Posts Tagged ‘sole’

“Il sole continua a risplendere”, la strage di Sant’Anna di Stazzema raccontata dai ragazzi

22 novembre 2011

Il prossimo 24, 25 e 26 novembre presso la Limonaia di Villa Montalvo in Via di Limite a Campi Bisenzio, alle ore 21, gli allievi attori del terzo anno della scuola di teatro del Centro Iniziative Teatrali presentano uno spettacolo sulla Strage di Sant’Anna di Stazzema.
Il sole continua a risplendere – La strage di Sant’Anna
Spettacolo con gli allievi attori del terzo anno della scuola di teatro del Centro Iniziative Teatrali- con Richard Butler – Silvia Fabiani – Antonietta Ciciretti- Ambra Colacione-GianPaolo Crinzi – Nicla Focacci – Debora Lumini – Barbara Paoletti-Massimiliano Mancin e Sandra Raddi-aiuto regia: Lisa Crinzi-coordinamento registico: Sergio Aguirre.
A Sant’Anna di Stazzema, la mattina del 12 agosto 1944, si consumò uno dei più atroci crimini commessi ai danni delle popolazioni civili nel secondo dopoguerra in Italia.
La furia omicida dei nazi-fascisti si abbattè, improvvisa e implacabile, su tutto e su tutti. Nel giro di poche ore, nei borghi del piccolo paese, alla Vaccareccia, alle Case, al Moco, al Pero, ai Coletti, centinaia e centinaia di corpi rimasero a terra, senza vita, trucidati, bruciati, straziati.
Quel mattino di agosto a Sant’Anna uccisero i nonni, le madri, uccisero i figli e i nipoti. Uccisero i paesani ed uccisero gli sfollati, i tanti saliti, quassù, in cerca di un rifugio dalla guerra. Uccisero Anna, l’ultima nata nel paese di appena 20 giorni, uccisero Evelina, che quel mattino aveva le doglie del parto, uccisero Genny, la giovane madre che, prima di morire, per difendere il suo piccolo Mario, scagliò il suo zoccolo in faccia al nazista che stava per spararle, uccisero il prete Innocenzo, che implorava i soldati nazisti perché risparmiassero la sua gente, uccisero gli otto fratellini Tucci, con la loro mamma. 560 ne uccisero, senza pietà in preda ad una cieca furia omicida. Indifesi, senza responsabilità, senza colpe. E poi il fuoco, a distruggere i corpi, le case, le stalle, gli animali, le masserizie. A Sant’Anna, quel giorno, uccisero l’umanità intera.
La strage di Sant’Anna di Stazzema desta ancora oggi un senso di sgomento e di profonda desolazione civile e morale, poiché rappresenta una delle pagine più brutali della barbarie nazifascista, il cancro che aveva colpito l’Europa e che devastò i valori della democrazia e della tolleranza. Rappresentò un odioso oltraggio compiuto ai danni della dignità umana. Quel giorno l’uomo decise di negare se stesso, di rinunciare alla difesa ed al rispetto della persona e dei diritti in essa radicati.
E’ necessaria la renotazione obbligatoria ai numeri 329-8628437- 055-8964519, costo del Biglietto € 5,00

A tavola con i prodotti Equo-Solidali per una barra lampeggiante dell’auto trasporto organi, alla Pubblica il 23 ottobre

17 ottobre 2011

Ricordo e vi invito, a nome di tutti i volontari della Pubblica e della Bottega del Sole, ad aderire al pranzo di autofinanziamento per il prossimo 23 Ottobre alle ore 13.00, presso la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, in collaborazione con la Bottega del Sole, per l’acquisto della barra lampeggiante per l’autovettura trasporto organi e sangue della P.A. Il menù è veramente ricco di portate e verrà preparato dalle volontarie della Bottega del Sole, impiegando prodotti etnici equo e solidali, qui trovate l’elenco delle portate. Il prezzo è stato fissato a: 18 euro, bambini fino a 7 anni 10 euro. Le prenotazioni possono essere eseguite sia presso la Bottega del Sole inviando una email a bottegadelsole@pacampi.it, o recandosi di persona in via Roma, 2 dal martedì al sabato ore 16; oppure presso il Circolo GniGni (Bar Pubblica Assistenza) in via Orly 35 o telefonando allo 0558949945. Inutile ribadire l’importanza dell’evento e dell’obiettivo utile e vitalmente necessario.

