Posts Tagged ‘occupazione’

Percorso di ascolto delle giovani generazioni per il progetto “TOC” “Talenti ed occupazione”

3 marzo 2014

Nel mese di marzo l’amministrazione comunale di Campi Bisenzio organizzerà 3 incontri dedicati ai giovani tra i 18 ed i 35 anni.
Gli incontri si svolgeranno il 5 marzo alle 18 al circolo mcl Gorinello insieme all’Associazione Patchworld, l’11 marzo alla “Fratellanza Popolare” di San Donnino ed il 26 presso il Circolo Mcl di San Lorenzo.
Interverranno a questi appuntamenti i consiglieri Falco Joannes Bargagli Stoffi, coordinatore del progetto “T.OC – Talenti & Occupazione” ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto “Innovazione” per il Comune di Campi Bisenzio; i due giovani consiglieri incontreranno i giovani per discutere di politiche giovanili ed ascoltare proposte, idee e suggerimenti.
Da giovedì 6, ogni giovedì, dalle 15 alle 18 il consigliere Bargagli Stoffi sarà presente presso Villa Rucellai per incontrare i giovani interessati al progetto T.OC..

T.OC., progetto per i giovani. Campi Bisenzio indice un Premio con UniFi e Confindustria

21 gennaio 2014

È partito ufficialmente il progetto T.OC. Talenti&OCcupazione; il progetto fa parte del programma di mandato del sindaco Emiliano Fossi e viene coordinato dal consigliere comunale Falco Joannes Bargagli Stoffi cui il sindaco ha affidato l’incarico di studio ed elaborazione di proposte inerenti la condizione giovanile nella società contemporanea nei suoi molteplici aspetti.
I soggetti cui si riferisce il progetto sono prioritariamente i giovani di Campi Bisenzio, ponendosi l’obiettivo di recuperare tutte le risorse già distribuite sul territorio, le idee e le prassi in essere, a cui aggiungere proposte in grado di potenziare le offerte al fine di sollecitare la produzione intellettuale e culturale per agevolare un ricambio generazionale e di genere, e puntare ad un rinnovo qualitativo delle classi dirigenti.
Nella creazione del progetto sono intercorse relazioni proficue tra il Comune, l’Università degli Studi di Firenze e Confindustria che hanno trovato una prima sintesi nell’istituzione del Premio di studio “T.OC. Talenti&OCcupazione” che ha come scopo la valorizzazione dei giovani campigiani che frequentano l’Università fiorentina autori di tesi di particolare interesse scientifico e culturale su argomenti inerenti il territorio di Campi Bisenzio.
Il Comune di Campi Bisenzio si impegna ad assicurare il proprio ruolo di propulsore e garante delle iniziative del progetto T.OC. e al finanziamento in compartecipazione del Premio di studio. L’Università si impegna a fornire i dati necessari per l’indizione e lo svolgimento del Premio. Confindustria, dal canto suo, metterà a disposizione le proprie competenze ed il proprio patrimonio di conoscenze ed una somma in denaro, di volta in volta da quantificare, per il finanziamento del Premio di studio.
“Il premio – dice il coordinatore del progetto Falco Bargagli – si propone di valorizzare il talento ed il merito dei giovani campigiani che frequentano i corsi dell’Università di Firenze. Crediamo, infatti, che la nostra comunità debba ripartire dal merito e dalla voglia di mettersi in gioco. Una comunità inclusiva deve fondarsi su merito, creatività e passione e non su valori ascrittivi. È molto importante che imprenditori del territorio abbiano scelto di aderire ad un’iniziativa di questo tipo riavviando e ricucendo un rapporto fruttuoso e proficuo tra impresa e Università. Premiare il merito ed il talento giovanile significa riavvicinare i cittadini alle istituzioni e mettere in moto un circolo virtuoso tra problematiche della città e possibili soluzioni proposte dalle tesi stesse”.

