Posts Tagged ‘tesi’

25 aprile e 1 maggio 2014: due importanti occasioni nel 70° anniversario della Liberazione

18 aprile 2014

Il prossimo 25 aprile si svolgeranno le celebrazioni sul territorio di Campi Bisenzio: alle 8.45 il Sindaco Emiliano Fossi partirà dal cimitero comunale per deporre fiori sulle tombe di Lanciotto Ballerini e Guglielmo Tesi. Verrà ricordata anche Tosca Fiesoli. Alle 10 verrà celebrata la Messa in memoria di tutti i caduti e poi il corteo proseguirà con la deposizione delle corone al Monumento dei caduti e al cippo in Piazza della Resistenza.
A seguire, in collaboraione con il comune di Calenzano, a Valibona si svolgerà, alle 11.30, la visita al Memoriale e la deposizione della corona al cippo dei caduti. Sarà possibile pranzare a Valibona col servizio offerto dal Circolo ARCI di Carraia.
Il 26 aprile alle 16.30 in sala consiliare verrà proiettato il film L’ultima corsa sulla storia di Lanciotto Ballerini.
Il 1 maggio, oltre al tradizionale corteo con i Sindacati ed il pranzo a Villa Montalvo quest’anno per la prima volta si svolgerà in centro a Campi la “giornata della cultura”: dalle 15 alle 20 le vie del centro storico saranno animate da musica, arte, fotografia, artigianato, teatro, letteratura e sport. Per informazioni è possibile contattare l’Associazione Wake Up! al 3888904434.

Al cittadino non far “vedere” come vota il consigliere (di centro sinistra)

25 ottobre 2013

Una divertente e ridicola parodia degna solo di una commedia in vernacolo, per una foto scattata in consiglio comunale dall’amico blogger Dario Panetta (Controcomune.it). I timori e le evidenti paure di chi (persona pubblica) esprime il proprio vodo a favore di scelte che coinvolgono la comunità. C’è da chiedersi perchè .. !? a voi i commenti e le ovvie considerazioni ..

