Posts Tagged ‘strade’

Segnaletica stradale, marciapiedi e buche: Campi in condizioni tragiche, i cittadini si chiedono “l’amministrazione non le vede queste cose ?”

10 febbraio 2014

Alcuni cittadini evidentemente delusi, hanno recentemente pubblicato su Fb, una carrellata di mancanze e particolarità di competenza del comune, che in alcuni casi possono mettere a repentaglio la sicurezza a chi si trova a piedi per strada. Sicuramente parliamo delle buche nelle strade, che ultimamente, grazie anche alle segnalazioni sul web sono state prontamente “rattoppate” (vedi parte di via S.Quirico). Uso la parola “rattoppate” perché su Via S.Quirico esiste sempre la problematica dell’acqua, che ristagnando nella carreggiata, sottopone i pedoni sui marciapiedi al continuo rischio di “bagno” causato dagli automobilisti, anche poco educati se proprio vogliamo dirla tutta. Ma il nuovo argomento, fresco di ieri sono le segnaletiche stradali (strisce pedonali soprattutto), segnalate da alcuni cittadini dopo una passeggiata domenicale, in particolar modo nel centro di Campi. Da qui la pubblicazione di un piccolo dossier fotografico che ripropongo nella speranza di un rapido intervento del comune.
A quanto leggo dai numerosi commenti, sono già state fatte segnalazioni al servizio “dillo al sindaco”, quindi non starò a segnalarlo ulteriormente, anche se permangono dei dubbi sulla credibilità di questo servizio considerato più propaganda che altro, dal momento che numerosi cittadini segnalano la mancanza di risposte ed in alcuni casi pure di interventi dopo le loro segnalazioni e questo è un punto che aggrava ulteriormente il discorso.
Quello che ne emerge a livello generale è comunque un coro di critiche a questa amministrazione che preferisce dedicarsi ad attività più “frivole” e meno urgenti (dal cambiare nome al Teatro Dante a Aspettando LuglioBambino, all’apertura del centro storico) tranne l’effettuare i lavori a strade, marciapiedi ed alla segnaletica stradale. Oltretutto quel che è più disdicevole è sicuramente il fatto che debbano essere i cittadini a segnalare tali problematiche, si legge infatti “sarebbe l’ora di far lavorare chi è pagato per sistemare queste cose FONDAMENTALI per una vita civile in una città. Vanno bene i convegni, vanno bene gli happening, vanno bene le aperture alla partecipazione, ma il lavoro ordinario va fatto e subito. Senza tanti discorsi.”
E’ indubbio che sta nascendo forte anche un certo scetticismo sull’attuale amministrazione e sulle possibilità di migliorare certe situazioni. Sicuramente non una speculazione politica, ma molti pensano che “il nostro paese ci dispiace vederlo così e ci dispiace ancora di più perché vent’anni fa Campi era considerato il comune più ricco della Piana e dunque ci si sarebbe aspettati che già a quei tempi si sarebbe reinvestita quella ricchezza per il bene comune, per la collettività. Invece le poche cose che sono state realizzate sono state realizzate con superficialità (vedi Teatro Dante che già cade a pezzi, la fontana di piazza della chiesa, brutta e inutile) e non è mai stata fatta manutenzione.”
L’idea generale che traspare quindi è che l’attuale amministrazione pensi solo ad apparire, senza curarsi di cosa pensino veramente i campigiani, non quelli che sono sempre pronti ad elogiare alle notizie pubblicate sui vari social, ma coloro che stanno zitti e considerano la situazione di amministratori e delegati che “stanno sempre chiusi nel palazzo a giocare a ping pong..” e dicono ” Ma è da molto tempo che la segnaletica stradale è in queste condizioni, non si guardano intorno? Non vedono in che condizioni è Campi?”

