Posts Tagged ‘peep’

Ordine del giorno Consiglio comunale del 30 novembre 2009

29 novembre 2009

Un nuovo consiglio comunale è previsto per lunedi’ 30 novembre alle ore 15.00, presso la Sala Consiliare “Sandro Pertini”, in Piazza Dante 36. I punti iscritti all’ordine del giorno sono i seguenti:
– Comunicazioni del Presidente, del Sindaco e quesiti a risposta immediata.
– Proposta di deliberazione: Approvazione dei verbali delle sedute consiliari del: 10 e 29 giugno, 9 e 23 luglio, 29 settembre e 15 ottobre 2009. (Ufficio Presidenza del Consiglio).
– Proposta di deliberazione: Aree Peep – Eliminazione del vincolo convenzionale del prezzo massimo di cessione. ( Settore Gestione del Territorio).
– Proposta di deliberazione: Variante al regolamento urbanistico comunale per inserimento Bretella autostradale Lastra a Signa – Prato e opere collaterali, ricadenti nel territorio campigiano. Controdeduzioni alle osservazioni e approvazione. (Settore Gestione del Territorio).
– Proposta di deliberazione: Variazione di assestamento del Bilancio di Previsione 2009, ai sensi dell’art.175 comma 8, D.Lgs.267 del 18/08/2000.
– Mozione: Gestione del territorio e strumenti di pianificazione: affidamento d’incarico per la progettazione delle varianti agli strumenti urbanistici vigenti, presentata dai consiglieri comunali G. Brandino, A. Tesi, L. Bicchierai, R. Viti, A. Esposito, B. Bresci.
– Mozione: Il giorno della liberta’ , la caduta del muro di Berlino, presentata dal consigliere comunale M. Biagiotti del gruppo “P.D.L”.
– Mozione: Provvedimenti a sostegno delle donne in gravidanza o delle famiglie con prole neonatale, presentata dai consiglieri comunali M. Biagiotti, M.Lensi, R. Valerio, L. Campagni del gruppo “P.D.L.”.
– Ordine del Giorno: Cordoglio per le vittime italiane in Afghanistan, presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
– Ordine del Giorno: Piu’ attenzione alla scuola, presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
– Ordine del Giorno: Cordoglio per tutte le vittime della guerra e per il ritiro delle truppe italiane e Nato dall’Afghanistan, presentato dal consigliere comunale S. Targetti del gruppo “La Sinistra, L’Arcobaleno”.
– Ordine del Giorno: Stazione di San Donnino, presentato dai gruppi consiliari “P.D.”, “Italia dei Valori”, “Partito Socialista”, “Per un Buon Futuro”.
– Ordine del Giorno: Sentenza della Corte per i diritti dell’uomo sul Crocifisso nelle scuole pubbliche, presentato dal consigliere comunale P. Fedi del gruppo “U.D.C.”.
– Ordine del Giorno: Revisione e limiti dello strumento delle D.I.A., presentato dal consigliere comunale A. Esposito del gruppo consiliare “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore”.
– Ordine del Giorno: sulla gestione dell’acqua, bene comune, presentato dal consigliere comunale S. Targetti del gruppo consiliare “La Sinistra, L’Arcobaleno”.
– Interrogazione: Sui cantieri stradali nel Comune di Campi Bisenzio, presentata dal consigliere comunale P. Fedi del gruppo consiliare “U.D.C.”.
– Interrogazione: Inquinamento Fosso Macinante, presentata dal consigliere comunale L. Campagni del gruppo “P.D.L.”.
– Interpellanza: Stato di degrado della frazione di San Donnino, presentata dal consigliere comunale L.Campagni del gruppo consiliare “P.D.L.”.

Riparte il riscatto delle aree Peep

19 febbraio 2008

Riparte l’operazione avviata nel 2003, riguardante la concessione dei diritti di proprietà per le aree Peep già concesse in diritto di superficie e che risultano ancora parzialmente di proprietà del Comune. Infatti la legge finanziaria 1999 ha dato ai Comuni la facoltà di cedere in proprietà le aree comprese nei PEEP – Piani di Edilizia Economica e Popolare, già concesse in diritto di superficie, agli attuali proprietari degli alloggi dietro pagamento di un corrispettivo.
Cos’è il PEEP ed il Diritto di superficie ? Per diritto di superficie si intende il diritto di mantenere l’edificio sul terreno di proprietà del Comune solo per il numero di anni previsto dalle convenzioni. Scaduto il termine anche il fabbricato diviene di proprietà del Comune oppure, si può procedere al rinnovo del diritto di superficie, dietro versamento di un nuovo corrispettivo. Si ricorda che il PEEP era attuato dai Comuni attraverso l’acquisizione di aree mediante esproprio da assegnare, parte in proprietà e parte in diritto di superficie, agli enti costruttori (cooperative, Iacp, imprese) che dovevano poi metterli a disposizione solo di coloro i quali possedevano i requisiti previsti dalla legge.
I requisiti per divenire proprietari di un appartamento su di un’area in diritto di superficie erano: risiedere od avere l’attività lavorativa nel Comune, non possedere altro idoneo appartamento e rientrare nei limiti di reddito previsti dalla legge. Nelle convenzioni con cui il Comune ha concesso il diritto di superficie sono stati previsti i vincoli (requisiti soggettivi degli acquirenti e determinazione del prezzo di vendita o di locazione) che anche oggi, in caso di vendita o locazione degli appartamenti, il proprietario venditore deve rispettare per non incorrere nelle sanzioni previste (decadenza dal diritto di superficie, sanzioni pecuniarie). Le zone interessate sono : il capoluogo, Capalle Ovest, Il Rosi, Padule, La Villa, San Piero a Ponti, San Donnino e San Martino. Tale riscatto comporta la cessazione di ogni vincolo di proprietà sul terreno a favore dei cittadini in diritto di superficie e diverse migliaia di euro nelle casse del Comune. Il prezzo di cessione viene determinato in base a delle tabelle che variano periodicamente ed anche in relazione al costo della vita (Istat). I pagamenti possono essere effettuati a rate. Per maggiori informazioni e per il ritiro della modulistica è necessario contattare l’Ufficio Edilizia Pubblica del Comune in Piazza Dante.