Posts Tagged ‘palestina’

Venerdì 5 Luglio, al K100 serata per la realizzazione di un video/documentario sulla Palestina

4 luglio 2013

Presso il Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio, domani venerdì 5 Luglio, serata per la “realizzazione di un video/documentario che effettueranno due compagne in Palestina”.
Ore 20.00 cena palestinese, menù:
Hummus di ceci (crema di ceci)
Baba ghanoush (crema di melanzane affumicate)
Pita con sesamo e za,atar (pani con semi, timo e varie erbe essiccate)
Bulgur tabbouleh (grano spezzato con prezzemolo, limone, frutta secca, uvetta, menta, verdure)
Falafel (polpette di ceci, spezie e prezzemolo)
Kefta (polpette di manzo stufate con verdure)
Musakhan (pollo al fresco aroma del sommacco e delle cipolle caramellate)
Dolci di semolino al cocco e al limone
Ore 21.30 proiezione di Roadamap to Apartheid
“Attingendo dalla loro esperienza personale, i registi Ana Nogueira (una bianca sudafricana) e Eron Davidson (un ebreo israeliano) esaminano in modo efficace e approfondito le analogie tra le forme sudafricane e israeliane di Apartheid.
Narrato da Alice Walker (Premio Pulitzer per Il Colore Viola), Roadmap to Apartheid (www.roadmaptoapartheid.org) riguarda tanto l’ascesa e il declino dell’Apartheid in Sudafrica quanto il perchè tanti palestinesi sentono di vivere oggi in un regime di Apartheid mentre un numero crescente di persone in tutto il mondo è d’accordo con loro”
Prenotazione per la cena gradita: 3292451019 o email a info@k100fuegos.org

p_041_palestina_roadamap_to_apartheid

Ricordare Vittorio Arrigoni in una cena sociale al K100 per l’asilo in Palestina

17 aprile 2013

Sabato 20 aprile 2013 avrà luogo una serata finanziamento per la costruzione di un asilo in Palestina, intitolato a Vittorio Arrigoni, mediante una cena organizzata e cucinata dal Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio.
Alle ore 20:00 cena sociale che potrà essere anche vegetariana (avvisando con dovuto anticipo). L’asilo che prenderà il nome di “Vittorio Arrigoni” è in costruzione presso il campo profughi di Khan Younis nel sud di Gaza e per serve (si legge nella nota) anche rinnovare la memoria e l’attivismo di Vittorio nel secondo anniversario del suo assassinio. Al termine della cena si terrà un concerto reggae con Il Generale (ore 22:30).Per info e prenotazioni: e-mail: info@k100fuegos.org, cell: 3292451019
p_019_serata_cena_palestina_reggae_il_generale

Quale futuro per la Palestina ? il Camilo Cienfuegos organizza una serata per sostenere l’Ass.Italo-Palestinese

11 novembre 2011

Partecipa alla manifestazione del 14 Maggio a Roma per Freedom Flottilla 2 con il K100fuegos di Campi

8 maggio 2011

Ricevo e pubblico.

