Posts Tagged ‘teatrale’

Teatro Il Gorinello: la rassegna teatrale “Mauro Mariotti 2014”

6 aprile 2014

image

Purgatorio, Inferno e Paradiso: al Teatro Il Gorinello il 29 e 30 marzo

27 marzo 2014

1625738_10203449568909491_1007793560_n

La Compagnia Teatrale S.Stefano presenta Firenze-Trespiano e viceversa

6 marzo 2014

1661800_699312106776589_1997045832_n
Due vedovi, benestanti e senza figli, si incontrano tutte le domeniche alla fermata dell’ autobus davanti al cimitero di Trespiano. Nel breve tragitto verso Firenze, i due hanno modo di conoscersi, sfogare ognuno il proprio dolore e la propria solitudine ma Cupido è in agguato e pronto a lanciare una freccia e farein modo che i due inconsolabili vedovi convolino a nozze. Il matrimonio non convince i parenti che, preoccupati di veder sfumare una futura erdità, trameranno per minare il rapporto tra i due innamorati. Commedia brillante in vernacolo fiorentino per la Regia di Filippo Faggi, in programmazione sabato 15-22-29 marzo e 5 aprile alle ore 21.15 e domenica 23-30 marzo alle ore 15.30. Ingresso 6 euro. Info e prenotazioni allo 055/890714-055/890389.

Tredici a Tavola: dall’11 gennaio la nuova commedia della Compagnia Teatrale S.Stefano

2 gennaio 2014

1525476_662146807159786_1039003796_n

Faggi: quello di Fossi .. un comportamento poco democratico

25 dicembre 2013

Uno sfogo natalizio quello di Marco Flavio Faggi, Presidente della Compagnia Teatrale Santo Stefano, che non ha gradito la decisione sul cambio di nome al Teatro Dante.
“E così è fatta!” si legge in un commento su fb, “In barba a tutti gli incontri per ascoltare il parere dei cittadini, il sindaco Emiliano Fossi molto democraticamente va avanti per la sua strada e cambia nome allo storico Teatro Dante intitolandolo a Carlo Monni. Personalmente mi sento preso in giro e penso, come me, anche tutti coloro che hanno firmato la petizione contro tale personale presa di posizione.”
“Invito il signor Sindaco, per il futuro, ad evitare di indire riunioni per ascoltare la popolazione poichè è palese che non tenga conto delle opinioni divergenti, mascherandole dietro questioni di età anagrafica, fazione politica o valutazione sulle capacità artistiche del nostro Carlo Monni, per il quale nutriamo il nostro affetto come concittadino e artista (sarebbe stato lo stesso anche per altri personaggi, più o meno artisticamente riconosciuti).
Resta assurdo il voler sradicare un pezzo di Storia campigiana cambiando nome a un Edificio simbolo della città!
Un tempo, tale comportamento, si sarebbe definito … poco democratico.”
Pian piano qualcuno se ne rende conto, aggiungo io ..

“Assassinate la Zitella”: Capodanno 2014 in vernacolo al Teatro Gorinello

21 dicembre 2013

Anche quest’anno, come tutti gli anni, il Teatro Gorinello propone una fantastica serata per trascorrere tutti insieme la mezzanotte. Tutto inizia alle ore 22.00 quando, dopo aver lasciato i soprabiti ai guardarobieri ed aver comodamente preso posto in sala, avrà inizio la commedia giallo-comica in vernacolo fiorentino: ASSASSINATE LA ZITELLA di Gian Carlo Pardini per la regia di Nedo Pecchioli. Al termine del II atto il pubblico sarà invitato a spostarsi nel salone delle feste, dove sarà messo a disposizione un ricchissimo buffet di delizie dolci e salate, verranno poi distribuite le bottiglie di spumante per festeggiare la mezzanotte. Successivamente il pubblico sarà invitato a tornare in sala per assistere al termine della commedia e per chi vuol restare, sarà possibile assistere all’esilarante cabaret che tutti gli anni i componenti della compagnia Histriones offrono fino a tarda notte. Il prezzo dell’intera serata è di 60 euro a persona (ultime file 50 euro). Per info e prenotazioni 055-0999717

Il centro iniziative teatrali lancia il progetto Cit-Azioni; sabato 5 ottobre l’Open-Day

2 ottobre 2013

1003389_167647953420902_2091957325_nIl Centro Iniziative Teatrali di Campi ci spiega il nuovo progetto “Cit-Azioni”:

