Posts Tagged ‘mario’

Mario Danisi (IdV), nel suo programma un impegno verso le necessità dei padri separati e la lotta alle slot-machine

23 Mag 2013

Ricevo e pubblico il contributo di Mario Danisi, nato a Firenze nel 1960 e che vive a Campi Bisenzio dal 1998. Uno dei tanti padri separati, che di questa esperienza ha fatto uno dei suoi motivi principali per il futuro impegno in Consiglio Comunale per il quale si candida nelle file dell’ ITALIA dei VALORI.
Sin da ragazzo, frequentando gli scouts cattolici, impara e vive il significato di “servizio”. A 17 anni entra nel mondo del Volontariato, iniziando nella famosa Fratellanza Militare di Firenze, poi nell’AIDO, S.E.R., Misericordie, fino ai giorni odierni nella Pubblica Assistenza di campi dove ha ricoperto anche incarichi in alcuni Consigli Direttivi. Alle scuole medie, inizia il suo percorso di studio e poi di impegno politico: moderato ma riformista con costante attenzione ai più deboli, alle minoranze di ogni genere. Alle superiori viene eletto con i Decreti Delegati rappresentante di classe prima e d’istituto poi nelle file della F.G.R.I.
A 23 anni si iscrive al Partito Repubblicano Italiano, nel 1989 diviene ViceSegretario del P.R.I. a Sesto Fiorentino, eletto nel 1990 in un Consiglio Circoscrizionale, sempre a Sesto. Dopo poco, con gli scandali ed i problemi che travolgono ogni Partito nell’epoca di “Mani Pulite” e non condividendo più la linea e le scelte di Giorgio La Malfa si dimette dal P.R.I. e vive un lungo periodo di pausa.
Nel 2006 aderisce e si iscrive all’Italia dei Valori di Campi Bisenzio. Oggi tenta di nuovo la sua candidatura per il Consiglio Comunale, non riuscita la volta scorsa nel 2008, per portare avanti alcuni obiettivi personali oltre a quelli di Partito e di coalizione. In particolar modo l’attenzione al tema dei padri separati: ha in mente di costruire un vero e proprio sportello comunale per dare prime risposte ed orientamenti a chi si trova costretto ad affrontare la separazione e/o il divorzio, risposte sia tecniche sia logistiche sia psicologiche. In primis l’obiettivo di destinare una quota degli alloggi popolari ai padri separati in difficoltà economiche, una soluzione temporanea che sia di sostegno e di primo aiuto. Un suo secondo e forte obiettivo è mirato a trovar rimedio al dramma legato alle slot-machine: subdolo e fin’oggi quasi nascosto vero cancro sociale. Famiglie devastate da questo fenomeno che Danisi vuole affrontare proponendo moratorie ma anche scelte politiche come quella di disincentivare l’installazione e la gestione attraverso la pubblicazione in una Lista Bianca di quegli esercizi che rinunciando a queste ne trarrebbero “pubblicità” sponsorizzata dal Comune. Tutto questo ed altro ancora senza dimenticare e trascurare l’ormai famoso impegno con i cittadini “UN DOPOCENA DA TE”: appuntamento del lunedì sera dove l’ IdV di Campi incontra chi vuole parlare e confrontarsi con i suoi rappresentanti.
Per conoscere meglio Danisi ed approfondire le sue idee e proposte si può visitare il suo sito: http://www.mariodanisi.altervista.org o scrivergli una e-mail a mario.danisi@gmail.com, lo si può anche contattare telefonicamente al 333/2030949.

“Caino vive a Palermo”; nel nuovo libro di Trapassi, la storia dell’attentato a Rocco Chinnici

25 aprile 2013

Mario si faceva sempre più bello e altrettanto socievole…

Pietro Trapassi presenta il suo nuovo libro “Caino vive a Palermo”, Venerdì 26 aprile alle 18.00, al circolo La Fratellanza di San Cresci in via Palagetta, un nuovo lavoro letterario dedicato alla biografia del fratello Mario Trapassi, fratello dell’autore, caposcorta del giudice Rocco Chinnici ucciso a Palermo nell’attentato al magistrato. Alla presentazione saranno presenti Alessandra Azzarri e Falco Ioannes Bargagli Stoffi. Una occasione da non perdere.