Come compagni/e di Firenze invitiamo a partecipare alla manifestazione del 14 Maggio a Roma in sostegno della Freedom Flottilla 2. Un pulman partirà da Firenze e saremo presenti dietro lo striscione “Con il popolo e la resistenza palestinese”. Per sostenere la Freedom Flottilla, per Vittorio Arrigoni, per la Palestina libera.
Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos (Campi B.), CPA Fi-sud, Collettivo Scienze Politiche
Partenza ore 9.30 Viale Guidoni (davanti al mercato ortofrutticolo di Novoli)
Costo 10 euro – Necessario prenotare prima. Per info e prenotazioni: info@k100fuegos.org oppure 329-2451019
Con il vento del sud
Con Vittorio e la Palestina nel cuore
Con la Freedom Flotilla per la fine dell’assedio di Gaza
Sabato 14 maggio manifestazione nazionale a Roma
Quello che viviamo non è un momento qualsiasi. Quello che viviamo è un momento di grandi lotte, grandi speranze, ma anche grandi oppressioni. Il vento del sud, quello che si alza dalle sollevazioni che percorrono da mesi il mondo arabo, è destinato ad arrivare anche sulla nostra sponda del Mediterraneo. E’ un messaggio di liberazione che chiama all’unità, alla solidarietà, alla fratellanza, alla lotta contro l’ingiustizia. Chi si riconosce in questi ideali è dunque chiamato all’azione.
C’è un luogo dove l’oppressione è concentrata come da nessun’altra parte, e dove massimo è il bisogno della solidarietà internazionale: questo luogo è la Palestina, ed in particolare la Striscia di Gaza sottoposta da anni al barbaro e disumano assedio di Israele. Proprio per contribuire a porre fine a questo assedio, nella seconda metà di maggio una flotta composta da navi provenienti da più di 25 paesi si dirigerà verso Gaza per portare solidarietà ed aiuti umanitari al milione e mezzo di persone rinchiuse in quella immensa prigione a cielo aperto. E’ la Freedom Flotilla 2, che vuole continuare l’opera della prima flottiglia attaccata lo scorso anno dalla marina israeliana, con l’assassinio impunito di nove attivisti.
Affinché questa missione abbia pieno successo occorre una vasta mobilitazione, una continua pressione e vigilanza sui governi dei paesi coinvolti. Un’azione tanto più necessaria in Italia, con un governo che si distingue per il suo totale e acritico sostegno anche alle più feroci operazioni (vedi Piombo fuso) dei governi israeliani. Il nord ed il sud del Mediterraneo devono unirsi in un’unica battaglia di liberazione.
Oggi, mentre i popoli arabi chiedono libertà, democrazia e giustizia sociale, le grandi potenze rispondono con i bombardamenti, con oscure manovre per osteggiare il cambiamento, con la criminalizzazione degli immigrati che fuggono dalla miseria e dalla guerra. Mentre la storia si muove davanti ai nostri occhi, i governi occidentali ripropongono la loro logica di sfruttamento neo-colonialista dei popoli e delle loro risorse.
Il 14 maggio manifesteremo per la Freedom Flotilla, ma manifesteremo anche per dimostrare che l’Italia non è né Berlusconi, né chi ha approvato la partecipazione alla guerra della Nato, perché c’è un popolo che si oppone all’oppressione ed alla guerra e che vuole la libertà per il popolo palestinese.
Per la fine dell’assedio di Gaza!
Per il diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese!
Per il sostegno alle lotte dei popoli arabi per la libertà e la giustizia sociale!
Per dare continuità al lavoro di Vittorio
ROMA, 14 MAGGIO
Manifestazione nazionale:
Coordinamento Nazionale della Freedom Flotilla Italia

“Palestina: una terra cancellata dalle mappe. Dieci domande sul sionismo” presentazione del libro al K100 di Campi

6 ottobre 2010

Venerdì 8 Ottobre ore 21.30 presso il Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio si terrà la presentazione del libro : “Palestina: una terra cancellata dalle mappe. Dieci domande sul sionismo”, alla quale interverranno Mila Pernice e Cinzia Nachira.
Il libro “Palestina: una terra cancellata dalle mappe” (edizioni Rinascita, 268 pagine, 13 euro) contiene gli interventi di: Mila Pernice, Gustavo Pasquali, Miryam Marino, Cinzia Nachira, Wasim Dahmash, Stefania Limiti, Kutaiba Yunis, Maurizio Musolino, Sergio Cararo, Michael Warschawski, Jeff Halper, Bassam Saleh, Silvano Falessi, Martina Pignatti, Michele Giorgio, Paola Canarutto e Giorgio Forti, Fawzi Ismail, Vera Pegna, Nicholas Shahshahani, Marco Benevento, Collettivo Autoganizzato Universitario di Napoli, Brigate di Solidarietà e per la Pace, Coordinamento provinciale di solidarietà con il popolo palestinese di Pisa. Inoltre ci sono contributi di Stefano Chiarini e Maurizio Matteuzzi, Danilo Zolo, Tariq Ali, Mauro Manno, Brian Klug e alcune pagine di testimonianze fotografiche, di bibliografia e sitografia.
A seguire i Fratelli Rossi e la Banda K100 in concerto.

