Posts Tagged ‘stadio’

Torneo di Calcio a 7 allo Zatopek: vince l’Aran Island

28 luglio 2013

Lo scorso 22 luglio si è chiuso il torneo campigiano di calcio a 7 con la finale tra Aran Island e San Lorenzo Il Gottino viola. Ne esce vincitrice l’Aran che con il miglior portiere e capocannoniere nelle sue fila ha di fatto dominato il torneo, facendo incetta di premi. A questa edizione hanno partecipato in tutto 12 squadre ed il torneo ha mantenuto la sua caratteristica campigiana perchè potevano partecipare solo ragazzi residenti a Campi, ad eccezione di due “stranieri”. Nella serata finale sono state consegnate due targhe, una in ricordo di Ubert Scarlini ed una all’assessore allo sport uscente Ferrero Cerretelli per il suo grande lavoro nella decorsa legislatura.

Triangolare di calcio della Naz.le Italiana Sindaci, Rapp. Curva Fiesole e Naz.le Italiana Amici Gli Angeli della TV allo stadio Zatopek di Campi

24 Mag 2012

“Amministratori vs segretari comunali” per Giulia, in una partita di calcio a Campi. Non mancate a questo evento di solidarietà

9 dicembre 2011

Come ogni natale, si moltiplicano le manifestazioni in favore della beneficienza mi piace segnalare l’evento di domani che riveste una importanza ancora più alta perchè si presta ad una causa nostrana e per la quale non vale tirasi indietro.
Domani, sabato 10 dicembre alle ore 14.30 presso lo Stadio Zatopek si terrà una partita amichevole di calcio tra una rappresentativa dell’amministrazione comunale di Campi Bisenzio e la nazionale italiana dei segretari comunali.
L’incasso sarà interamente devoluto alla piccola Giulia, la bambina di Sant’Angelo affetta da un tumore all’occhio, per la quale più volte l’intera comunità campigiana si è mossa promuovendo solidarietà e dimostrando tutto l’affetto possibile ai suoi giovani genitori.
Hanno dato la disponibilità a giocare (almeno per qualche minuto!!!) alcuni consiglieri comunali e assessori di Campi Bisenzio ed al termine sarà conferito un riconoscimento speciale alla campionessa europea di pattinaggio Giada Cavatai.
Un evento da non mancare per affrontare il natale sapendo di aver contribuito in modo speciale ad una delle tante realtà che spesso ricordiamo solo in queste evenienze.

Addio al vecchio campo sportivo della Lanciotto .. al suo posto una nuova strada ed una rotonda

1 luglio 2011

Nessuno pare sapere niente e nel silenzio più completo il 23 giugno scorso si è giocata l’ultima partita allo stadio Lanciotto Ballerini prima della sua demolizione, prevista forse per i prossimi mesi.
Era noto da diversi anni il destino di questo vecchio campo sportivo, teatro della finale del torneo Scarlini nell’anno 1999 vinta proprio dalla Lanciotto.
La chiusura e dismissione di questo storico campo da gioco doveva prevedere la costruzione del nuovo campo da realizzarsi assieme a nuovi impianti a La Villa, in aggiunta all’attuale impianto sportivo, ma come al solito ciò non è accaduto.
Impianti, anche quelli de La Villa,  non più giovanissimi e pare anche poco idonei ad accogliere, come numero, i ragazzi che vanno ad allenarsi.
Per far fronte alla carenza di campo sportivo ed ai numerosi iscritti della scuola calcio del Lanciotto, l’amministrazione comunale ha preso in affitto gli impianti di San Piero a Ponti, già usufruiti per due volte alla settimana nel corso di questi anni.
Dispiace, come mi confida Cristina, che non si sia potuto fare di più per salvaguardare una parte storica di Campi Bisenzio, speriamo solo di non pentirsene fra qualche anno.
Sul sito del comune appare una notizia riguardo al nuovo progetto di destinazione dell’area che prevede la realizzazione del prolungamento di via Mascagni fino a via Vittorio Veneto con la realizzazione di due rotatorie in corrispondenza delle intersezioni con la viabilità esistente, una delle quali cadrà proprio sul vecchio campo da calcio. Il 21 luglio prossimo alle ore 21 presso al Sala Consiliare Sandro Pertini si terrà un incontro pubblico per presentare alla cittadinanza la variante al Regolamento Urbanistico.
L’obiettivo è quello di realizzare un nuovo tratto di strada in modo da agevolare la circolazione veicolare diretta e proveniente da viale Primaldo Paolieri, ma a tutti gli affezionati di questo lembo di erba, resta il dispiacere per la chiusura e dismissione di uno storico campo sportivo che porta un grande nome per la nostra città.
Ringrazio Cristina e tutti coloro che mi hanno aiutato a reperire queste seppur poche, ma importanti informazioni. Mi piacerebbe riportare anche in seguito più notizie sulla storia del campo, quindi lancio una richiesta per avere foto o altri documenti che pubblicherò sul sito e che potete inviare a campibisenzio@gmail.com

