Posts Tagged ‘stradale’

La scuola incontra la Polizia Municipale: Ciclo di incontri su ambiente ed educazione stradale

27 marzo 2014

Continuano gli incontri delle scuole con la Polizia Municipale, dopo il primo incontro che si è tenuto venerdì 21 con i bambini della scuola primaria (3 classi V della scuola Frà Ristoro e 2 classi V della scuola Lorenzo il Magnifico), sull’educazione ambientale, faunisticae venatoria, illustrando con l’ausilio di slide alcuni animaliselvatici (lupo, cervo, capriolo, daino, cinghiale, tasso) ed alcunespecie di uccelli, evidenziandone i comportamenti, le abitudini, i suoni e le tracce. Sono stati mostrati ai bambini alcune specie di animali: civetta, aquila reale, fenicottero rosa, tasso, volpe, scoiattolo. Al termine dell’incontro personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio ha fatto una breve introduzione sulle regole ed alcune norme comportamentali del Codice della Strada, soffermandosi sull’uso della bicicletta.
Domani 28 marzo, il tema dell’incontro con il personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio sarà l’educazione stradale: parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classi della 1^ media. L’ultimo appuntamento è per il 16 aprile sempre sull’educazione stradale al quale parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classidella 2^ media.
Le foto dell’incontro del 21 marzo

Campi Bisenzio: sabato l’inaugurazione del by-pass di Poggio a Caiano

6 febbraio 2014

1604725_285187961606050_1277150888_nSabato 8 febbraio 2014 alle ore 10.30 avverrà la cerimonia di inaugurazione del collegamento stradale denominato “by pass di Poggio a Caiano” tra la Provinciale 8 e la Regionale 66 ed annessa area di esondazione controllata che si terrà sabato 8 febbraio 2014 alle ore 10.30 all’ incrocio di Via Carcerina, a Poggio a Caiano.
Un’opera rimasta ferma per anni a causa della presenza di una casa che si è trovata al centro della cassa di espansione ma negli ultimi mesi questo ostacolo è stato superato consentendo il completamento della bretella di Poggio a Caiano. L’opera, definita strategica, sono 1,2 chilometri di strada che consentirà di deviare il traffico, in particolare quello pesante, dal centro del paese attraverso il collegamento fra la Regionale 66 e la Provinciale 8 Traversa Val d’Ombrone. Il costo dell’opera che da Sant’Angelo a Lecore porta direttamente a Castelnuovo ha avuto un costo di 3 milioni e 300 mila euro finanziata da Regione e Provincia, comprende, oltre alla strada vera e propria, due ponti che scavalcano altrettanti canali di bonifica e la cassa di espansione.
Grande soddisfazione per il sindaco di Poggio a Caiano Marco Martini, che a lungo si è battuto per dare soluzione al problema della casa abusiva di via Carcerina, e quello di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, nel cui comune esisteva l’abitazione. L’opera darà finalmente soluzione al problema del traffico nella zona centrale di Poggio a Caiano.

Riaperta la Mezzana Perfetti Ricasoli, conclusi i lavori ai giunti

19 dicembre 2013

Da questa mattina è riaperta la Mezzana Perfetti Ricasoli. Sono stati eseguiti tutti i lavori necessari per consentire il ripristino della regolare circolazione veicolare nei sue sensi di marcia. Gli interventi sono stati eseguiti prima sul manto stradale e in seguito per la sostituzione dei giunti.

Campi Bisenzio: Obiettivo Sicurezza stradale, controlli a tappeto nelle due giornate del 12 e 26 ottobre