1891433_10202453293565606_1379196848_o 1800176_10202453280205272_1463110639_o 1782459_10202453280725285_2137374189_o 892808_10202453293925615_82843204_o

Piena del Bisenzio: sfiorati i 4.80 metri a mezzanotte, chiuse alcune strade per allagamenti

18 gennaio 2014

E’ salito rapidamente il livello del Bisenzio dalle ore 16.00 di ieri fino a giungere ad un primo picco di 4.53 metri alle ore 19.15 superando il primo livello di guardia. Ma la pioggia incessante ha fatto rialzare il livello nuovamente fino a 4.80 metri alla mezzanotte di ieri. Alcune strade di Sant’Angelo, via Mamoli e via del Leone al confine con il comune di Prato sono state chiuse per allagamenti del manto stradale anche di decine di centimetri, dopo le 21.00, rendendo impossibile la distinzione fra la strada e i fossi laterali. Per tutta la sera i volontari della Protezione Civile, della Misericordia di Campi, della Pubblica Assistenza e della Fratellanza Popolare si sono prodigati a sopperire alle numerose chiamate di alcuni cittadini, riscontrando solo disagi non rilevanti. I Vigili Urbani sono intervenuti nella serata con gli operai del comune per la chiusura delle strade allagate, ed alle 22.30 si è tenuto un incontro anche con l’Assessore Nucciotti ed il Comandante della Polizia Municipale per programmare una serie di ronde di controllo al fiume ed agli argini con i volontari della Protezione Civile. Al momento (ore 3.00) il livello è in fase di calo abbastanza lento ma costante, permane tuttavia una certa dose di preoccupazione per la giornata di domani, essendo previste ancora piogge nell’alta Valle del Bisenzio. Vedi i livelli in tempo reale. Seguiranno aggiornamenti.

Mondiali di ciclismo 2013: al via la prima partenza in assoluto, chiusa la Pistoiese per quasi tutto il giorno

22 settembre 2013

Oggi 22 settembre partirà da Pistoia la prima partenza in assoluto di tutte le gare. Alle 10 in piazza Duomo prenderà il via la cronometro a squadre donne Élite per società di club. Mentre alle ore 14 da Montecatini Terme quella degli uomini Élite. L’arrivo di entrambe le gare sarà il Mandela Forum di Firenze ed interesseranno la via Pistoiese anche nel tratto campigiano come indicato in figura (cronometro donne).

crono-donne-elite-pianta-574x280

Il tratto di strada sarà quindi chiuso per quasi tutto il giorno anche se in pratica gli orari sono dalle 9,00 alle 11,30 e dalle 13,15 alle 17,00. Al termine delle competizioni della giornata il percorso di gara verrà riaperto al transito delle auto fino all’inizio delle gare del giorno successivo. La sosta sarà consentita sulla strada da sabato 21 a domenica 29 solo dopo le 17.00 e fino alle 6.30.
Qui le chiusure dei restanti giorni sul tratto campigiano della Pistoiese.

Il campionato mondiale di ciclismo su strada 2013: tutte le strade chiuse a Campi

20 settembre 2013

Sul sito del comune è apparsa la nota ufficiale dei disagi che si avranno nel nostro comune. Saranno infatti 8 le gare che transiteranno da sabato 21 a domenica 29 settembre 2013 sulla strada regionale n. 66 “Pistoiese”, nel tratto compreso tra il Comune di Poggio a Caiano ed il Comune di Firenze, che sarà chiusa al traffico e non sarà possibile l’attraversarla nei giorni:

sabato 21 settembre dalle 8,30 alle 12,00
domenica 22 settembre dalle 9,00 alle 11,30 e dalle 13,15 alle 17,00
lunedì 23 settembre dalle 12,45 alle 16,30
mercoledì 25 settembre dalle 12,45 alle 16,30
venerdì 27 settembre dalle 12,30 alle 14,30
sabato 28 settembre dalle 8,00 alle 10,00 e dalle 13,45 alle 16,00
domenica 29 settembre dalle 10,30 alle 12,30

La strada sulla quale si snoderà il percorso non sarà percorribile dall’inizio alla fine delle gare. Al termine delle competizioni della giornata il percorso di gara verrà riaperto al transito delle auto fino all’inizio delle gare del giorno successivo.
La sosta sarà consentita sulla strada da sabato 21 a domenica 29 solo dopo le 17.00 e fino alle 6.30.
Si raccomanda, se non indispensabile, di limitare l’uso dei mezzi privati.
La viabilità è sempre garantita alle ambulanze e mezzi di soccorso aiquali in caso di grave emergenza in atto sarà consentito l’attraversamento dei percorsi anche nel corso delle gare.

