), dove molte delle iniziative campigiane sono state dedicate alla gastronomia. Gli Artusi infatti sono al loro secondo appuntamento: domenica 18 settembre, si è tenuta la consegna del Premio “Toscanaccio d’Argento” alla memoria di Pellegrino Artusi, sempre a cura di Bruno Santini, che ha visto ancora coinvolti in prima persona Luciano e Ricciardo Artusi presso il Circolo Rinascita a Campi Bisenzio.

Lotteria “Modelli per un giorno”, i premiati hanno tempo sino al 19 giugno per ritirare i premi

15 giugno 2010

La lotteria abbinata a “Modelli per un giorno” della scorsa settimana, ha avuto i suoi forunati vincitori che voglio ricordare : 1° premio vinto dal biglietto 01618 da ritirare presso Nico Servizi Turistici, Piazza Gramsci 6. Il 2° premio abbinato al biglietto 00732 ed il 3° premio abbinato al biglietto 01595 potranno invece ritirarlo presso la Gioielleria Massari in Via Santo Stefano 45/47 ovviamente a Campi Bisenzio. Ma attenzione c’è tempo fino al 19 giugno !!

Torneo di Calcio a 5 AICS “un calcio all’uragano”, per la popolazione cubana

11 maggio 2010

l’ACSI provinciale di Firenze annuncia che sono partite le iscrizioni per la seconda edizione di “un calcio all’uragano”, torneo di calcio a 5 organizzato dal Circolo “26 Julio” dell’associazione d’amicizia Italia-Cuba assieme al Circolo ARCI “Dino Manetti”, con la collaborazione tecnica di ACSI Comitato Provinciale Firenze.
Il torneo si svolgerà dal 31 Maggio al 13 luglio presso il campo di calcio a 5 del circolo “Dino Manetti” a S.Piero a Ponti a Campi Bisenzio. Verranno fatti due primi gironi dove tutte le squadre si qualificheranno, e formeranno due livelli diversi di girone ad eliminazione, questo permette a tutti di divertirsi e giocare piu’ partite…. Lo scopo del torneo è proprio quello di divertirsi e allo stesso tempo dare una mano alla popolazione Cubana da ormai 50 anni è repressa da uno stupido embargo. Oltre alle dichiarazioni di terrore e guerra degli Stati Uniti, Cuba ha subito nel 2008 il passaggio di tre Uragani che hanno danneggiato  la casa a quasi un milione e mezzo di persone, e fatto danni per tre miliardi di euro. Tornare alla normalità non è stato facile e nessun cubano è morto a causa del disastro ambientale, ma molto ancora è rimasto da ricostruire…. Per questo diamo “Un calcio all’uragano”, per sconfiggere pregiudizi e razzismo. Perché quando la solidarietà chiama lo sport risponde…….
Per info: rastaska@virgilio.it Andrea 3395680858 o bob5@live.it Valerio 3493773151

“Modelli per un giorno”, un gran galà di moda e spettacolo a Campi Bisenzio

5 giugno 2009

Il Comune di Campi Bisenzio si appresta a patrocinare l’evento “Modelli per un giorno”, un gran galà di moda e spettacolo al quale parteciperanno concorrenti da 0 a 100 anni, senza alcun limite di età e di “taglia” ! Tutti protagonisti, che sfileranno come veri professionisti questa sera, 5 giugno 2009 in Piazza Dante a Campi dalle ore 21.15La manifestazione ha scopo benefico, il ricavato sarà devoluto al Banco Alimentare.

modellix1giorno

“Modelli per un giorno” a Campi Bisenzio .. partecipa anche tu ..

1 maggio 2009

Il Comune di Campi Bisenzio si appresta a patrocinare l’evento “Modelli per un giorno”, un gran galà di moda e spettacolo al quale possiamo partecipare tutti da 0 a 100 anni, senza alcun limite di età e di “taglia” ! Potrai renderti protagonista imparando a sfilare come un professionista. Tutto sarà possibile il giorno 5 giugno 2009 in Piazza Dante a Campi dalle ore 21.15, ma prima, coloro che sono interessati a partecipare dovranno rivolgersi direttamente ai negozi che aderiscono alla sfilata dove potranno riempire il coupon e partecipare al casting di ammissione previsto mercoledi 6 maggio presso il centro congressi Klass Hotel.
I negozi dove potersi rivolgere sono: Confesercenti via del Gelsomino 5 – Immagine Sposi via Barberinese 91 – Babyssimo via Ugo Novelli 54 – AirBag via Santo Stefano 64 – Bfore via Santo Stefano 93 – Stile Libero FotoOttica via Vittorio Veneto 14 – Verdegioia via Santo Stefano 102 – Klass Ristorante via Guinzelli 17 – Poison via Santo Stefano 89 – Massari via Santo Stefano 45/47 – Le Freak c’est Chic via Santo Stefano 24 – Gree Love via Santo Stefano 15 – Gree Fox via Santo Stefano 31/33 – Hair Piazza Fra Ristoro 7. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai recapiti: 338.2086167 – 0573.939490 oppure a info@eventifashon.it
La manifestazione ha scopo benefico, il ricavato sarà devoluto al Banco Alimentare.

