Posts Tagged ‘polizia’

La scuola incontra la Polizia Municipale: Ciclo di incontri su ambiente ed educazione stradale

27 marzo 2014

Continuano gli incontri delle scuole con la Polizia Municipale, dopo il primo incontro che si è tenuto venerdì 21 con i bambini della scuola primaria (3 classi V della scuola Frà Ristoro e 2 classi V della scuola Lorenzo il Magnifico), sull’educazione ambientale, faunisticae venatoria, illustrando con l’ausilio di slide alcuni animaliselvatici (lupo, cervo, capriolo, daino, cinghiale, tasso) ed alcunespecie di uccelli, evidenziandone i comportamenti, le abitudini, i suoni e le tracce. Sono stati mostrati ai bambini alcune specie di animali: civetta, aquila reale, fenicottero rosa, tasso, volpe, scoiattolo. Al termine dell’incontro personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio ha fatto una breve introduzione sulle regole ed alcune norme comportamentali del Codice della Strada, soffermandosi sull’uso della bicicletta.
Domani 28 marzo, il tema dell’incontro con il personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio sarà l’educazione stradale: parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classi della 1^ media. L’ultimo appuntamento è per il 16 aprile sempre sull’educazione stradale al quale parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classidella 2^ media.
Le foto dell’incontro del 21 marzo

Frana l’argine della Marina, le ultime piogge hanno abbattuto un muro ultracentenario

5 marzo 2014

La pioggia e le recenti piene hanno provocato numerosi danni anche al torrente Marina, in questi ultimi giorni è avvenuta una frana per una lunghezza di 25-30 metri, che ha interessato l’argine del fiume vicino a via S.Quirico quasi all’altezza dell’azienda Ariete. La frana è stata provocata dalla pioggia che avendo intriso la terra dell’argine ha provocato una eccessiva pressione sul muro di contenimento che, al calare delle acque dell’ultima piena, ha finito con il cedere, cadendo nel letto del fiume (foto). In verità il muro ha origini ben più antiche; infatti la Polizia Idraulica, che nel frattempo sta iniziando i lavori di ripristino, ha riscontrato una iscrizione recante l’anno 1723 o 1793 su parte del manufatto. L’argine ha poi avuto modifiche a più riprese, ma vista la realizzazione in epoche molto remote, non ha retto ed ha finito con il disgregarsi definitivamente. I lavori inizieranno domani con uno sbancamento della parte in terra e la realizzazione di un muro di contenimento con pietroni. Un analogo lavoro è in via di esecuzione vicino al ponte della ferrovia in prossimità di Calenzano.

L'argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

L’argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Piena del Bisenzio: sfiorati i 4.80 metri a mezzanotte, chiuse alcune strade per allagamenti

18 gennaio 2014

E’ salito rapidamente il livello del Bisenzio dalle ore 16.00 di ieri fino a giungere ad un primo picco di 4.53 metri alle ore 19.15 superando il primo livello di guardia. Ma la pioggia incessante ha fatto rialzare il livello nuovamente fino a 4.80 metri alla mezzanotte di ieri. Alcune strade di Sant’Angelo, via Mamoli e via del Leone al confine con il comune di Prato sono state chiuse per allagamenti del manto stradale anche di decine di centimetri, dopo le 21.00, rendendo impossibile la distinzione fra la strada e i fossi laterali. Per tutta la sera i volontari della Protezione Civile, della Misericordia di Campi, della Pubblica Assistenza e della Fratellanza Popolare si sono prodigati a sopperire alle numerose chiamate di alcuni cittadini, riscontrando solo disagi non rilevanti. I Vigili Urbani sono intervenuti nella serata con gli operai del comune per la chiusura delle strade allagate, ed alle 22.30 si è tenuto un incontro anche con l’Assessore Nucciotti ed il Comandante della Polizia Municipale per programmare una serie di ronde di controllo al fiume ed agli argini con i volontari della Protezione Civile. Al momento (ore 3.00) il livello è in fase di calo abbastanza lento ma costante, permane tuttavia una certa dose di preoccupazione per la giornata di domani, essendo previste ancora piogge nell’alta Valle del Bisenzio. Vedi i livelli in tempo reale. Seguiranno aggiornamenti.