Darop Panetta racconta in .. “Si “chiede la cortesia” ai cittadini di non vedere come vota il centro-sinistra”
Nonostante questo articolo mi riguardi in prima persona, il mio intento resta quello di spiegarvi, nel modo più oggettivo possibile, che cosa è accaduto.
Consiglio Comunale campigiano del 25 Ottobre 2013: era appena terminata la discussione riguardante il decimo punto all’ordine del giorno: “Mozione per la valutazione dell’istituzione di un senso unico in via dei Confini, nel tratto compreso tra gli incroci con via Togliatti e via del Tabernacolo, presentata del gruppo consiliare “Movimento 5 Stelle” (prot.nr.58724 dell’11.10.2013)”.
(l’articolo che vi spiegherà che cosa ha portato alla situazione che si è venuta a creare al termine della votazione in oggetto sarà pubblicato lunedì 28/10/13)
Siamo giunti al momento della votazione: la Mozione è approvata all’unanimità con i voti favorevoli di maggioranza e minoranza
… E qui entro in gioco io, che faccio una foto alla maggioranza mentre approva questa Mozione, da questa foto scattata nascerà una discussione che terminerà con il presidente del Consiglio che mi chiederà “la cortesia insomma di eliminare la foto o comunque di non pubblicarla, insomma tenerla per sé, per semplice uso privato”
Al termine della votazione chiede di intervenire:
– Paolieri (PD): “lì hanno fatto le foto; è possibile?”
– Loiero (PD): “è possibile scattare le fotografie in fase di votazione? So che abbiamo stabilito in conferenza capi-gruppo che…” (qui viene interrotto dal presidente Colzi)
– Colzi (PD): “Allora, la Presidenza del Consiglio ha autorizzato le riprese da parte del signor Mancini, e la conferenza capigruppo ha confermato questo intento. Siccome l’autorizzazione a qualunque tipo di riprese, audio-video-fotografiche, è concessa al signor Mancini, non è ammessa ad altri componenti del pubblico che non ne abbiano fatto richiesta, quindi, chiedo la cortesia insomma di eliminare la foto o comunque di non pubblicarla, insomma tenerla per sé, per semplice uso privato”
– Interviene Tesi di Alleanza Cittadina (opposizione): “… Un conto è effettuare delle riprese, un conto è effettuare una fotografia; mi risulta che la persona che l’ha scattata tenga un blog (questo), e quindi fondamentalmente abbia quello che è un diario pubblico in cui fa aggiornamenti (…) di quello che succede anche qua dentro. Mi sembra che una fotografia vada a corredare quella che è l’informazione testuale contenuta dentro. Io ci andrei piano nel dire che non si può scattare una fotografia (…) io non mi sento di andare a vietarlo, se poi vogliamo fare questo: anche ai giornalisti quando vengono gli prendiamo le generalità e gli chiediamo di registrarsi, perché è impossibile stabilire a priori/a prescindere chi è giornalista oppure no, perché molti giornalisti non (…) hanno alcun tipo di tesserino”
– Colzi (PD): “grazie Consigliere, questa è la sua interpretazione legittima, ma credo che come ho sempre cercato di fare su questo argomento, la prassi sia coinvolgere tutti i gruppi per avere l’autorizzazione, quindi fotografia o video, visto che insomma si tratta di aspettare 1 mese/2 mesi, vi chiedo la cortesia di fare questo passaggio, dopodiché uno fa tutte le riprese e tutti i video del caso. L’indirizzo era quello di privilegiare i professionisti (l’autorizzato Mancini fa l’Operatore Socio Sanitario) … Nessuno vuol mettere alcun tipo di limitazione.”
Fonti: – LA FOTO DI QUESTO ARTICOLO E’ UNO SCREENSHOT DEL VIDEO MESSO ONLINE DAL SIGNOR MANCINI (L’AUTORIZZATO A FARE LE RIPRESE, gratuitamente, DEL M5S) http://www.ustream.tv/recorded/40134029


– Il video integrale di questa discussione lo trovate qui sotto

Alleanza Cittadina per Campi: la serata conclusiva della campagna elettorale

24 maggio 2013

Stasera Venerdì 24 Maggio alle ore 19:00 Alessandro Tesi assieme ai candidati al consiglio comunale con la lista Alleanza Cittadina per Campi ha accolto amici e simpatizzanti presso il Bar Ballerini per un’ apericena di conclusione della campagna elettorale.
“L’incontro – dice Tesi – è stato l’occasione per ringraziare tutti coloro che tanto ci hanno aiutato in questa difficile ma emozionante avventura. Non abbiamo fatto promesse irrealizzabili – ha detto Tesi durante il suo discorso di chiusura – ma preso alcuni impegni precisi e scritto un programma concreto e attuabile, che nessuno degli altri candidati ha criticato nei contenuti. Abbiamo basato questa campagna elettorale sull’onestà e la trasparenza. Spero che i cittadini abbiano apprezzato il nostro comportamento e che vorranno darci la possibilità di proseguire nel nostro impegno per Campi. Sono stati molti i riscontri positivi e gli incoraggiamenti che abbiamo avuto in queste settimane – conclude Tesi – adesso la parola passa agli elettori.”
Grande soddisfazione è stata espressa per il numero dei partecipanti.

Viti (No Inceneritore): lascio il testimone al Movimento 5 Stelle questi cinque anni in Consiglio sono un’esperienza da non rifare !

