Posts Tagged ‘premio’

Venerdì 27 settembre: serata anni 70 al Circolo Gni-Gni

25 settembre 2013

734053_10200954018227805_1705177905_n

III° Premio Letterario ACLI sulla Legalità: “Di Legalità si vive – Corresponsabilità e giustizia sociale nell’agire quotidiano”

12 marzo 2013

Anche quest’anno  l’associazione ACLI Toscana collabora all’organizzazione del “Premio Letterario sulla Legalità” arrivato alla terza edizione,  promosso dalle Acli della Toscana in collaborazione con Libera Toscana, Acli Nazionali, CNV, associazione culturale capannese e difensore civico della Toscana.
Il tema di quest’anno è: “DI LEGALITA’ SI VIVE – Corresponsabilità e giustizia sociale nell’agire quotidiano”, il premio si divide in tre distinte sezioni:
Sezione A. Racconto. Adulti (oltre 18 anni)
Sezione B. Racconto. Riservato agli alunni delle scuole medie superiori (da presentare tramite la scuola o singolarmente)
Sezione C. Cortometraggio. Riservato agli alunni delle scuole medie superiori (da presentare tramite la scuola o singolarmente
Gli organizzatori precisano inoltre che gli elaborati potranno essere individuali o collettivi, a scelta dei partecipanti.
– Ogni concorrente non può inviare più di un elaborato per ogni sezione.
– Chi partecipa alle sezioni A e B deve inviare un racconto inedito in due copie, di cui solo una recante i dati anagrafici, recapito telefonico e indirizzo e-mail. Inoltre una copia dovrà essere inviata per e-mail. Il racconto può essere di qualsiasi genere letterario. La lunghezza del testo non deve superare 100 righe dattiloscritte e 6.000 battute spazi esclusi.
– Chi partecipa alla sezione C deve inviare un DVD in due copie, con allegata una breve descrizione e titolo del cortometraggio. La durata del cortometraggio non deve superare 5 minuti.
– Cessione dei diritti. Gli autori degli elaborati che verranno pubblicati cedono i diritti d’autore gratuitamente ai soli fini della pubblicazione.
– L’iscrizione al premio è gratuita.
– Il giudizio della giuria è insindacabile.
– Il partecipante al premio deve fornire l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo quanto prescrive la legge sulla privacy.
– I minorenni che partecipano alle sezioni B e C singolarmente devono presentare l’autorizzazione dei genitori alla partecipazione e al trattamento dei dati personali.
Gli elaborati devono essere inviati entro il 30 giugno 2013 (farà fede il timbro postale) a: ACLI REGIONALE TOSCANA, PIAZZA INDIPENDENZA N. 13 – 50129 FIRENZE (FI) E-mail: segreteria@aclitoscana.it
La premiazione si svolgerà in data e luogo da destinarsi (presumibilmente in ottobre 2013). Per le sezioni sopra indicate il premio consisterà in un attestato, libri sulla legalità, prodotti provenienti dai terreni confiscati alla mafia e nella pubblicazione del testo. I premiati dovranno ritirare personalmente il premio. In caso di impossibilità potranno farsi rappresentare. Per informazioni : Segreteria ACLI Regionali Toscana Tel. 055 – 290473 oppure Sig. Di Lorenzo 335.373688
La scadenza per l’invio degli elaborati è il 30 giugno 2013
In allegato trovate il bando con tutte le informazioni: Depliant premio letterario (251.96 KB)
Maggiori info possono essere richieste a segreteria@aclitoscana.it

“E ADESSO PAGANO I GIGLI”. Consegnato il primo premio di 10mila euro al vincitore

7 marzo 2013

Consegnato questa mattina al centro commerciale I GIGLI il primo premio del concorso “E adesso pagano I Gigli” consistente in gettoni d’oro per il valore di 10mila euro. Il vincitore è un autotrasportatore di Incisa Valdarno, la nipote ha ritirato il premio.
Il premio, messo in palio dal concorso “E ora pagano I Gigli”, è stato vinto da Gianluca Nuti di Incisa Valdarno che si era recato al centro commerciale I Gigli per accompagnare i parenti arrivati dal Lago Maggiore. Questa mattina, il direttore del centro commerciale Yashar Deljoye Sabeti ha consegnato il premio consistente in gettoni d’oro per il valore complessivo di 10mila euro. A ritirarlo è stata la nipote di Nuti, Valentina che vive ad Arona (NO).
“Siamo veramente molto contenti – ha detto Valentina – fra l’altro sono stata io a spronare mio zio perché partecipasse al concorso. Un premio del genere non l’avevamo mai ricevuto”.
Il concorso si era tenuto dal 12 al 28 ottobre ed era riservato ai possessori di Gigli Pass ha regalato centinaia di premi ad estrazione immediata mentre un’estrazione finale ha permesso di attribuire a Gianluca Nuti il primo premio da 10mila euro in gettoni d’oro (corrispondenti al pagamento di un anno di mutuo o di bollette).
“I GIGLI scendono nuovamente in campo contro il carovita – dice il direttore Yashar Deljoye Sabeti –abbiamo attribuito un premio che può realmente aiutare per un anno coloro che devono affrontare il mutuo, le bollette e la spesa. Con l’attuale congiuntura economica abbiamo puntato su vincite concrete ed di supporto, senza tralasciare l’aspetto legato al gioco ed al divertimento.”

