Posts Tagged ‘poveri’

Gandola (Forza Italia): un ODG per difendere i finanziamenti ai più bisognosi

12 dicembre 2013

E’ scandaloso che in un momento di crisi come questo l’Unione Europea pensi di tagliare questi fondi.
Il Gruppo consiliare di Forza Italia del Comune di Campi Bisenzio comunica che: “Durante il prossimo Consiglio comunale sarà discusso un Ordine del Giorno a firma dell’intero gruppo di Forza italia contenente un appello al Governo e alle istituzioni sovra comunali affinché vi sia un impegno immediato atto al rifinanziamento del programma di aiuti ai cittadini indigenti che ricevono beni di prima necessità dagli enti caritatevoli italiani, quali ad esempio la Caritas, il Banco Alimentare e i Centri di Aiuto alla Vita.
Questo atto, presentato in termini simili anche in altri Consigli comunali nasce dall’esigenza di fare sentire alta la voce dei Comuni verso il Governo e più in generale verso l’Unione Europea, responsabile quest’ultima di aver chiuso il programma di “Aiuto agli indigenti” (Programma PEAD), con l’intento di sostituirlo con un non meglio precisato “Programma FEAD” che però è ancora lontano dall’essere creato e messo in funzione a livello di singoli paesi membri”.
I nostri Comuni – dichiara il Capogruppo di Forza Italia, Paolo Gandola – devono denunciare con forza che non si possono toccare le spese per i più poveri, né tantomeno andare a tagliare questi fondi con l’accetta. Pensare che il nostro Paese dal primo gennaio 2014 riceverà solo 35 milioni di fondi per contri i 100 attuali è un vero scandalo ed uno schiaffo al buon senso.
Mi auguro che il Governo e i nostri Europarlamentari facciano sentire alta la loro voce a Bruxelles ed evitino che milioni di persone già allo stremo, debbano compiere atti estremi per dimostrare le loro buone ragioni. In attesa di questa possibile negoziazione, però, il Governo deve immediatamente correre ai ripari e finanziare subito il “Fondo nazionale per gli aiuti agli indigenti”- creato in fretta e furia l’estate scorsa, ma ancora senza un euro – in modo tale che nessun ente caritatevole possa rimanere a secco di prodotti che servono per erogare pasti e beni di prima necessità alle persone bisognose. Secondo le ultime statistiche Istat in Italia i poveri sostenuti da questi enti sarebbero circa 4 milioni. E’ per queste ragione, che in occasione della giornata della Colletta alimentare, mi ero posto a testimonial dell’iniziativa pubblica di raccolta di alimenti nei supermercati. Ad oggi, fin quando non vi saranno novità che potranno rassicurarci, l’attività degli enti caritatevoli è rimessa praticamente ed esclusivamente e al buon cuore e alla solidarietà delle persone.
Il Gruppo consiliare di Forza Italia fa sapere, inoltre, che è aperto ad una collaborazione con la maggioranza consiliare e le altre forze politiche presenti in Consiglio, in particolare, prosegue il comunicato, qualora l’atto volesse essere controfirmato anche dagli altri gruppi consiliari siamo disposti a mettere in calce anche le loro firme.
“Su questi temi sarebbe opportuno che tutte le forze politiche lavorassero insieme, ne va della credibilità dell’intera classe politica campigiana – conclude Gandola”

Tragedie dell’immigrazione: i più poveri sono quelli che hanno solamente i soldi

5 ottobre 2013

Tanto si parla e tanto cordoglio viene espresso da tutti per la recente ed ennesima strage delle vittime dell’immigrazione clandestina a Lampedusa. Voglio anch’io esprimere tutta la mia rabbia per quanto accaduto e lo faccio proponendovi questo video del deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista, che a tale proposito ha preso la parola in aula con un discorso davvero unico, distinguendosi nel misero panorama politico italiano.

13° GIORNATA NAZIONALE della COLLETTA ALIMENTARE Sabato 28 novembre 2009, “Un semplice gesto di carità: condividere la propria spesa”