23 maggio 2013

Roberto Viti si lascia andare ad un libero resoconto di questi ultimi anni. Un resoconto che giustifica la sua scelta di lasciare il testimone in consiglio a coloro che della coerenza ne hanno fatto il “vero simbolo” di questa campagna elettorale. In effetti guardando ed ascoltando tutti “nuovi paladini” della lotta all’inceneritore ci viene da chiedersi dove fossero qualche anno fa, ci sarà sfuggito qualche particolare. Fatto sta che in questo circo di esibizioni che forse sono destinate a dissolversi come il fumo, non mi sorprende che Viti abbia deciso di far confluire i suoi voti nel M5S, ma vediamo per filo e per segno le sue motivazioni:
“Dopo cinque anni di coerenza, dal primo all’ultimo giorno, non ripresento la Lista Civica “No Inceneritore” in Consiglio Comunale perché è un organo che non conta nulla. Nostri atti formali ancorché approvati anche all’unanimità quando non graditi nelle segrete stanze della Giunta, poi  non vengono attuati ed occorre ripresentare a ripetizione estenuanti interrogazioni ed interpellanze. Si sottostà ad un’amministrazione egemone sostenuta da una maggioranza di soldatini privi di decisione propria ma con un unico opprimente discernimento: quello del sindaco, a loro e ai loro alleati rimangono solo gli interventi d’arruffianamento. Ho fatto parte di una opposizione litigiosa e divisa che non si perita a colpirti con il fuoco amico mentre sei già impegnato a combattere gli avversari. Da un Esposito che ti tradisce e ti porta via il seggio che, senza meriti, gli abbiamo procurato complice un regolamento vergognoso; ad una Bresci che s’inventa di averci insegnato le nostre battaglie e le nostre conoscenze quando lei l’inceneritore lo voleva far spostare a Paterno (Vaglia) perché lì c’è poca gente; ad un Tesi che racconta di essere stato referendario nel nostro referendum comunale per il No all’Inceneritore del dicembre 2007 da noi stravinto al 90%; ad un PDL che dichiara apparentamenti fantasiosi conclusi con noi. Dopo tutto ciò ora ci si alimenta con un’isteria collettiva con una farneticante frenesia alla caccia di un voto affannato. Sgomitano e smanaccano, si aggruppano politicamente contro natura per trovare la via di rientrare in consiglio comunale atterriti dal non farcela, povera gente! Adesso per due mesi sono tutti antinceneritore, proprio come accadde cinque anni fa per breve tempo. Ma proprio tutti perfino il Fossi ci prova e ambiguamente si presenta con nostri onesti e ignari personaggi virtuosi nella lotta all’incenerimento dei rifiuti alle assemblee che organizza con le truppe cammellate, ma alle mie pubbliche precise domande senza fronzoli è costretto a non rinnegare le scelte inceneritoriste del PD e della sua scellerata congrega a tutti i livelli istituzionali. Io continuerò sempre come comitato campigiano a porre servizio nel Coordinamento dei Comitati della Piana in cui sono confluito già da dieci anni. Non rilascio indicazioni di voto per i miei elettori anche se riconosco che la compagine più affine ai nostri storici obbiettivi, il no all’inceneritore e per la tutela dell’ambiente è il movimento 5 stelle. Per cinque anni, di battaglia con la sciabola in consiglio un caro saluto ai miei e un sincero ringraziamento a tutti coloro che mi hanno onorato con il loro aiuto.”
Lista “NO INCENERITORE” – Il Consigliere Comunale Roberto Viti