In questo periodo di EMERGENZE il nostro bisogno primario è “fare” e “fare insieme” cose belle e utili. Lavoreremo, in collaborazione attiva con gli allievi,
in laboratori artigiani, alla costruzione di un progetto, il processo sarà quindi orizzontalmente verticale e permetterà da subito, agli allievi, di prendere parte al percorso creativo. DINAMISMO è la nostra parola d’ordine che passa dall’ascoltarsi e aiutarsi reciprocamente. Come diceva Einstein “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie”.
Cit-Azioni è un progetto di Formazione teatrale, danza contemporanea, canto, movimento creativo, fotografia e tanti altri seminari che proporremo durante l’anno.
Iniziano i corsi di Fabbrica di Teatro per Bambini & Ragazzi, aperta a tutti i bambini e ragazzi che intendono avvicinarsi al mondo del teatro in modo ludico, divertente e creativo, della Scuola di Formazione Teatrale per Adulti, un percorso creativo per la cura del sé che risveglia i sensi. Stimola la mente, nutre lo spirito e rigenera il fisico. Un concetto “nuovo” di scuola di teatro. Aperti anche i laboratori di movimento creativo, di danza contemporanea: “I cinque sensi” (una esplorazione del movimento come mezzo espressivo attraverso i principi Laban/Bartenieff), di Yoga a cura di Ginko Lab e di fotografia. Tra gli insegnanti cisono gli attori e registi Manola Nifosì e Sergio Aguirre, Gabriella Baldassini, Lorella Rapisarda, Sonia Squilloni , Rossana Baroncelli, Silvia Fabiani e Ambra Colacione.
Sabato 5 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 17.30 ci sarà l’Open Day che permetterà in modo gratuito di assaggiare tutte le attività del progetto. Per informazioni: 329-8628437- 055-8964519- La segreteria è aperta il martedì e il giovedì dalle 18 alle 20 in via V. Veneto 5, 5 piano, Campi Bisenzio.

foto scuola

La Compagnia Teatrale Santo Stefano presenta LA FORTUNA SI DIVERTE di Athos Setti, domani 6 aprile ed in replica