La Tana della Iena, in scena al cantiere sociale Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio

20 novembre 2009

Sabato 21 novembre 2009, alle ore 22.30 al cantiere sociale Camilo Cienfuegos in via Chiella n°4 a Campi Bisenzio (www.k100fuegos.org) si terrà lo spettacolo teatrale la “Tana della iena”Storia di un ragazzo palestinese.

“LA TANA DELLA IENA”
Storia di un ragazzo palestinese
dal libro “la tana della iena” di Hassan Itab
Nessuno racconta che un bambino di nove anni in Palestina
ha davanti a sé un solo destino: la guerra.
Nessuno racconta che a quell’età è già costretto a difendere
la propria terra, la propria libertà e la propria vita.
Con “La Tana della iena” Narramondo Teatro racconta
la storia di un bambino palestinese che lotta.

È Hassan che ci parla dal carcere romano in cui è rinchiuso. Lo seguiamo in un viaggio a ritroso nel tempo, un viaggio che parte da quella bomba lanciata in via Bissolati che gli è costata diciott’anni di prigione, passa per la scuola militare, iniziata a nove anni, e si spinge indietro fino all’infanzia trascorsa nel campo profughi di Sabra e Chatila, dove nel 1982, grazie alla copertura dell’esercito israeliano, i falangisti uccisero sua madre e i suoi fratelli, insieme a migliaia di altri palestinesi.
Raccontare “La tana della iena” rappresenta una doppia sfida. Una sfida per il narratore, che deve vincere il disagio di raccontare una storia scomoda, la storia di un ‘terrorista’. Una sfida per l’ascoltatore-spettatore, che viene messo, grazie alla narrazione secca e mai compiaciuta, davanti ad una storia che lo porta a mettere da parte i suoi pregiudizi.

Vieni con noi a Gerusalemme, tutto il programma

7 settembre 2009

Ricevo e pubblico questa informativa per il viaggio a Gerusalemme, altre info possono essere reperite chiamando i numeri sotto indicati o visitando il sito dell’organizzazione.