Il 19 gennaio, parte T.OC. Progetto del Sindaco Fossi su giovani e occupazione

14 gennaio 2014

Con T.OC. (“T.OC.- Talenti & occupazione”, progetto di politiche giovanili per il Comune di Campi Bisenzio) si vuole realizzare un nuovo clima positivo di energia favorevole per i giovani, in un clima difficile per l’occupabilità e in generale per l’autonomia. Il progetto, coordinato dal Sindaco in collaborazione con gli assessorati allo sviluppo economico, sociale, pubblica istruzione e cultura prevede un programma di azioni trasversali che hanno come focus il lavoro. Appuntamento il 19 di ogni mese alle 19 per discutere, confrontarsi, ascoltare i giovani e per presentare le azioni positive per potenziare e migliorare le proposte e le opportunità offerte nel nostro territorio.
Il 19 gennaio alle 19 con un incontro-aperitivo nello spazio comunale presso Hidron sarà presentato il progetto e un premio per i giovani studenti di Campi che frequentano l’Università degli Studi di Firenze, cofinanziato dal Comune di Campi Bisenzio e dai giovani imprenditori di Confindustria Firenze. Spesso si sente parlare di merito e di meritocrazia: noi abbiamo deciso di premiarla. Il MERITO merita ! dice il Sindaco Fossi .. Interverranno oltre al sindaco, Giacomo Lucibello, imprenditore e rappresentante di Confindustra Firenze ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto Innovazione del Comune di Campi Bisenzio. Coordina Falco Bargagli Stoffi, coordinatore Politiche giovanili e progetto #Toc.

14,3 milioni di visitatori e crescita dell’occupazione nel 2011 ai Gigli e nel 2012 domeniche sempre aperti

2 marzo 2012

Si è tenuta ieri mattina l’assemblea annuale del Consorzio I GIGLI che ha approvato il bilancio consuntivo 2011. Nel corso dell’assemblea sono intervenuti il presidente Franco Malinconi, il direttore Yashar Deljoye Sabeti e l’Asset Manager della Eurocommercial Properties, proprietaria del più grande centro commerciale della Toscana, Alessandro Tani.
Franco Malinconi ha ufficializzato davanti all’assemblea la decisione del Consiglio Direttivo del Consorzio di aprire tutte le domeniche (escluso 6 festività) “nonostante avessimo aderito – ha detto – all’invito dell’amministrazione comunale di attendere un eventuale accordo d’area che, però, non c’è stato”. Nel suo intervento Malinconi ha, comunque, spiegato che “le aperture di queste domeniche stanno fornendo indicazioni interessanti che dovranno essere presto valutate dal Consorzio”.
Il direttore del centro commerciale Yashar Deljoye Sabeti, oltre ad illustrare i termini del bilancio 2011 approvato dall’unanimità dall’assemblea, ha fornito alcuni dati relativi all’attività dello scorso anno. Nel corso del 2011 il centro commerciale ha registrato oltre 14,3 milioni di visitatori, il record assoluto dall’inaugurazione del Centro Commerciale, con un incremento del 4,75% rispetto all’anno precedente; medesimo incremento anche per la media di affluenza giornaliera. Anche sul piano dell’occupazione il 2011 ha significato un anno di crescita portando a circa 1800 unità i dipendenti dei 134 punti vendita del centro commerciale rispetto ai 1720 di inizio anno. Ciò, ha spiegato il direttore, è stato anche frutto di nuove aperture come il nuovo Apple Store, i due nuovi ristoranti Vulkania e Kikko Sushi e il Fiorentina Store. Il 2011 ha registrato anche la crescita del valore complessivo delle vendite che, rispetto al 2010, hanno registrato un incremento del 4,73% rispetto ad un aumento del numero degli scontrini emessi pari al +1,14%. “Il nostro consumatore non è più un acquirente tradizionale che compra ciò che gli viene propinato – ha commentato il direttore Yashar Deljoye Sabeti – chi si rivolge ai Gigli per il proprio shopping lo fa scegliendo accuratamente, confrontando e valutando sia la convenienza quanto la qualità del prodotto e del punto vendita che glielo propone, spesso in tempo reale con l’ausilio della tecnologia mobile. Il ruolo dei social network e di Internet stanno assumendo sempre maggiore importanza. E anche in questa direzione la politica del centro commerciale sarà potenziata in modo da integrare ed aumentare il livello e la quantità dei servizi che siamo in grado di offrire alla nostra clientela. Il centro commerciale non è più un grande negozio ma si sta trasformando in una comunità che vive e fa vivere non più una piazza virtuale ma un vero e proprio quartiere del territorio. I Gigli sono sempre più un luogo non comune e in questa direzione saranno orientate le scelte del prossimo futuro”.