Partono i lavori di ripristino dell’argine crollato

9 gennaio 2014

Sono stati consegnati oggi da parte della Provincia di Firenze i lavori di ripristino dell’argine crollato la scorsa settimana, dove i volontari della Protezione Civile in collaborazione con la Polizia Idraulica Provinciale avevano realizzato una telonatura provvisoria, al fine di mettere in sicurezza la porzione di argine franata. I primi lavori riguarderanno l’apprestamento dell’area di cantiere, successivamente la Ditta appaltatrice andrà a realizzare una scogliera capace di garantire la tenuta dell’argine. Domani arriveranno le pietre che serviranno per la realizzazione della scogliera; la durata presunta dei lavori dovrebbe essere di circa 2 mesi.
“Ringrazio sentitamente l’Ing. Barchielli Stefano (Ufficiale Idraulico IV Tronco di custodia) – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Nucciotti – per il lavoro svolto nei giorni di allerta e per la celerità nell’assegnazione alla Ditta dei lavori di ripristino dell’argine, senza dimenticare il grande lavoro che i Volontari di Protezione Civile hanno svolto nei giorni scorsi e che quotidianamente, nelle emergenze svolgono”.

Gandola (Forza Italia) incontra il nuovo comandante della Polizia Municipale di Campi

5 dicembre 2013

Il Gruppo consiliare di Forza italia presso il Comune di Campi Bisenzio quest’oggi ha incontrato il nuovo Comandante della Polizia Municipale di Campi, dott. Di Vecchio per porgergli un doveroso saluto istituzionale e al contempo augurargli buon lavoro. Durante l’incontro, che si è protratto per una quarantina di minuti, il Capogruppo di Forza Italia, Paolo Gandola e la Consigliera Chiara Martinuzzi hanno consegnato al neo Comandante il dossier sulla sicurezza che il Pdl aveva stilato durante la scorsa primavera e che fu oggetto di un apposito incontro con il Prefetto di Firenze.
I Consiglieri comunali, durante l’incontro, hanno chiesto delucidazioni sulle priorità che il nuovo Comandante vorrà porre in essere per rendere Campi più sicura e hanno chiesto un intervento specifico della Polizia Municipale in alcune situazioni di particolare degrado che interessano la città della Piana. Inoltre, il Capogruppo Gandola ha richiesto che la Polizia Municipale ponga maggiore attenzione alle situazioni di illegalità all’interno delle zone industriali con particolare riferimento al mondo dell’imprenditoria straniera, cinese in primis.
Il Comandante da parte sua ha puntualmente evidenziato quelle che sono le sue linee guida per il futuro nell’ambito della gestione del corpo di polizia e ha evidenziato come vi sia l’esigenza di lavorare efficacemente con le risorse economiche ed umane che si hanno a disposizione. In ogni caso, la visita del gruppo consiliare è stata particolarmente gradita dal Comandante il quale ha altresì auspicato un rapporto franco e di reciproca collaborazione anche per il futuro.
Gandola e Martinuzzi dichiarano: “l’incontro ci ha particolarmente sollevati. E’ stato possibile constatare una certa discontinuità con la precedente guida del corpo di polizia e colloquiando con il Comandante abbiamo potuto percepire che sono ben chiari i principali problemi sui quali intervenire. Tutto questo ci solleva e ci rincuora. Da parte nostra non mancherà un doveroso e corretto rapporto di collaborazione con il Comandante e dunque richiederemo altri diversi incontri ogniqualvolta questi si rendano necessari”.