modellix1giorno

“‘I casino della Sora Fanny” torna al Teatro Dante dal 6 Gennaio 2009

31 dicembre 2008

Martedì 6 ore 16,30 – Sabato 10 ore 21 – Domenica 11 ore 16,30 – Venerdì 16 ore 21,00 – Sabato 17 ore 21,00 – Domenica 25 ore 16,30, a grande richiesta torna al Teatro Dante la Compagnia “Com’un Attore” del Comune di Campi Bisenzio con una divertentissima commedia in vernacolo fiorentino.

“I’ CASINO della SORA FANNY” ovvero GIOIE PER TUTTE LE ETA’
Tre atti di Mauro Lodovisi
Personaggi ed interpreti:
Vincenzo Palandri – Mauro Lodovisi
Fanny “la Maitresse” –  Sandra Ballerini
Ernestina – Vanessa De Feo
Manon – Katie Ballerini
Giorgio detto “Poppachicche” – Filippo Biagiotti
Liliana – Rossella Zara
Cav. Seghini-Fred –  Giuseppe Troilo
Mecatti detto “Gambadilegno” – Andrea Falsetti
Soldato Tedesco – Daniele Michelini
Due ragazze – Monica Sirello e Zia Rosi
Regia: Mauro Lodovisi
Allestimento scenografico Guglielmo Visibelli
Decorazioni pittoriche ed artistiche Sara Farnocchia
Trucco ed acconciature Monica Sirello
Luci Alessandro Ruggiero
Arredamento di scena Il Rifrullo dell’Antiquariato
La Commedia è liberamente tratta dalla Zona Tranquilla di E. Caglieri
L’incasso sarà interamente devoluto in opere di beneficenza
PREVENDITA
Biglietteria Teatro Dante
Piazza Dante 23 Campi Bisenzio (FI) – Tel. 055.8940864
Apertura martedì, venerdì e sabato ore 16.00/ 19.00
I giorni di spettacolo a partire dalle 20

www.teatrodante.it
Volantino evento

La commedia è tratta dal “La Zona Tranquilla”, un gioiello della tradizione toscana dovuto alla feconda fantasia di Emilio Caglieri e dal novelliere Edoardo Spadaro. La commedia è ambientata nella Firenze del 1944: ed è proprio durante i bombardamenti che una coppia di sposi attempati trova rifugio in un appartamento che si rivela essere una “casa chiusa”, abitualmente frequentata dal marito Vincenzo. Nascono, a questo punto, una serie di equivoci che travolgeranno l’inconsapevole moglie Ernestina, mentre le “signorine” si adatteranno all’inganno raggiungendo la coppia nella loro casa di campagna (la zona tranquilla) dando vita ad una fiorente attività di mercato …nero e fruttuoso. La verità si scoprirà, ma i buoni sentimenti e la solidarietà, necessari in un momento storico difficilissimo, avranno la meglio sull’accaduto.
“La zona tranquilla” rappresenta una delle commedie più fortunate del teatro fiorentino ed una delle più belle del repertorio di Emilio Caglieri. Per l’autore rappresentò la tanto sospirata consacrazione ad autore di teatro vernacolare che aveva in Augusto Novelli il suo massimo esponente. La fortuna teatrale cominciò a Firenze nel 1947 con oltre cento repliche a cui seguirono molti successi in altre importanti città italiane.
Una scelta importante di mettere in scena questo testo per restituire al teatro vernacolare quella dignità culturale e quel riconoscimento di teatro d’autore spesso negato, oltre che per dare un giusto omaggio al suo autore e per rappresentare uno spaccato del costume dell’epoca pervaso da quell’ironia e dirompente comicità toscana e al tempo stesso comicità bonaria tipica dei “maledetti toscani”.