Posts Tagged ‘stampa’

Viviana Ventisette: “quelle dichiarazioni sulla stampa equivocano il mio pensiero”, la replica integrale su Campi Bisenzio Blog

27 marzo 2012

Viste le recenti dichiarazioni apparse sugli organi di stampa, da parte di Viviana Ventisette (Comitato Alleanza Cittadina di Campi Bisenzio); pubblico integralmente un suo comunicato pervenutomi via email, nel quale si dichiarano i veri significati di tali dichiarazioni, evidentemente non correttamente riportate sulla stampa locale:

Dato che credo fermamente nella libertà di stampa ma anche nel diritto dei i cittadini di essere correttamente informati e non ulteriormente confusi con messaggi non sempre corretti che arrivano dalla stampa.
Visto che sono apparsi articoli di giornale che riguardano mie dichiarazioni che, riportate sulla stampa possono aver indotto ad equivocare il mio pensiero.
Visto anche che ne ho chiesto la rettifica ma questa, a mio avviso, è stata ancora più incomprensibile dell’articolo stesso.
Qui di seguito riporto integralmente le mie dichiarazioni rilasciate durante la conferenza stampa per la presentazione del Comitato Alleanza Cittadina di cui faccio parte:
“credo che l’alternanza sia il seme della democrazia e che sessanta anni di un’ amministrazione monocolore abbia portato all’appiattimento dell’entusiasmo politico della cittadinanza che si sente sempre più lontana dalle logiche e dalle scelte del Palazzo. Credo dunque che sia venuto il momento di cambiare e che in questo progetto di cambiamento vengano coinvolti attivamente i cittadini”.
Per esplicitare ancora meglio il mio pensiero, aggiungo che, il “monopolio del potere” che dura da molti anni, qualunque sia il colore politico e per quanto, per alcuni, possa sembrare rassicurante, non mi sembra una garanzia per il cittadino.
Reputo, infatti, il cambiamento essenziale, nell’ottica del rinnovamento e di una più ampia prospettiva per il futuro del nostro territorio. Fermo restando quello che ritengo il valore del dialogo e del confronto civile tra persone che, hanno diversità di vedute, come ingrediente essenziale per una buona politica e non solo. Ogni altra dichiarazione a me attribuita è fuorviante e frutto della fantasia degli articolisti.
Cordiali saluti
Viviana Ventisette

Lo “Zio Mente Locale” risponde alle strampalate affermazioni riportate sulla stampa di oggi

22 marzo 2012

Ricevo e pubblico il presente comunicato da parte del Comitato Mente Locale della Piana, che ha recentemente e simpaticamente “adottato” il noto “Zio”, rinominato appunto “Zio Mente Locale”; in riferimento ad alcune affermazioni riportate su di un quotidiano di oggi.

In riferimento ad alcune strampalate affermazioni apparse sugli organi di stampa, questo Comitato ribadisce che, come già pubblicamente asserito in epoca non sospetta, non si riconosce in nessuna delle forze presenti nell’attuale consiglio comunale di Campi Bisenzio, né, probabilmente, in quello futuro; e che nessuna delle sue iniziative è, è stata o sarà intrapresa ai fini di un’entrata nell’agone elettorale; e che eventuali partecipazioni di questo Comitato alla campagna elettorale saranno al puro fine di orientamento dell’opinione pubblica tramite l’informazione e la robustezza degli argomenti, anziché le insinuazioni e la debolezza delle minchiate (come invece fa qualcun altro)..
Anche se fare campagna elettorale raccogliendo firme sarebbe un’occupazione migliore che farla tagliando pensioni e diritti dei lavoratori o dando sulla stampa il benvenuto alla sanità privata per gabellarla come pubblica. Evidentemente, ognuno fa campagna elettorale come può.
Questo è il primo e l’ultimo comunicato stampa del Comitato, che ha di meglio da fare che stare a smentire fesserie. Si avverte che di qui in avanti per essere presi in considerazione da questo Comitato sarà necessario o smentire con ampia facoltà di prova le notizie e le inchieste pubblicate, o dare notizie e informazioni che siano sfuggite. Tutto il resto sarà considerato al di sotto della soglia di attenzione.
Siete stati avvisati.
LO ZIO MENTE LOCALE