Campi Bisenzio: Obiettivo Sicurezza stradale, controlli a tappeto nelle due giornate del 12 e 26 ottobre

11 ottobre 2013

1378515_1425641270996481_571723728_n

Nelle due giornate di sabato 12 e 26 ottobre dalle ore 15.00 alle 19.00 si svolgeranno controlli di Polizia Stradale sia sulle arterie principali di Campi Bisenzio, sia all’interno delle varie frazioni (alcune di esse). Nello specifico due pattuglie di agenti, per ogni giornata, si apposteranno sul territorio e faranno controlli di routine utilizzando tutti gli strumenti in dotazione alla Polizia Municipale tra cui il “pre-test” o “Alcoblow”, nuovo acquisto del Corpo. Sicurezza stradale: in poche parole è questo uno dei diversi e importanti obiettivi prefissati dalla Polizia Municipale di Campi Bisenzio che, tra le altre cose, rivolge particolare attenzione a quello che è un aspetto a volte sottovalutato ma di assoluta importanza nella vita di tutti i giorni: la circolazione stradale.
“Particolare attenzione – precisa Taira Bartoloni, Assessore alla Città Collegata (Viabilità, Trasporti, Polizia Municipale) del Comune di Campi Bisenzio – meritano i temi della sicurezza stradale, considerando la prevenzione una delle vie più efficaci per la diminuzione degli incidenti stradali. Fornire quindi alle Forze dell’Ordine i mezzi necessari a rendere più efficaci i controlli stradali e contemporaneamente informare i cittadini dell’intensificazione dei controlli, induce i guidatori a comportamenti più corretti e prudenti. Continueremo pertanto a promuovere iniziative volte a monitorare costantemente il rispetto delle norme stradali nel rispetto di tutti.”

Via Tosca Fiesoli si tinge di rosso e scatta l’emergenza con ARPAT e Protezione Civile

25 maggio 2013

Un misterioso liquido rosso è stato disperso questa mattina, sulla carreggiata della Via Tosca Fiesoli in direzione ed in prossimità di S.Giorgio a Colonica. La quantità maggiore è stata riscontrata alla curva prima delle abitazioni a circa metà strada fra Campi e S.Giorgio e dopo un primo intervento di Quadrifoglio, si è reso necessaria anche la presenza della Protezione Civile e dell’ARPAT per analizzare la tipologia di liquido che potrebbe rischiare di inquinare le falde acquifere. La presenza di una pattuglia della Polizia Municipale ha scongiurato la possibilità che le auto e la fitta pioggia potessero spandere nel campo vicino parte del liquido non ancora analizzato. Il colore rosso è presente comunque su quasi tutta la via ed è probabile che sia fuoriuscito da un automezzo provvisto di cisterna.

Parte del liquido rosso probabilmente colorante tessile disperso sulla carreggiata

Il liquido rosso probabilmente colorante tessile disperso sulla carreggiata

Le nuove pagine web della Polizia Municipale di Campi Bisenzio

15 febbraio 2013

Dal 4 febbraio il sito web del Comune di Campi Bisenzio si è arricchito di nuove informazioni per il cittadino da parte del comando della polizia municipale, con delle nuove pagine web.
Oltre ad un miglioramento complessivo delle informazioni sulla struttura del Corpo Polizia Municipale, fra l’altro recentemente riorganizzato in base alle direttive della deliberazione della Giunta Comunale n. 190 in data 2 agosto 2012, si è cercato di offrire ai cittadini uno strumento di aiuto semplice e pratico.
Per questo è stata aggiunta una sezione dal nome “Come fare per … ?
In questa sezione, sotto forma di domande, vengono fornite una serie di informazioni utili, in forma molto semplice.
Un esempio per tutti: “Ho visto o mi è accaduto un incidente. Chi devo chiamare?
Facendo click sulla domanda si apre una pagina apposita che riporta una serie di informazioni semplici e chiare, fra le quali, per esempio:
– “Qualora si sia coinvolti o si assista ad un incidente stradale con feriti la prima cosa da fare è chiamare il numero nazionale 118.
In questo caso, sarà direttamente l’operatore del 118 che provvederà a richiedere l’intervento di un organo di polizia stradale (Polizia Municipale o Carabinieri).
E’ possibile comunque richiedere direttamente l’intervento della Polizia Municipale allo specifico numero telefonico del pronto intervento: 055 890544.
Vengono forniti anche consigli sul comportamento da tenersi, come segue:
“…Attenzione: … Allontanarsi dal luogo del sinistro qualora si sia coinvolti (anche se non responsabili) è un fatto molto grave, che può costituire reato.” e “In attesa dell’organo di polizia stradale i veicoli non devono essere spostati.“.
In definitiva si è cercato di mettersi nei panni del cittadino che quotidianamente si rivolge alla Polizia Municipale, fornendogli una serie di risposte a quelli che sono i quesiti ricorrenti.