Tesi Vs Gandola: Cosa non dovrebbe essere fatto in campagna elettorale

22 maggio 2013

«Ci vuole del bel coraggio a chiedere “pubbliche scuse” per aver detto solo cose vere”. Commenta Alessandro Tesi, candidato sindaco di Alleanza cittadina per Campi alla richiesta di Gandola (Pdl) pubblicata su Piana Notizie lo scorso 20 maggio».
«Perché – continua Tesi – mi dovrei scusare, per aver pubblicamente ribadito ciò che era evidente? Io ho soltanto commentato la clamorosa smentita di Biancalani, Provveditore della Confraternita della Misericordia: “Paolo Gandola si è proposto da solo e non è stato invitato da chi ha organizzato la manifestazione” (articolo del 2 maggio scorso) in risposta all’auto celebrazione di Gandola (pubblicata il 29 aprile): “Ringrazio di cuore gli organizzatori e i volontari che mi hanno voluto tra loro nell’ambito della premiazione della gara. Sono stato decisamente onorato dell’invito”. Forse a Como usa così… ma il risultato è lo stesso: un ennesimo episodio di  cattivo gusto. Gandola non avrebbe dovuto sfruttare una manifestazione sportiva indirettamente legata alla Misericordia, un’associazione apolitica che ha sempre mantenuto equidistanza da partiti e movimenti politici».
«Paolo Gandola  – continua Tesi – non ha avuto alcun ritegno in questa campagna elettorale, i campigiani lo hanno visto a distribuire volantini anche durante la festa dei Santi Patroni di Capalle e mentre si svolgeva la disfida di San Donnino».
«Se poi vogliamo entrare nel merito delle idee per Campi – sottolinea Tesi – basta leggere il suo programma per capire che non conosce neanche la differenza tra le competenze comunali e quelle di Stato, Provincia e Regione. La sua frase più celebre, detta durante l’incontro pubblico a San Donnino del 16 maggio scorso, è stata: “Dopo aver visitato tutta la Toscana, mi sono innamorato di Campi”. Ecco, ci spiegasse perché nel 2008 chiese di essere candidato a Campi Bisenzio, dove io non lo avevo mai visto prima. Parafrasando un detto popolare: “sindaci e buoi dei paesi tuoi”, non abbiamo bisogno di quelli d’importazione».

Alleanza Cittadina: Come possono i cittadini dare fiducia a questi politici ?

9 maggio 2013

E’ uno scontro a colpi di accuse e comunicati quello fra la lista del PDL campigiano di Gandola e Alleanza Cittadina per Campi di Alessandro Tesi. Una risposta quella di Tesi che mette in evidenza la strumentalizzazione di Associazioni come la Misericordia di Campi a scopo meramente politico, ma per le altre ?
Evento sportivo organizzato dalla Misericordia di San Piero a Ponti. Si presenta Gandola (Pdl) e distribuisce un mazzo di rose ai partecipanti, si fa fotografare insieme a loro e lancia un comunicato stampa dove dice di essere stato chiamato espressamente dall’associazione di volontariato come rappresentante politico. Notizia ovviamente subito smentita da Cristiano Biancalani, provveditore della Misericordia.
Come si può credere ad un uomo che fa passare la sua presenza come spettatore ad un evento pubblico per una rappresentanza ufficiale, su invito? “Bene ha fatto la Misericordia – ha dichiarato Alessandro Tesi di Alleanza cittadina per Campi – a mantenere la sua posizione neutrale. Le associazioni di volontariato non sono organi di propaganda politica e chi cerca di strumentalizzarle deve essere fermato. Peccato che questo non sia accaduto nel caso della Fratellanza Popolare di San Donnino dove il presidente ha deciso di candidarsi nella lista del Pd”.
La Fratellanza Popolare di San Donnino è schierata con Emiliano Fossi ? Questa è l’immagine che sembra dare l’associazione di volontariato da quando il suo presidente, Alessio Ciriolo, si è presentato alle elezioni comunali con il Pd. Non sarebbe stato meglio se si fosse dimesso da questo incarico pubblico, fatta la scelta di scendere in politica?

Quando la partecipazione non è solo uno slogan. Niente confronti in campo neutro con gli altri candidati, questo è il modo di operare di Fossi

7 maggio 2013

Niente confronti in campo neutro con gli altri candidati, questo è il modo di operare di Emiliano Fossi. Dura reazione di Alleanza Cittadina per Campi al rifiuto di confronto di Emiliano Fossi.
Noi pensiamo invece che il confronto sia indispensabile. Facciamo quindi un appello innanzitutto alle associazioni di categoria ed ai sindacati, affinché si uniscano alla nostra richiesta di un confronto pubblico tra tutti i candidati alla carica di sindaco.
Solo così facendo, forniremo l’occasione ai cittadini di formarsi un’idea più precisa sui candidati e sui loro programmi. “Fossi parla di partecipazione e di campagna elettorale fra la gente ma nei fatti si permette di definire un “incontro da salotto” quello organizzato da un organo di informazione. – afferma Alessandro Tesi, candidato sindaco di Alleanza cittadina per Campi – Forse perché teme che le sue idee, messe “nero su bianco”, perdano di consistenza. Parliamo di concretezza al governo perché abbiamo deciso di fare una campagna elettorale non basata sui sogni. Per questo non temiamo il confronto pubblico, né con i cittadini, né con gli altri candidati. Noi non siamo maghi delle promesse ad personam, come Fossi”.

