Posts Tagged ‘teatrali’

“STAMATTINA E’ STATO INVERNO”, Riflessioni su un passato prossimo e un futuro imminente

2 gennaio 2014

Segnatevi questo evento !
AttoDue-Cit (centro Iniziative Teatrali), il prossimo Venerdi 3 gennaio al Teatro Manzoni di Calenzano, ore 21.15, presenta: “STAMATTINA E’ STATO INVERNO”, Riflessioni su un passato prossimo e un futuro imminente. Di e con Manola Nifosì con la Regia di Manola Nifosì e Sergio Aguirre.
“La mia inclinazione ad andare a spasso nel tempo, avanti e indietro, mi ha permesso di imbattermi in una vecchia storia di famiglia che sembrava si fosse persa per sempre. Una di quelle storie che segnano il destino di chi le vive. Oggi raccontarmela e raccontarvela è per me di conforto e di ispirazione. Vi auguro che lo sia anche per voi.”

1475787_610432228994326_1734991187_n

Il centro iniziative teatrali lancia il progetto Cit-Azioni; sabato 5 ottobre l’Open-Day

2 ottobre 2013

1003389_167647953420902_2091957325_nIl Centro Iniziative Teatrali di Campi ci spiega il nuovo progetto “Cit-Azioni”:

In questo periodo di EMERGENZE il nostro bisogno primario è “fare” e “fare insieme” cose belle e utili. Lavoreremo, in collaborazione attiva con gli allievi,
in laboratori artigiani, alla costruzione di un progetto, il processo sarà quindi orizzontalmente verticale e permetterà da subito, agli allievi, di prendere parte al percorso creativo. DINAMISMO è la nostra parola d’ordine che passa dall’ascoltarsi e aiutarsi reciprocamente. Come diceva Einstein “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie”.
Cit-Azioni è un progetto di Formazione teatrale, danza contemporanea, canto, movimento creativo, fotografia e tanti altri seminari che proporremo durante l’anno.
Iniziano i corsi di Fabbrica di Teatro per Bambini & Ragazzi, aperta a tutti i bambini e ragazzi che intendono avvicinarsi al mondo del teatro in modo ludico, divertente e creativo, della Scuola di Formazione Teatrale per Adulti, un percorso creativo per la cura del sé che risveglia i sensi. Stimola la mente, nutre lo spirito e rigenera il fisico. Un concetto “nuovo” di scuola di teatro. Aperti anche i laboratori di movimento creativo, di danza contemporanea: “I cinque sensi” (una esplorazione del movimento come mezzo espressivo attraverso i principi Laban/Bartenieff), di Yoga a cura di Ginko Lab e di fotografia. Tra gli insegnanti cisono gli attori e registi Manola Nifosì e Sergio Aguirre, Gabriella Baldassini, Lorella Rapisarda, Sonia Squilloni , Rossana Baroncelli, Silvia Fabiani e Ambra Colacione.
Sabato 5 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 17.30 ci sarà l’Open Day che permetterà in modo gratuito di assaggiare tutte le attività del progetto. Per informazioni: 329-8628437- 055-8964519- La segreteria è aperta il martedì e il giovedì dalle 18 alle 20 in via V. Veneto 5, 5 piano, Campi Bisenzio.

foto scuola

“(Tele) VISIONI di TEATRO”, il Ciclo di incontri-studio sul Teatro a cura dell’Associazione Salto nel Buio. Domani il debutto a Viaccia

13 ottobre 2012

Al via domani “(Tele) VISIONI di TEATRO”, un Ciclo di incontri-studio sul Teatro con l’ausilio di proiezioni di spezzoni di alcuni spettacoli teatrali “storici” dei più significativi autori e registi, dagli anni ’70 ai giorni nostri, a cura dell’Associazione Culturale Teatrale “SALTO NEL BUIO” di Campi Bisenzio.
Gli incontri si terrano settimanalmente, dal 14 Ottobre al 23 Novembre, presso la sala prove teatrali del Circolo “La Libertà del 1945” a Viaccia, in Via Pistoiese 659, Prato (Ovest) con ingresso è gratuito.
Alla fine della proiezione, in base all’argomento proposto, sarà data la possibilità di intavolare un colloquio-dibattito controntando le nostre opinioni su ciò che ci piace o non ci piace e sulla nostra personale “VISIONE” del Teatro. I primi tre incontri sono programmati di domenica pomeriggio per attrarre genitori con bambini o ragazzi, compito arduo, ma i video scelti dovrebbero consentirlo. Man mano che la programmazione andrà avanti, si sposterà la sera dopo cena e gli argomenti proposti diventeranno sempre più impegnativi. Questo fino a terminare con un “capolavoro” sul Teatro-Danza, il film “PINA” di Wim Wenders, tributo a Pina Bausch.

