Posts Tagged ‘progetto’

Il 19 gennaio, parte T.OC. Progetto del Sindaco Fossi su giovani e occupazione

14 gennaio 2014

Con T.OC. (“T.OC.- Talenti & occupazione”, progetto di politiche giovanili per il Comune di Campi Bisenzio) si vuole realizzare un nuovo clima positivo di energia favorevole per i giovani, in un clima difficile per l’occupabilità e in generale per l’autonomia. Il progetto, coordinato dal Sindaco in collaborazione con gli assessorati allo sviluppo economico, sociale, pubblica istruzione e cultura prevede un programma di azioni trasversali che hanno come focus il lavoro. Appuntamento il 19 di ogni mese alle 19 per discutere, confrontarsi, ascoltare i giovani e per presentare le azioni positive per potenziare e migliorare le proposte e le opportunità offerte nel nostro territorio.
Il 19 gennaio alle 19 con un incontro-aperitivo nello spazio comunale presso Hidron sarà presentato il progetto e un premio per i giovani studenti di Campi che frequentano l’Università degli Studi di Firenze, cofinanziato dal Comune di Campi Bisenzio e dai giovani imprenditori di Confindustria Firenze. Spesso si sente parlare di merito e di meritocrazia: noi abbiamo deciso di premiarla. Il MERITO merita ! dice il Sindaco Fossi .. Interverranno oltre al sindaco, Giacomo Lucibello, imprenditore e rappresentante di Confindustra Firenze ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto Innovazione del Comune di Campi Bisenzio. Coordina Falco Bargagli Stoffi, coordinatore Politiche giovanili e progetto #Toc.

Fratellanza Popolare di San Donnino: continua il Progetto MISSIONE SALUTE

22 ottobre 2013

Il Progetto “missione salute 2013”, lanciato quest’anno dalla Fratellanza Popolare di San Donnino, concluderà il proprio percorso, nei mesi di Novembre e Dicembre, con una campagna di prevenzione ambulatoriale importante : LA PREVENZIONE CARDIOLOGICA. L’Associazione crede molto nella prevenzione che pero’, purtroppo, in questo periodo storico, troppi pochi cittadini effettuano, spesso anche per motivi economici. Per questo, lasciando ovviamente inalterati gli standard di qualità del servizio, e cercando di venire incontro alle esigenze economiche è stato deciso di effettuare un check up per prevenire le malattie cardiovascolari che sono la prima causa di morte nel mondo.
La prevenzione cardiologica proposta si baserà, come quelle proposte nei mesi scorsi (oncologica e melananoma), sui principi che guidano la mission che l’Associazione persegue nel Poliambulatorio : PREVENZIONE – SOSTEGNO – QUALITA’.
Presso il Poliambulatorio della Fratellanza Popolare San Donnino, in via delle Molina 56 a San Donnino (Campi B.zio), sarà infatti possibile, prenotare un percorso cardiologico completo a tariffe calmierate. L’Associazione proporrà infatti un drastico taglio alla tariffa che già normalmente ha carattere “sociale”, per il percorso di prevenzione che prevederà elettrocardiogramma ed ecocolorodoppler cardiaco con visita finale e referto del medico cardiologo. Sono stati stipulati anche accordi con altre realtà come i SOCI COOP per tariffe calmierate. Qualora quest’ultimo lo ritenesse necessario saranno possibili approfondimenti effettuando prelievi ematici (enzimi cardiaci) ed ecocolordoppler arterioso per controllare la circolazione che afferisce al cuore.
L’attenzione al paziente e alla qualità del servizio sono prioritarie per l’Associazione che infatti nel 2013 ha acquistato un ulteriore ecografo multidisciplinare di ultima generazione che permette qualsiasi tipo di ecografia, uno spirometro ed un audiometro per l’otorinolaringoiatria ed un dermatoscopio ad ultrasuoni.
“ Il PROGETTO MISSIONE SALUTE che, sperimentalmente, concluderemo in dicembre, credo sia un progetto importante per un’Associazione, come la nostra, che lavora nella sanità privata-sociale e il gran numero di cittadini che ha finora aderito alle nostre campagne ne è la dimostrazione” spiega il Presidente Alessio Ciriolo “ Con queste iniziative crediamo, in questo momento storico in cui la sanità pubblica non riesce a dare tutte le risposte attesa dai cittadini,che sia compito delle nostre Associazioni, sostenere,collaborare ed affiancare la parte di sanità pubblica”.
“E’ importante”, conclude Alessio Ciriolo, non perdere mai di vista gli obiettivi di assistenza che l’Associazione persiste da ormai decenni : la vicinanza al cittadino è uno dei punti focali nella nostra mission. Ecco perché, oltre ad iniziative come il contenimento dei costi del nostro poliambulatorio e l’apertura del sabato mattina (momento in cui molti possono effettuare visite senza prendere permessi a lavoro) cerchiamo per le fasce più deboli di attuare delle promozioni con “pacchetti” di controllo”.
Per prenotare una visita specialistica o esame diagnostico presso il Poliambulatorio non è necessaria la richiesta del medico e normalmente la prestazione è erogata al massimo entro 5 dalla prenotazione ma in molti casi l’attesa è ridotta a 2/3 gg.
Tutti coloro che vorranno potranno ricevere informazioni presso il Poliambulatorio della Fratellanza Popolare di San Donnino contattando il numero 055 899211, tramite il sito internet http://www.fratellanzasandonnino.it, via mail utilizzando l’indirizzo poliambulatori@fratellanzasandonnino.it o attraverso il canale Facebook dell’Associazione.