11 ottobre 2013

1378515_1425641270996481_571723728_n

Nelle due giornate di sabato 12 e 26 ottobre dalle ore 15.00 alle 19.00 si svolgeranno controlli di Polizia Stradale sia sulle arterie principali di Campi Bisenzio, sia all’interno delle varie frazioni (alcune di esse). Nello specifico due pattuglie di agenti, per ogni giornata, si apposteranno sul territorio e faranno controlli di routine utilizzando tutti gli strumenti in dotazione alla Polizia Municipale tra cui il “pre-test” o “Alcoblow”, nuovo acquisto del Corpo. Sicurezza stradale: in poche parole è questo uno dei diversi e importanti obiettivi prefissati dalla Polizia Municipale di Campi Bisenzio che, tra le altre cose, rivolge particolare attenzione a quello che è un aspetto a volte sottovalutato ma di assoluta importanza nella vita di tutti i giorni: la circolazione stradale.
“Particolare attenzione – precisa Taira Bartoloni, Assessore alla Città Collegata (Viabilità, Trasporti, Polizia Municipale) del Comune di Campi Bisenzio – meritano i temi della sicurezza stradale, considerando la prevenzione una delle vie più efficaci per la diminuzione degli incidenti stradali. Fornire quindi alle Forze dell’Ordine i mezzi necessari a rendere più efficaci i controlli stradali e contemporaneamente informare i cittadini dell’intensificazione dei controlli, induce i guidatori a comportamenti più corretti e prudenti. Continueremo pertanto a promuovere iniziative volte a monitorare costantemente il rispetto delle norme stradali nel rispetto di tutti.”

Le nuove pagine web della Polizia Municipale di Campi Bisenzio

15 febbraio 2013

Dal 4 febbraio il sito web del Comune di Campi Bisenzio si è arricchito di nuove informazioni per il cittadino da parte del comando della polizia municipale, con delle nuove pagine web.
Oltre ad un miglioramento complessivo delle informazioni sulla struttura del Corpo Polizia Municipale, fra l’altro recentemente riorganizzato in base alle direttive della deliberazione della Giunta Comunale n. 190 in data 2 agosto 2012, si è cercato di offrire ai cittadini uno strumento di aiuto semplice e pratico.
Per questo è stata aggiunta una sezione dal nome “Come fare per … ?
In questa sezione, sotto forma di domande, vengono fornite una serie di informazioni utili, in forma molto semplice.
Un esempio per tutti: “Ho visto o mi è accaduto un incidente. Chi devo chiamare?
Facendo click sulla domanda si apre una pagina apposita che riporta una serie di informazioni semplici e chiare, fra le quali, per esempio:
– “Qualora si sia coinvolti o si assista ad un incidente stradale con feriti la prima cosa da fare è chiamare il numero nazionale 118.
In questo caso, sarà direttamente l’operatore del 118 che provvederà a richiedere l’intervento di un organo di polizia stradale (Polizia Municipale o Carabinieri).
E’ possibile comunque richiedere direttamente l’intervento della Polizia Municipale allo specifico numero telefonico del pronto intervento: 055 890544.
Vengono forniti anche consigli sul comportamento da tenersi, come segue:
“…Attenzione: … Allontanarsi dal luogo del sinistro qualora si sia coinvolti (anche se non responsabili) è un fatto molto grave, che può costituire reato.” e “In attesa dell’organo di polizia stradale i veicoli non devono essere spostati.“.
In definitiva si è cercato di mettersi nei panni del cittadino che quotidianamente si rivolge alla Polizia Municipale, fornendogli una serie di risposte a quelli che sono i quesiti ricorrenti.

La Strada per Amica annuncia le prossime iniziative per la sicurezza stradale

20 ottobre 2009

L’amico Sergio Cianti annuncia una stagione piena di iniziative per la sua Associazione “La Strada per Amica“, il tutto per introdurre il prossimo anno dove troveremo pronta una campagna per la sicurezza stradale assieme alle amministrazioni comunali. Abbiamo notato un allontanamento delle famiglie che hanno perduto i loro cari sulla strada – spiega il Presidente Sergio Cianti – non sappiamo se per rassegnazione o per altro, comunque sia abbiamo molte persone al nostro fianco che sono pronte ad affiancarci e quindi noi andiamo avanti. Vorremo realizzare con i Comuni una serie di campagne ad hoc per sensibilizzare gli automobilisti, come quella di qualche anno fa a Firenze, dove dei cartelloni riportvano “La vita è tua non perderla per strada” con le foto del ragazzi scomparsi, che ha dato ottimi risultati. Abbiamo scritto ai comuni – spiega Cianti – ma per ora nessuna risposta. Continua la collaborazione con Radio Voce della Speranza (FM 92,4). E stiamo pensando di promuovere con le Parrocchie ed i Circoli le attività dell’Associazione. La Strada per Amica sarà presto anche su Facebook ed a novembre a Palazzo Vecchio a Firenze verrà consegnata una targa nell’ambito della terza edizione del premio letterario “Mariachiara Casini Onlus”.
Potete contattare Sergio Cianti agli indirizzi cianti1@alice.it o sergiocianti@unaretepernonmorire.org
www.unaretepernonmorire.org