Il primo incontro è domani Domenica 14 Ottobre 2012 alle ore 17 con ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI di Carlo Goldoni per la regia di Giorgio Strehler. Ecco come ce lo presenta Paolo Spannocchi dell’Associazione Salto nel Buio:
Tra gli spettacoli teatrali “storici”, senza ogni dubbio “Arlecchino servitore di due padroni”, per la regia di Giorgio Strehler, produzione del Piccolo Teatro di Milano, è forse quello che all’estero rappresenta di più e tuttora il Teatro italiano. Si tratta di un testo “magico”, scritto da Carlo Goldoni nel lontano 1745 che, nonostante la recitazione sia per buona parte in dialetto veneziano, arriva al pubblico di ogni età e di ogni nazionalità. Uno spettacolo internazionale, questo di Strehler, che è diventato più longevo del suo stesso regista, ormai purtroppo deceduto.
“Arlecchino servitore di due padroni” ha debuttato nel 1947 ed è tuttora in cartellone, come ogni stagione, al Piccolo Teatro di Milano.
La versione che abbiamo scelto di proiettare, per poi commentarla insieme, Domenica 14 Ottobre alle 17:00, orario pomeridiano in questo caso, nella speranza che possa essere visto anche da qualche bambino accompagnato dai genitori, oltretutto ha qualcosa di speciale. Si tratta di una versione giocata all’aperto nella stagione 1986/1987 e realizzata davanti a uno storico edificio: Villa Litta.
Lo spettacolo è volutamente senza quinte e ogni altro paramento laterale, restano solo i fondali a tenda essenziali e funzionali allo svolgimento delle scene. Il tutto, insomma, per godere, da spettatori, della vista degli attori all’opera non solo in scena, ma anche fuori, ai lati, mentre si preparano e si aiutano a vicenda. Alcuni passaggi di questo video sono dei veri e propri insegnamenti pratici e di buon esempio per chi vuole fare Teatro. Molto più di tante lezioni o corsi che, in questo periodo, nascono come funghi.
Un ultimo cenno a Ferruccio Soleri, attore fiorentino del 1929, contemporaneo, di straordinaria agilità fisica e doti interpretative in questo ruolo da commedia dell’arte, che interpreta Arlecchino dal 1959. Pensate che nel 2010, dopo 50 anni, viene menzionato nel Guinness dei primati per la più lunga performance di teatro nello stesso ruolo. Se, passando da Milano, riuscite a prenotare un posto al Piccolo, ce la fate ancora a vederlo, dal vivo, in questo stesso spettacolo.

Vi riporto anche il programma dei successivi incontri.
Domenica 21 Ottobre 2012 ore 17 (adatto anche ai bambini)
LA STORIA DELLA BAMBOLA ABBANDONATA di Giorgio Strehler, da Alfonso Sastre e Bertolt Brecht, regia di Giorgio Strehler
Domenica 28 Ottobre 2012 ore 17 (adatto anche ai ragazzi)
LA BOTTEGA DEL CAFFÈ di Carlo Goldoni, regia di Edmo Fenoglio
Venerdì 2 Novembre 2012 ore 21
ANTIGONE di Sofocle (nella traduzione di Massimo Cacciari), regia di Walter Le Moli
Domenica 11 Novembre 2012 ore 21
COSÌ È (SE VI PARE) di Luigi Pirandello, regia di Giorgio De Lullo
Venerdì 16 Novembre 2012 ore 21 (in concomitanza con La Tempesta al Teatro Metastasio, regia di Valerio Binasco)
LA TEMPESTA di William Shakespeare, regia di Giorgio Strehler
Venerdì 23 Novembre 2012 ore 21
PINA (un film per Pina Bausch) di Wim Wenders