Termovalorizzatore di Case Passerini: pubblicato sul BURT l’avviso relativo al progetto

6 giugno 2013

E’ consultabile, con la documentazione, sulle pagine web dell’amministrazione provinciale di Firenze MET (Simone Spadaro).
In attuazione a quanto previsto nella pianificazione regionale, provinciale ed interprovinciale in materia di gestione rifiuti è stato pubblicato l’avviso relativo al progetto di realizzazione di un nuovo impianto di recupero di energia da incenerimento di rifiuti non pericolosi da realizzarsi in Comune di Sesto Fiorentino (FI), località Case Passerini. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto di termovalorizzazione costituito da due linee, uguali e operanti in parallelo, alimentate con rifiuti solidi urbani non pericolosi e, nel caso di potenzialità residua delle linee, con rifiuti speciali non pericolosi. L’energia termica prodotta dalla combustione verrà recuperata per la produzione di vapore surriscaldato, successivamente espanso in una turbina a vapore collegata ad un generatore per la produzione di energia elettrica. Tale energia verrà ceduta alla Rete di Trasmissione Nazionale tramite l’elettrodotto interrato.
L’avviso è consultabile, con la documentazione, alla pagina: leggi qui
L’avviso è pubblicato anche sul Burt: leggi qui

Finalmente al via le soluzioni per l’eliminazione del traffico da Capalle e La Villa

21 maggio 2013

Con un comunicato il sindaco Adriano Chini, mette a conoscenza dei cittadini sulla situazione delle opere per eliminare il traffico nella frazione di Capalle e La Villa, da anni al centro di numerose contestazioni da parte dei residenti.
Con due punti il comunicato, recapitato anche nella cassetta delle lettere dei cittadini, propone i passi per giungere alla sistemazione definitiva del problema, vediamoli:
1) Con delibera della Giunta comunale n.64 (11.04.2013) è stato approvato definitivamente il Piano complesso di Capalle e in merito al prolungamento del Viale P.Paolieri (Circonvallazione di Capalle) è previsto che entro il 31.12.2013 l’Amministrazione comunale deve consegnare ai privati il progetto esecutivo dell’opera e mettere a loro disposizione i terreni. Iprivati hanno 6 mesi di tempo per iniziare i lavori e 18 mesi per concluderli.
2) Il giorno 08.05.2013 è stato sottoscritto un Protocolli d’Intesa tra la Regione Toscana e i comuni di Lastra a Signa, Signa e Campi Bisenzio per la realizzazione di varie opere stradali riguardanti i territori dei Comuni sottoscrittori.
Per Campi Bisenzio la Regione Toscana si è impegnata a finanziare tutta la Corconvallazione Ovest fino alla rotonda della Circonvallazione Sud e l’ampliamento del tratto di via Barberinese fjno alla rotonda dell’Indicatore (annualità 2013-2015 e 2015).
Con queste due opere via Confini e via Barberinese diventeranno strade urbane.