Terremoto in Giappone … ma anche a Firenze .. per le vicende del Maggio Musicale Fiorentino

16 marzo 2011

Il terremoto del Giappone arriva anche a Firenze e scuote bruscamente con le vicende del Maggio Musicale Fiorentino. Mi sono già occupato a più riprese della questione, anche in virtù della presenza di quattro campigiani, e quindi fornisco alcuni aggiornamenti su quanto accaduto in questi ultimi giorni.
“Gli eventi culturali e sportivi in Giappone stanno saltando – scrive Matteo Renzi su Facebook – e amministrare significa fare scelte, anche difficili. Non mi tiro indietro. Con la Sovrintendente Colombo, cui va il grazie per la gestione di queste ore e sentito il Maestro Mehta, colonna del Teatro, abbiamo anticipato la partenza dell’Orchestra in Cina e del Coro in Italia. L’impegno è tornare presto a Tokyio terra meravigliosa, pubblico fantastico”.
Si conclude con queste righe di Renzi gettate su facebook, l’odissea di 300 persone, 150 delle quali avevano apertamente manifestato l’intenzione di andarsene per motivi psicologici e timori per le centrali nucleari, che come abbiamo visto stanno creando preoccupazioni di non poco conto.
La faccenda di comunicare tali decisioni su facebook non è però una prassi estremamente corretta, specialmente se a farlo è il sindaco di Firenze, nonchè presidente del Maggio Musicale Fiorentino.
Ecco allora la stampa che indispettita, attraverso l’ Ordine dei giornalisti della Toscana e l’ Associazione stampa avevano già bacchettato Renzi, reo di aver gestito la situazione esclusivamente tramite il Social Network ”la diffusione di notizie istituzionali di forte rilevanza, come la gestione delle iniziative programmate dal Comune di Firenze in Giappone in queste tragiche giornate e’ stata gestita dal sindaco, Matteo Renzi, e dal vicesindaco, Dario Nardella, con un pressappochismo e con una superficialita’ preoccupanti”. Come si legge sulla nota firmata dai consigli di Odg e Ast. ”Affidare per 24 ore solo alla pagina personale di Facebook la comunicazione istituzionale sui problemi connessi al rischio di contaminazione nucleare dei lavoratori del Maggio Fiorentino e alla partenza della delegazione economica la cui missione era programmata per domenica scorsa – si legge nel comunicato – e’ assolutamente inaccettabile. Informazioni cosi’ essenziali e delicate non possono essere affidate solo agli ‘amici’, ma trasmesse a tutti gli organi di informazione. Ancora piu’ grave e’ il fatto che il sindaco Matteo Renzi abbia a lungo rifiutato di rispondere ai mezzi di informazione che chiedevano notizie riguardanti il suo viaggio in Giappone e alla permanenza della troupe del Maggio fiorentino. Il sindaco può aggiornarci solo su Facebook riguardo alle proprie vacanze, non certo in merito a una missione istituzionale in un Paese devastato da un terribile terremoto e alle prese con rischi di contaminazione nucleare”. L’Ordine dei giornalisti della Toscana e l’Associazione stampa, infine, ”condannano fermamente il continuo svilimento delle funzioni dell’ufficio stampa del Comune di Firenze e la volonta’ di trasformare la doverosa informazione istituzionale, che e’ un diritto dei cittadini, in una comunicazione confidenziale e lacunosa”.
Un terremoto che ha aperto una preoccupante ferita sia nei componenti del Maggio Musicale Fiorentino e dei loro familiari (già nell’incontro di ieri mostrato al TG3 ne abbiamo avuto un assaggio), ma anche nella stampa Toscana che potrebbe riservare nuove sorprese al ritorno, già avvenuto alle 18 di oggi, degli “scampati” toscani che vorranno andare certamente in fondo a questa spiacevole faccenda… unico rammarico non aver avuto già la pista parallela  a Peretola .. sarebbe stato più veloce raggiungere il Giappone e tornare !! ma questa è un’altra storia ..