Quante volte hai chiesto pace per il Medio Oriente? Ma cosa sappiamo di questa tragedia? Quale deve essere il nostro atteggiamento? Cosa stiamo facendo per risolverla? Quali sono le nostre responsabilità?
Vieni con noi a Gerusalemme in Israele e nei territori palestinesi occupati dal 10 al 17 ottobre 2009, un grande viaggio nella capitale del mondo, “Time for Responsibilities”, una settimana per la pace in Medio Oriente oltre i luoghi comuni e i preconcetti. UN’OCCASIONE UNICA per vedere, ascoltare e capire, andare incontro ai palestinesi e agli israeliani, ascoltare le voci dei due popoli e promuovere il dialogo con tutti, per capire cosa sta realmente accadendo, esprimere vicinanza e solidarietà a tutte le vittime del conflitto e dell’ingiustizia riscoprire il significato e il valore del dialogo tra i popoli come strumento di pace, portare un messaggio di pace, di nonviolenza e di corresponsabilità, rompere il muro del silenzio e dell’indifferenza che continua a circondare e alimentare questa tragedia, rispondere all’invito del Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, a raddoppiare gli sforzi per la pace in Medio Oriente, capire cosa deve fare l’Europa e la comunità internazionale, capire cosa possiamo fare noi, cosa possono fare le associazioni, gli enti locali, le nostre comunità, le scuole e i media, proseguire e potenziare i progetti di cooperazione, assistenza umanitaria, solidarietà, dialogo e “diplomazia delle città”.
Il programma
Sabato 10 ottobre 2009 – Primo giorno – Il viaggio: Partenza dall’Italia. Arrivo in Israele e Palestina. Sistemazione in albergo.
Domenica 11 ottobre 2009 – Secondo giorno – Il giorno dell’incontro, dell’ascolto e del dialogo nei territori palestinesi occupati. I partecipanti saranno suddivisi in gruppi in modo da effettuare contemporaneamente diverse visite e incontri in diverse città.
Lunedì 12 ottobre 2009 – Terzo giorno – Il giorno dell’incontro, dell’ascolto e del dialogo in Israele. I partecipanti saranno suddivisi in gruppi in modo da effettuare contemporaneamente diverse visite e incontri in diverse città.
Martedì 13 ottobre 2009 – Quarto giorno – Il giorno dell’Europa. Meeting internazionale “L’Europa per la pace in Medio Oriente”. Riflessioni sulle nostre responsabilità.
Mercoledì 14 ottobre 2009 – Quinto giorno – Il giorno della pace. Incontro con i familiari delle vittime palestinesi e israeliane.
Giovedì 15 ottobre 2009 – Sesto giorno – Il giorno di Gaza e Sderot. (programma in corso di verifica).
Venerdì 16 ottobre 2009 – Settimo giorno – Il giorno di Gerusalemme. Viaggio nella capitale del mondo.
Sabato 17 ottobre 2009 – Ottavo giorno – Il giorno del ritorno in Italia.
Il programma prevede inoltre:
– momenti di incontro e condivisione con famiglie palestinesi e israeliane;
– incontri con autorità ed esponenti politici, autorità religiose, enti locali, associazioni, imprenditori, scuole e università israeliane e palestinesi; i rappresentanti dell’Unione Europea e dei paesi membri; i rappresentanti del sistema delle Nazioni Unite e delle organizzazioni internazionali presenti nei territori palestinesi;
– la visita al museo dell’Olocausto;
– visite alla città vecchia, ai luoghi santi di Gerusalemme e ad alcuni dei luoghi più affascinanti del mondo.
Il programma potrà essere modificato per motivate ragioni organizzative. Le iscrizioni sono aperte sino al 10 settembre 2009. Il viaggio è organizzato dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, dalla Piattaforma delle Ong italiane per il Medio Oriente e dalla Tavola della pace in collaborazione con la Rete Europea degli Enti Locali per la Pace in Medio Oriente e la Anna Lindh Foundation. Per iscrizioni e informazioni: Coordinamento nazionale degli Enti Locali per lapace e i diritti umani, via della viola, 1 (06100) Perugia 075.5729926 – Fax 075.5721234 info@entilocalipace.ithttp://www.entilocalipace.it
Nadia Conti – ass.conti@comune.campi-bisenzio.fi.it Comune di Campi Bisenzio – Ass. Solidarietà e Cooperazione Internazionale, Immigrazione, Pace e Gemellaggi – Ufficio Pace 055 8959330, fax 055 8959331

Settimana per la pace in Israele e Palestina 11-17 ottobre 2009, programma e modalità di partecipazione

16 luglio 2009

Ricevo e pubblico un invito a partecipare alla settimana per la pace in Israele e Palestina 11-17 ottobre 2009. Troverete nei files allegati le informazioni necessarie ed i numeri di telefono per ulteriori chiarimenti. Vi prego, in caso di una vostra adesione, di informare l’Assessore Nadia Conti in modo da concordare assieme il viaggio. Vi invito ad essere presenti e se potrete a divulgare tra studenti e giovani di Campi Bisenzio l’invito a partecipare. Le iscrizioni devono essere effettuate entro il prossimo 20 luglio ma è stata richesta una proroga fino al 10 agosto.