Scuole:
Per quanto riguarda il servizio ATAF n° 75 e 303 si invitano i cittadini a consultare il sito Ataf per un costante aggiornamento.
Le scuole G. Verga, B. Vamba, Marco Polo, Don Milani, Collodi, San Giusto, Ghandi, Istituto Maria Immacolata ed il nido d’infanzia La Giravolta chiuderanno alle 12,00 nei giorni di 23, 25 e 27 settembre.

Tutte le informazioni saranno costantemente aggiornate sul sito del Comune

Finalmente al via le soluzioni per l’eliminazione del traffico da Capalle e La Villa

21 Mag 2013

Con un comunicato il sindaco Adriano Chini, mette a conoscenza dei cittadini sulla situazione delle opere per eliminare il traffico nella frazione di Capalle e La Villa, da anni al centro di numerose contestazioni da parte dei residenti.
Con due punti il comunicato, recapitato anche nella cassetta delle lettere dei cittadini, propone i passi per giungere alla sistemazione definitiva del problema, vediamoli:
1) Con delibera della Giunta comunale n.64 (11.04.2013) è stato approvato definitivamente il Piano complesso di Capalle e in merito al prolungamento del Viale P.Paolieri (Circonvallazione di Capalle) è previsto che entro il 31.12.2013 l’Amministrazione comunale deve consegnare ai privati il progetto esecutivo dell’opera e mettere a loro disposizione i terreni. Iprivati hanno 6 mesi di tempo per iniziare i lavori e 18 mesi per concluderli.
2) Il giorno 08.05.2013 è stato sottoscritto un Protocolli d’Intesa tra la Regione Toscana e i comuni di Lastra a Signa, Signa e Campi Bisenzio per la realizzazione di varie opere stradali riguardanti i territori dei Comuni sottoscrittori.
Per Campi Bisenzio la Regione Toscana si è impegnata a finanziare tutta la Corconvallazione Ovest fino alla rotonda della Circonvallazione Sud e l’ampliamento del tratto di via Barberinese fjno alla rotonda dell’Indicatore (annualità 2013-2015 e 2015).
Con queste due opere via Confini e via Barberinese diventeranno strade urbane.

Una proposta di legge per una condanna adeguata a chi uccide sulle strade .. è l’appello di Sergio Cianti