L'ingresso dello Stadio Lanciotto Ballerini

L'ipotesi del nuovo progetto dell'area

Che fine ha fatto la VIS per l’Osmannoro ? qual’è il futuro della Piana ? lo chiede il Sindaco Chini alla Regione ed alla Provincia

17 novembre 2010

“La VIS diceva nessun intervento in più e zero traffico. Ci vogliono mettere aeroporto, cittadella, stadio, centri commerciali. Vogliamo essere coerenti con gli impegni assunti o facciamo finta di nulla?
E’ così che esordisce il sindaco Adriano Chini, in apertura ad una lettera ai cittadini edita sul mensile DiSegno Comune di novembre. Una spinosa questione che torna alla ribalta della cronaca ogni volta che si parla di Piana Fiorentina. Un tema che affronto sempre con interesse particolare perchè noto con rammarico e tristezza che qualsiasi progetto venga esposto, si cerca sempre di “vedere” questo lembo di territorio con l’ottica del massimo sfruttamento con le ovvie conseguenze sulla futura salute pubblica. Apprezzo che il nostro sindaco si impegni nel dichiarare la gravità della situazione e mi rendo disponibile ad estendere le sue perplessità, pubblicandola sul blog.

Siccome nel 2005 fu firmato un protocollo d’intesa e fu eseguita una valutazione di impatto sanitario all’Osmannoro, in previsione del termovalorizzatore, e siccome in questi ultimi mesi è un gran parlare di potenziamento dell’aeroporto, realizzazione di cittadelle, stadi, centri commerciali, ho chiesto a tutti coloro che hanno responsabilità di governo in Toscana di dire chiaramente cosa pensano degli studi di 5 anni fa e, soprattutto, se pensano di tenerne conto o meno, visto che già allora gli studi effettuati ci dicevano che quell’area era giunta al suo punto di saturazione, indicando una serie di misure che mitigassero l’impatto delle funzioni presenti e di quelle previste.
Gli impegni assunti dalla Provincia di Firenze, i Comuni di Firenze, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio, in seguito alla valutazione sanitaria, prevedevano, per quell’area, una pianificazione territoriale condivisa e concertata e soprattutto che non fossero previste “ulteriori funzioni generatrici di traffico”. E prevedevano anche, prioritariamente “la realizzazione del Parco della Piana ed interventi d’ottimizzazione della viabilità e d’inserimento paesaggistico”.
Su quest’ultimo punto, gli interventi non equivoci dell’assessore regionale Marson sono oggettivamente molto confortanti ma non sufficienti alla luce di una discussione che a volte sembra surreale.
Senza entrare nel merito, ipotesi più o meno strampalate di potenziamento dell’aeroporto, stadi, alberghi, centri commerciali, non sono funzioni generatrici di traffico? Se poi entro nel merito, com’è giusto che sia, ribadisco tutta la mia contrarietà a qualunque potenziamento dell’aeroporto fiorentino che trovo soltanto ridicolo, un errore storico da non ripetere.
Su queste questioni ho scritto al presidente della Regione, della Provincia, a tutti i sindaci della provincia fiorentina, agli assessori regionali e provinciali, a tutti i consiglieri di Regione, Provincia e Comune di Firenze. A loro ho chiesto: la Vis e il protocollo d’intesa del 2 agosto 2005 sono atti su cui con coerenza dobbiamo sviluppare un’efficace azione amministrativa o dobbiamo far finta di niente? Attendo risposte chiare sul futuro della Piana.
Adriano Chini