consegnna-gettoni-oro

Assegnato il CNCC AWARD ai Gigli per JOB ZONE 2011. Premiata la 1° edizione e già si lavora alla 3° per il 2012

20 dicembre 2011

Il CNCC Italy Award, il premio indetto dal Consiglio nazionale dei centri commerciali, è stato attribuito a I GIGLI per l’organizzazione di JOB ZONE.
I GIGLI hanno ottenuto il primo premio al CNCC Italy Award 2011 per l’organizzazione di JOB ZONE la rassegna organizzata dalla direzione del centro commerciale in collaborazione con l’agenzia di eventi Kimbe e che, nella sua seconda edizione che si è tenuta a ottobre scorso, ha ottenuto il patrocinio del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Provincia di Prato, Comune di Firenze e Comune di Campi oltre alla sponsorizzazione del polo universitario Città di Prato.
“E’ con grande soddisfazione che abbiamo ricevuto la notizia del premio – commenta il direttore dei Gigli Alessandro Tani – ciò conferma le ragioni per cui I Gigli scelgono di impegnarsi in iniziative e servizi per il territorio, in questo caso dedicati a chi cerca e a chi offre lavoro in un momento di particolare crisi del Paese che impone la presa di responsabilità da parte di tutti”.
L’edizione 2011 di Job Zone ha ospitato 27 espositori ed ha registrato poco meno di 7mila contatti coinvolgendo cittadini di ogni sesso ed età. Grande interesse aveva suscitato il servizio di revisione curriculum che, in 6 giorni, ha registrato 450 presenze. Per tutto l’anno Job Zone continua sul sito internet dei Gigli attraverso un apposito link attraverso il quale si può inviare il proprio curriculum.

Premio internazionale di poesia Città di Campi Bisenzio, il regolamento dell’edizione 2011

7 dicembre 2010

E’ stato pubblicato il regolamento del Premio internazionale di poesia Città di Campi Bisenzio organizzato dal Circolo Culturale Larocca, giunto con grande successo alla decima edizione. Possono partecipare
al concorso poeti e scrittori italiani e stranieri (con traduzioni in italiano). Le opere partecipanti dovranno essere inviate alla sede del circolo via Colombina, 80 50013 Campi Bisenzio (Fi) entro e non oltre il 31 gennaio 2011. Farà fede il timbro postale.
Il premio si articola in quattro sezioni.
Sezione A – Poesia singola a tema libero. I concorrenti potranno inviare fino a 3 poesie, edite o inedite, a tema libero, in 6 copie, di cui solo una dovrà recare i dati relativi all’autore: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico ed eventuale indirizzo e-mail.
Sezione B – Premio Sezione soci Coop di Campi Bisenzio – Poesia singola a tema libero. Riservata a studenti delle scuole elementari e medie inferiori. I concorrenti potranno inviare fino a 3 poesie, edite o inedite, a tema libero in 6 copie, di cui solo una recante le generalità, l’età, la scuola e la classe, l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore. La mancata indicazione della classe e scuola frequentata
sarà motivo di esclusione.
Sezione C – Premio Gabriele Bellucci – Poesia singola a tema libero. Riservata ai giovani di età compresa fra i 15 ed i 25 anni. I concorrenti potranno inviare fino a 3 poesie, edite o inedite, a tema libero in 6 copie, di cui solo una recante le generalità, l’età, l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore.
Sezione D – Narrativa – Racconto Il luogo dell’anima. I concorrenti dovranno inviare un massimo di tre racconti, ognuno dei quali dovrà essere dattiloscritto e non superare le 5 cartelle (max 30 righe per pagina). I racconti dovranno pervenire in sei copie, delle quali solo la prima firmata e recante i dati relativi all’autore: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico ed eventuale indirizzo e-mail.
E’ richiesto un contributo di partecipazione di 20 euro per le Sezioni A e D da inviare in contanti o a mezzo versamento sul conto corrente postale n. 42764092 intestato al Circolo Culturale Larocca. Nessun contributo è dovuto per le Sezioni B e C. In caso di versamento sul conto corrente postale, nella busta contenente le poesie deve essere allegata, pena l’esclusione dal concorso, ricevuta in originale o in fotocopia del suddetto versamento. Il giudizio della Giuria è insindacabile. Gli elaborati non saranno restituiti.
La premiazione del concorso avrà luogo a Villa Montalvo sabato 16 aprile 2011 alle ore 16.
I vincitori di ciascuna sezione saranno preventivamente avvisati.
Info: Rosanna 055 8964019, Stefania 340 7374345, Silvia 333 6242772.