13 giugno 2011

Ricevo e pubblico la lettera di Cianti Sergio, presidente e promotore dell’Ass.Una strada per amica.
In questi ultimi mesi non si è fermata l’escalation di incidenti che hanno troppo spesso mietuto vittime anche nel nostro piccolo territorio. Quanto scritto da Sergio è un momento di riflessione in una commemorazione tenutasi proprio ieri, domenica 12 giugno presso lo stadio comunale di Signa.
Come scrive Sergio “..eravamo presenti come associazione e come familiari di vittime della strada ad una commemorazione religiosa in memoria di una vittima di tale evento, Edoardo Morosi, giovane figlio di un società che lentamente si sta abituando a tali eventi, tanto che la giustizia umana non ha saputo dare risposte adeguate a tale perdita. Ci risuonano nella mente le parole pronunciate da quell’altare, parole di fede, di speranza, parole che indicano che nostro Signore può risolvere le nostre problematiche, di un vivere civile.”
E prosegue “..come associazione che pur nella differenza di ognuno di noi, credenti e non credenti, vogliamo ricordare che nostro Signore ci ha pur detto “dare a Dio, ciò che di Dio e dare a Cesare ciò che è di Cesare”. Oggi abbiamo dato a Dio, la nostra preghiera, la nostra fede.” Domani dobbiamo dare a Cesare la nostra protesta e lo dobbiamo fare in memoria non solo di Edoardo, ma anche delle tante vittime della strada.
La strada sarà sicuramente in salita, ma proviamoci a scuoterci dal torpore che ci sta invadendo, cerchiamo di sorreggere le famiglie colpite non solo per un giorno, cerchiamo giustizia quella divina sappiamo bene che i nostri figli l’hanno già ottenuta.”
E conclude “Chiediamo a Cesare la giustizia umana, quella si che ci manca!” con un’invito a dare forza alla protesta che si sta divulgando via web www.omicidiostradale.it
E noi non possiamo rimanere impassibili a questo ennesimo grido di dolore e lo possiamo fare fornendo il nostro aiuto per una società più giusta dove chi uccide, mettendosi alla guida senza esserne in condizioni (essendo drogato e/o in stato di ebrezza), riceva una condanna adeguata al danno (morte o lesioni gravi) che ha provocato con il suo comportamento irresponsabile.
Ed è vero quello che purtroppo sta accadendo, una vera ingiustizia; perchè se uccidi un ragazzo di 17 anni, invadendo la sua corsia e investendolo in pieno perché ti sei messo alla guida positivo alla cannabis e con un tasso alcolemico che supera di 3 volte il limite di legge (significa aver bevuto 15 birre o 2 bottiglie di vino), non solo non vieni arrestato subito, ma in carcere non ci andrai mai.
Una pena “equa” per il danno provocato e “certa” rappresenta un atto di “prevenzione”. Serve da deterrente e rende un minimo di giustizia a chi ha perso la vita per il comportamento criminale di un guidatore che si è messo alla guida non essendo in condizione di farlo.
La legge che viene proposta aiuterà a salvare vite umane nelle nostre strade e a rendere giustizia a chi sarà colpito ingiustamente.
Visita il sito  per saperne di più, leggi la proposta di legge e aderisci alla questa iniziativa che ad oggi già conta più di 13mila adesioni.
Diventa un cittadino attivo che richiede a chi ci governa una società più sicura e civile.

Due o tre cose che so di Quadrifoglio

21 dicembre 2010

Ricevo e pubblico questa email degli amici Pietro & Paolo (ho collaboratori molto in alto !) sulla scandalosa parodia “neve di venerdì 17”. Quanto accade oggi è una barzelletta post-tragedia nella quale si sente solo il rumore dello scarico delle colpe, di tutti quei dirigenti e responsabili che in una azienda seria (sto parlando di una qualsiasi  normale azienda condotta con i giusti canoni) sarebbero già stati messi alla porta per gravissime negligenze.  Ben diverso è l’iter di chi sbaglia nelle consociate comunali, una pacca sulla spalla e via, senza moniti e senza punizioni; anzi ci tocca pure a sentirli lamementare per gli stipendi. Ma lasciatemi dire che la cosa più grave è la consapevole leggerezza con la quale spesso vengono commessi errori madornali e come vengono sottovalutati tutti quei casi nei quali si mettono a rischio gli stessi cittadini. Il bello (ironicamente) è che ci dicono di avere fiducia in questi dirigenti … hanno un bel coraggio !