Una sala nel comune di Campi per ricordare Oriana Fallaci

12 febbraio 2011

Oriana Fallaci negli anni 50 (Wikipedia)

La Sala dell’Affresco al primo piano del comune di Campi ha recentemente cambiato nome; ora si chiama Oriana Fallaci e rappresenta ufficialmente la sala stampa del comune. Domenica scorsa (il 6 febbraio), alla presenza dell’assessore regionale Riccardo Nencini, il sindaco Chini ha intitolato ufficialmente la sala alla giornalista e scrittrice, che in vita ha fatto molto parlare di se; fra l’altro amica dello stesso Nencini, autore del libro “Morirò in piedi”. La richiesta fu inoltrata alla Giunta da Roberto Viti e Antonio Esposito della Lista Civica No Inceneritore. Un’altro segno di riconoscenza verso la scrittrice fiorentina, dopo l’Ambrogino d’oro di Milano e la sala stampa in Provincia; solo il comune di Firenze manca per ora di concedere qualche onerificenza alla illustre concittadina.

“L’AMBIENTE” AI GIGLI Dal 17 Maggio al 6 giugno tante iniziative.. e il 21 maggio la NOTTE VERDE

16 maggio 2010

È stato presentato, un paio di giorni fa ai GIGLI, il programma delle iniziative dedicate all’ambiente promosse in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio, Quadrifoglio spa, Legambiente Toscana e alcune associazioni del territorio e che si terranno dal 17 maggio al 6 giugno. “In questi anni la responsabilità sociale dei Gigli è cresciuta – ha dichiarato il direttore del centro commerciale Alessandro Tani – si è articolata grazie anche all’incoraggiamento costante della pubblica amministrazione locale, con numerose azioni e molti progetti di impegno e sensibilità legate allo sviluppo sostenibile. I Gigli hanno maturato una forte consapevolezza: il valore della società e del territorio a cui il centro appartiene sono fra i fattori vitali”. Nell’ambito dei 13 anni di vita del centro commerciale sono state organizzate alcune iniziative rivolte alla promozione delle azioni virtuose verso la sostenibilità ambientale che culmineranno, il 6 giugno, con una BICICLETTATA che condurrà centinaia di appassionati dal cento di Campi fino al centro commerciale. Il 21 maggio, poi, è in programma la NOTTE VERDE che terrà aperti i negozi del centro commerciale fino all’una di notte proponendo spettacoli e iniziative promozionali tra cui sconti praticati in tutti i punti vendita. “Grazie anche ad un contributo regionale per il conseguimento degli standard di qualità dell’aria, l’amministrazione comunale di Campi sta installando 5 colonnini di ricarica dei veicoli elettrici in tutto il territorio – ha spiegato l’assessore all’ambiente Serena Pillozzi – nel parcheggio del centro commerciale sarà inaugurato (il 17 maggio) il primo di questi punti, in cui i proprietari di auto,cicli e motocicli elettrici potranno ricaricare i loro mezzi, dopo essersi registrati ed aver ricevuto un’apposita presa da attaccare all’apparecchio di ricarica”. Sempre all’interno del parcheggio sarà inaugurato uno dei 5 punti di bike sharing in progetto su tutta la rete di itinerari pedo-ciclabili del territorio campigiano. Il centro commerciale promuoverà con l’amministrazione comunale L’ACQUA DEL SINDACO, un progetto realizzato dal Comune con un contributo della Provincia per gli interventi finalizzati alla riduzione della produzione di rifiuti, in cui verrà inaugurato un Fontanello per la distribuzione di acqua di alta qualità a San Donnino. “Saremo presenti e seguiremo il meeting ambientalista che si terrà ai Gigli e in altri luoghi di Campi – ha detto il presidente di Legambiente Toscana Piero Baronti – la presenza di Legambiente dal 31 Maggio al 6 Giugno vuole essere un’occasione per poter avvicinare le migliaia di persone che ogni giorno affollano il centro commerciale. Ci saremo per far conoscere le buone pratiche ambientali e le campagne che, da anni, portiamo avanti sui temi più vari dai rifiuti all’acqua, alla qualità dell’aria, alle energie rinnovabili, ai parchi e aree protette, dalle ecomafie agli ecosistemi urbani e scuola, alle campagne storiche come Piccola Grande Italia e Puliamo il Mondo, affinché la presenza di Legambiente possa essere un motivo di sensibilizzazione e di apertura verso queste tematiche il più delle volte sconosciute ai più”. “Per Quadrifoglio partecipare a questo appuntamento è l’occasione per incontrare l’utente nella sua accezione più vera di consumatore – ha spiegato Livio Giannotti amministratore delegato di Quadrifoglio – non in una piazza virtuale ma in un luogo reale, dove inizia gran parte del ciclo dei rifiuti. Poter illustrare i nostri servizi e ricevere dai clienti del Centro Commerciale i suggerimenti sarà utile ad entrambi: è infatti possibile coltivare e far accrescere l’attenzione per comportamenti che possono aumentare la qualità e la quantità dei materiali avviati al riciclaggio, sino a compiere scelte d’acquisto che indirizzino sempre di più le aziende verso la realizzazione di prodotti di qualità secondo processi industriali orientati alla riduzione dei rifiuti. L’Europa ci chiede di responsabilizzare il “produttore di rifiuti”, nessuno escluso: ognuno di noi, nel ruolo di “cliente” , diventa attore del primo passo che porta ad una vera sostenibilità ambientale”. Il centro commerciale I GIGLI registra, in media, la presenza di circa 43mila visitatori ogni giorno e numerose iniziative saranno orientate al coinvolgimento dei bambini delle scuole dell’obbligo dei Comuni della Piana. All’interno del programma alcune iniziative originali come le lezioni di CAPITAN-ECO, lo spettacolo di TOPO GIGIO (29 maggio), il taglio della torta (verde) il 5 giugno in occasione del 13° compleanno dei GIGLI e tante gratificazioni per i clienti più virtuosi che si presenteranno lo lattine, bottiglie di plastica e giocattoli da riciclare. Nel prossimo post e nella pagina eventi del blog troverete il programma completo delle iniziative previste dal 17 maggio al 6 giugno..