Motociclisti in festa, addio ai guardrail assassini

19 settembre 2009

Ricevo e pubblico da Sergio Cianti (presidente “Associazione La Strada per Amica”) la segnalazione di questa novità che pone una solida base sulla sicurezza anche degli amici centauri. Un segno del cambiamento in positivo, verso la riduzione delle morti sulla strada a causa proprio di quelle protezioni stradali chiamate Guard-Rail. La fonte della notizia è come sempre ASAPS.it.

Colpo di scena, dopo mille polemiche e violente proteste dei motociclisti l’Anas dice addio ai guardrail assassini che tante vittime hanno mietuto fra i motociclisti. La nuova barriera di protezione stradale ha un nome che è tutto un programma: “ANAS H2 Bordo Laterale – SM“, dove SM sta proprio per “salva motociclisti”. Una barriera sofisticata ma semplice da produrre, al punto che potrà essere fabbricata senza problemi da tutti i costruttori che abbiano le attrezzature certificate in Qualità EN ISO 9001 o 9002.
Quindi la sua diffusione dovrebbe diventare a breve molto capillare perché oltre alla semplicità costruttiva i progettisti (Centro Sperimentale di Cesano dell’Unità Ricerca ed Innovazione dell’Anas, diretto dall’ingegner Eleonora Cesolini) giurano che sia anche meno costosa da produrre. “L’installazione delle nuove barriere – spiega infatti il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – potrà avvenire progressivamente sulla nostra rete”. Vedremo.
Per ora si sa che nei crash test (oltre a quelli prescritti dalle norme vigenti, anche su manichini antropomorfi dotati di sensori per la protezione dei motociclisti, che negli ultimi anni hanno registrato un aumento di feriti e morti dovuti all’urto sulle barriere tradizionali in acciaio) ha dato risultati straordinari.
“Si è pensato – spiegano infatti i tecnici dell’Anas – al contenimento dello spostamento che la barriera subisce in seguito all’urto, per ridurre lo spazio necessario al suo funzionamento. Le barriere di sicurezza attualmente disponibili sul mercato, infatti, richiedono uno spazio a margine della carreggiata costoso o non sempre disponibile, come nel caso delle strade non ammodernate, che può costituire il presupposto per protezioni inadatte ad urti al di sopra di una certa velocità. A questo aspetto si aggiunga una differenziazione per la sicurezza totale di tutti gli utenti della strada; si pensi, ad esempio, agli effetti di barriere a paletti separati sui motociclisti”.

Bambini in auto, l’Asaps denuncia dati allarmanti sugli incidenti stradali nei quali sono stati coinvolti i bambini