Il  20 dicembre 2010 al Consiglio Comunale di Firenze il sindaco di Firenze ha dichiarato che l’emergenza neve non deve più fare capo a Quadrifoglio. Poche parole pronunciate da Renzi ci trovano più d’accordo. Si è invocata una nevicata eccezionale. Ebbene, sono nevicati 25 cm. di neve, mica un metro e mezzo. Allora a Amburgo e Stoccolma che dovrebbero fare? Qui di eccezionale c’è solo lo stipendio di certi presunti manager che poi, invece di chiedere scusa alla popolazione per quello che hanno (o piuttosto non hanno) combinato, si lamentano che non guadagnano “quanto la Colombo”. L’ha dichiarato, virgolettato, Livio Giannotti a pagina II della cronaca di Firenze dell’edizione della Repubblica del 20 dicembre 2010. Per chi non lo sapesse, la Colombo è la sovrintendente del Teatro Comunale. Forse il sale sulle strade lo doveva spargere lei, non sappiamo. In conclusione, dopo tutto quello che è successo, questi fior di managers non hanno nemmeno il buon gusto di dimettersi, nonostante quello che hanno fatto passare ai cittadini.
E c’è di più. Questi qui, che non sono stati stati buoni a gestire (nè loro nè chi li ha chiamati a fare i dirigenti generali di questo schiudo di partecipate) una giornata di neve, dico una, sono quelli che dovrebbero gestire un impianto di incenerimento grande come qualche campo di calcio. E se si manifesta qualche allarme diossina (e si manifesta sempre), chi lo gestisce, quelli della neve?
Cittadini, ma voi siete sempre fiduciosi in questa classe dirigente? Non vi è mai venuto qualche dubbio? Non vi è mai venuta voglia, a qualche elezioni, di farla finita?
Qualcuno ce lo dica per favore.
Pietro & Paolo

Un weekend di “occasioni e sport” ai Gigli di Campi Bisenzio

5 marzo 2010

Gigli Outlet Lo Sbarazzo” la prima edizione delle “vendite pazze” di tutti i prodotti. Due intense giornate di “full immersion” negli ultimi saldi: l’appuntamento con “Gigli Outlet Lo Sbarazzo” sarà per sabato 6 e domenica 7 marzo in concomitanza con la conclusione del periodo dei saldi e si terrà in orario d’apertura del centro commerciale dalle 9 alle 22.
Il “fuori tutto” riguarderà i negozi in Galleria con migliaia di occasioni appetibili e irresistibili per i clienti dei Gigli. Saranno 32 i punti vendita che allestiranno, all’esterno del proprio negozio, uno spazio dedicato allo sbaracco dei propri prodotti.
Oltre a questo, Sabato prossimo GIGLITV permetterà la visione, sul maxischermo installato nella Corte dell’Oste del centro commerciale, della partita di calcio di serie A FIORENTINA-JUVENTUS (inizio ore 18 . Sky Supercalcio).
Prima dell’incontro del “Franchi”, con inizio alle 17 in Corte dell’Oste, si terrà la presentazione del volume “UN’ SIAMO MIKA GOBBI” di Jacopo Nesti e Andrea Vignolini.
In Corte dell’Oste, dal 4 marzo, è allestita una mostra fotografica dedicata agli striscioni esibiti allo stadio con gli slogan più irriverenti e originali degli ultimi anni.
Sempre sabato alle 16.25, sarà possibile seguire la gara ciclistica Siena Strade Bianche (Rai3). Alle ore 20.30 sarà trasmessa la diretta della partita di calcio di serie A ROMA-SIENA (Super sport 1).
Domenica 7 marzo alle ore 15 sarà possibile seguire la diretta dedicata da Sky Super Calcio al campionato di Serie A. Il fine settimana sportivo di GIGLITV si concluderà con la diretta di INTER-GENOA (ore 20.45, Sky Sport 1).

Temperature in picchiata a Campi Bisenzio .. il pericolo ghiaccio è già in agguato !

19 dicembre 2009

Attenzione se avete deciso di mettervi in viaggio, la strada potrebbe riservarvi delle brutte sorprese per l’ulteriore abbassamento della temperatura già al di sotto dello zero.
Cercherò di dare una maggiore situazione comunicando la temperatura a Campi basandomi sui valori attendibili di una stazione a Capalle :

Ore 16.00    – 0,3 °C
Ore 17.00    – 1,4 °C
Ore 18.00    – 2,5 °C
Ore 19.00    – 3,0 °C
Ore 20.00    – 2,3 °C
Ore 21.00    – 2,3 °C
Ore 22.00    – 2,6 °C
Ore 23.00    – 2,4 °C
Ore 00.00   – 5,3 °C
Ore 01.00    – 6,6 °C
Ore 02.00    – 6,7 °C

Questa la situazione fino a tarda notte a domani mattina per i dati relativi alla minima temperatura raggiunta durante la notte.