Caro-libri, l’esempio di una scuola di Brindisi che se li scrive e se li stampa

14 settembre 2009

Oggi inizia la scuola e sappiamo bene quanto costano i libri dei nostri figli dalle medie fino alle superiori ed oltre. Una spesa che grava non poco sul bilancio di molti e per molti aspetti “assurda”, dal momento che, si i libri costano, ma con delle tirature numerose il costo dovrebbe essere più contenuto. Encomiabile e spero “imitabile”, l’esempio di questo istituto di Brindisi, che ha saputo dare una vera svolta economica all’istruzione.

I docenti scrivono i testi, la scuola stampa i libri. Risultato: un risparmio di oltre 200 euro per ogni studente dell’Istituto. L’esperimento inaugurato quest’anno in una scuola di Brindisi fa parlare l’Italia e rischia di vincere la guerra contro il caro-libri. L’idea diffusa dai docenti dell’Istituto E. Majorana di Brindisi è stata comunicata anche ai vertici scolastici nazionali e persino al presidente della Repubblica, la cui foto compare nel primo fascicolo che sarà consegnato nei prossimi giorni ai 180 studenti.
Per questo uno zaino (con tanto di logo della scuola) completo di tutti i libri di testo delle materie del primo anno, i cui contenuti sono stati scritti dagli stessi docenti e stampati all’interno dell’istituto E. Majorana di Brindisi, destinati (al costo complessivo di soli 25 euro, zaino compreso) ai 180 studenti del primo anno, è stato inviato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
«Altri due zainetti omaggio – spiega Salvatore Giuliano, il preside dell’Istituto, autore dell’iniziativa «Book in progress», pensata e realizzata per combattare il caro libri – sono state inviate ai ministri della Pubblica Istruzione, Maria Stella Gelmini e a quello della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta”. Ai due ministri l’Istituto aveva chiesto il patrocinio dell’iniziativa «assolutamente gratuito – tiene a sottolineare il preside». Un gesto di apprezzamento che non è ancora giunto. E che invece hanno già manifestato, la dirigente regionale Stellacci, la Provincia di Brindisi e la associazioni dei consumatori regionali e nazionale oltre alle numerose scuole di ogni parte d’Italia che in queste ore contattano la scuola di Brindisi per conoscere i dettagli del progetto che mira a sfidare «il monopolio delle case editrici specializzate in libri per la Scuola».
“Le famiglie dei nostri ragazzi in questo modo avranno un risparmio – spiega soddisfatto il preside che in questi giorni è continuamento impegnato anche a fare da consulente ad altre scuole italiane che intendono adottare questa stessa iniziativa – che si aggira mediamente dai 3 ai 400 euro per famiglia”. Per la scuola, invece, il tutto ha un costo di appena 10 mila euro, la spesa sostenuta per l’acquisto di una stampante professionale e di una rilegatrice. La cifra in parte è stata coperta dalle stesse famiglie che contribuiranno con 25 euro complessive per l’acquisto di tutti i libri del primo anno, zaino compreso.
Il progetto, battezzato col nome «book in progress», consiste – aggiunge il preside – nella elaborazione dei testi di Diritto ed Economia, Matematica, Chimica, Italiano, Storia e Geografia. Tutti i testi scritti dai docenti dell’istituto sono stati strutturati secondo un preciso piano editoriale che prevede la elaborazione e realizzazione dei fascicoli successivi al primo sulla base del livello di apprendimento degli studenti nel corso dell’anno. (f.giul. – La Gazzetta del Mezzogiorno).