Un weekend di “occasioni e sport” ai Gigli di Campi Bisenzio

5 marzo 2010

Gigli Outlet Lo Sbarazzo” la prima edizione delle “vendite pazze” di tutti i prodotti. Due intense giornate di “full immersion” negli ultimi saldi: l’appuntamento con “Gigli Outlet Lo Sbarazzo” sarà per sabato 6 e domenica 7 marzo in concomitanza con la conclusione del periodo dei saldi e si terrà in orario d’apertura del centro commerciale dalle 9 alle 22.
Il “fuori tutto” riguarderà i negozi in Galleria con migliaia di occasioni appetibili e irresistibili per i clienti dei Gigli. Saranno 32 i punti vendita che allestiranno, all’esterno del proprio negozio, uno spazio dedicato allo sbaracco dei propri prodotti.
Oltre a questo, Sabato prossimo GIGLITV permetterà la visione, sul maxischermo installato nella Corte dell’Oste del centro commerciale, della partita di calcio di serie A FIORENTINA-JUVENTUS (inizio ore 18 . Sky Supercalcio).
Prima dell’incontro del “Franchi”, con inizio alle 17 in Corte dell’Oste, si terrà la presentazione del volume “UN’ SIAMO MIKA GOBBI” di Jacopo Nesti e Andrea Vignolini.
In Corte dell’Oste, dal 4 marzo, è allestita una mostra fotografica dedicata agli striscioni esibiti allo stadio con gli slogan più irriverenti e originali degli ultimi anni.
Sempre sabato alle 16.25, sarà possibile seguire la gara ciclistica Siena Strade Bianche (Rai3). Alle ore 20.30 sarà trasmessa la diretta della partita di calcio di serie A ROMA-SIENA (Super sport 1).
Domenica 7 marzo alle ore 15 sarà possibile seguire la diretta dedicata da Sky Super Calcio al campionato di Serie A. Il fine settimana sportivo di GIGLITV si concluderà con la diretta di INTER-GENOA (ore 20.45, Sky Sport 1).

Parco della Piana .. parliamone in un’incontro a Campi Bisenzio il 27 marzo 2009

24 marzo 2009

locandinacampi-copyIl futuro della nostra piana fiorentina, sta diventando un’argomento sempre più ricorrente sulla carta stampata e nelle pagine web, soprattutto per le possibilità espansionistiche che offre per ogni sorta di attività (inceneritore, outlet, stadio, cittadella viola, aereoporto). Giunge ora a Campi l’ultimo di una serie di incontri per una soluzione auspicata ormai da molti anni: il Parco della Piana. Pensato per sfruttare fondi europei (ha beneficiato di un primo finanziamento europeo con il progetto Green Link), ma soprattutto escogitato per riqualificare un’area che è già sottoposta ad un pressante inquinamento ambientale e sicuramente rappresentativo del primo passo per avviare quel processo di “convinzione ed imbonimento” dell’opinione pubblica, con l’obbiettivo di impiantarci in mezzo l’inceneritore o quant’altro. Riflettendo in modo polemico, posso dire che sarebbe stato meglio realizzarlo anziché parlarne ancora, soprattutto se a farlo è il presupposto di sfruttare l’argomento, per far passare le soluzioni indesiderate. E quindi mal vedo questi incontri che si preannunciano come un “digestivo anticipato” per un “futuro pasto difficile da buttar giù !” .. pertanto interveniamo numerosi e chiediamo anche che cosa comprende il “pacchetto del parco della piana” .. oltre agli alberi, l’erba e gli uccellini ..