Occupazione della Scuola: parlano gli studenti dell’Agnoletti di Campi

27 ottobre 2010

E’ finita da quasi una settimana l’occupazione del Liceo Agnoletti di Campi ed i ragazzi che l’hanno sostenuta vogliono fare un riepilogo del loro contributo in un comunicato, anche per rispondere al parere contrario del Preside manifestato in una recente circolare (leggi). E’ con piacere che appoggio questo documento, invitandovi ad esprimere il vostro parere con i commenti. Appena disponibile renderò disponibile anche un filmato, da loro stessi realizzato.
Documento riguardante l’occupazione del Liceo Scientifico A.M.E. Agnoletti, sede associata di Campi Bisenzio.
Gli studenti del liceo scientifico A.M.E. Agnoletti di Campi Bisenzio hanno deciso di occupare l’istituto in seguito ad una votazione democratica che ha visto coinvolti tutti gli studenti presenti il giorno 11/10/10 .
L’esito della votazione è stato :
– 162 voti a favore dell’occupazione
– 23 voti a favore di altre forme di protesta
– 6 voti a favore della cogestione
– 4 voti contrari ad ogni tipo di protesta
– 2 voti a favore dell’autogestione
Il periodo di protesta è stato scelto con la consapevolezza che il ministro dell’istruzione Gelmini , il giorno giovedì 14 Ottobre , avrebbe proposto la sua proposta incentrata sulla riforma universitaria.
La nostra protesta verteva su:
– Tagli per 8,3 miliardi di Euro alla scuola pubblica
– L’abolizione quasi totale dei viaggi d’istruzione
– Eliminazione di classi e laboratori
– Riduzione del personale ATA
– Privatizzazione delle scuole
– Obbligo di istruzione abbassato a 15 anni
– Un tetto massimo di alunni aumentato a 35 per classe
– Tentativo di Regionalismo nella scuola pubblica
Un gruppo di studenti ha scritto un volantino riguardante i punti principali della riforma e si è impegnato nell’azione di volantinaggio avvenuta nei comuni circostanti al liceo. In seguito a questo documento sarà inviato il suddetto volantino, il programma svoltosi durante il periodo di occupazione, alcune fotografie ed un video.
Ci preme descrivere in dettaglio alcuni eventi:
Martedì 12/10/10 ore 21.30/23.30: si è svolta , all’interno dell’istituto, un’assemblea informativa ove è stata richiesta la partecipazione di studenti, genitori degli studenti e professori. In questa assemblea, sono stati spiegati i motivi della protesta e la modalità in cui essa sarebbe avvenuta, inoltre è stato lasciato un grande spazio alle domande e alle opinioni dei genitori e
dei professori.
Mercoledì 13/10/10 ore 8.30/10.30: Un gruppo composto da 50 studenti si è dedicato al volantinaggio lungo la via principale di Campi Bisenzio (Via Barberinese). Il continuo attraversamento pedonale ha causato un temporaneo blocco del traffico che è stato sfruttato per fare volantinaggio.
Sabato 16/10/2010 ore 11.30 e 11.45: Un gruppo composto da 100 studenti si è riunito al centro commerciale “I GIGLI”. Alle ore 11.30, un lungo fischio ha dato il segnale e l’intero gruppo si è steso a terra mentre uno di noi leggeva un comunicato sulle motivazioni della protesta. Il “Flash mob” si è ripetuto 15 minuti dopo ed è stato svolto nello stesso modo. In un paio di minuti è terminata questa originale manifestazione, dopo un lungo fischio, e tra gli applausi degli studenti e degli involontari spettatori. (foto)