Le nuove norme sull’immigrazione: Incontro-dibattito e presentazione dell’omonimo libro di Sergio Bedessi e Fabio Piccioni

12 marzo 2012

Un appuntamento per conoscere e comprendere meglio le norme in materia di immigrazione attraverso un incontro dibattito sull’immigrazione e integrazione nel contesto campigiano, che avrà luogo, domani, martedì 13 marzo alle 18.00, alla presenza del Sindaco di Campi Adriano Chini, del presidente del Centro Universitario di Studi Strategici ed Internazionali, prof. Umberto Gori, del comandante della Polizia municipale di Campi Bisenzio, Sergio Bedessi, dell’ avvocato penalista del foro di Firenze, Fabio Piccioni e del direttore di “Metropoli” Fabrizio Nucci. Ciascuno dei relatori svilupperà un argomento relativo ai problemi e alle normative legate all’immigrazione. E’ stato invitato a partecipare alla serata anche il Console della Repubblica Popolare Cinese in Firenze, Li Runfu. Il dibattito prende spunto dalla pubblicazione del recente libro scritto proprio da Sergio Bedessi e Fabio Piccioni  “Le nuove norme sull’immigrazione. Libera circolazione dei cittadini comunitari e rimpatrio degli stranieri dopo la legge 129/2011”, che sarà presentato durante la serata. Il volume è un commentario che si propone di offrire agli operatori del diritto uno strumento informativo in merito al decreto legge 89/2011 che l’Italia ha recepito, seguendo le direttive europee in materia di libera circolazione dei cittadini comunitari e del rimpatrio degli stranieri irregolari. «Il volume – commenta Bedessi – vuole fornire agli organi pubblici e gli addetti ai lavori uno strumento pratico di interpretazione delle norme in oggetto, un mezzo informativo snello, volto a favorire la comprensione dei nuovi congegni giuridici».
L’entrata in vigore del D.L. 89/2011, convertito con modifiche nella Legge 2 agosto 2011, n. 129, riguardante l’attuazione delle direttive europee in materia di libera circolazione dei cittadini comunitari e di rimpatrio degli stranieri irregolari, ha introdotto importanti riforme che hanno inciso in modo rilevante, sia sulla disciplina dei cittadini dell’Unione Europea (D.Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30), sia sul Testo unico dell’immigrazione (D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286). L’emanazione, immediatamente successiva, del D.Lgs. 1° settembre 2011, n. 150, recante disposizioni per la riduzione e la semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ha poi ulteriormente modificato il quadro giuridico-normativo relativo alle norme sulla libera circolazione e l’immigrazione. Questo breve commentario si propone di offrire agli operatori del diritto uno strumento informativo snello, volto a favorire la comprensione dei nuovi congegni giuridici. Il testo procede con l’analisi e la descrizione della normativa, prefigurando le ricadute derivanti dall’impatto delle nuove disposizioni nel tessuto normativo, ponendo in evidenza la peculiarità delle singole scansioni al fine di individuare i problemi esegetici offerti alla riflessione giuridica.
Sergio Bedessi, Comandante della polizia municipale di Campi Bisenzio (FI), autore di articoli e testi in materia di sicurezza urbana ed organizzazione della polizia locale. Fabio Piccioni, Avvocato del Foro di Firenze, docente alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, master universitari e corsi di formazione e aggiornamento, è autore di varie pubblicazioni in materia di diritto penale e amministrativo sanzionatorio.

Buon Anno 2011 .. e attenti ai botti !! alcuni consigli su come usarli ..

31 dicembre 2010

Il Blog di Campi Bisenzio augura a tutti i visitatori ed ai campigiani l’Augurio per un proficuo e felicissimo Anno Nuovo.