5 aprile 2013

La Compagnia Teatrale Santo Stefano, presenta domani, sabato 6 aprile presso il Teatro Parrocchiale in Piazza Matteotti 21 a Campi Bisenzio, in anteprima “LA FORTUNA SI DIVERTE” di Athos Setti, una commedia brillante per la regia di Filippo Faggi, con Giuliana Panerai, Marco Faggi,  Simonetta Mazzoni, Silvia Fratini, Erica Carla Pierattini, Massimo Tomberli, Debora Iacopini e Massimo Ramazzotti. Per questa rappresentazione sono previste altre repliche nei giorni di: sabato 13/04/13 ore 21.15, domenica 14/04/13 ore 15.15 e sabato 20/04/13 ore 21.15.
“LA FORTUNA SI DIVERTE” scritta nel 1936 da Athos Setti, conosciuta anche come “L’AGONIA DI SCHIZZO”, è la più celebre e rappresentata tra le sue commedie, tanto da essere ripresa da Ettore PETROLINI in un riadattamento in romanesco dal titolo “LA FORTUNA DI CECE’ “, da Angelo MUSCO in dialetto siciliano intitolato “LE PROFEZIE DI DANTE” e da Eduardo DE FILIPPO in napoletano “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA SBORNIA”.
Alfredo, dopo aver sognato “l’amico” Dante Alighieri, sottrae alla moglie Isola i risparmi e, gioca la somma al lotto. “Il destino ha scritto per te quei numeri, giocali e sarai milionario” così aveva detto il Sommo Poeta all’ incredulo Alfredo. Quella sera i numeri estratti sulla ruota di Firenze sono 8-13-59-90. Alfredo, a dispetto dello scetticismo della moglie ha vinto l’enorme cifra di ottanta milioni. Ma alla Dea Bendata piace giocare, se con una mano da, con l’altra qualcosa prende. A distanza di tanti anni, la commedia conserva ancora un’innegabile freschezza ed una spiccata teatralità, che ne motivano la messa in scena, pur essendo il contesto economico e sociale profondamente mutato. Il sogno e la realtà, la vita e la morte, affetti familiari, le piccole meschinità, la miseria vera e la pretesa nobiltà sono gli elementi al limite del farsesco che nella loro altalenante contrapposizione e, nella loro essenzialità e genuinità, fanno scattare il meccanismo della risata e del divertimento.
Un ritorno al passato per la Compagnia Teatrale. Erano i primissimi anni settanta, l’allora Cappellano della Pieve di Santo Stefano, il compianto Don Bruno VERDIANI, coinvolgendo alcuni giovani che bazzicavano intorno alla Pieve diede vita alla “COMPAGNIA TEATRALE GIOVANILE SANTO STEFANO”.
Per concludere la stagione teatrale 2012-2013, avevamo bisogno di una commedia divertente ma estremamente semplice, ci dicono gli organizzatori, il tempo per l’allestimento era veramente poco, da qui l’idea di riproporre quella con la quale la splendida avventura della Santo Stefano era iniziata: “LA FORTUNA SI DIVERTE” di Athos SETTI, titolo originale de “L’AGONIA DI SCHIZZO” primo testo rappresentato nel corso di questi “primi” 40 anni. Certo il cast non è più lo stesso, degli attori che presero parte alla prime rappresentazioni non c’è più nessuno, ma la strada era tracciata, da quel momento l’attività della Compagnia Teatrale non si è mai fermata. Non corso degli anni si è modificato il nome, prima è scomparso (per evidenti motivi anagrafici) il GIOVANILE, poi in anni più recenti, per motivi prettamente burocratici è mutato in ASSOCIAZIONE TEATRALE SANTO STEFANO, (anche se noi continuiamo ad abbreviarlo in CTSS).Tante sono le persone che hanno calcato il nostro piccolo grande palcoscenico, sarebbe troppo lungo ricordarli tutti e correremo il rischio di dimenticarne qualcuno, ci preme solo ricordare due dei fondatori: Patrizia NISTRI CARLESI e Giuseppe FALCIAI, purtroppo, prematuramente scomparsi.Ci sono stati anni difficili, quando il pubblico scarseggiava, e il Teatro in vernacolo non veniva considerato Teatro, non faceva cultura, si diceva era troppo popolare. Adesso, dopo il monologo iniziale di Fabio Fazio all’ ultimo Festival di Sanremo, forse si è riscoperta l’importanza del termine popolare, ma nei primi anni ottanta proporsi come Compagnia di vernacolo (in più parrocchiale) e farsi accettare non era facile. Ma la costanza è stata premiata e ci siamo presi le nostre belle soddisfazioni.Vogliamo ringraziare tutti gli attori che anche per una sola stagione o per una singola rappresentazione hanno partecipato a uno o più spettacoli della Santo Stefano. In passato ogni anno dovevamo ricostituire il gruppo e cercare nuovi volenterosi, da diversi tempo abbiamo la fortuna di avere un bel gruppo stabile, alle tre colonne storiche (Giuliana, Simonetta e Marco F.) se ne sono aggiunte altre e la base adesso è bella solida, ci fa piacere esser riusciti a coinvolgere ed appassionare dei giovani seri e motivati ai quali, ci auguriamo, di aggiungerne altri.Per concludere un grazie al pubblico che ci sostiene partecipando agli spettacoli proposti nell’ambito delle nostre, per noi grandi, stagioni teatrale.

La Compagnia Teatrale Santo Stefano debutta dopodomani con “Le Sorprese del Divorzio” di A. Bisson e A. Mars

29 dicembre 2012

La Compagnia Teatrale Santo Stefano, si appresta al debutto di dopodomani 31 dicembre 2012, con LE SORPRESE DEL DIVORZIO di A. Bisson e A. Mars, alle ore 21.15 presso il teatro in Piazza Matteotti 21 a Campi Bisenzio.
Il genere è “VAUDEVILLE” nome del teatro in cui, a fine ottocento, andavano in scena queste piéce i cui maestri furono Feydeau, Marivaux, Labiche e naturalmente Bisson. La trama ad incastro e la forza ritmica coinvolgente sono i capisaldi di queste opere, veri meccanismi ad orologeria con bomba annessa.
La trama si svolge in un eterno conflitto fra genero e suocera attraverso due matrimoni e un turbillon di eventi davvero…sorprendenti !
Sono previste altre repliche nei seguenti giorni:
Sabato 12 – 19 – 26 Gennaio ore 21.15
Domenica 13 -27 Gennaio ore 15.30

“Una figlia da maritare” al Teatro Gorinello fino al 9 dicembre

13 novembre 2012