Lunedì 18/10/2010 ore 11.00/13.00: E’ stato tenuto un dialogo, all’interno dell’”Auditorium Rodari”, con la partecipazione degli studenti e di due membri della giunta comunale di Campi Bisenzio. I rappresentanti del Comune si sono rivelati essere molto disponibili, accogliendo le nostre domande e fornendoci un loro punto di vista.
Martedì 19/10/2010 ore 8.30/11.30: E’ stato svolto un corteo cittadino da parte degli studenti di Campi Bisenzio assieme ad gruppo di rappresentanza della sede di Sesto Fiorentino. La manifestazione, autorizzata dalla questura di Firenze, è stata pacifica e non ha procurato alcun danno, ma solo una grande curiosità da parte dei residenti. Puo’ sembrar di rito che le scuole, una volta iniziato Ottobre, si mettano d’accordo e protestino tutte insieme tramite cortei, occupazioni, autogestioni o quant’altro.
E’ bene sottolineare l’importanza di queste citate tanto quanto la serietà e la buona volontà di coloro che vi si impegnano.
Consapevoli che il giorno Giovedì quattordici Ottobre 2010 in Senato sarebbe avvenuta una discussione relativa alla proposta riformativa da parte del Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, gli studenti del Liceo Scientifico A.M.E Agnoletti di Campi Bisenzio – sede associata a Sesto Fiorentino – guidati da un forte spirito di rivendicazione dei propri diritti e spinti dal globale fermento causato dalle manifestazioni assidue, si sono impegnati in una “lotta” equilibrata e civile, che ha visto partecipi, in egual misura, tutti: dai cosiddetti “primini”, ancora incoscienti sullo svolgimento delle proteste, fino ai “maturandi”, forti di 2 occupazioni sulle proprie spalle.
Parlando genericamente si può individuare una serie di tagli di: orari, professori, personale ATA, classi, fondi, specializzazioni e corsi.
La situazione non è delle migliori e il Singolo ha paura di un futuro sempre più difficile da intravedere attraverso i sogni e le aspettative. Se prima l’Italia poteva forse farsi vanto della scuola Elementare di primo grado, adesso deve retrocedere e chinare la testa; siamo considerati ventunesimi sui ventisette paesi Europei, per ciò che concerne la sezione scolastica a tutto tondo.
Occupare non ha il significato stare con le mani in mano a guardarsi negli occhi, o divertirsi tramite singolari passatempi – come accusati dallo stesso preside – ha invece permesso alle nostre menti di sintonizzarsi sulla stessa lunghezza d‘onda, trovare soluzioni, ambire a qualcosa che fosse sempre migliore e migliorabile.
Ci siamo impegnati per un’informazione capillare a livello cittadino, abbiamo
manifestato i nostri DISAGI tramite forme comuni – un po’ bizzarre (notare la
fotoallegata) – e abbiamo chiamato a gran voce il mondo migliore che siamo costretti a sognare invece che a vivere.
Cio’ che preme in particolar modo è la voglia di ricordare al mondo intero che siamo noi il futuro, noi i prossimi lavoratori, noi coloro che dovranno potersi mantenere una famiglia, noi che prenderemo in consegna l’Italia e la democrazia. Senza l’istruzione, purtroppo, molte aspettative vengono ridotte o addirittura annientate: ci viene impedito di pensare in grande, e tutto questo a causa di scelte che vengono imposte senza dare ascolto a chi in primis ne subirebbe le conseguenze.