Al fine di sensibilizzare all’uso dei botti di fine anno riporto alcune notizie reperite in rete. Come ogni anno, decine di quintali di botti di capodanno illegali e pericolosi, vengono sequestrati da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Una corsa contro il tempo perche’ il mercato risulta pericolosamente vivo nonostante i controlli e i continui appelli contro l’uso di materiale pirotecnico fuorilegge che non rispetta nessuna regola di sicurezza, materiale costruito artigianalmente con prodotti scadenti. Secondo le statistiche i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni sono i più colpiti dalle esplosioni e gli organi più interessati sono mani e occhi e anche se può sembrare strano, molti incidenti avvengono il “giorno dopo” a causa dei botti inesplosi abbandonati in strada. Massima attenzione perche’ potrebbero esplodere da un momento all’altro non toccateli ma chiamate subito il 113. Ecco quanto consiglia la Polizia di Stato sull’uso corretto dei fuochi di artificio. E buon divertimento !

Divertitevi ma attenzione a quello che acquistate e a come lo utilizzate. I poliziotti esperti, specializzati nella lotta alla diffusione di materiale pirotecnico pericoloso e illegale, consigliano prima di tutto di prestare particolare attenzione ai “botti” e cioè quei fuochi artificiali che hanno l’effetto scoppio. In particolare devono essere assolutamente evitati quelli illeciti o privi di etichetta, perchè particolarmente pericolosi. Questi contengono, infatti, potenti miscele esplodenti che possono produrre gravi danni. Gli incidenti più gravi derivano quasi sempre dalla mancata adozione delle misure di sicurezza. Spesso si crede di essere coraggiosi usando i fuochi in modo spavaldo. Ma non è così. I ragazzi tra gli 11 e i 14 anni sono i più colpiti dalle esplosioni e gli organi più interessati sono mani e occhi. Molti incidenti poi avvengono il “giorno dopo” a causa dei botti inesplosi che si trovano per strada.
Ricordate che..tutti i prodotti pirotecnici, compresi quelli di libera vendita che si possono acquistare anche nei supermercati, nelle cartolerie ed in esercizi non specializzati, NON sono MAI destinati ai bambini. Chi vende prodotti pirotecnici, anche “di libera vendita”, a minori di anni 14 è sempre perseguibile a norma di legge. Chi ha più di 14 anni può acquistare ed utilizzare solo i prodotti pirotecnici “di libera vendita”, ma mai quelli di V e IV categoria, destinati solo ad un consumatore adulto ed autorizzato (quando non, addirittura, limitati al solo uso professionale).