Questa è la storia appassionata di Mario Trapassi narrata dal fratello, Pietro, a distanza di trent’anni dalla sua tragica morte. Mario Trapassi nacque a Palermo l’ 8 dicembre 1950. Maresciallo ordinario dei Carabinieri, assieme al suo collega Salvatore Bartolotta componeva la scorta del giudice istruttore Rocco Chinnici a Palermo. Il 29 luglio 1983 una macchina imbottita di tritolo posta da “Cosa nostra” davanti l’abitazione del magistrato esplose uccidendoli tutti e tre assieme al portiere dello stabile Stefano Li Sacchi.
Questa la motivazione della “Medaglia d’oro al valor civile”:
«Capo del servizio di scorta a magistrato tenacemente impegnato nella lotta contro la criminalità organizzata, assolveva il proprio compito con alto senso del dovere e serena dedizione pur consapevole dei rischi personali connessi con la recrudescenza degli attentati contro rappresentanti dell’ordine giudiziario e delle Forze di Polizia. Barbaramente trucidato in un proditorio agguato, tesogli con efferata ferocia, sacrificava la vita a difesa dello Stato e delle istituzioni. Palermo, 29 luglio 1983».

Nasce il Comitato Alleanza Cittadina per Campi: “Un laboratorio per il governo della città”

20 marzo 2012

Si è tenuta questa mattina, presso la Sala ex Giunta del Palazzo Comunale di Campi Bisenzio, la conferenza stampa di presentazione del Comitato Alleanza Cittadina per Campi.
Il Comitato, la cui nascita fa seguito alla costituzione da parte di Antonio Esposito, Piero Fedi e Alessandro Tesi, avvenuta lo scorso settembre, dell’omonimo gruppo consiliare, sarà il luogo – come ci dicono – dove prenderanno forma le proposte per il governo della città.
«La nascita del Comitato era stata preannunciata al momento della costituzione del Gruppo consiliare – hanno dichiarato i Consiglieri Esposito, Fedi e Tesi – con la funzione di dare vita a un vero e proprio laboratorio politico, indispensabile per disegnare un nuovo modello di governo locale. Siamo rimasti fedeli alla nostra idea di coinvolgere gente nuova, persone con esperienze diverse, alcuni dei quali non si erano mai dedicati prima d’ora alla politica: un gesto di apertura e all’insegna della partecipazione. Inoltre, non è da escludere che nei prossimi mesi si costituiscano altri comitati di Alleanza Cittadina nei Comuni limitrofi al nostro».
Alla conferenza stampa, oltre ai tre Consiglieri comunali, hanno preso parte alcuni membri del Comitato tra cui Alessandro Gensini, Pierluigi Campani, Viviana Ventisette, Gianni Bini e Stefano Sadun. Fanno inoltre parte del Comitato Simone Cerino, Mario Paoli, Edoardo Rossi e Franco Squilloni.
Il Presidente di Alleanza Cittadina, Alessandro Gensini, insieme al Portavoce del Comitato, Pier Luigi Campani, hanno sottolineato come «pur essendo attualmente in Consiglio comunale collocati all’opposizione, lavoriamo con l’obiettivo di proporci come forza di governo alle prossime elezioni amministrative», «Lo scopo del comitato è quello di costruire un progetto credibile per il futuro di Campi» hanno dichiarato gli intervenuti. «Il nostro impegno è dedicato all’elaborazione di proposte concrete, coinvolgendo la cittadinanza, perché riteniamo che questo sia l’aspetto fondamentale.»
La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare il sito web www.alleanzacittadina.it. Il Comitato Alleanza Cittadina per Campi può essere contattato anche tramite email all’indirizzo info@alleanzacittadina.it

ARRIVA LA 2° EDIZIONE DELLA FESTA DEMOCRATICA a Campi Bisenzio

23 giugno 2010

Prende ufficialmente il via, domani giovedì 24 giugno, la Festa Democratica di Campi Bisenzio, sempre nell’antico giardino della Rocca Strozzi è stato allestito un palco dove ogni sera fino al 19 luglio, si alterneranno ospiti che parteciperanno a dibattiti e complessi musicali che animeranno le serate campigiane. Sarà presente anche un’ottimo servizio gastronomico e tanti giochi per i più piccoli, tutto curato dalla sezione del PD di Campi. Alle ore 21.15 la festa si aprirà ufficialmente con “Giallo Fiorentino” con il giornalista e scrittore Mario Spezi che parlerà dei suoi ultimi libri. Non sarà presente, come originariamente programmato (anche sul volantino in distribuzione) M.Vichi, ma lo saranno invece Giacomo Aloigi (giallista fiorentino) e l’editore Antonio Pagliai. Successivamente alle 22.15 sul palco centrale si terrà una esibizione di musica strumentale in acustico con R.Mori (chitarra e voce) e S.Moroni (violino).
Dopodomani, venerdì 25, la festa continua con l’aperitivo alle 19.00 con un concerto strumentale della Scuola di Musica ed alle 21.15 per la serie le invasioni campigiane, Bruno Santini parlerà delle “Storie da raccontare: badanti e balie”, con F.Bondi regista, D.Calbeaza med.culturale, A.Dadà prof.Università di Firenze, N.Conti Ass.Comune di Campi B., alle ore 22.30 seguirà la proiezione del film “Marnero” di Federico Bondi.
Il programma dei prossimi giorni aggiornato verrà pubblicato di volta in volta su questo blog. Buon divertimento …