Non ci battiamo per il “GIUSTO”, difficile e forse impossibile da decretare, ma per la nostra idea di diritto e di pari opportunità, alziamo le nostre mani verso chi più in cima di noi perde spesso più tempo a discutere di fatti mondani che problemi reali (case appartenute a Chi invece che a Cosa) e chiediamo visibilità non viziata da strane forme di giornalismo, le tendiamo e chiediamo di guardare verso il futuro, come cerchiamo di fare noi stessi.
Siamo mossi dal terrore di un ritorno ad una situazione di opposti sociali, nella nostra visione di mondo una nuova frattura non è cio’ che serve e noi vogliamo far chiaro che TUTTI hanno necessità e diritto dello studio.
Come spesso, purtroppo, è accaduto, siamo stati attaccati ed accusati di protestare senza fare niente e per non fare niente; teniamo molto a precisare che la nostra battaglia vuole difendere il diritto allo studio, ma se l’unico modo per mantenerlo è un blocco istantaneo, che graverà sulle nostre spalle, allora noi procederemo per questo. Ci “armeremo” – sempre con molta calma, senno, considerazione e rispetto – con qualsiasi mezzo e saremo pronti a dimostrare che non manca nè la forza, nè il coraggio.
A dimostrazione di quanto detto, ecco il programma che la Scuola occupata ha portato avanti:
Quotidianamente:
• 8.15-8.30 appello
• 10.30-11.00 ricreazione
• 13.00-13.15 contrappello
I giorno martedì 12/10/2010:
– 8.30-10.30 assemblea organizzativa sull’occupazione: divisione in comitati, presa di posizione riguardo il blocco della didattica
– 11.00-13.00 si sono tenute ufficiosamente le elezioni dei rappresentanti di classe
– 21.30-23.30 assemblea informativa con la partecipazione degli studenti, dei loro genitori e dei professori dell’istituto
II giorno mercoledì 13/10/2010:
– 8.30-10.30 assemblea su “proteste violente e non violente nella storia”
– 11.00-13.00 assemblea sulle varie tipologie di “Flash Mob”
Durante l’orario della prima assemblea un gruppo composto da 50 studenti si è dedicato al volantinaggio lungo la via principale di Campi Bisenzio (Via Barberinese) provocando un temporaneo blocco del traffico
III giorno giovedì 14/10/2010:
– 8.30-10.30/11.00-13.00 assemblea sulla potenzialità del video come forma di espressione
– 8.30-10.30/11.00-13.00 assemblea incentrata sulla riforma Gelmini e il DDL Aprea. Durante l’orario della prima assemblea un gruppo composto da 50 studenti si è dedicato al volantinaggio nel centro cittadino di Campi Bisenzio
IV giorno venerdì 15/10/2010:
– 8.30-10.30/11.00-13.00 assemblea su “Informazione, disinformazione e censura”
– 8.30-10.30/11.00-13.00 assemblea sul movimento culturale del ’68 e confronto con i giorni nostri. Durante l’orario della prima assemblea un gruppo composto da 50 studenti si è dedicato al volantinaggio nel centro cittadino di Signa
V giorno sabato 16/10/2010:
– 8.30-10.30 riunione generale riguardante il proseguimento dell’occupazione
– 11.00-13.00 “Flash Mob” al centro commerciale “I Gigli”
VI giorno domenica 17/10/2010:
– raccoglimento delle idee
VII giorno lunedì 18/10/2010:
– 8.30-10.30 assemblea con lettura e relativa discussione della lettera del preside
– 11.00-13.00 dialogo con la partecipazione di due membri della giunta comunale
VIII giorno martedì 19/10/2010:
– 8.30-11.30 manifestazione nel centro cittadino di Campi Bisenzio
– 11.30-12.15 assemblea di ringraziamento
– 12.15-14.15 pulizia dell’istituto scolastico