No alle armi: sparare in luogo pubblico con fucili, pistole e, in taluni casi, anche con armi giocattolo, oltre a essere pericolosissimo è un reato punibile con l’arresto. Basti pensare che un colpo di pistola, e ancor più quello di una carabina, può essere lesivo a molte centinaia di metri e che “sparando in aria” NON si ESCLUDE il rischio di arrecare lesioni gravi o addirittura la morte ad altri. Occorre stare alla larga da chi vuole “festeggiare” in questo modo e denunciarlo subito alle Forze di polizia.
Bancarelle a rischio: per acquistare prodotti pirotecnici è necessario rivolgersi sempre a commercianti autorizzati. Da evitare le bancarelle improvvisate, ad esempio prive di licenza di commercio per i prodotti declassificati. Diffidare inoltre di prodotti privi di un’etichetta che indichi, con gli estremi dell’autorizzazione del Ministero dell’Interno, (Nr. protocollo e data), istruzioni chiare sull’utilizzo del prodotto.
Seguire sempre le istruzioni: leggete e seguite attentamente le istruzioni d’uso riportate sull’etichetta o i fogli illustrativi che accompagnano il prodotto. Anche le innocue “stelline”, solitamente utilizzate dai bambini, se maneggiate senza le dovute attenzioni, possono causare lesioni gravi.
Accensione: accendete un fuoco alla volta e state attenti che al momento dell’accensione, non ci siano altri fuochi vicini. Durante l’uso teneteli lontano da prodotti infiammabili (tende, divani, tappeti, alcool o benzina, sterpaglie secche, ecc.).
Abiti: attenzione agli abiti che indossate quando usate un fuoco d’artificio. Mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in micidiali trappole.
Solo all’aperto: accendeteli solo all’aperto, il più possibile lontani dalle abitazioni. Razzi ed altri artifizi di qualsiasi natura non devono essere mai puntati verso le finestre o i balconi di costruzioni vicine e tanto meno in direzione di persone. Verificate, per le “fontane luminose” o i fuochi aerei, l’altezza che sarà raggiunta dalla fiamma o dagli altri effetti ed evitate, comunque, di collocarli sotto balconi o alberi.
Fissare a un sostegno: se possibile e se previsto dalle istruzioni per l’uso, fissate con cura il fuoco artificiale ad un sostegno prima della sua accensione, controllando che la traiettoria sia libera, e allontanatevi subito dopo l’accensione per godervi a distanza lo spettacolo.
Micce corte: le micce o gli inneschi dei fuochi pirotecnici sono piuttosto corti e/o abbastanza rapidi nella combustione, ma devono sempre lasciare il tempo all’utilizzatore di porsi a distanza di sicurezza dopo l’accensione. Non in ogni caso di apparente mancato funzionamento, però, si deve pensare che la miccia o innesco si siano necessariamente spenti. Può darsi, invece, che a causa di un difetto costruttivo del prodotto, la miccia abbia un funzionamento molto più lungo del normale, inducendo ad avvicinarsi al fuoco proprio nel momento in cui esso si attiva, con intuibili gravi pericoli per l’incolumità dell’utilizzatore. Altrettanto pericoloso è l’uso di fuochi artificiali destinati a professionisti (normalmente di IV Categoria) che presentino una “miccia rapida”. In questo caso l’accensione del prodotto è praticamente immediata e il consumatore rischia seriamente di essere investito dagli effetti del pirotecnico.
Mancato funzionamento: in tutti gli altri casi di malfunzionamento di un prodotto pirotecnico non toccatelo e non vi avvicinate. Potrebbe innescarsi anche a distanza di tempo e provocare gravi danni alla persona.
Pirotecnici inesplosi: se vi trovate in prossimità di un pirotecnico inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Avvertite le forze di polizia, anche in forma anonima.
Trasporto e fiamme libere: evitate di trasportare notevoli quantitativi di materiale pirotecnico in una normale autovettura. Non maneggiate mai fuochi in prossimità di fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette), non collocateli né utilizzateli vicino a liquidi o contenitori di gas infiammabili. Il trasporto professionale dei pirotecnici deve sempre avvenire nel rispetto delle norme del Codice della Strada.
Segnalazioni in forma anonima: segnalate alle Forze di polizia eventuali vendite a minorenni o qualsiasi altra attività che al momento può sembrare illecita o pericolosa.

Ai più piccoli:

Non usate fuochi d’artificio proibiti. Acquistate solo quelli consentiti e lasciate che ad accenderli sia un adulto (mamma o babbo). Se un fuoco d’artificio non si accende subito non ritentate, buttatelo via.
Usate i fuochi d’artificio all’aperto, lontano dalle persone e da materiale infiammabile.
Riparatevi in un posto sicuro quando qualcuno usa i fuochi d’artificio.
Non raccogliete i fuochi non esplosi che trovate per la strada, sono pericolosissimi.
L’uso improprio dei fuochi d’artificio, di qualunque tipo, può puoi ustionarvi e si può perdere l’uso delle dita, delle mani, della vista, o andare incontro anche a lesioni più gravi.
Non manipolateli troppo e non accorpateli perchè rischiano di scoppiare in maniera anomala. Per le Fontane, trottole, fumogeni, petardini, miccette e girelline occorre allontanarsi quando la miccia è stata accesa.
Con bottigliette a strappo, pistole a strappo e snappers non si deve mirare mai contro le persone.
Candeline o stelline si possono usare anche in casa ma vanno tenute lontano dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili. Attenzione infine alle persone accanto: una scintilla potrebbe colpire negli occhi o sulla pelle causando gravi ustioni.