La raccolta fondi Macramè nel Natale 2011 ai Gigli, salva il progetto Stati Minori

4 gennaio 2012

La cooperativa sociale Macramè grazie alla possibilità offerta da Fnac I Gigli di Campi Bisenzio è stata impegnata nel periodo natalizio nella realizzazione dei pacchi regalo all’interno del Centro Commerciale campigiano. L’attività, che ha visto coinvolti oltre 30 volontari, è servita a raccogliere fondi in favore del progetto Stati Minori, già finanziato dalla Società Della Salute della Zona Nord-Ovest Fiorentina, ma rimasto senza risorse dal mese di novembre 2011 a causa degli imprevisti tagli alla spesa sociale.
Stati minori è un progetto di prevenzione ed educazione rivolto ad adolescenti e famiglie del territorio che offre percorsi di sostegno all’autonomia e al successo scolastico per adolescenti in difficoltà e un’attività di sportello informativo, di ascolto , orientamento, consulenza e tutoraggio per genitori e ragazzi che vivono situazioni difficili. Il progetto vede coinvolti in maniera continuativa tredici adolescenti e quattro operatori e conta un numero annuo di accessi allo sportello di oltre 120 cittadini.
Grazie a alla disponibilità di Fnac I Gigli, al lavoro dei volontari e alla generosità dei clienti del negozio sono stati raccolti 4025 euro che sono serviti ad impedire la brusca interruzione del progetto già dal mese di dicembre 2011 e a guadagnare ulteriore tempo necessario a reperire ed organizzare altre risorse per dargli continuità.
La cooperativa sociale Macramè continua la propria compagna di raccolta fondi a sostegno delle attività del centro adolescenti Canapè per tutto l’anno 2012, sul sito http://www.coopmacrame.it è possibile ricevere informazioni sulle iniziative future ed essere aggiornati sui risultati ottenuti con le risorse ricavate.
La Cooperativa Sociale Macramè – ONLUS si trova in via Giusti 7 a Campi Bisenzio (Firenze) – Tel. 055 8979391 Fax 0558940845 info@coopmacrame.it – www.coopmacrame.it – P.IVA: 05008260480 – Iscr.Albo Coop. n. NA121049

I volontari del Macramè ai Gigli

Bando per il reperimento di volontari del servizio civile regionale da impiegare nel progetto del Comune