18 novembre 2009

Sabato 28 novembre 2009 si svolgerà in tutta Italia la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e dalla Compagnia delle Opere – Opere Sociali. In questa occasione sarà possibile aiutare concretamente i poveri del nostro Paese. Secondo un’indagine realizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà sono più di 3 milioni in Italia le persone che faticano ad acquistare cibo a sufficienza.
In oltre 7.600 supermercati più di 100.000 volontari inviteranno le persone a donare alimenti non deperibilipreferibilmente olio, omogeneizzati e alimenti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi in scatolache saranno distribuiti a circa 1,3 milioni di indigenti attraverso gli 8.000 enti convenzionati con la Rete Banco Alimentare (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.).
In occasione della “Colletta Alimentare” del 2008 oltre 5 milioni di italiani hanno donato 8.970 tonnellate di cibo per un valore economico di oltre 27.000.000 di euro. L’obiettivo di questa edizione della Colletta è quello di sensibilizzare ancora di più le persone a questo gesto di carità e alla condivisione dei bisogni di chi è in difficoltà.
Per introdurre al significato della Colletta Alimentare, viene proposta una frase che sottolinea il valore educativo dell’iniziativa:
“La confusione e lo smarrimento, in questo tempo di crisi, sembrano diventati lo stato d’animo più diffuso tra la gente. Imbattersi, però, in volti lieti e grati, per la sorpresa di essere voluti bene, scatena un desiderio e un interesse che trascinano fuori dal cinismo e dalla disperazione. Per questo anche quest’anno proponiamo di partecipare alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, perché anche un solo gesto di carità cristiana, come condividere la spesa con i più poveri, introduce nella società un soggetto nuovo, capace di vera solidarietà e condivisione del destino dei nostri fratelli uomini”.
La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è resa possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini e la Società San Vincenzo De Paoli, e gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del patrocinio del Segretariato Sociale della Rai e della Giornata Mondiale dell’Alimentazione.
A Campi Bisenzio i punti vendita che aderiscono all’iniziativa sono: Esselunga (via Magenta), Lidl (via Barberinese angolo via Tosca Fiesoli), Coop (via Buozzi), Panorama (I Gigli) e Penny Market ( via XIII Martiri a S.Piero a Ponti). Si può dare la propria disponibilità (graditissima) per fare il volontario su Campi Bisenzio chiamando Stefano Sadun ai numeri 340-3914490 e 055-890933.
Io ci sarò con le mie bimbe … venite anche voi …

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2008

16 novembre 2008

Sabato 29 novembre si svolgerà in tutta Italia la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e dalla Compagnia delle Opere Impresa Sociale. (Comunicato stampa in formato pdf). Sarà possibile in quell’occasione aiutare concretamente i poveri del nostro Paese che, secondo le ultime rilevazioni Istat (ottobre 2007), sono il 12,9% della popolazione italiana. In oltre 7600 supermercati più di 100.000 volontari, inviteranno le persone a donare alimenti non deperibili – preferibilmente olio, omogeneizzati ed alimenti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi in scatola – che saranno distribuiti a oltre 1.480.000 indigenti attraverso i più di 8,500 enti convenzionati con la rete Banco Alimentare (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.). In occasione della “Colletta Alimentare” del 2007 oltre 5 milioni di italiani hanno donato più di 8900 tonnellate di cibo per un valore economico pari a 26.299.000 euro. L’obiettivo di questa edizione della Colletta è quello di sensibilizzare ancora di più le persone a questo gesto di carità e alla condivisione dei bisogni di chi è in difficoltà. Per introdurre al significato della Colletta Alimentare, viene proposta una frase che sottolinea il valore educativo dell’iniziativa:

“La durezza del tempo presente colpisce ormai tutto il nostro popolo. La solitudine e la fragilità dei legami familiari e sociali rendono le persone ancora più povere, in uno scenario economico già allarmante.”

In questa situazione, il semplice gesto di carità cristiana, che è il condividere la propria spesa con il più povero, è come “accendere un accendino nel buio”. L’estraneità e la paura sono sconfitte, può nascere un’amicizia che rilancia nella realtà col gusto di essere nuovamente protagonisti, sostenendosi nella quotidiana fatica del vivere. Anche a Campi Bisenzio sarà possibile partecipare all’iniziativa. Nei supermercati Esselunga di via Barberinese, Coop di via Buozzi e l’ipermercato Panorama all’interno del centro commerciale I Gigli, volontari di alcune associazioni e parrocchie del territorio, coordinati dalla Misericordia di Campi Bisenzio, inviteranno le persone a donare alimenti non reperibili (olio, omogeneizzati ed alimenti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi in scatola). Il materiale raccolto verrà successivamente distribuito agli enti convenzionati con la rete del Banco Alimentare (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri di accoglienza). Per collaborare a questo gesto di generosità contattare Emanuele Bacci al numero 055 8966245, io ci sarò .. vi aspetto.

Scatta la colletta! Basta una macchina digitale e un po’ di inventiva. Ritrai i momenti, i volti, gli ambienti della Colletta Alimentare che ritieni più significativi e interessanti e inviali a comunicazione@bancoalimentare.it allegando i tuoi riferimenti. Le foto migliori potranno essere utilizzate, con la citazione dell’autore, nell’ambito delle campagne di comunicazione della Fondazione Banco Alimentare ONLUS.