“Il sole continua a risplendere”, la strage di Sant’Anna di Stazzema raccontata dai ragazzi

22 novembre 2011

Il prossimo 24, 25 e 26 novembre presso la Limonaia di Villa Montalvo in Via di Limite a Campi Bisenzio, alle ore 21, gli allievi attori del terzo anno della scuola di teatro del Centro Iniziative Teatrali presentano uno spettacolo sulla Strage di Sant’Anna di Stazzema.
Il sole continua a risplendere – La strage di Sant’Anna
Spettacolo con gli allievi attori del terzo anno della scuola di teatro del Centro Iniziative Teatrali- con Richard Butler – Silvia Fabiani – Antonietta Ciciretti- Ambra Colacione-GianPaolo Crinzi – Nicla Focacci – Debora Lumini – Barbara Paoletti-Massimiliano Mancin e Sandra Raddi-aiuto regia: Lisa Crinzi-coordinamento registico: Sergio Aguirre.
A Sant’Anna di Stazzema, la mattina del 12 agosto 1944, si consumò uno dei più atroci crimini commessi ai danni delle popolazioni civili nel secondo dopoguerra in Italia.
La furia omicida dei nazi-fascisti si abbattè, improvvisa e implacabile, su tutto e su tutti. Nel giro di poche ore, nei borghi del piccolo paese, alla Vaccareccia, alle Case, al Moco, al Pero, ai Coletti, centinaia e centinaia di corpi rimasero a terra, senza vita, trucidati, bruciati, straziati.
Quel mattino di agosto a Sant’Anna uccisero i nonni, le madri, uccisero i figli e i nipoti. Uccisero i paesani ed uccisero gli sfollati, i tanti saliti, quassù, in cerca di un rifugio dalla guerra. Uccisero Anna, l’ultima nata nel paese di appena 20 giorni, uccisero Evelina, che quel mattino aveva le doglie del parto, uccisero Genny, la giovane madre che, prima di morire, per difendere il suo piccolo Mario, scagliò il suo zoccolo in faccia al nazista che stava per spararle, uccisero il prete Innocenzo, che implorava i soldati nazisti perché risparmiassero la sua gente, uccisero gli otto fratellini Tucci, con la loro mamma. 560 ne uccisero, senza pietà in preda ad una cieca furia omicida. Indifesi, senza responsabilità, senza colpe. E poi il fuoco, a distruggere i corpi, le case, le stalle, gli animali, le masserizie. A Sant’Anna, quel giorno, uccisero l’umanità intera.
La strage di Sant’Anna di Stazzema desta ancora oggi un senso di sgomento e di profonda desolazione civile e morale, poiché rappresenta una delle pagine più brutali della barbarie nazifascista, il cancro che aveva colpito l’Europa e che devastò i valori della democrazia e della tolleranza. Rappresentò un odioso oltraggio compiuto ai danni della dignità umana. Quel giorno l’uomo decise di negare se stesso, di rinunciare alla difesa ed al rispetto della persona e dei diritti in essa radicati.
E’ necessaria la renotazione obbligatoria ai numeri 329-8628437- 055-8964519, costo del Biglietto € 5,00

“E cadrà la notte”, l’ultima creazione del Centro Iniziative Teatrali è domani venerdì 18 novembre al Teatro Dante