Riprendo quanto descritto sul sito www.parcodellapiana.it per introdurre il tema degli appuntamento del prossimo 27 marzo 2009.
La Piana, quel territorio pianeggiante che da Firenze si estende fino a Prato e Pistoia, può essere definita oggi una “campagna urbanizzata”. Quest’area – solo fino a pochi decenni fa un territorio rurale, in cui l’attività prevalente era l’agricoltura – è stata negli anni oggetto di profonde trasformazioni urbanistiche che ne hanno modificato radicalmente il paesaggio e le funzioni. Oggi la Piana è senza dubbio un territorio fortemente urbanizzato e per questo viene percepita da tutti in primo luogo come una periferia degradata, dove si concentrano industrie, imprese e grandi infrastrutture. Meno noto ai più è che la Piana resta ancora oggi un’area prevalentemente agricola e ricca di risorse e di luoghi di particolare pregio sia dal punto di vista ambientale che storico. Sviluppare un parco nella Piana significa dare avvio ad un modo diverso di pensare le politiche e gli interventi su questo territorio, procedendo secondo un disegno comune e unitario tra i Comuni di riferimento e puntando a governare il suo sviluppo in un’ottica di area vasta. Creare il parco della piana significa infatti integrare gli interventi realizzati nei singoli territori e coordinare le politiche municipali e provinciali, con l’obiettivo di limitare l’impatto della crescente urbanizzazione sul paesaggio e l’ambiente e di rafforzare l’identità rurale della Piana tutelando – ma anche riqualificando e valorizzando – il ricco patrimonio naturale e storico, destinandolo a nuove funzioni produttive, culturali, ricreative e per il tempo libero. Il “parco della piana” è un’opportunità di governo del territorio che consentirà dunque di riqualificare un’area – di circa 3000 ettari – a tutt’oggi in costante trasformazione e sottoposta a forti pressioni insediative e infrastrutturali, superando l’attuale degrado e dotandola di una sua identità paesaggistica e ambientale. La creazione di un parco nella piana sarà inoltre fondamentale per il riequilibrio ambientale dell’intera area metropolitana, per migliorare la qualità della vita di chi vi risiede e lavora e permetterà a tutti i cittadini di poter godere delle sue bellezze più nascoste. Il “parco della piana” è un importante progetto che inciderà profondamente sulle politiche territoriali e sulla pianificazione dello sviluppo di questo territorio e che coinvolgerà tutti i cittadini, che saranno chiamati a partecipare alla sua realizzazione. Solo con il contributo di tutta la popolazione la Piana potrà infatti diventare un parco di tutti.
Con questa prefazione non resta che partecipare giovedì 27 marzo alle ore 21:00 presso Sala Nesti a Villa Montalvo. Durante l’incontro verrà proiettato un video documentario che mostrerà il territorio del Parco della Piana e le sue diverse identità, sul sito del Parco della Piana, si possono trovare informazioni sui luoghi e le attività presenti nell’area del futuro Parco, raccolte con la collaborazione di alcune associazioni, dei comitati e delle istituzioni presenti sul territorio oltre ad un forum per esprimere opinioni, inviare proposte ed aprire confronti con gli altri cittadini. (cartolina invito)
Interveniamo numerosi ..

Le attività della Atletica Campi Universo Sport 2008-2009

21 settembre 2008

Con il mese di Settembre la Atletica Campi ha ripreso tutte le attività che si svolgono presso lo stadio Zatopek di Campi, dette attività si articolano nei corsi ludico-motori per i bambini e le bambine dai 6 ai 10 anni con corsi trisettimanali, Lunerdì/Mercoledì/Venerdì dalle ore 18 alle 19,30 allo Stadio Zatopek fino ad Ottobre e da Novembre a Marzo presso la Palestra della Scuola Media Matteucci, il tutto seguito da istruttori qualificati, per i ragazzi di 11 anni in poi, Corsi di Atletica Leggera tutti i giorni stadio Zatopek dalle 15,30 alle 19,30 per informazioni più dettagliate rivolgersi presso la segreteria dello Stadio oppure atleticacampi@libero.it.