27 agosto 2009

Nel mese di Agosto DiSegno Comune ha evidenziato i consigli dell’Asaps (Associazione Amici Polizia Stradale), per la sicurezza stradale dei nostri figli in auto, un plauso quindi a questa iniziativa su DiSegno Comune al quale si unisce il pubblico ringraziamento da parte dei familiari delle vittime della strada, ma questo sicuramente non basta. Su segnalazione di Sergio Cianti, voglio divulgare le ultime analisi del primo semestre del 2009 riportate dall’Asaps, perché tali dati debbono farci riflettere e sicuramente aprire gli occhi di fronte a queste tragiche realtà, affinché possiamo porre un freno.
L’Asaps ha elaborato i dati del più angoscioso dei suoi Osservatori, quello degli incidenti che hanno coinvolto bambini nei primi sei mesi del 2009. L’Osservatorio il Centauro-Asaps non ha la pretesa di avere raccolto tutti gli eventi, ma certamente i più gravi attraverso le notizie delle agenzie di stampa e quelle raccolte dai propri 600 referenti sparsi sul territorio nazionale e comunicate alla sede di Forlì. Ne emerge un quadro ancora preoccupante. Da gennaio a giungo 2009 sono stati monitorati 85 episodi nei quali 29 bambini da 0 a 13 anni hanno perso la vita, mentre 82 sono rimasti feriti. La maggior parte degli incidenti è avvenuta in area urbana con 56 eventi, pari al 66%. 13 gli incidenti avvenuti su statali e provinciali, 15%, 11 sulla rete autostradale, 13%. Per 5 episodi non è stato possibile risalire alla tipologia della strada teatro del sinistro.
Delle 29 vittime mortali 19 erano trasportate (39 feriti), in diversi casi senza che fossero rispettate le norme sull’uso del seggiolino o le cinture di sicurezza. 2 i bimbi che hanno perso la vita travolti mentre erano in bicicletta (7 i feriti). 8 i bimbi investiti mentre erano a piedi (36 i feriti).
La fascia d’età che paga il prezzo più alto è quella che va da 0 a 5 anni con 16 morti e 29 feriti. Segue la fascia da 6 a 10 anni con 7 morti e 29 feriti, infine la fascia 11-13 anni con 6 morti e 14 feriti. In alcuni casi non è stato possibile accertare l’esatta età delle piccole vittime.
In 8 episodi il conducente investitore è risultato in stato di ebbrezza per alcol o droga. 10 gli eventi in cui i bimbi sono stati vittime di pirati della strada.
La regione che paga il costo più alto di bambini vittime di incidenti stradali è l’Emilia Romagna con 19 episodi che hanno causato 8 vittime e 17 feriti. Attenzione ben 7 degli 8 bambini deceduti nella regione sono rimasti vittime di incidenti in autostrada, mentre erano trasportati. Un dato che deve far riflettere sulla necessità di proteggere i nostri piccoli mentre viaggiano in auto. Segue la Lombardia con 11 incidenti, il Lazio con 9, la Sicilia con 8, la Liguria e la Toscana con 7. Non abbiamo dati di riferimento del 2008 in quanto l’Osservatorio degli incidenti ai bambini è stato attivato solo a luglio dello scorso anno dopo che proprio a Forlì l’Asaps aveva organizzato un convegno sulla “Sicurezza dei bambini in auto e sulla strada”.
Non rimane che un appello alla saggezza degli adulti in quanto un bambino sulla strada non è mai colpevole. Sarebbe poi utile un abbattimento dell’Iva sui costi dei seggiolini per bambini per venire incontro alle famiglie, visti i costi che hanno raggiunto i mezzi di trattenuta per i nostri piccoli.
Fonte ASAPS di Giordano Biserni – Presidente Asaps
Per maggiore chiarezza riporto il link a due documenti relativamente agli incidenti nei quali sono stati coinvolti i bambini, sempre fonte ASAPS.

Report incidenti con bambini coinvolti
Report incidenti con bambini coinvolti suddiviso per regioni

Pacchetto sicurezza: un passo avanti per la missione “Strade sicure”

23 luglio 2009

Ricevo e pubblico questo comunicato da parte di Sergio Cianti (Associazione La Strada per Amica) sulla promozione del nuovo pacchetto sicurezza, per gli interventi riguardanti la sicurezza stradale.

Questa associazione, plaude all’approvazione del testo del pacchetto sicurezza passato indenne dalla commissione trasporti della Camera: ci auguriamo che tale testo possa avere il definitivo sigillo dal Parlamento.
Plaudiamo in modo particolare alle norme inserite, dove si evidenzia la “revoca della patente” (per infrazioni al Codice della Strada quali l’inversione del senso di marcia o la guida contromano).
Tale norma da noi familiari di vittime della strada era stata formalmente richiesta, in quanto possedere la patente non è un diritto acquisito del cittadino. La patente di guida la si ottiene a seguito del superamento di uno specifico corso ed esame, scritto e pratico, e per mantenerla è necessario osservare le norme del Codice della Strada, le Leggi italiane in materia di circolazione sulle strade e il senso di responsabilità civile.
Porgiamo a i Parlamentari il nostro ringraziamento per avere portato avanti il disegno di legge con il pensiero che queste norme portino la vita sulle strade.
Cianti Sergio (Presidente Associazione “La strada per amica”)
Via Pimentel 2 50013 Campi Bisenzio (FI
Tel/fax 055/8952531 Cell/3358334858