Scompare Mario Bacci, celebre fondatore della Roy Rogers di Campi Bisenzio

24 aprile 2009

Si è spento martedì 21, a 79 anni, Mario Bacci, il re del jeans made in Campi Bisenzio. Nel dopoguerra, insieme al fratello Francesco, fondò a Campi Bisenzio, dove era nato, la Roy Rogers, uno dei marchi storici della moda italiana. Dopo un periodo di crisi, tra gli anni Ottanta e Novanta, l’azienda divenne proprietà dei coniugi Biondi. Ancora oggi la Roy Rogers, ha sempre la propria sede a Campi Bisenzio. Le esequie di Mario Bacci si sono tenute ieri, giovedì 23 aprile, alle ore 10.00 nella chiesa di San Domenico a Fiesole.

Roy Rogers il “jeans” tutto campigiano

2 aprile 2009

Lo sapevate che … il marchio Roy Rogers è made in Campi ?

Proprio così, Roy Rogers uno dei marchi storici della moda italiana, protagonista di importanti campagne pubblicitarie e di manifestazioni di carattere nazionale e internazionale, è nato a Campi nel dopoguerra, grazie all’intraprendenza dei giovani, Mario e Francesco Bacci che sognavano di produrre e vendere pantaloni realizzati con l’inconfondibile tessuto blue. Dopo le prime esperienze tra le quattro mura di casa, le prospettive della piccola azienda a conduzione familiare cambiarono radicalmente con un viaggio in North Carolina e l’importazione delle pezze di jeans direttamente dall’America. Furono acquistati macchinari per cucire i pesanti tessuti e si avviò una produzione industriale che nel 1968 toccò i 20.000 capi al giorno. A causa di una crisi tra gli anni Ottanta e Novanta, l’azienda divenne proprietà dei coniugi Biondi, che insieme ai figli Niccolò e Guido rilanciarono il marchio con un’attenta e coraggiosa campagna di marketing che si è avvalsa anche di testimonial di eccezione come la show girl italiana Simona Ventura.
Oggi la Roy Rogers, ha ancora la propria sede, sempre qui, a Campi Bisenzio e produce non soltanto jeans, ma anche tutti gli altri capi e accessori moda, proponendosi come marchio per il total look.
Un’altra azienda prestigiosa che porta in giro per il mondo il nome di Campi Bisenzio.

Commedia “Da i’ Paradiso .. all’improvviso” in scena a Capalle il 7-8 marzo 2009

7 marzo 2009

Il Gruppo “Teatrando, ovvero.. un pò sul serio.. un pò scherzando” presenta per questa sera 7 marzo e per domani sera 8 marzo, la commedia in tre atti “Da i’ Paradiso all’improvviso“, in vernacolo fiorentino, presso il Teatro Juventus di Capalle (in Piazza della Chiesa) alle ore 21.15

Personaggi ed interpreti : Gioacchino Cammelli: Mario Cocci, Armida Cammelli: Clarissa Guerrini, Oreste: Paolo Ciampolini, Cesira: Sara Grassi, Tosca: Letizia Vizzini, Adelmo Cianchi: Gabriele Martini, Pia: Giada Biagini, Angiolina Chiara Ceccarelli, Succhiello: Andrea Martini, Giulia: Irene Fratini, Rosetta: Irene Libero, Teresina: Valentina Megna.

Regia di Miranda Grossi, Ivana Fiorita e Paolo Staltari

Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto alla Parrocchia di Capalle.