17 novembre 2011

Venerdì 18 Novembre, alle ore 21, presso il Teatro Dante di Campi Bisenzio, il CIT Centro Iniziative Teatrali – Scuola di Formazione/ Centro di Produzione presenta il suo nuovo progetto artistico, lo spettacolo teatrale “E cadrà la notte” ovvero “Il grande Meccanismo”. Presentato lo scorso 22 ottobre al Teatro dell’Acquario di Cosenza nell’ambito del Festival Teatri in Corso lo spettacolo rappresenta l’ultima creazione del Centro Iniziative Teatrali, interpretato da giovani attori fiorentini, provenienti dal circuito formativo della scuola teatrale campigiana.
“Ci siamo serviti dei personaggi di Shakespeare, di Beckett, di Stoppard – spiega Manola Nifosì , regista e autrice – li abbiamo mescolati come le carte dei tarocchi e, in un gioco di doppi e di scambi, ne abbiamo inseguito le funzioni fino alla costruzione di un universo che ci ha avvolti in una rete di nuovi significati”.
E cadrà la notte di Manola Nifosì si avvale della regia della stessa Manola Nifosì con la collaborazione al progetto artistico di Brunella Settesoldi ed alle luci Sergio Aguirre, con Andrea Ballerini, Ilaria Da Prato, Elena Fabiani, Chiara Foianesi, Ilenia Nerini, Luigi Operno, Valerio Rizza, Veronica Tani.
Ingresso 5 Euro

Spettacoli e concerti in “Calenzano Estate” fino all’11 agosto 2011

30 luglio 2011

Voglio segnalare alcune iniziative presenti anche sul vicino comune di Calenzano, fra cui spiccano, durante le prime due settimane del mese di agosto una serie di quattro spettacoli teatrali e concerti presso il Giardino del Castello di Calenzano Alto (via del Castello 7/9) ai quali ha preso parte anche il Cantiere di Campi Bisenzio.

Martedì 2 agosto 2011 ore 21.30
“Rebecca” spettacolo teatrale di Michelangelo Zorzit, regia di Johara Breda e Cristiano Burgio, con Johara Breda, Cristiano Burgio e Francesca Stampone. Le Coreografie sono di Francesca Stampone , le musiche eseguite dal vivo da M.Zorzit per la produzione della Compagnia Chien Andalou.
Giovedì 4 agosto 2011 ore 21.30
Concerto ispirato alle canzoni di Fabrizio De Andrè a cura dell’Ass. Culturale Arzach, con Maurizio Bargoni, Franco Milani, Betty Cardelli, Roberto Ciolli, Gigi Genise, Leonardo Baggiani e Riccardo Innocenti.
Martedì 9 agosto 2011 ore 21.30
“Centocinquant’anni di storia d’Italia vista dai nostri occhi !”
Spettacolo Teatrale per il 150° anniversario dell’unità d’Italia. Testo e regia di Alessandro Calonaci e Armando Burgassi, con Alessandro Calonaci, William Catania, Alessandro Pegoraro, Anna Ugolini, Elena Palloni e Sonia Fiaschi.
Giovedì 11 agosto 2011 ore 21.30
“Signore e Signori, Alan Bennett”
A cura dell’Ass. Teasisteatro, con Gianluca Orlandini e la regia di Massimo Masini.
Info presso l’Uff.Cultura allo 055.8833292 o alla email cultura@comune.calenzano.fi.it
In caso di pioggia gli spettacoli presso lo Spazio 180, in via Petrarca 180 a Calenzano.
Tutti gli eventi sonoad ingresso libero e gratuito. I parcheggi disponibili si trovano presso P.zza del Ghirlandaio e P.zza del Comune, il Castello di Calenzano Alto è raggiungibile attraverso i percorsi pedonali.