UN NO NAZIONALE AI 150 ALL’ORA di Sergio Cianti, Doretta Boretti e Asaps

15 dicembre 2009
In questi giorni è un gran discutere della proposta di aumentare il limite di velocità nei tratti autostradali a tre corsie. L’asaps si è opposta come lo sono tutti i  familiari di vittime della strada, certamente se la proposta è stata fatta qualcuno è  favorevole.
Ma forse questo qualcuno non si rende conto che di rimbalzo questo aumento di velocità  si trasferirà anche su tutti i tratti stradali sia urbani che extraurbani, il messaggio è chiaro “correre”. Allora non resta che rispolverare dei vecchi film, che noi conosciamo purtroppo bene, cè chi non li conosce e credo che chi rappresenta la comunicazione avrebbe perlomeno l’obbligo morale di far presente che sono sempre attuali. La “Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini”, l’associazione “La Strada per Amica” e  l’Asaps, esprimono il proprio sdegno per la proposta di aumento dei limiti di velocità e lanciano un messaggio.

Alla vigilia di questo faticoso Natale 2009 quale messaggio educativo verso i nostri giovani già avviliti da droghe, alcool e quanto altro?
Questa proposta ci trova “inferociti” ma pronti a difendere il rispetto per la nostra vita e per la vita degli altri. Si conoscono benissimo i rischi legati all’aumento della velocità, che più volte discusso in autorevoli sedi, ha trovato tutti concordi nel definirlo la prima causa di morte sulle strade.
Dal dolore più atroce per la perdita dei propri cari, di amici o conoscenti si elevi un coro unanime di protesta e opposizione.
Concordi con l’indignazione del Presidente dell’ASAPS Giordano Biserni, la dottoressa Doretta Boretti, Presidente della Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini Onlus e Sergio Cianti, Presidente della Associazione La Strada per amica, chiedono un coordinamento nazionale che sostenga l’opposizione a questa proposta di legge che lede la memoria di milioni e milioni di morti sulle strade del mondo e in particolare della nostra bella Italia.
Le vittime della strada non hanno età, ne nazionalità, ne colore.
Doretta Boretti e Sergio Cianti

L’ASAPS rilancia la sua nota Campagna di sensibilizzazione per il contrasto alle stragi del sabato sera con un forte ma efficace messaggio:

È meglio che torni a casa un figlio senza patente che una patente senza figlio!

Ogni lunedì nei comandi della Polizia Stradale e delle altre forze di Polizia, dopo i servizi di contrasto alle stragi del sabato sera e ai conseguenti incidenti, si girano due film.
In uno dei film, quello meno drammatico, i genitori telefonano o si presentano per sapere come mai è stata ritirata la patente al loro ragazzo (o ragazza) visto che lui, (il figlio) di solito non beve, (vagli a spiegare magari che aveva un valore di 1,2 g/l) e chiedono quando la patente gli verrà restituita, cosa dovrà fare per riaverla, il tutto accompagnato qualche volta da una serie di frasi del tipo: fareste meglio ad occuparvi dei banditi e delinquenti, andate a cercare i pirati!
L’altro film, quello più triste, vede per protagonisti genitori che vanno a fare riconoscimenti agli obitori o, quando va bene, attendono dietro alle altrettanto fredde porte a vetri delle sale di terapia intensiva. Magari il loro ragazzo era solo trasportato, o era nell’altra macchina senza responsabilità.
Questi genitori passano poi dalla Polizia per ritirare la patente e il portafoglio del figlio.
La strada sa essere crudele come pochi luoghi al mondo. Sa emettere un verdetto di condanna a morte, inappellabile, immediatamente eseguita sul posto, anche a carico di innocenti.
Fermiamo la strage.