Le Olimpiadi del Ridicolo: il mediagliere di MenteLocale sulla campagna elettorale campigiana

7 maggio 2013

Se per caso indicessero le olimpiadi del ridicolo, e se per avventura coincidessero con il periodo della campagna elettorale campigiana, ormai dovremmo assegnare diverse medaglie.
Sul podio finirebbe la compagna Taira Bartoloni, partita con la campagna il 5 maggio, dove ha dichiarato, tutta fiera, che votare per SEL signfica “votare per un partito che mai si alleerà con la destra”. E infatti si allea con il PD, che invece si allea con la destra; e a riprova all’inizio della campagna della compagna era presente il candidato Fossi, che secondo noi, mentre sentiva questa roba, rideva. Peraltro non è che anche a Campi tra Pd e PdL si siano mai fatti la guerra, eh… Anzi…
Ma la prova della compagna viene insidiata da vicino dalla PdL, che approfitta subito della mancanza della Lista Noinceneritore, e butta su un logo mai visto prima e bruttissimo, tanto per appuntarsi la medaglina al petto. Siamo certi che quelli che la battaglia con l’inceneritore in questi anni l’hanno fatta davvero saranno felici di questa iniziativa veramente seria e onesta nei confronti degli elettori. Tanto per dirne una, uno che conosciamo ha ritagliato la foto del loghino della PdL e se l’è messo nel portafogli… e ogni tanto lo tira fuori e ci sputa sopra! Insomma, Gandola sarà anche giovane, però promette bene.
Ma nella gara, ammettiamo che si segnala in modo particolare la performance del candidato di Alleanza Cittadina, Tesi, che trova il modo di rampognare il Fossi che prende le distanze da se stesso sulla Matteucci. A parte il fatto che il Fossi prenda le distanze da se stesso non potrebbe essere che un bene… Ma la memoria ci tradisce o Tesi era in Consiglio comunale, anzi era il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE votato dal PD?
Ma ecco la dichiarazione di Tesi: “Questo non è un argomento di secondo piano, un particolare sul quale si può chiudere un occhio, perché c’è di mezzo l’istruzione e la sicurezza di centinaia di ragazzi. Se Fossi aveva un’idea diversa, perché ha taciuto? Al suo posto – prosegue Tesi – piuttosto che stare a scaldare la seggiola, io avrei messo nero su bianco la mia posizione e se non si fosse giunti ad una soluzione, mi sarei fatto da parte”. Più che giusto! E tutti gli altri in Consiglio comunale, che hanno fatto un’opposizione di ricotta e hanno contribuito con la loro ignavia a fare sì che dopo tre anni siamo al punto di prima, invece, che dovevano fare? Non sappiamo che cosa dovesse fare Tesi, ma che cosa deve fare ora lo sappiamo; deve beccarsi la prima medaglia delle nostre olimpiadi, perché onestamente il suo salto-mortale-con-doppio-avvitamento-carpiato ci sembra un tantino sopra le prestazioni degli altri.
E così si conclude la prima giornata delle nostre olimpiadi; ma voi, cari lettori, segnalateci i casi più procaci e aiutateci a completare il nostro medagliere; non possiamo mica stare dietro da soli alle cazzate di tutti! La nostra mail la trovate sul blog; segnalateci i casi più esilaranti e partecipate con noi a far trionfare il campione di queste olimpiadi. Speriamo solo che non sia anche il futuro sindaco. (fonte MenteLocale)