7 agosto 2011

Vi segnalo che sul sito del Comune é stata pubblicata la pagina contenente le informazioni utili per presentare la domanda per effettuare il servizio civile presso il ns. Ente. Ricordo a tutti che possono partecipare tutti i giovani, anche coloro che non hanno la cittadinanza italiana. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 12 agosto 2011. Vediamo di cosa si tratta e come fare:
Servizio civile regionale – Le opportunità sul territorio
I giovani di età compresa tra i 18 ed i 30 anni possono aderire entro il 12 agosto 2011 ai nuovi bandi della Regione Toscana per il servizio civile regionale. Sono due i progetti previsti sul nostro territorio.
3 ragazzi saranno selezionati per prestare il proprio servizio presso il Comune di Campi Bisenzio per il progetto Omnes Support – Campi Bisenzio. Come partecipare
10 ragazzi potranno partecipare al progetto della Fondazione Spazio Reale. Come partecipare
Servizio civile regionale – Bando per la selezione di 3 giovani da impiegare nel progetto di servizio civile presso il Comune di Campi Bisenzio
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 12 agosto 2011
La Regione Toscana con la legge regionale 25 luglio 2006 n. 35, ha istituito il servizio civile regionale, al fine di favorire la formazione dei giovani ai valori di giustizia e solidarietà e di promuovere la partecipazione sociale e l’educazione alla cittadinanza attiva e solidale. Anci Toscana, accreditata in nome e per conto di 28 Comuni Toscani.
Il Comune di Campi Bisenzio ha presentato alla Regione Toscana un progetto denominato Omnes Support- Campi Bisenzio che é stato selezionato e per la cui realizzazione saranno impegnati 3 giovani volontari interessati all’esperienza del servizio civile di età compresa fra i 18 ed i 30 anni.
Il progetto che si attuerà nelle sedi individuate dal Comune, ha l’obiettivo di fornire un  supporto nelle attività e nei servizi offerti dal Comune ai propri cittadini tramite il sostegno dei volontari sulle tematiche afferenti alla tutela dei diritti sociali e di cittadinanza delle persone, anche mediante la collaborazione prestata nei servizi assistenziali , di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale. In particolare il progetto interviene nell’area del disagio sociale nell’area minori e promuove azioni di prevenzione dell’esclusione sociale e di informazione nell’ambito delle politiche sociali del Comune.
I volontari selezionati dovranno svolgere da un minimo di 25 ore settimanali ad un massimo 30 ore settimanali,  con flessibilità oraria in relazione alle attività da svolgere nei vari momenti della giornata e della settimana. Si richiede, inoltre, la disponibilità a porsi alla guida di veicoli messi a disposizione dal Comune.
In relazione alla natura del progetto è richiesta rigorosa riservatezza circa le informazioni avute durante i servizi prestati e rispetto della privacy degli utenti con i quali si è entrati in relazione.
Per partecipare alla selezione basta presentare:
domanda di partecipazione, redatta secondo il modello allegato al Bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso. La domanda  firmata per esteso dal richiedente, con firma da apporre necessariamente in forma autografa, accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale, per la quale non è richiesta autenticazione curriculum vitae sottoscritto.
Importante – Fra tutti i progetti che verranno inseriti nel Bando regionale è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile da scegliere tra i progetti inseriti nello stesso bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel bando medesimo.
Modello domanda di partecipazione (54.15 KB)
Possono partecipare alla selezione tutte le persone, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda:
siano in età compresa fra diciotto e trenta anni;
siano residenti in Toscana o ivi domiciliati per motivi di studio o di lavoro;
siano in possesso di idoneità fisica;
non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva  alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente la detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti  ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata (di cui al D. Lgs. N. 77 del 5/4/02).
Sono altresì ammesse tutte le persone diversamente abili residenti in Toscana o ivi domiciliati per motivi di studio o di lavoro, in età  compresa tra diciotto e trentacinque anni.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.
Non possono presentare domanda i giovani che:
già prestano o abbiano svolto attività di servizio civile nazionale o regionale in Toscana o in altra Regione in qualità di volontari, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
abbiano in corso  o abbiano avuto con l’ente che realizza il progetto (ANCI Toscana) rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo.
Ai soggetti impiegati nei progetti di servizio civile regionale spetta un assegno di natura non retributiva analogo a quello previsto per il servizio civile nazionale, pari ad euro 433,80.
Dove presentare la domanda
La domanda di partecipazione in formato cartaceo va indirizzata o consegnata a mano all’Ufficio Servizi Sociali e Casa del Comune di Campi Bisenzio, presso Villa Montalvo via di Limite n. 15 Campi Bisenzio, tel 055 8959300 (Centralino Villa Montalvo) entro venerdì 12 agosto 2011.
Le domande pervenute oltre il termine non saranno prese in considerazione. A tal fine per le domande inviate per raccomandata fa fede la data del timbro postale di partenza.
L’elenco di tutti i soggetti che hanno presentato progetti di Servizio Civile Regionale così come il bando e la modulistica  sono disponibili  all’indirizzo:
www.regione.toscana.it
Bando (87.14 KB)
Info: Anci Toscana, Ufficio Servizio Civile, Viale Giovine Italia, 17 – 50122 Firenze e-mail civile@ancitoscana.it

“Mamme Amiche” presentano il progetto per i Gruppi di Auto-Mutuo Aiuto di Allattamento al seno

10 maggio 2011

Progetto Storia e Memoria, un viaggio a Munster per tenere viva la memoria storica e le vittime degli orrori dei regimi totalitari europei

6 maggio 2010

Domani 7 maggio, una delegazione di studenti, operatori della Fondazione Spazio Reale, professori delle scuole del territorio ed i ragazzi che hanno partecipato alle missioni di solidarietà insieme all’assessorato si recheranno a Munster fino al 10 maggio.
Una città che visiteranno perchè è presso la “Villa Ten Hompel” determinante, per le incredibili atrocità umane perpetrate durante la seconda guerra mondiale, che non possono e non devono essere scordate. Verrà presentata la realtà di un secolo e la storia delle vittime, dei carnefici ma anche degli spettatori silenti e indifferenti delle atrocità del nazi-fascismo.
La villa è di proprietà comunale e nel 1953 ha ricevuto da parte dei familiari delle vittime il tributo che la memoria chiede alla storia, cioè: la verità e la condanna. Rappresentava il luogo dove si organizzava la deportazione.
Molte persone prima di essere deportate “passavano” dalla villa, per essere “schedate per una fantomatica ricerca di lavoro all’estero” e “smistate” nei vari campi di concentramento e di sterminio.
Oggi la “Villa” è un punto informativo e di formazione dedicato alla memoria e l’8 maggio anche presso questo comune sarà inaugurato un monumento alla memoria, alla memoria di una violenza che può tornare. La visità si concluderà il 10 maggio e saranno cinquanta le persone di Campi Bisenzio che potranno testimoniare questa ulteriore verità.
Storia e Memoria è un progetto nato dalla collaborazione tra il Comune di Campi Bisenzio e Fondazione Spazio Reale in partnership con Villa Ten Hompel (Münster-Germania) e Docs, Youth & Society (Repubblica Ceca), proposto nell’ambito del Programma Europeo Europe for citizens 2007-2013 ed approvato lo scorso ottobre 2009 dall’Eacea.
La finalità generale dell’azione progettuale, sintetizzata nel sottotitolo Quelli che non sanno ricordare il passato sono condannati a ripeterlo, è di tenere viva la memoria storica e collettiva per non dimenticare le vittime e gli orrori dei regimi totalitari europei e riaffermare il principio di libertà, i valori della democrazia nonché dei diritti fondamentali dell’uomo.

