Posts Tagged ‘umano’

Senzatomica: FlashMob sabato 11 gennaio ore 16 nel centro storico di Campi

9 gennaio 2014

1546021_244165732411401_1615082199_n

Carenza d’acqua: la Provincia attiva le prime procedure di razionamento con prelievi idrici solo per usi prioritari di consumo umano e abbeveraggio animale

12 marzo 2012

La Provincia di Firenze fa sapere attraverso il suo sito che sono state messe in atto delle azioni di tutela della risorsa idrica causate dalla lunga mancanza di precipitazioni ed il perdurare di questa situazione anche per il prossimo futuro. Secondo l’Assessore provinciale: “Le previsioni non fanno ipotizzare significative precipitazioni”, quindi l’Assessorato all’Ambiente e Difesa del Suolo della Provincia di Firenze, in considerazione della perdurante situazione di criticità delle risorse idriche, comunica che con Atto Dirigenziale dellla Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile n. 813 del 02/03/2012 sono stati ridefiniti i divieti di prelievi idrici stabilendo con riferimento all’intero reticolo idrografico il divieto di prelievo di acque fluenti negli alvei ed accumulate in invasi per usi diversi da: consumo umano, approvvigionamento idropotabile, abbeveraggio di animali, attività antincendio, impiego della risorsa idrica con rilascio della medesima nel corpo idrico di provenienza, nelle immediate vicinanze del punto di prelievo (ad esempio uso produzione forza motrice, itticoltura); igienico, produttivo industriale, produttivo agricolo. “Nell’ambito del monitoraggio della situazione sulle risorse idriche, – spiega l’Assessore Crescioli – costantemente condotto in occasione di varie riunioni della Commissione di Tutela delle Acque presieduta dall’Autorità di Bacino del Fiume Arno, emerge un quadro di criticità diffusa e prolungata, a partire dalla situazione degli invasi di Bilancino e di Levane e La Penna. Questo quadro, unito a previsioni meteo che a breve e medio termine non fanno ipotizzare significative precipitazioni, rendono necessaria l’adozione di cautele particolari ed ulteriori rispetto a quelle già stabilite per il 2011, finalizzate a preservare la risorsa idrica”. Il provvedimento adottato dispone quindi che, sino ad ulteriore valutazione, siano consentiti solo i prelievi per gli usi prioritari, che comunque dovranno essere condotti nel rispetto del deflusso minimo vitale del corso d’acqua, salvo diverse determinazioni assunte, a tutela del pubblico generale interesse.
I prelievi per usi diversi da quelli prioritari (ad esempio per orti, lavaggio strade, innaffiamento verde pubblico, etc) ad oggi non sono dunque consentiti in tutto il reticolo idrografico. In attesa di un eventuale miglioramento del quadro idrico, il provvedimento adottato dispone dunque che i termini per la presentazione, per l’anno 2012, delle istanze di attingimento per usi non prioritari siano posticipati al 15 aprile 2012. La provincia invita inoltre gli utenti richiedenti questo genere di attingimenti a rinviare il più possibile, rispettando comunque il termine del 15/04/2012, la presentazione delle istanze, in attesa di eventuali positive evoluzioni meteorologiche in termini di precipitazioni; infatti l’eventuale permanere delle attuali condizioni siccitose potrebbe comportare l’impossibilità di procedere con l’iter tecnico-amministrativo volto al rilascio delle licenze. L’Atto Dirigenziale in oggetto è consultabile qui http://attionline.provincia.fi.it/albo.aspx?tipo=attiDirigenziali