Intitolazione delle scuole di San Martino, La Villa e Il Palagio .. ad ogni scuola il suo nome ..

28 maggio 2009

volantinoscuoleCome gli affezionati hanno già potuto notare, l’intestazione del blog riassume ogni tanto gli eventi più importanti in programmazione a Campi Bisenzio. Non potevo mancare nel farlo anche in questa occasione, ovvero per l’intitolazione ufficiale di ben tre scuole campigiane ad altrettante persone che purtroppo ci hanno lasciati. Ho già parlato di loro in un mio precedente articolo, ma desidero riproporre la notizia per l’amicizia che mi lega ad almeno due delle tre famiglie e lo faccio mettendo a disposizione sul web, il libro redatto dalla Direttrice Ornella Mercuri “Ad ogni scuola il proprio nome“. Una splendida raccolta di ricordi e parole profonde che vi invito a leggere. Vi riporto anche il programma dei festeggiamenti che si protrarranno per l’intera giornata di domani 29 maggio 2009 a Campi Bisenzio, inutile dire che ci sarò anch’ io .. venite anche voi.. :

Ore 10 Intitolazione della scuola primaria di San Martino, via di Mezzo a Aurora Gelli, intervengono:

* Emiliano Fossi, Assessore alle Politiche educative;
* Ornella Mercuri, Dirigente scolastico;
* La famiglia Pollini-Gelli;
* Insegnati e alunni della scuola primaria.

Ore 11 Intitolazione della scuola dell’infanzia de La Villa, via Villa a Riccardo Valerio, intervengono:

* Emiliano Fossi, Assessore alle Politiche educative;
* Ornella Mercuri, Dirigente scolastico;
* La famiglia Valerio;
* Insegnanti e alunni della scuola dell’infanzia.

Ore 12.30 Conferenza stampa a Villa Rucellai, via Tesi, intervengono:

* Adriano Chini, Sindaco;
* Emiliano Fossi, Assessore alle Politiche educative;
* Ornella Mercuri, Dirigente scolastico;
* Franco Pollini
* Roberto e Cristina Valerio
* Sergio Cianti

Ore 17.30 Intitolazione della scuola dell’infanzia de Il Palagio a Diego Cianti e Manifestazione finale per l’intitolazione delle tre scuole presso Villa Il Palagio via Saffi, intervengono:

* Adriano Chini, Sindaco;
* Emiliano Fossi, Assessore alle Politiche educative;
* Cesare Angotti, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana;
* Ornella Mercuri, Dirigente scolastico;
* Stefania Romolini, Presidente del Consiglio di Circolo;
* Le famiglie Cianti, Pollini e Valerio;
* Un rappresentante della Polizia Stradale di Firenze;
* Giovanni Rodi, Maresciallo dei Carabinieri;
* Un rappresentante dei Vigili Urbani di Campi Bisenzio;
* Insegnati e alunni delle tre scuole.