Il 23 ottobre a tavola con i prodotti Equo-Solidali della Bottega del Sole per acquistare la barra lampeggiante dell’auto trasporto organi della Pubblica di Campi

10 ottobre 2011

Il prossimo 23 Ottobre alle ore 13.00, presso la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, in collaborazione con la Bottega del Sole, si terrà un pranzo di autofinanziamento per l’acquisto della barra lampeggiante per l’autovettura trasporto organi e sangue della Pubblica Assistenza di Campi.
Il menù è ricco di portate e verrà preparato dalle volontarie della Bottega del Sole, impiegando prodotti etnici equo e solidali, ecco l’elenco delle portate:

°Crostini con salse aromatizzate
°Crostoni con fagioli bianchi, rossi, neri, vellutati
°Cous-cous con verdure
°Risotti tricolori con formaggi
°Pennette con pomarola e basilico
°Spezzatino alle erbe aromatiche
°Verdure grigliate
°Dolce a sorpresa…..
°Vino e acqua

Il prezzo è stato fissato a: 18 euro, bambini fino a 7 anni 10 euro
Sarà presente il Presidente della Pubblica Assistenza: Valentino Zuardi

Le prenotazioni possono essere eseguite sia presso la Bottega del Sole inviando una email a bottegadelsole@pacampi.it, o recandosi di persona in via Roma, 2 dal martedì al sabato ore 16; oppure presso il Circolo GniGni (Bar Pubblica Assistenza) in via Orly 35 o telefonando allo 0558949945

Tutti i volontari ringraziano chi vorrà partecipare e lanciano la preghiera a voler diffondere l’iniziativa.

“Com-estate in vacanza coi bimbi ?”, i consigli della Pediatra per passare delle vacanze serene con i vostri figli

22 giugno 2011

Il 24 giugno alle ore 17.00, l’Ass. Mamme Amiche di Campi Bisenzio, ritorna ad affrontare temi e preziosi consigli per le giovani mamme, con un nuovo incontro fra le mamme appunto e gli esperti pediatri per parlare delle vacanze con i propri bambini.  Il titolo di questo incontro che si terrà presso la Sala Nesti di Villa Montalvo sarà appunto “Com-estate in vacanza coi bimbi?”. Interverrà la dr.ssa Monica Pierattelli, pediatra di Campi Bisenzio e con lei si parlerà di tutto ciò che ruota intorno all’estate, in spiaggia, in montagna, tra i prati ed in città, in ogni occasione per fronteggiare le piccole grandi insidie delle vacanze come dermatiti, creme solari , punture di insetti, il caldo, sempre con la massima serenità. Al termine dell’incontro la Dr.ssa Pierattelli risponderà alle domande delle partecipanti aprendo la discussione anche ad altri temi non previsti ma comunque utili a fornire un valido aiuto.

La prima eclisse parziale di sole del 2011 è il 4 gennaio .. i consigli per l’osservazione