Scuola Matteucci: per Tesi “il candidato sindaco Fossi prende le distanze da se stesso; è una situazione ridicola”, per adesso è solo caos

6 maggio 2013

Alessandro Tesi, candidato sindaco di Alleanza Cittadina per Campi, interviene sulla questione della scuola media Matteucci, a seguito delle dichiarazioni rilasciate l’altro ieri dall’assessore all’istruzione Emiliano Fossi.
«La posizione di Fossi sulla scuola media Matteucci è a dir poco assurda – dichiara Alessandro Tesi, candidato Sindaco di Alleanza Cittadina per Campi. Mi domando se negli ultimi tre anni abbia svolto il ruolo di assessore o quello di passa carte. Assieme a tutta la giunta Chini, della quale Fossi fa ancora parte, ha sempre sostenuto che, per motivi di sicurezza, fosse necessario rifare l’intero tetto della scuola: oggi il problema sicurezza è scomparso? Oppure siamo in campagna elettorale?».
«Questo non è un argomento di secondo piano, un particolare sul quale si può chiudere un occhio, perché c’è di mezzo l’istruzione e la sicurezza di centinaia di ragazzi. Se Fossi aveva un’idea diversa, perché ha taciuto? Al suo posto – prosegue Tesi – piuttosto che stare a scaldare la seggiola, io avrei messo nero su bianco la mia posizione e se non si fosse giunti ad una soluzione, mi sarei fatto da parte. Insomma, avrebbe potuto fare un gesto politicamente forte e rassegnare le dimissioni. Invece Fossi ha preferito guardare altrove – conclude Tesi – e adesso prende pure le distanze dal suo stesso operato; è una cosa ridicola. Peraltro propone un progetto che è ampiamente in contrasto con quanto fino ad oggi prodotto dai tecnici incaricati dal Comune e pagati con soldi pubblici. Dove era quando venivano commissionati quegli studi?»

Rifondazione Campi Bisenzio: le dichiarazioni del candidato sindaco della lista “Alleanza cittadina” Tesi sono vergognose

23 aprile 2013

Con un comunicato stampa, Rifondazione Comunista di Campi Bisenzio rispondono a Tesi.

Le dichiarazioni del candidato sindaco della lista “Alleanza cittadina” Tesi sono vergognose.
Ricalcano quelle fatte  fino ad oggi dall’assessore Mengozzi riproponendo le stesse parole d’ordine.
È la triste riprova che le differenze e programmatiche del PD e della destra sono sempre meno.
Tesi per una manciata di voti in più specula sulla sofferenza e sulla disperazione della gente che da anni aspetta un alloggio popolare, cercando di innescare una inutile guerra fra poveri.
Nuova edilizia residenziale pubblica è indispensabile, come indispensabile è arrivare alla requisizione degli alloggi sfitti da parte della amministrazione comunale.
La vera battaglia da fare è contro i grandi gruppi immobiliari e le banche che con i loro giochini  finanziari tengono alle stelle i prezzi delle abitazioni.
Si dice inoltre che per costruire nuova ERP siano indispensabili fondi.
Come mai però  quando il comune poteva dare l’avvio alla costruzione di nuove case popolari come a San Piero Ponti, tutto il consiglio comunale ha votato contro,  salvo il gruppo consigliare di rifondazione?
Come GRUPPO CASA di Campi Bisenzio e come Circolo Prc mercoledi 1 maggio saremo in corteo per le vie di Campi proprio  per difendere ogni posto di lavoro, reclamare salari dignitosi e lottare perchè nessuno finisca in mezzo a una strada.
Chiediamo una moratoria immediata degli sfratti, congelamento dei mutui, costruzione di nuove case popolari e riqualificazione di quelle esistenti, equocanone per gli affitti, calmierazione delle bollette e spese per la casa, requisizione degli appartamenti lasciati sfitti dalla speculazione edilizia per mettere fine immediatamente all’emergenza sfratti.
Il segretario del Circolo Rifondazione Comunista Campi Bisenzio
Il candidato sindaco di Rifondazione Comunista Michele Di Paola