Il Comune di Campi Bisenzio premiato a Dire & Fare 2010

26 novembre 2010

Il Comune di Campi Bisenzio è stato premiato alla rassegna Dire e Fare 2010 con il premio “Città Ideale“, con il progetto “Il Bosco”, laboratori di disegno, teatro e travestimento che hanno coinvolto tantissimi bambini rendendo lo stand del Comune il più seguito dell’intera rassegna.
Sono stati circa 9000 i visitatori che dal 17 al 20 novembre 2010 si sono recati alla Fortezza da Basso di Firenze per la XIII edizione di DIRE e FARE. Un pubblico variegato che ha visto un aumento significativo delle famiglie, dei ragazzi e dei bambini, accanto agli operatori e agli amministratori.
Un’edizione particolarmente difficile che, nonostante i tagli dovuti alla crisi economica ha visto una grande partecipazione degli enti locali, che hanno messo in mostra la loro capacità di produrre risultati e di dar vita ad esperienze innovative.
Quelli di DIRE e FARE sono stati quattro giorni in cui i visitatori della rassegna promossa da Anci Toscana e Regione Toscana si sono mossi tra oltre 60 convegni, seminari e incontri cui hanno partecipato oltre 150 relatori. Particolare attenzione è andata ai laboratori: che tra quelli in Areapubblica, quelli per i bambini nell’area della seconda Biennalina Nazionale dell’Infanzia e quelli per i ragazzi, nell’area SottoVENTI, sono stati più di 100.

La Scuola Diego Cianti vince uno dei premi sulla sicurezza sulla strada

7 giugno 2010

Ricevo e pubblico questo comunicato da parte di Sergio Cianti (con cui mi scuso per il ritardo) ed inserisco anche un ulteriore comunicazione nella quale traspaiono delle forti novità che lasciano ben sperare e che riempiono di gioia per il coinvolgimento dei giovani scolari. Un grande incoraggiamento per Sergio e per tutti coloro che si trovano impegnati a farci riflettere su questi tragici fatti, un grande grazie anche agli insegnanti ed agli scolari della scuola Diego Cianti che hanno saputo onorare degnamente questo nome.

La guerra sulle strade continua incessante, non ha attimi di riflessione, o forse noi come comunità dovremo riflette su tali fatti. Un ragazzo di 17 anni e’ morto scontrandosi con il suo motorino in viale degli Olmi, a Firenze, contro un altro scooter su cui viaggiavano due persone. Loro, 45 e 39 anni, sono rimaste ferite. Sempre a Firenze ieri una 22enne era morta in seguito a uno scontro tra il suo scooter e un autocarro. Grave la sorellina di 12 anni che viaggiava con lei.
Come associazione siamo più che mai vicini alle famiglie colpite da tali eventi, oggi è l’ennesima volta di un momento di silenzio, nel rispetto del dolore del dramma di familiari a cui la strada a chiesto il suo contributo di sangue. Ma come comunità rispettando il dolore dei familiari dobbiamo reagire a tali eventi, non considerando che tutto questo sia solo fatalità ho destino. Dobbiamo avere il coraggio in difesa della vita, affrontando la problematica ormai troppo evidente dalla cronache dei giornali, che abbiamo troppo assimilato come un fatto comune e guasi accettabile. Chi non l’ho può accettare, sarà sicuramente il familiare che ha subito.
Un ancorato appello. Fermiamo questa strage.
3 giugno 2010

Sergio Cianti Associazione La strada per amica

Dagli ultimi avvenimenti accaduti a Firenze e dopo il nostro ultimo comunicato, qualcosa si muove, siamo stati invitati da Italia 7 ad un incontro per giovedi 10 giugno ore 9 ad un dibattito saranno presenti il comandante polizia municipale di Firenze e l’assessore alla mobilità Massimo Mattei; inoltre il distretto scolastico di Campi Bisenzio ha indetto per le scuole un premio su lavori svolti dai ragazzi in merito alle problematiche della strada; uno dei premi è stato vinto dalla scuola ( Diego Cianti ) Vittima della strada. La premiazione avverà in Palazzo Vecchio (comunicheremo la data). E’ stata allestita una mostra dei lavori presso la scuola materna di via Prunaia che è stata visibile per due giorni.