La Tela del Ragno di Manola Nifosì al Teatro Dante, domenica 24 ottobre 2010

21 ottobre 2010

Domenica 24 ottobre alle ore 21 si presenta al Teatro Dante, lo spettacolo La Tela del Ragno di Manola Nifosì. Un omaggio a Brecht in questa opera che vede impegnati gli allievi del terzo anno della scuola di teatro del Centro Iniziative Teatrali, patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Campi Bisenzio, nell’ultima tappa verso il diploma.
“L’anno scorso, con l’opera Amore al tempo del terrore, ci chiedevamo se in tempo di crisi i poeti perdono le parole. ” commenta Manola Nifosì su DiSegno Comune di questo mese, “Ciò che abbiamo cercato, allora, è stata una narrazione, fatta di immagini, poiché le parole troppo usate perdono il loro significato e finiscono con il lasciarci indifferenti. Sulla scia di quella prima esperienza quest’anno abbiamo intrapreso una strada illuminata dall’esperienza e dall’impegno di Bertold Brecht. Ci siamo divertiti a incontrare e fare incontrare tra loro i personaggi chiave della sua produzione: Macheath, capo della criminalità organizzata che con estrema disinvoltura e familiarità dialoga e fa patti con il potere; Galileo Galilei che nella sua ricerca della “verità” è costretto a realizzare che tra la fede e la ragione c’è un unico vero dio ed è il potere. E infine Madre Courage, vivandiera intrepida che, nutrendosi di guerra, alla guerra dovrà dare ciò che ha di più caro. Abbiamo mescolato i personaggi come le carte dei tarocchi e il mondo di Brecht ci ha avvolto in una rete di nuovi significati. Del resto il rischio è quello che la gente “in tempo di guerra” abbia paura della pace, come chi gioca a dadi ha paura di smettere perché viene il momento di fare i conti, di vedere quanto si è perduto. E allora forse sono queste le parole e i piccoli gesti che ci salveranno da altri traumi programmati e dalla sporca politica delle appartenenze.
Interpreti: Andrea Ballerini, Chiara Foianesi, Cristiana Fabiani, Fabrizio Conti, Francesca Calcagnini, Lucia Padrini, Marco Salimbeni, Paolo Spannocchi, Sabrina Mallano e Silvia Gori e con la partecipazione di Ilaria Da Prato, Bianca de Magistris, Elena Fabiani, Ilenia Nerini, Luigi Operno, Luigi Monticelli, Veronica Tani e Valerio Rizza. Assistenza alla didattica e collaborazione al progetto artistico Brunella Settesoldi, costumi di Lucia Padrini, progetto luci di Sergio Aguirre, realizzazione video di Giacomo De Bastiani, aiuto regia di Lisa Crinzi e regia di Manola Nifosì. Ingresso unico 5 euro.

“Il Dante dei Piccoli” terza edizione, tutto il programma teatrale per i più piccoli a cura del C.I.T.