Coordina l’iniziativa Bruno Santini

La Comunità Cinese a Campi Bisenzio si mobilita per l’Abruzzo

21 aprile 2009

E’ in programma una conferenza stampa per venerdì 24 aprile 2009 alle ore 11.30 nella Sala Quattro Stagioni di Villa Rucellai, per la consegna al Prefetto di Firenze, dottor Andrea De Martino, del contributo raccolto dalla Comunità cinese fiorentina a favore delle popolazioni terremotate in Abruzzo.
Parteciperanno, oltre ai rappresentanti della Comunità cinese fiorentina, il Sindaco Adriano Chini, l’Assessore ai Rapporti con la comunità cinese Hongyu Lin e l’ Assessore alla Solidarietà e cooperazione internazionale, pace, gemellaggi e immigrazione Nadia Conti.

Ordine del giorno del Consiglio comunale dell’ 8 gennaio 2009

4 gennaio 2009

Giovedi’ 8 gennaio la seduta inizia alle ore 15.00, presso La Sala Consiliare “Sandro Pertini”, in Piazza Dante 36.

I punti iscritti all’ordine del giorno sono i seguenti:

* Comunicazioni del Presidente, del  Sindaco e quesiti a risposta immediata.
* Mozione: “Contro gli sprechi della politica” , presentata dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Intitolazione della sala stampa del comune ad Oriana Fallaci” , presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore“.
* Ordine del Giorno: “Si alle cure mediche gratuite. No alla denuncia degli stranieri non regolari in cura“, presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Richiesta per costituire l’Ufficio Comunale dell’Ispettore Ambientale“, presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore” .
* Ordine del Giorno: Palestina, Israele: due popoli, due stati presentato dalla Giunta Comunale.
* Interrogazione: “Completamento lavori della strada che unisce Via Palagetta e Via Pistoiese denominata Bretellina“, presentata dal consigliere comunale Leo Campagni del gruppo “P.D.L.”.
* Interrogazione: “Luminarie natalizie“, presentata dai consiglieri comunali Massimo Lensi e Matteo Biagiotti del gruppo “P.D.L.”
* Interpellanza: “Mancata esposizione Crocifisso aule scolastiche“, presentata dai consiglieri comunali Leo Campagni del gruppo “P.D.L.” e Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Avvisi di pagamento Equitalia-Cerit errati“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Occupazione Liceo Scientifico Agnoletti“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.

L’esito della relazione congiunta Comune-Comitato boccia l’inceneritore, la migliore pratica è il TMB