Si chiama Ecotutor la soluzione per l’emergenza rifiuti proposta da Maurizio Monticelli il 4 giugno in un’incontro pubblico a Campi Bisenzio

1 giugno 2009

volantino_ecotutorUna concreta proposta per la soluzione dell’emergenza rifiuti e per la promozione del risparmio energetico ? Si chiama ECOTUTOR ed a proporla è Maurizio Monticelli, fondatore della Associazione IntesaOnlus di Campi Bisenzio, che qualche mese fà ho presentato proprio sul blog. Ma vediamo più nel dettaglio i termini di questa proposta, ancora nel suo stato di bozza, ma già delineante caratteristiche degne di nota:

“Al fine di  porre in atto un diverso approccio relativo alla soluzione del problema dei rifiuti, senza basarsi esclusivamente sulla raccolta porta a porta e scongiurare il ricorso alle devastanti tecniche di incenerimento dei rifiuti, coinvolgendo proficuamente e responsabilmente i cittadini si propone di costituire l’istituzione della figura professionale dell’“Ecotutor”. Lo scopo dell’Ecotutor avrebbe il preciso compito di punto di riferimento sul territorio per i cittadini, informando e sensibilizzando adeguatamente gli stessi, inoltre sarebbe anche l’occhio vigile e critico sul rispetto delle regole da parte sia dei cittadini che dell’ente preposto alla raccolta e gestione dei rifiuti. Oltre all’aspetto dei rifiuti l’Ecotutor provvederebbe anche ad informare e sensibilizzare i cittadini in merito al risparmio energetico ed idrico e all’uso e convenienza delle fonti rinnovabili. L’organizzazione potrebbe attingere risorse umane direttamente da soggetti presenti sul territorio, privilegiando i giovani in cerca di prima occupazione. Il controllo sul territorio verrebbe effettuato direttamente da un Ecotutor ogni 1000 abitanti, l’attività di ogni zona costituita da circa 10 Tutor corrispondenti a circa 10.000 abitanti sarà a sua volta coordinata da un responsabile di settore. Infine a livello comunale ci sarà un responsabile che a sua volta coordinerà e supervisionerà le attività dei responsabili di settore di ciascun comune. Ogni Tutor avrebbe il controllo di circa 5-6 aree di raccolta rifiuti, per meglio pubblicizzare la sua attività si avrà cura di posizionare su ciascun cassonetto un adesivo illustrativo del servizio e contenente il recapito telefono dell’addetto di zona.
I compiti del Tutor si possono quindi riassumere:
1) Informazione ai cittadini ed ai gestori di pubblici esercizi in relazione a:
* procedure da attuare in merito alla differenziazione dei rifiuti.
* tecniche ed organizzazione per la realizzazione del compostaggio domestico.
* sistemi operativi per la riduzione e il riciclo dei rifiuti.
* metodi ed accorgimenti pratici per il risparmio energetico e la riduzione del consumo dell’acqua potabile.
2) Controllo, monitoraggio e segnalazioni relativi a:
* errata esecuzione delle procedure di differenziazione dei rifiuti da parte dei cittadini.
* ottimizzazione della dislocazione per numero e per tipologia dei cassonetti per la raccolta differenziata.
* abbandono dei rifiuti in discariche abusive e spazi pubblici.
* presenza di rifiuti tossici, inquinanti o nocivi per la salute
* disservizi e inefficienze degli operatori e funzionari di Quadrifoglio.
* suggerimenti, osservazioni e reclami dei cittadini.
3) Assistenza e supporto ai cittadini, in relazione a:
* movimentazione interna ed eventuale acquisizione rifiuti ingombranti.
* acquisizione, smaltimento e trasporto compost per giardini.
* gestione, recupero ed eventuale rimessa in commercio di rifiuti in appositi spazi da destinare a mercatino dell’usato.
L’organizzazione si dovrebbe relazionare con:
* Quadrifoglio, per gli aspetti legati al miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti e per la correzione di eventuali disservizi/inefficienze riscontrate dai cittadini.
* Amministrazioni Comunali e Provinciale, per gli aspetti logistici ed organizzativi, nonché di supporto e sostegno economico.
* Ordini, collegi professionali, scuole ed università, per la realizzazione di corsi di formazione ai Tutor e seminari e incontri informativi rivolti ai cittadini, sulle tematiche ambientali ed energetiche.
* Associazioni di volontariato, per collaborazione, confronti e condivisione anche di risorse umane.
Per il finanziamento di tale servizio si potrebbe attingere a:
* parte della TIA nella misura dei risultati raggiunti, in termini di sottrazione del rifiuto indifferenziato alla discarica;
* fondi provinciali e comunitari;
* autofinanziamento derivante dai servizi di cui al precedente punto (3).”

Questi ed altri argomenti che proporrò a breve, verranno affrontati il prossimo Giovedì 4 giugno alle ore 21,15, presso la Sala Consiliare Sandro Pertini, in Piazza Dante a Campi Bisenzio, l’incontro è aperto alla cittadinanza che è vivamente invitata a partecipare. Info a morpheus-50@email.it o 328.0371061.

Ordine del giorno del Consiglio comunale dell’ 8 gennaio 2009

4 gennaio 2009

Giovedi’ 8 gennaio la seduta inizia alle ore 15.00, presso La Sala Consiliare “Sandro Pertini”, in Piazza Dante 36.

I punti iscritti all’ordine del giorno sono i seguenti:

* Comunicazioni del Presidente, del  Sindaco e quesiti a risposta immediata.
* Mozione: “Contro gli sprechi della politica” , presentata dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Intitolazione della sala stampa del comune ad Oriana Fallaci” , presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore“.
* Ordine del Giorno: “Si alle cure mediche gratuite. No alla denuncia degli stranieri non regolari in cura“, presentato dal gruppo consiliare “P.D.”.
* Ordine del Giorno: “Richiesta per costituire l’Ufficio Comunale dell’Ispettore Ambientale“, presentato dal consigliere comunale Roberto Viti del gruppo “Comitato Civico Campigiano No Inceneritore” .
* Ordine del Giorno: Palestina, Israele: due popoli, due stati presentato dalla Giunta Comunale.
* Interrogazione: “Completamento lavori della strada che unisce Via Palagetta e Via Pistoiese denominata Bretellina“, presentata dal consigliere comunale Leo Campagni del gruppo “P.D.L.”.
* Interrogazione: “Luminarie natalizie“, presentata dai consiglieri comunali Massimo Lensi e Matteo Biagiotti del gruppo “P.D.L.”
* Interpellanza: “Mancata esposizione Crocifisso aule scolastiche“, presentata dai consiglieri comunali Leo Campagni del gruppo “P.D.L.” e Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Avvisi di pagamento Equitalia-Cerit errati“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.
* Interpellanza: “Occupazione Liceo Scientifico Agnoletti“, presentata dal consigliere comunale Brunella Bresci del gruppo “Uniti per Campi”.