Posts Tagged ‘trapassi’

“Caino vive a Palermo”; nel nuovo libro di Trapassi, la storia dell’attentato a Rocco Chinnici

25 aprile 2013

Mario si faceva sempre più bello e altrettanto socievole…

Pietro Trapassi presenta il suo nuovo libro “Caino vive a Palermo”, Venerdì 26 aprile alle 18.00, al circolo La Fratellanza di San Cresci in via Palagetta, un nuovo lavoro letterario dedicato alla biografia del fratello Mario Trapassi, fratello dell’autore, caposcorta del giudice Rocco Chinnici ucciso a Palermo nell’attentato al magistrato. Alla presentazione saranno presenti Alessandra Azzarri e Falco Ioannes Bargagli Stoffi. Una occasione da non perdere.

Questa è la storia appassionata di Mario Trapassi narrata dal fratello, Pietro, a distanza di trent’anni dalla sua tragica morte. Mario Trapassi nacque a Palermo l’ 8 dicembre 1950. Maresciallo ordinario dei Carabinieri, assieme al suo collega Salvatore Bartolotta componeva la scorta del giudice istruttore Rocco Chinnici a Palermo. Il 29 luglio 1983 una macchina imbottita di tritolo posta da “Cosa nostra” davanti l’abitazione del magistrato esplose uccidendoli tutti e tre assieme al portiere dello stabile Stefano Li Sacchi.
Questa la motivazione della “Medaglia d’oro al valor civile”:
«Capo del servizio di scorta a magistrato tenacemente impegnato nella lotta contro la criminalità organizzata, assolveva il proprio compito con alto senso del dovere e serena dedizione pur consapevole dei rischi personali connessi con la recrudescenza degli attentati contro rappresentanti dell’ordine giudiziario e delle Forze di Polizia. Barbaramente trucidato in un proditorio agguato, tesogli con efferata ferocia, sacrificava la vita a difesa dello Stato e delle istituzioni. Palermo, 29 luglio 1983».

I Ragazzi del Rione Zaccaneddri di Piero Trapassi ai Gigli per il Book Crossing

13 settembre 2011

Pietro Trapassi, autore campigiano de “I ragazzi del rione Zaccaneddri” sarà ospite, domani mercoledì 14 alle ore 17.30 in Corte Magnani, del Book Crossing del centro commerciale I Gigli.
Mercoledì 14 alle ore 17.30 in Corte Magnani approda uno splendido racconto sulla Palermo degli anni immediatamente dopo la seconda guerra mondiale narrata da Pietro Trapassi nel suo “I ragazzi del rione Zaccaneddri” ovvero il rione palermitano dove l’autore ha trascorso la sua infanzia e la prima giovinezza. Uno spaccato di una società ancora difficile da capire raccontata in bianco e nero sia per i forti contrasti di una società povera ma laboriosa sia per i ricordi annebbiati di un periodo ormai sorpassato dalla modernità.
Pietro Trapassi è nato a Palermo nel 1939. Ha trascorso la giovinezza nel capoluogo siciliano fino agli studi in giurisprudenza. Trasferitosi a Firenze ha poi lavorato fino alla pensione all’Esselunga anche se da sempre ha avuto una grande passione per la scrittura. Ha in cantiere due libri biografici: il primo dedicato al fratello Mario, maresciallo dei carabinieri caposcorta di Rocco Chinnici, morto nell’attentato contro il magistrato il 29 luglio 1983 e, l’altro, dedicato alla vera storia della baronessa di Carini, Laura Lanza di Trabia, che si svolge in Sicilia alla metà del 1500.

Autori ospiti del Book Crossing ogni mercoledì dal 7 settembre al 26 ottobre ai Gigli