2 gennaio 2011

Il carissimo amico Vito Lecci, puntuale gestore del sito Sidereus Nuncius ed attento appassionato di astronomia, mi segnala un evento che desta sempre un certo alone di mistero, come lo creava nel passato, dove presagiva catastrofi o altri auspici negativi, essendo un fenomeno piuttosto raro. Da un punto di vista degli eventi astronomici questo nuovo anno inizia quindi decisamente bene, tralasciando le vecchie e fin troppo antiquate credenze popolari.
Nella mattinata di martedì 4 gennaio avremo una eclisse parziale di sole visibile da tutta Europa, dall’Africa settentrionale, Medio Oriente e parte della Cina e dell’India.
Qui dall’Italia la Luna coprirà il disco solare per oltre il 60% della sua estensione, con leggere differenze tra l’Italia meridionale e quella settentrionale.
Gli orari dei principali istanti sono i seguenti:
07:54 (ora italiana) Primo contatto: il bordo della Luna tocca quello del Sole (inizio eclisse);
09:20 (ora italana) Centralità: la Luna copre la massima percentuale possibile del disco solare (come nella ricostruzione in basso);
10:47 (ora italiana) Ultimo contatto: la Luna abbandona il disco del Sole (fine eclisse).
Ovviamente questi orari, pur essendo calcolati per il Parco Astronomico SIDEREUS, con qualche piccola approssimazione possono essere considerati validi anche per il resto della nostra Penisola.
CONSIGLI PER L’OSSERVAZIONE:
Se volete godervi lo spettacolo non dimenticate che la luminosità del Sole è potenzialmente pericolosa per i nostri occhi, quindi NON guardatelo MAI senza una adeguata protezione.
NON usate vetri anneriti sulla fiamma della candela, NON usate la parte annerita delle radiografie, NON usate la parte bruciata dei rullini fotografici, NON usate nessun altro tipo di filtro dalla dubbia efficacia. Questi sistemi infatti pur permettendovi una osservazione “comoda” tuttavia NON proteggono i vostri occhi dalla radiazione ultravioletta e infrarossa del sole, che causerebbe danni irreversibili alla vostra retina. Potete utilizzare invece filtri appositamente concepiti allo scopo oppure anche i vetrini per le maschere da saldatore, che potete trovare per circa 1 euro in qualsiasi ferramenta. Questo filtro vi permetterà di vedere il Sole di colore verde, potrete osservare tutte le varie fasi dell’eclisse in assoluta sicurezza.
Non ci rimane che sperare che le condizioni meteo ci permettano di osservare il fenomeno.
Mi associo a Vito Lecci nell’augurio di una BUONA OSSERVAZIONE e commentate la vostra visione dell’evento.



A Sesto i “delusi da Enrico Rossi” per gli inceneritori affiggono manifesti e distribuiscono volantini

13 marzo 2010

In questi giorni, la lista civica “Un’altra Sesto” di Sesto Fiorentino, ha affisso alcuni manifesti ed ha distribuito 10mila volantini dal titolo “Enrico Rossi, che delusione !”, in risposta al candidato alla presidenza della Regione Toscana che aveva a sua volta affisso dei manifesti inneggianti all’incenerimento come una fonte di guadagno da energia naturale, al pari del sole e del vento. Tale affermazione, contestata alcuni giorni fa, anche dal sottoscritto sul blog, risulta quasi una beffa, per il motivo che l’incenerimento dei rifiuti non può essere considerato una forma di energia pulita e naturale, oltre al fatto che a dire ciò è proprio l’assessore alla sanità della Regione. Inutile ricordare che “il guadagno” che afferma Rossi è da vedere, come possa essere a favore dei cittadini, se si considera che in alcuni comuni dove la RD ha raggiunto un buon livello, i cittadini sì, che vedono un risparmio e non un guadagno ! (..anche  il significato delle frasi ha la sua importanza) .. a partire proprio dalla salute minacciata dall’inceneritore, ma a parte questo che ritengo ovvio, ne approfitto per esprimere la piena condivisione nell’espressione di Fabrizio Vettori nel pensare che Rossi, invece di uscire con questa frase infelice, avrebbe fatto meglio ad annunciare le sue strategie per la riduzione dei rifiuti e l’intenzione di spingere all’adeguamento tutte le municipalizzate, per raggiungere in tempi brevi il 65% di RD, visto che quel misero 36,58% attuale, che fa della Toscana, purtroppo, il fanalino di coda d’Italia è il motivo principale per cui Famiglie ed Imprese si vedono ora aumentata la tassa sui rifiuti (TIA).

Sfilata di moda Multietnica il 27 settembre a Campi Bisenzio

25 settembre 2009

Il Comune di Campi Bisenzio in collaborazione con la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio organizza Domenica 27 settembre 2009 alle ore 21 nei locali della Pubblica Assistenza una sfilata di moda multietnica curata dalle volontarie della Bottega del Sole, Mercato Equo e Solidale.
In adesione alla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza nella giornata mondiale dedicata alla Pace dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.
Volantino dell’evento scaricabile: Sfilata di Moda Multietnica

Lavoro a Campi, una crisi dilagante ?