14 dicembre 2008

E’ un’altro passo importantissimo sul fronte della lotta contro l’inceneritore, ad un anno dal clamoroso esito del referendum che vide 10mila cittadini opporsi nettamente alla volontà di costruire questo mostro alle porte della nostra cittadina, ieri la tanto attesa relazione congiunta, che era stata voluta dalla nostra amministrazione e dal comitato referendario contro l’inceneritore, ha finalmente reso giustizia alla verità su questa assurda pratica di smaltimento dei rifiuti.
Esistono quindi le alternative all’inceneritore e questa volta lo affermano i tecnici di entrambi le parti, al termine di numerosi sopralluoghi ad impianti europei ed extraeuropei (addirittura statunitensi). Le conclusioni sono ovvie, “la tecnologia a freddo combinata con con la messa a regime delle buone pratiche di riduzione, riuso, recupero e riprogettazione del residuo, integrata con una efficace filiera impiantistica di riciclaggio e compostaggio, costituisce una valida e credibile alternativa all’incenerimento”.
Il Sindaco Adriano Chini, che ovviamente era presente all’incontro, ha affermato la sua volontà, presa dopo il risultato del referendum, di portare avanti questa strada, organizzando già a Febbraio 2009 un congresso a Campi Bisenzio e nel frattempo estendere la relazione alla Regione Toscana ed ai comuni limitrofi, soprattutto a Sesto Fiorentino, dove domani 15 dicembre, alle ore 21.00 presso il Circolo ARCI La costituzione in via Gramsci 560, il sindaco Gianassi terrà una conferenza sul tema “Inceneritore o discarica ?”, ovviamente relativamente allo smaltimento dei rifiuti nella provincia, con la presenza dell’A.D. di Quadrifoglio Livio Giannotti ed il prof. Andrea Conti dell’Univ.Firenze facoltà di Ingegneria. Vi invito a partecipare numerosi a questo incontro per sentire quali siano i motivi per i quali scegliere fra queste due pratiche … io ci sarò perchè l’avvenimento si preannuncia in modo divertente, ora che l’esito di questa ricerca mette in ridicolo tali argomenti e soprattutto tali artefatti.
Un grandissimo risultato anche per Franco Galli, ora “ex” presidente del Comitato Referendario; sopratutto un risultato che deve imporre fin da ora la strada per le buone pratiche dello smaltimento dei rifiuti e l’obbiettivo di portare la differenziata al 65% entro il 2012, con un residuo da destinare alla discarica del 14%.
Ricordo che i tecnici che hanno partecipato a questa ricerca congiunta sono : Giuseppe Banchi e Rossano Ercolini per il Comitato Referendario con Giovanni Lippo e Simone Bonati per il Comune di Campi Bisenzio.
Dalla relazione emergono essenzialmente tre metodi di smaltimento dei rifiuti : la dissociazione molecolare, il trattamento meccanico biologico (TMB) ed il gas-plasma.
L’unico miglior sistema riconosciuto da entrambe le parti è il TMB poichè produce gas biocomposto al 65% da metano, che poi viene utilizzato per la cogenerazione di energia, con emissioni in atmosfera molto contenute; inoltre lo scarto residuo di questi impianti è costituito da materiali inerti e stabilizzati che non danno quindi luogo ad emissioni di sostanze nocive per l’ambiente e quindi per le persone.
Differenti le posizioni invece sugli altri due sistemi : mentre la dossociazione molecolare non viene considerata idonea da entrambe le parti, il gas-plasma, viene visto come una possibile alternativa all’inceneritore per i tecnici del comune, per il fatto che la quantità di fumi emessi rispetto all’inceneritore è di circa un terzo e le scorie prodotte sono comprese fra il 2% ed il 10% del rifiuto in ingresso, l’impianto analizzato è quello in Pennsylvania. Su questo ultimo di ben altro parere sono i due tecnici del comitato, che vedono in questo impianto una forte pericolosità a causa della presenza di diossine e metalli pesanti nei fumi emessi (sulla base dei dati forniti direttamente dalla multinazionale del settore).
C’è da notare che i tecnici di parte comunale hanno evidenziato in una scheda che l’inceneritore e l’impianto al plasma sono i più costosi impianti in termini di investimenti, si parla di 90 milioni di euro per l’inceneritore e 100 milioni di euro per l’impianto al plasma.
Infine non si può non citare la raccolta differenziata, che ha prodotto risultati interessanti in modo particolare dove è esistente la raccolta porta a porta, nonostante la difficoltà che è emersa su come reimpiegare i prodotti del riciclo, come il compost che pare non abbia un buon mercato, la carta riciclata che nella produzione di quaderni e risme sembra sia più costosa della carta vergine e la plastica ed il vetro, derivanti dalle bottiglie dato che alcune aziende che si occupano del recupero sono ormai sature, argomento che sarà rilanciato dal nostro sindaco Chini nelle varie sedi istituzionali.

Allego inoltre i seguenti documenti riguardanti la relazione e gli articoli dei principali quotidiani :

CONCLUSIONI DI GIUSEPPE BANCHI E ROSSANO ERCOLINI

Documento integrale predisposto dai tecnici Giuseppe Banchi e Rossano Ercolini (2.72 MB).

Sintesi del documento predisposto dai tecnici Giuseppe Banchi e Rossano Ercolini (895.89 KB).

Sintesi del documento predisposto dai tecnici Simone Bonari e Giovanni Lippo (687.56 KB)

Articolo de La Nazione del 14/12/2008

Articolo de Il Nuovo Corriere di Firenze del 14/12/2008