Il “Mercoledì da Scrittori” incontra questa sera Emiliano Gucci, alle ore 21.00 al Teatro Dante

28 aprile 2010

Nuovo incontro della nota rassegna campigiana “Un Mercoled’ da Scrittori”, stasera ore 21.00 sempre al Teatro Dante. Ospite della serata EMILIANO GUCCI che presenterà il suo nuovo romanzo “L’umanità”.
Scrittore nato e cresciuto nella piana fiorentina, Emiliano Gucci ha esordito con “Donne e topi”, un irresistibile esordio dolce amaro che lo ha portato ad approdare a la Casa editrice Guanda dove ha pubblicato “Sto da cani” e “Un inquilina particolare”. L’umanità è il suo ultimo romanzo, una sorta di prova di maturità rispetto agli esordi ironici ma mai leggeri, un romanzo che racconta di un uomo smarrito alle prese con il tentativo di uscire da quel tunnel grande come una bocca che lo ha inghiottito tanto tempo fa, carambolando tra esistenze in apparenza insignificanti, marginali, minime. Una debolezza che si appoggia ad altre debolezze, un respiro corto che entra in un respiro universale e forse ritrova il ritmo giusto, il battito interiore, una verità.
L’incontro sarà condotto da Lorenzo Ballerini e accompagnato dalle letture del CIT di Campi Bisenzio.
Durante la serata sarà presentato il premio letterario “Raccontare la periferia”, promosso dal Gabinetto Vieusseux in collaborazione con la Comunità Le Piagge e la Cooperativa Macramè.

“Santa Maria della Consolazione di Limite”, presentazione ufficiale lunedì 1 febbraio alle 17,30 in Palazzo Bastogi

31 gennaio 2010

Lunedì 1 febbraio 2010 si terrà un importante evento per il Comune di Campi Bisenzio. Verrà infatti presentato da tre illustri professori il volume di Alessio Innocenti ed Enrico Sartoni, sulla chiesa di Santa Maria della Consolazione di Limite (località di Campi Bisenzio) già vincitore del premio Alessandra Mazzanti indetto dal Comune di Campi Bisenzio.
L’importante evento vede coinvolti il Comune di Campi, l’Università degli Studi di Firenze, l’Accademia delle Arti del Disegno, la New York University, e la Soprintendenza ai Beni Artistici.
Questa pubblicazione nasce come opera vincitrice del “Premio Alessandra Mazzanti”, istituito dal Comune di Campi Bisenzio con il duplice scopo di stimolare le ricerche storico-artistiche locali e di onorare la storica dell’arte “Alessandra Mazzanti”.
Nel 1441 anno in cui la nobile famiglia Davanzati acquistò alcuni poderi nel territorio di Campi Bisenzio, nacque l’oratorio di Santa Maria della Consolazione di Limite. Luogo di aggregazione e identità per la popolazione locale, sede di alcune compagnie religiose, questa chiesa ha racchiuso e custodito veri e propri tesori come la scultura “Sedes Sapientiae” di Tino di Camaino. Laici, chierici, fedeli, ladri e soldati, cinque secoli di storia civile attraverso un edificio religioso.L’opera è un pregevole studio in cui si narrano importanti convergenze nel territorio fra storia, arte e spirtualità religiosa.
E’ per me un grandissimo piacere segnalare a tutti i campigiani questa importante notizia promossa dalla Regione Toscana, che si terrà domani alle ore 17,30 presso la Sala delle Feste del Palazzo Bastogi in via Cavour 18 a Firenze.
All’evento saranno presenti: Marco Carraresi (Cons.regionale), Adriano Chini (Sindaco di Campi Bisenzio), Prof.Luigi Zangheri (Dipartimento di Restauro e Conservazione Beni Architettonici, Presidente dell’Accademia delle Arti e del Disegno), Prof.Bruno Santi (già Soprintendente ai Beni Artistici delle Provincie di Firenze, Prato e Pistoia e Sorpintendente all’Opificio delle Pietre Dure) ed il Prof.Stefano Albertini (Direttore della Casa Italiana Zerilli Marimò – New York University).