e-mail cianti1(at)alice.it o sergiocianti(at)unaretepernonmorire.org

Ecco uno stralcio riguardante la  SICUREZZA STRADALE
La linea dura
1. Raddoppiata la sospensione della patente di guida, per chi guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, se il veicolo appartiene a persona estranea.
2. In caso di circolazione con documenti assicurativi falsi o contraffatti il veicolo sarà confiscato.
3.  Le persone condannate per spaccio oppure segnalati al Prefetto per uso personale di sostanze stupefacenti, non potranno conseguire la patente o altri titoli abilitativi per tre anni.
Maggiori risorse
1. Grazie all’aumento di un terzo delle sanzioni per le violazioni commesse nella fascia oraria dalle 2.00 alle 7.00 aumentano le risorse destinate al Fondo per l’incidentalità notturna, che potranno essere utilizzate per l’acquisto di mezzi, materiali, attrezzature e per campagne di sensibilizzazione.

Vedo tutto il DISEGNO DI LEGGE IN MATERIA DI SICUREZZA PUBBLICA (AS 733 ‐ B)

Consiglio comunale del 18 settembre 2008

16 settembre 2008

Giovedi’ 18 settembre alle ore 15.00, presso La Sala Consiliare “Sandro Pertini”, in Piazza Dante 36, si terrà una nuova seduta del Consiglio Comunale, i punti iscritti all’ordine del giorno, oltre a quelli di prassi (Comunicazioni del Presidente, comunicazioni del Sindaco, quesiti a risposta immediata ed approvazione dei verbali delle sedute consiliari del 3, 7 e 29 luglio 2008), vedono una serie di argomenti che ritengo interessanti, vi invito quindi alla partecipazione, anche se l’orario non è dei più indicati per chi lavora. Ecco i punti uno per uno così come riportati dal sito del Comune :

  • Proposta di deliberazione: Costituzione del Consorzio denominato Comunita’ di Ambito Toscana Centro ai sensi dell’art.31 del D.LGs.267/2000. (Ufficio Segreteria Generale).
  • Proposta di deliberazione: Ratifica della deliberazione nr.145 del 25.07.2008, adottata dalla Giunta Comunale in via d’urgenza ed avente ad oggetto: “Variazione al Bilancio di Previsione 2008“. (Ufficio Presidenza del Consiglio).
  • Proposta di deliberazione: L.R. 96/96 art. 21- Commissione mobilità – Nomina di tre rappresentanti del Comune di Campi Bisenzio..(Settore Servizi alla Persona – u.o. Casa).
  • Mozione sull’applicazione in Toscana della legge sull’immigrazione presentata dal consigliere comunale Marco Carraresi del gruppo “U.D.C.”.
  • Mozione in merito alla costituzione di un soggetto unico di gestione dell’intero ciclo integrato dei rifiuti nella Toscana Centrale presentata dal consigliere comunale Marco Carraresi del gruppo “U.D.C.”.
  • Mozione in merito all’attivazione di un punto di primo soccorso a Campi Bisenzio presentata dal consigliere comunale Marco Carraresi del gruppo “U.D.C.”.
  • Mozione sulla “citta’ degli Uffizi” presentata dai consiglieri comunali Massimo Lensi e Matteo Biagiotti del gruppo “P.D.L.”.
  • Ordine del Giorno: Incarico professionale presentato dal consigliere comunale Giovanni Brandino del gruppo “P.D.L.”.
  • Ordine del Giorno per l’intitolazione di una strada o di una piazza a Giuseppe Poli,”Il Dottore” presentato dal consigliere comunale Doriana Ballerini del gruppo “P.D.”.
  • Ordine del Giorno: Ipotesi Cie, ex Cpt, a Campi Bisenzio presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
  • Ordine del Giorno: risultati allarmanti e definitivi della ricerca resa pubblica dall’Istituto di Sorveglianza Sanitaria in Francia sulle popolazioni residenti in prossimita’ di impianti di incenerimento presentato dal consigliere comunale Roberto Valerio del gruppo “P.D.L.”.
  • Ordine del Giorno: Diritto di voto ai migranti presentato dalla Giunta Comunale.
  • Interrogazione: sicurezza stradale San Piero a Ponti presentata dal consigliere comunale Alessio Colzi capogruppo del “P.D.”.
  • Interrogazione: Rete Adsl, area via Fra’ Guittone presentata dal consigliere comunale Alessio Colzi capogruppo del “P.D.”.