6 settembre 2011

Il Book Crossing del centro commerciale I GIGLI si sposta in Corte Magnani e, dal 7 settembre, ogni mercoledì, fino al 26 ottobre ospiterà la presentazione di libri con la presenza degli autori.
Il Book Crossing de I GIGLI, inaugurato il 15 giugno dallo scrittore Fabio Genovesi, si sposta in Corte Magnani e, dopo aver messo in “circolo” oltre mille volumi, avvia una nuova esperienza: una serie di incontri con gli autori.
Ad aprire la rassegna sarà, il 7 settembre alle 17, Riccardo Michelucci con “Storia del conflitto anglo-irlandese” un saggio divulgativo che ripercorre le principali fasi storiche e gli aspetti culturali della più lunga esperienza coloniale di tutti i tempi.
Il programma continuerà il 14 settembre (ore 17) con Pietro Trapassi che presenterà il suo “I ragazzi del rione Zaccaneddri” uno spaccato della Palermo degli anni subito dopo la seconda guerra mondiale nelle memorie e nelle storie autobiografiche dell’autore.
Il 21 settembre sarà la volta di Luca Bandini con “2035” un thriller fantascientifico ambientato in un futuro troppo vicino che ha al centro della trama una serie di scomparse inspiegabili. Ma a tutto c’è sempre una spiegazione “logica”.
Riccardo Simonetti e Gabriele Panigada sono gli autori di una ricerca archelogico-astronomica dedicata ad un sito neolitico in provincia di Lucca. Il 28 settembre alle 17 i due autori presenteranno “Stelle di pietra”.
L’attore Emiliano Buttaroni sarà l’ospite di mercoledì 5 ottobre (ore 17) con il suo “Odori” una raccolta di melodiose prose che, attraverso gli odori annusati nel corso della propria vita, ricostruiscono un’odorisa autobiografia sentimentale.
Luca Martinelli, autore sherlockiano, presenterò “Il palio di Sherlock Holmes” mercoledì 12 ottobre alle 17: il rinvenimento di un misterioso block notes da parte di un cenciaiolo pratese condurrà sulle tracce di un’inedita avventura dell’investigatore inglese.
Mercoledì 19 ottobre (ore 17) Michele Brancale presenterà “Salmi metropolitani” un’analisi della vita quotidiana in una città moderna tra esigenze concrete e consumismo sfrenato che allontana da una giusta etica della vita.
L’ultimo appuntamento di questa prima serie di incontri si terrà il 26 ottobre alle 17 e il protagonista sarà Enrico Solito con “Caino e il pifferaio magico”, due racconti noir ambientati nel corso della seconda guerra mondiale.
Il Book Crossing è un’area all’interno della quale si possono prelevare e restituire libri in maniera del tutto gratuita. Il segreto del meccanismo sta proprio nella possibilità di prendere il volume e poterlo restituire altrove, presso una stazione dello stesso circuito internazionale. L’area Book Crossing (Corte Magnani) è anche un punto di lettura dove i frequentatori del centro commerciale possono rilassarsi leggendo un buon libro o approfittando dei quotidiani disponibili per la liber alettura. Il servizio è completamente gratuito.

Pietro Trapassi incontra il suoi lettori al Museo di Arte Sacra di San Donnino

18 febbraio 2011

Pietro Trapassi, il noto scrittore campigiano di origini siciliane, in collaborazione col gruppo Artes et Fides di San Donnino, presenta oggi venerdì 18 febbraio alle ore 17  il suo romanzo I ragazzi del rione Zaccaneddri presso il Museo di Arte Sacra di piazza Costituzione.
Il romanzo ambientato nella Palermo degli anni ’50 racconta del tentativo di tre ragazzi di cambiare la loro situazione culturale e sociale in un momento storico post-bellico, in cui tutta la nazione cercava di riparare i danni della guerra, e molti cercavano di scrollarsi di dosso situazioni ataviche del vivere siciliano: analfabetismo, mancanza di lavoro, divisioni di classe.
Per contatti con l’autore consiglio la visita del suo blog Salotto Letterario.

Pietro Trapassi vince il premio al II Concorso Nazionale di Poesia tarc Pagliara

10 gennaio 2011

Pietro Trapassi mi informa, di avere conseguito un premio al II °concorso nazionale di “Poesia tarc Pagliara”: Lo scrigno dei Ricordi”, con la poesia ” Giorni di zagara e di sole”. La premiazione è avvenuta lo scorso otto gennaio a Pagliara (ME) presso la Chiesa Parrocchiale dei SS Pietro e Paolo. Ancora un riconoscimento per questo autore campigiano che racconta sapientemente le sue origini.
I miei personali complimenti per questo grande risultato e tanti auguri per il nuovo anno 2011.

Pietro Trapassi presenta il suo ultimo romanzo “I ragazzi del rione Zaccaneddri”

20 Mag 2008

Il prossimo 27 maggio 2008 alle ore 18,00 a Villa Montalvo verrà presentato a Campi Bisenzio, il romanzo dello scrittore campigiano Pietro Trapassi: “I ragazzi del rione Zaccaneddri”; dopo la presentazione del 16 maggio scorso all’Associazione Il Giglio, dalle poetesse e critiche letterarie Lia Bronzi e Vera FrancRiggio.
Il romanzo ambientato nella Palermo degli anni ’50 racconta del tentativo di tre ragazzi di cambiare la loro situazione culturale e sociale in un momento storico post-bellico, in cui tutta la nazione cercava di riparare i danni della guerra, e molti cercavano di scrollarsi di dosso situazioni ataviche del vivere siciliano: analfabetismo, mancanza di lavoro, divisioni di classe.

Per contatti con l’autore consiglio la visita del suo blog Salotto Letterario.