Premio Alessandra Mazzanti, vince un’opera sull’Oratorio di Santa Maria della Consolazione di Limite

7 gennaio 2010

Ricevo comunicazione dall’amico e storico Enrico Sartoni, che è uscito a dicembre il volume Santa Maria della Consolazione a Limite – Storia di un oratorio e di una comunità nel territorio di Campi Bisenzio di Alessio Innocenti e Enrico Sartoni, opera vincitrice del Premio Alessandra Mazzanti, il concorso di ricerche storico-artistiche e archeologiche che il Comune di Campi Bisenzio promosse quale riconoscimento alla nostra concittadina scomparsa nel gennaio 2005. I due giovani autori, che con le loro ricerche ci guidano alla scoperta di un bene storico che in questi ultimi decenni è stato offuscato dalla notorietà della vicina Chiesa di San Giovanni realizzata da Michelucci ma che invece rappresenta uno spaccato importante della nostra storia.
“Tutto è nato dalla passione con la quale Enrico Sartoni è cresciuto nella Pieve di Santo Stefano a Campi guidata da monsignor Francesco Socci – ci hanno spiegato – e la passione civile di quest’ultimo per l’arte e l’educazione”. Lì Enrico Sartoni ha conosciuto Alessio Innocenti che già aveva collaborato con le Suore dell’Istituto di Maria Santissima Addolorata anch’egli chiamato dall’allora pievano per valorizzare le opere d’arte e di fede presenti in Pieve e nei suoi depositi. All’interesse rivolto al luogo delle origini familiari, Innocenti è bisnipote della famosa levatrice Leda Ciofi, si univa quello legato agli studi universitari, giuridico archivistici l’uno, storico filosofici l’altro. Dopo tre anni di intensi lavori condotti con la collaborazione della dottoressa Maria Pia Zaccheddu funzionaria per Campi della Soprintendenza ai beni artistici e del professor Francesco Salvestrini dell’Università di Firenze si concretizzava la mostra dal titolo Vexilla Regis dedicata al veneratissimo Crocifisso della Pieve e agli ex voto ad esso donati, che i campigiani hanno potuto ammirare dal dicembre 2007 a gennaio 2008 nel teatro parrocchiale.
“Dalle ricerche che avevamo fatto per presentare quegli oggetti d’arte e di fede che i nostri antenati ci hanno lasciato – ci dicono Innocenti e Sartoni – al lavoro sulla vecchia chiesa di Limite il passo è stato breve. Si trattava di raccontare la storia di Campi in modo giovane e diverso unendo alla possibilità di riconoscersi in una vecchia foto d’epoca ad un attento studio su documenti inediti provenienti da un nutrito gruppo di archivi come finora non era mai stato fatto grazie anche alla collaborazione con l’Università e la Soprintendenza. Questo voluminoso libro è stato scritto ispirandosi al lavoro di Alessandra Mazzanti, grazie anche all’interessamento dell’allora sindaco Fiorella Alunni, e al pensiero di monsignor Francesco Socci di creare a Limite un museo perché tutti i campigiani potessero ammirare e conoscere le radici e i frutti della loro storia. Limite, una chiesa di cui non si conosceva quasi niente – sottolineano i due autori – si è rivelata, oltre ad uno scrigno di tesori, protagonista di una storia che dal 1200 quando per la prima volta compare il nome nei documenti è arrivata, come protagonista, fino a ieri. L’oggi segnato dalle impalcature e dai lavori da realizzare è rappresentato da questo libro che ne raccoglie il racconto di otto secoli. Ogni libro è un viaggio e per noi questo si è concluso con la pubblicazione del volume. Sono i lettori e i cittadini insieme ai nuovi rappresentanti della proprietà e del Comune a dover compiere sulle parole scritte il loro personale viaggio per poter comprendere l’importanza di realizzare quel sogno di restituire al territorio una perla della sua storia che non trova uguali nella provincia. A noi, giovani autori, resta il compito di usare il nostro archivio comunale, i documenti sparsi nel nostro territorio e i nostri monumenti come una bussola per orientare e rendere consapevoli i cittadini e i giovani delle nostre scuole verso un futuro che sempre è debitore del nostro passato”.
Il libro può essere richiesto all’Ufficio Stampa del Comune, piazza Matteotti 23, aperto lunedì,mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle 13 ed il giovedì pomeriggio dalle ore 15.30 alle 18.15.

Alessio Innocenti ed Enrico sartoni