Si ricorda inoltre che l’Atletica Campi, ha organizzato le seguenti manifestazioni :
– Sabato 27 e Domenica 28,  Campionati Regionali Individuali Cadette e Cadetti ,
– Domenica 19 Ottobre,  Campionati Regionali Staffette Cat. Ragazzi/e, Cadetti/e.

3° edizione del “No Gap Festival” a Campi Bisenzio

22 giugno 2008

Dal 1° al 5 luglio si svolgerà la terza edizione del No Gap Festival organizzata dalla Cooperativa Sociale Matrix Onlus, dal Circolo Arci Dino Manetti e dalla Sezione soci Coop di Campi Bisenzio.

Una manifestazione che pone al centro le persone diversamente abili, protagonisti in tante realtà di musica, teatro, danza e sport a cui si affiancheranno come co-protagonisti personaggi del panorama musicale e teatrale toscano e nazionale. Fiore all’occhiello della manifestazione sarà il ristorante gestito dall’associazione Social Food assieme ai volontari di Matrix e del circolo Dino Manetti. Ogni sera infatti al Dino Manetti ci sarà la Sagra Social Food a cui seguiranno spettacoli e concerti con lo scopo di raccogliere fondi per il nuovo centro L’indicatore. Il centro, gestito dalla cooperativa Matrix, sarà aperto nel prossimo autunno nei locali del circolo Dino Manetti e si proporrà come punto di riferimento per persone diversamente abili attraverso progetti, incontri, spazi e ristorante accessibili.

Tutte le iniziative, salvo la partita di solidarietà organizzata allo stadio Emil Zatopek, si svolgeranno al Circolo Arci Dino Manetti, via Baracca 2, ecco il programma :

Mercoledì 23 Aprile festa della Patrona di Campi Bisenzio

4 aprile 2008

Mercoledì 23 aprile Campi Bisenzio festeggia la sua Patrona, la Beata Teresa Maria della Croce, Bettina. Com’è ormai tradizione il Comitato Celebrazioni in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio organizzerà numerose iniziative :
Sabato 19 aprile Ore 15.30 – Triangolare di calcio giovanissimi allo stadio Lanciotto Ballerini, via Mascagni.
Domenica 20 aprile Ore 16 – Pellegrinaggio al Convento delle Suore Carmelitane di Santa Teresa. Partenza dalla Parrocchia del Sacro Cuore a cui si unirà la parrocchia
di Santo Stefano. Il pellegrinaggio si concluderà con la celebrazione della Santa Messa al convento.
Martedì 22 aprile Allo Stadio Emil Zatopek l’associazione Atletica Campi Bisenzio organizza il Trofeo Bettina con attività ludico motorie per i bambini delle classi V elementari Per informazioni telefono 055 891387, e-mail atleticacampi@libero.it, sito:www.atleticacampi.it
Mercoledì 23 aprile Festa liturgica della Beata Teresa Manetti, ore 10 – Suono a festa delle campane delle chiese di Campi Bisenzio, ore 11 – Celebrazione Eucaristica presso il Convento delle Suore Carmelitane di Santa Teresa, presieduta da don Giovanni Momigli.
Dalle ore 16 alle 18 visite guidate al Convento delle Suore Carmelitane di Santa Teresa.
Ore 21 – al Teatro Dante Omega e Associazione Campi Lirica, in occasione dei festeggiamenti della Patrona organizzano Concerto Lirico Sinfonico.
Domenica 27 aprile alle ore 9 alle 19 – Centro storico, Mercato straordinario.