24 luglio 2008

Colgo l’occasione, purtroppo, della notizia apparsa recentemente sui giornali, della riduzione di personale di un’altra nota azienda campigiana, per parlare di lavoro e della crisi che sta assorbendo aziende storiche del nostro territorio. Non è una critica verso nessuno, ma semplicemente un voler dare risalto anche a questa triste e purtroppo reale, voce di Campi. Già da tempo abbiamo assistito al declinio della Tintoria del Sole, che ha già depositato la richiesta di cassa integrazione di un anno per 43 lavoratori e per la quale si è già delineata la via del fallimento; un segnale che crea un netto disagio nel paese, anche perché la Tintoria del Sole è stata un pilastro dell’industria campigiana (mi sto documentando per raccontare la sua storia); pertanto con la sua chiusura muore un periodo della storia di questo territorio.
Adesso appare la notizia dello storico Lanificio Faliero Sarti & Figli, che in questi giorni ha avviato la mobilità per il 42% dell’organico. Nato nel 1949 da Faliero Sarti è specializzato nella lavorazione dei filati cardati e pettinati, nella tessitura a maglia e nella tintura di filati e tessuti. Fra il 1956 ed il 1976 avviene la svolta dell’azienda che vede i propri prodotti inseriti nel campo della moda nazionale ed internazionale e la nascita di un vero e proprio stabilimento. Fra i clienti del Lanificio Sarti si annoverano stilisti di eccezione come Armani, Valentino, Ferrè, Versace, Max Mara e molti altri. Gli ultimi anni hanno messo in crisi l’intero indotto pratese dei tessuti e l’azienda, passata ai figli Roberto e Paolo dopo la scomparsa del padre avvenuta nel 1985, ha subito sicuramente un duro colpo.
Il comune di Campi, nella persona dell’assessore Salvi, pare che non fosse stato al corrente di questa situazione, ma si è subito attivato per cercare di risolvere il problema e salvaguardare i lavoratori.
Tali lavoratori, vanno purtroppo ad aggiungersi ai 22 dipendenti di Panorama che hanno recentemente accettato la proposta di mobilità ed i 23 dipendenti della Electrolux, residenti a Campi.
A tutti loro va il mio augurio di poter risolvere favorevolmente la situazione.

Il “Diamante Fotovoltaico” nel Parco Mediceo, primo in Italia

11 gennaio 2008
Riporto con piacere questa notizia che apre un’altro felice capitolo dell’energia alternativa nella nostra provincia, è buffo che Renzi parli di rispetto per l’ambiente quando poi desidera la costruzione di un’inceneritore !
Un impianto fotovoltaico a forma di diamante. E’ il progetto sperimentale sviluppato da Enel in collaborazione con l’Universita’ di Pisa. Il diamante, di otto metri di diametro, fatto di acciaio con 38 pannelli in silicio cristallino, sara’ collocato, primo in Italia, entro primavera nel parco mediceo di Pratolino, alle porte di Firenze. L’impianto, dal costo di un milione e della potenza di 20 KW, sara’ realizzato da Enel, che rimarra’ proprietaria, mentre l’energia ricavata sara’ ceduta gratis alla Provincia di Firenze che la usera’ per l’illuminazione del parco, con un risparmio di 50 mila euro. All’interno della centrale saranno inserite tre sfere di due metri che conterranno serbatoi per l’accumulo di idrogeno ricavato dall’energia elettrica e che servira’ quando il sole non c’e’. Con l’avanzare dello sviluppo tecnologico i pannelli potranno essere cambiati con altri di ultima generazione. Il diamante, una sua riproduzione e’ stata montata nel cortile di Palazzo Medici Riccardi a Firenze, e’ stato presentato dal responsabile ricerca dell’Enel Gennaro De Michele, dal presidente della Provincia Matteo Renzi e dal direttore del parco Gennaro Gilberti. (ANSA).
La realizzazione del Diamante si inquadra nelle iniziative del progetto Ambiente e innovazione, che vede Enel destinare 4,1 miliardi di euro nel campo dell’applicazione e dello sviluppo tecnologico delle energie rinnovabili e si inserisce in un progetto che impegna gli enti coinvolti ad attivare percorsi virtuosi di diffusione e valorizzazione delle fonti di energia rinnovabili, come ribadito peraltro dal recente accordo tra Enel e Regione Toscana. “Siamo soddisfatti di questo progetto – ha detto Matteo Renzi, Presidente della Provincia di Firenze – che coniuga innovazione tecnologica, rispetto dell’ambiente e utilita’, aggiungendo un prezioso strumento a quel diamante verde che e’ il Parco di Pratolino”.