“Il Giorno della Memoria” viene ricordato Mercoledì 27 gennaio 2010 al Teatro Dante

26 gennaio 2010

“Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte il rombo l’avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità. Intanto debbo conservare intatti i miei ideali; verrà un tempo in cui forse saranno ancora attuabili.” Anna Frank

Sono trascorsi 10 anni dalla promulgazione della legge che istituì la Giornata della Memoria il 27 gennaio, data in cui, 65 anni fa’, venivano abbattuti i cancelli dei campi di concentramento e l’orrore dello sterminio veniva rivelato all’umanità intera.
Da allora si è acceso un dibattito come indispensabile momento di riflessione per comprendere quei tragici eventi e per far sì che non accadano più.
Quest’anno il Comune di Campi Bisenzio in collaborazione con: Auser e Sezione Soci Coop di Campi Bisenzio presentano per questa giornata, una iniziativa realizzata con il contributo dell’Unione Europea programma UE Europa per il cittadini – Azione IV: Memoria Europea Attiva Progetto Storia e MemoriaQuelli che non sanno ricordare il passato sono condannati a ripeterlo. Mercoledì 27 gennaio 2010 dalle ore 10 al Teatro Dante.

Una Cuccioloteca per bambini da 5 a 10 anni a San Martino

17 dicembre 2009

È una ludoteca che si occupa dei bambini da 5 a 10 anni. È un servizio che Progetto Cucciolo Onlus in collaborazione con il Circolo Ricreativo San Martino offre alla cittadinanza; questo spazio di gioco organizzato è rivolto al potenziamento delle qualità dei giovani che vi partecipano. Il servizio è centrato sul gioco inteso come attività libera, impegnativa, di immaginazione fantastica, di arricchimento.
L’attività ludica è la forma privilegiata di espressione del bambino, lo strumento attraverso il quale entra in contatto con il mondo e con se stesso. Attraverso il gioco il bambino sperimenta con successo la possibilità di intervenire attivamente sugli elementi che lo circondano. Il gioco è apprendimento della vita associativa ed allenamento alla società adulta. In questo senso la Cuccioloteca diventa uno spazio per liberare la fantasia, un luogo per sviluppare la creatività e un’occasione per vivere il gruppo.
Il servizio è attivo il martedì ed il giovedì dalle ore 16.30 alle 19.30 presso il Circolo Ricreativo San Martino (via San Martino 46, tel. 055 8960688).
Per informazioni ulteriori e prenotazioni potete chiamare il numero 331 8630125 oppure scriverci a segreteria@progettocucciolo.it .
Il Progetto Cucciolo Onlus è un’Associazione costituita nel 2004, registrata al Comune di Campi fra le Associazioni che operano sul territorio, ha realizzato, e sta realizzando, vari progetti che hanno coinvolto strutture come la Mimosa, la scuola primaria Emilio Salgari e la gestione dei centri estivi. Potete vedere tutti i progetti realizzati nel sito Web www.progettocucciolo.it. Vengono offerte infatti attività di carattere socio-assistenziale finalizzate alla promozione educativa delle persone.
Articolo n. 2 dello statuto: “Il nostro intervento lo immaginiamo realizzato in una fascia di età che va da 0 a 100 anni, convinti come siamo che in tutti noi sopravvivano aspetti “cuccioli” bisognosi di amorevole assistenza specializzata. Una maggiore attenzione del nostro intervento e delle nostre energie sarà rivolta verso l’infanzia, perché prevenire il disagio e l’isolamento dell’individuo può contribuire a operare una trasformazione profonda dell’orientamento personale e collettivo.”