23 novembre 2009

Promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Campi Bisenzio e con la direzione artistica di Manola Nifosì e Sergio Aguirre (Centro Iniziative Teatrali) parte a novembre e si snoda fino a marzo, presso il Teatro Dante, la terza edizione del progetto Dante dei Piccoli, una vera e propria stagione teatrale per i ragazzi articolata in tre rassegne. Le migliori compagnie nazionali del teatro per l’infanzia, laboratori e spettacoli da seguire con la famiglia, con la scuola, e … non accompagnati dai genitori.
A teatro con i miei è la rassegna che prevede iniziative artistiche rivolte al mondo dell’infanzia. Un appuntamento che propone ai bambini un modo diverso di trascorrere la domenica insieme ai propri genitori. Un cartellone che coinvolge i più piccoli, stimola la loro capacità di apprendere e di guardare, soddisfa la loro voglia di criticare e racconta emozioni con spettacoli pensati e realizzati espressamente per l’infanzia. Sulla scena ogni domenica si alterneranno alcune delle più importanti compagnie nazionali produttrici di spettacoli per bambini.
Le fiabe della buonanotte, in scena il sabato sera su prenotazione, parallelamente alla programmazione del Teatro Dante per adulti, è la rassegna per i bambini ‘non accompagnati dai genitori’. Così, mentre i grandi scendono in platea, i piccoli salgono al Salone delle Fiabe.
Trucchi Baracche e Burattini, è la rassegna di 10 spettacoli di alto livello artistico per le scuole di Campi Bisenzio e si svolgerà tra dicembre e aprile.
Il 29 novembre alle ore 17.00 inizia ‘A teatro con i miei’ con lo spettacolo INVISIBILI, della compagnia 320 CHILI (compagnia di circo contemporaneo di Torino) Una storia raccontata con strumenti semplici: una ruota, una scala, una corda, cinque clave. Un linguaggio fatto di movimento, danza e acrobatica, per narrarla. INVISIBILE, spettacolo di Circo Contemporaneo divertente e riflessivo.
Il 13 dicembre la compagnia PORTE GIREVOLI, presenta SCRETCH, di e con Claudio Cinelli, premio Luglio Bambino miglior spettacolo della Giuria della Critica. Uno spettacolo strutturato sulla forma del varietà; l’ordinato fantastico di un “teatro da sera” può talvolta “strapparsi” e diventare solo buffo contenitore di una strana rassegna di atteggiamenti umani e di situazioni. Mani, oggetti, pupazzi, marionette a filo, occhiali, possono divenire persino “credibili” protagonisti delle loro piccole storie.
Il 20 dicembre la compagnia LUNA E GNAC di Bergamo ci presenterà MANOLIBERA, fumetti a teatro. Manolibera è un viaggio tra le immagini a due dimensioni, dove lo schermo, trasformato in una gigantesca vignetta, fa da sfondo alle imprese di due personaggi in carne ed ossa. Ercole e Cassandra sembrano essere usciti dalle pagine del vecchio Corriere dei Piccoli, vivendo le loro storie comiche e poetiche.
Domenica 3 gennaio sarà il turno de L’INCREDIBILE STORIA DELL’INCREDIBILE BARONE della FONDAZIONE CASA TEATRO RAGAZZI E GIOVANI di Torino. Ispirato alle suggestioni de “Il Barone Rampante” di Italo Calvino, lo spettacolo è dedicato a tutti i bambini di tutte le età, che invece di sedersi a tavola “come si deve” e mangiare le cose “che si devono mangiare” provano a continuare a giocare; a cercare il sogno, la speranza, la leggerezza, la coerenza, la fantasia.
Il 17 gennaio la compagnia fiorentina PICCOLI PRINCIPI sarà ospite della nostra rassegna con OBRAZTSOV, TEMA E VARIAZIONI, teatro d’attore, musica e burattini. E’ uno spettacolo di cabaret per bambini ed adulti, con attori, burattini e musica dal vivo: un piccolo omaggio ad un grande creatore che ha contribuito in modo determinante alla storia del teatro.
Il 14 febbraio è la volta del MELARANCIO di Cuneo con IL LIBRO DELLE FANTAPAGINE, un libro dotato di volontà propria che possiede lo straordinario potere di inghiottire e di far vivere, nelle sue pagine, chiunque incautamente gli si avvicini.
Il 28 febbraio I MUSICANTI DI BREMA, ci faranno sentire le loro insolite melodie. La Camillocromo presenta una delle più belle storie dei Fratelli Grimm trasformata in una divertente favola musicale.
L’ultimo spettacolo domenica 7 marzo DALLENUVOLE BRUNO del TEATRO PIRATA di Jesi. Chi è Bruno ? Da dove viene ? Dalle nuvole !!!!! Spirito libero, senza nessun diritto ma anche senza nessun dovere. Quello che avverrà sul palco é una frazione della sua vita in unità di tempo, l’ora di passaggio tra la notte e il giorno, all’alba di un nuovo giorno. Per Bruno la sopravvivenza è il volare, sopravvivere in questo mondo e volare nel suo.

Prima di ogni spettacolo, nel salone delle fiabe del teatro Dante, gratuitamente per il pubblico, si svolgerà “GIOCHI CON ME?” laboratorio per tutta la famiglia- mille modi diversi per giocare con mamma e papà dalle ore 15.30 alle ore 16.30. Biglietto 5 euro. Per informazioni e prenotazioni: Tel. 055-8964519 Cell 329-8628437

La fabbrica di teatro per bambini e ragazzi

17 ottobre 2009

Il Centro Iniziative Teatrali ha aperto da ottobre le iscrizioni de La Fabbrica del Teatro, laboratorio teatrale aperto a tutti i bambini e ragazzi che intendono avvicinarsi al mondo del teatro in modo ludico, divertente e creativo.
Il laboratorio si presenta come una scuola del tempo libero dove l’attività formativa di aggregazioni spontanee e libere, ha il proprio punto fondamentale nell’espressione artistica. La scuola si pone come obiettivi il far sperimentare direttamente al partecipante cosa vuol dire fare teatro e favorire la socializzazione attraverso giochi di improvvisazione teatrale. “Offrire esperienze positive, come può essere la frequentazione del linguaggio teatrale – ci dicono Manola Nifosì e Sergio Aguirre – contribuisce in modo determinante alla crescita e al processo di maturazione del bambino ed offre un irripetibile contributo di fantasia al suo mondo.
La familiarità con l’espressione artistica, educa al gusto del bello e stimola il senso critico”. I laboratori nascono dunque con la finalità di rendere i ragazzi
attivi e protagonisti. In questo modo si conosce noi stessi e gli altri con i quali ci troviamo a condividere giochi e passioni e ciò consente di migliorare la propria “immagine”. I laboratori saranno vissuti dagli operatori e dai bambini come un momento di festa dove, attraverso il gioco teatrale, si svilupperanno le attitudini creative in tutta libertà, si conosceranno nuovi linguaggi espressivi, nasceranno passioni. Sono ancora aperte le iscrizioni per la Scuola di formazione teatrale in tre anni per adulti.
Per informazioni ed iscrizioni si può telefonare allo 055 8964519 e 329 8628437 oppure 347 2433106 fino al 30 ottobre. La segreteria è aperta martedì e giovedì dalle ore 18 alle ore 20 presso il Teatro Dante in via Vittorio Veneto 5 (V piano). (tratto da DiSegno Comune 10/2009)