Andiamo insieme a Gerusalemme dal 10 al 17 ottobre 2009
Il tempo delle nostre responsabilità
Nei giorni scorsi il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, ha sollecitato il mondo intero a “raddoppiare i nostri sforzi per giungere a due stati, Israele e Palestina, che vivano fianco a fianco, in pace e sicurezza.” Lo ha fatto con un linguaggio e proposte nuove che hanno riacceso molte speranze.
Ora però è il tempo dei fatti e il Presidente degli Stati Uniti non può essere lasciato solo nel tentativo di chiudere definitivamente questo drammatico conflitto. Anche l’Europa, che ha grandi responsabilità storiche verso gli israeliani e i palestinesi, deve fare la sua parte. Per questo invitiamo tutti a partecipare alla Settimana per la pace che si svolgerà in Israele e Palestina dal 10 al 17 ottobre 2009.
Vogliamo andare a Gerusalemme per fare noi, cittadini europei, quello che deve fare oggi l’Europa: assumersi le proprie responsabilità. L’Europa deve rispondere immediatamente all’iniziativa di Obama con altrettanto coraggio e determinazione. Con proposte precise e iniziative puntuali. Dopo anni di silenzi e rinunce, l’Europa insieme agli Stati Uniti e al resto della comunità e delle istituzioni internazionali, deve aiutare i palestinesi e gli israeliani a liberarsi dalla morsa dell’occupazione e della guerra, della paura e della violenza. Per questo vogliamo andare a Gerusalemme. Per dire insieme: “E’ il tempo delle nostre responsabilità”, “It is time to live up to our responsibilities”.
Andiamo a Gerusalemme come amici dei palestinesi e degli israeliani. Andiamo come amici sinceri e preoccupati per una situazione che si va facendo sempre più insostenibile. Siamo desiderosi di vedere, di ascoltare e di capire oltre i luoghi comuni, i preconcetti e le incomprensioni. Vogliamo riannodare i fili della conoscenza e del dialogo. Vogliamo riscoprire il significato e il valore del dialogo tra i popoli come strumento di pace. Vogliamo capire cosa sta realmente accadendo ai nostri amici, conoscere le asprezze della loro vita quotidiana, esprimere solidarietà e vicinanza. Vogliamo portare un messaggio di pace, di nonviolenza e di corresponsabilità. Vogliamo rompere il muro dell’indifferenza e del silenzio che continua a circondare e alimentare questa tragedia. Vogliamo discutere cosa deve fare l’Europa e la comunità internazionale. E vogliamo capire cosa possiamo fare noi, cosa possono fare le associazioni, gli enti locali, le nostre comunità, le scuole e i media.
Il nostro viaggio in Israele e nei territori palestinesi occupati è una tappa del cammino verso la Marcia per la pace Perugia-Assisi del 16 maggio 2010. Una tappa importante in un luogo difficile dove nessuno crede più alla pace, dove la parola “pace” ha perso il suo significato e il suo sapore, dove “fare pace” è diventato terribilmente urgente e indispensabile.
Perugia, 22 giugno 2009
Prime adesioni: Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Piattaforma delle Ong italiane per il Medio Oriente, Tavola della pace.
Per adesioni e informazioni:
Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani
via della Viola 1 (06100) Perugia – tel. 075/5722479 – fax 075/5721234
email: info@entilocalipace.it – www.entilocalipace.it

Proposta Partecipazione.doc
Scheda Programma Gerusalemme.doc
Scheda Iscrizione Gerusalemme.doc

Ordine del giorno del Consiglio comunale dell’ 8 gennaio 2009

4 gennaio 2009

Giovedi’ 8 gennaio la seduta inizia alle ore 15.00, presso La Sala Consiliare “Sandro Pertini”, in Piazza Dante 36.

I punti iscritti all’ordine del giorno sono i seguenti:

* Comunicazioni del Presidente, del  Sindaco e quesiti a risposta immediata.
* Mozione: “Contro gli sprechi della politica” , presentata dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Intitolazione della sala stampa del comune ad Oriana Fallaci” , presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore“.
* Ordine del Giorno: “Si alle cure mediche gratuite. No alla denuncia degli stranieri non regolari in cura“, presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Richiesta per costituire l’Ufficio Comunale dell’Ispettore Ambientale“, presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore” .
* Ordine del Giorno: Palestina, Israele: due popoli, due stati presentato dalla Giunta Comunale.
* Interrogazione: “Completamento lavori della strada che unisce Via Palagetta e Via Pistoiese denominata Bretellina“, presentata dal consigliere comunale Leo Campagni del gruppo “P.D.L.”.
* Interrogazione: “Luminarie natalizie“, presentata dai consiglieri comunali Massimo Lensi e Matteo Biagiotti del gruppo “P.D.L.”
* Interpellanza: “Mancata esposizione Crocifisso aule scolastiche“, presentata dai consiglieri comunali Leo Campagni del gruppo “P.D.L.” e Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Avvisi di pagamento Equitalia-Cerit errati“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Occupazione Liceo Scientifico Agnoletti“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.