Scuola di Teatro del Centro Iniziative Teatrali

28 settembre 2008

Nei 18 anni di attività il centro ha sviluppato un progetto culturale che ha toccato l’ambito della formazione (sia per adulti che per bambini), quello delle produzioni e quello dell’organizzazione di rassegne teatrali di alto livello nazionale e internazionale.
Il Centro, che lavora in stretta sintonia con il Comune di Campi, è diretto dai due attori e registi Sergio Aguirre e Manola Nifosì, che propongono ai giovani aspiranti attori un corso di formazione in tre anni. Nel primo, gli allievi imparano a conoscere la propria identità espressiva attraverso un “training psicofisico” (giochi ed esercizi che cercano di potenziare le proprie possibilità espressive del corpo e della voce, vincere la timidezza, sviluppare la capacità di ascolto e di concentrazione) e i meccanismi dell’improvvisazione attraverso il metodo delle azioni psicofisiche.
Nel secondo anno, invece, si affronta per la prima volta il testo teatrale “cercando di individuarne la struttura drammatica e il percorso che fa l’attore per arrivare al personaggio”, sempre partendo dall’improvvisazione. Alla fine di ogni anno gli allievi si presentano al pubblico con un saggio per una verifica di quanto sperimentato. Il terzo anno, infine, gli allievi-attori affrontano il percorso che li condurrà dalla tecnica alla poetica con la messa in scena vera e propria di uno spettacolo, una produzione teatrale  con tutti i suoi risvolti organizzativi, artistici e professionali.
Periodicamente la Scuola invita professionisti per stages su tecniche e temi specifici  (teatro-danza, contact-improvitation, tecnica del movimento, tecniche vocali, clown, commedia dell’arte, trucco teatrale, ecc.) che arricchiscono il programma didattico e permettono agli allievi di confrontarsi con metodologie e personalità diverse del mondo teatrale.
Continua a funzionare il Laboratorio di approfondimento teatrale per gli allievi-attori diplomati e le persone con esperienza teatrale.

Sono aperte anche le iscrizioni del Laboratorio teatrale per bambini “La fabbrica di Teatro”. Il laboratorio si presenta come una scuola del tempo libero dove l’attività formativa di aggregazioni spontanee e libere, ha il proprio punto fondamentale nell’espressione artistica. La scuola si pone come obiettivi: far sperimentare direttamente al partecipante cosa vuol dire fare teatro; favorire la socializzazione attraverso giochi di improvvisazione teatrale. Offrire esperienze positive, come può essere la frequentazione del linguaggio teatrale, contribuisce in modo determinante alla crescita e al processo di maturazione del bambino ed offre un irripetibile contributo di fantasia al suo mondo.I laboratori saranno vissuti dagli operatori e dai bambini come un momento di festa dove, attraverso il gioco teatrale, si svilupperanno le attitudini creative in tutta libertà, si conosceranno nuovi linguaggi espressivi, nasceranno passioni.

Le eventuali informazioni vanno chieste allo 055-8964519 e 329-8628437 oppure 347-2433106 fino al 30 ottobre 2008. La segreteria è aperta il martedi e giovedi dalle ore 18.00 alle ore 20.00 al Teatro Dante in via Veneto 5, di Campi Bisenzio.