Muore il terzo giovane dell’incidente di via Pistoiese

11 gennaio 2009

Francesca,  Margaux ed ora anche Mario. Si è inesorabilmente allungata la lista delle vittime dell’incidente di via Pistoiese a Firenze, avvenuto nella notte tra lunedi’ e martedi’ scorsi. Mario Magnolfi, 19 anni, era seduto sul sedile posteriore insieme a Francesca e Margaux, le due amiche di 16 anni decedute mercoledi’ pomeriggio e i cui funerali sono stati celebrati proprio questa mattina, nella basilica di san Miniato al Monte. Mario Magnolfi era apparso da subito in gravi condizioni e ha lottato contro la morte fino a oggi pomeriggio, quando sono partite le procedure di accertamento della morte cerebrale. La famiglia, poco fa, ha dato il via libera all’espianto degli organi, come fatto gia’ mercoledi’ dai genitori di Francesca e Margaux. L’unico illeso e’ un 19enne, che sedeva sul sedile passeggeri, Filippo: e’ stato sbalzato fuori dall’abitacolo al momento dell’impatto dell’auto contro un gradino di una rotatoria. Il guidatore, Gianmarco, anche lui 19 anni, e’ stato operato ieri all’ospedale di Careggi; le sue condizioni sono stazionarie e non e’ considerato in pericolo di vita.

Sergio Cianti ha così commentanto la notizia ad una mia recente email : “le tragedie come quella di via Pistoiese lasciano sgomento, terrore, nell’animo di tutti sopratutto in chi ha figli, può pensare un genitore di perdere un figlio in un incidente stradale ? no non lo pensa, fin dalla loro nascita cerchiamo di salvaguardarli dalle malattie e per questo li sottoponiamo a i vari vaccini che la medicina ci offre e con grandi risultati dovuti al’impegno costante della scienza, nel campo della medicina, alla quale ognuno di noi è ben lieto di aderire a le varie manifestazioni che ci sollecitano a contribuire a tale causa, giusto, doveroso e umanamente farlo, per l’ncidentalità stradale esiste una scienza, una ricetta ? io credo che esista, stà dentro ognuno di noi, in chi costruisce le strade, in chi le gestisce, che devono avere l’accortezza di eliminare il più possibile pericoli o trappole mortali, (un esempio sono le reti di protezione dei viadotti dove ho perso un figlio, perche dall’installazzione di tali reti nessuno più e caduto) in chi le percorre usando quelle piccole norme di prudenza che ci suggerisce il codice della strada, che tutti conoscono, ma che pochi rispettano. Che fare ? continuare a credere che abbiamo la possibilità di diminuire la tragica casistica di vite perse e persone rimaste perennemente invalide da tali eventi, tengo a ricordare che a Firenze da gli ultimi dieci anni ad oggi si è ridotta del più del 50% e credo fortemente che hanno contribuito tutte le campagne fatte per smuovere le coscienze a il rispetto della vita. Quindi continuare, sopratutto parlando con i ragazzi, che sono i più a rischio considerando l’esuberanza naturale che è dentro di loro, ed è per questo che sul territorio sta nascendo l’associazione (la strada per amica) con la speranza che una volta formata (ne daremo notizia) sia sostenuta sopratutto da ragazzi per spandere l’idea di una strada amica e non di un teatro di guerra.”

Al Cinema GRATIS con RDF 102.7 il film UN GIOCO DA RAGAZZE in anteprima al Vis Pathè

25 ottobre 2008

RDF 102.7 Regala i biglietti per l’anteprima di questo film !! Orecchio alla radio! Quando senti il promo di questo film chiama subito RDF al numero verde 800532300 e vinci un invito valido per due persone al VIS Pathè di Campi Bisenzio per lunedì 27 ottobre alle ore 21.00 !
Il giovane regista Matteo Rovere prova il genere teen noir con il film “Un gioco da ragazze” che ha una data di uscita: 14 novembre. Il film, tratto dal fortunato romanzo di Andrea Cotti, è la storia di quattro ragazze di diciassette anni di famiglia borghese. Sono come tutte le adolescenti: shopping, amori, amicizia, feste… finché il professore Mario Landi entra nelle loro vite. Nel cast Chiara Chiti, Desiree Noferini, Nadir Caselli, Filippo Nigro, Chiara Paoli, Valeria Milillo, Stefano Santospago, Elisabetta Piccolomini, Valentina Carnelutti, Tommaso Ramenghi, Franco Olivero. Elena (Chiara Chiti), Michela (Desirèe Noferini), Alice (Nadir Caselli) e Livia (Chiara Paoli), diciassette anni: belle, ricche e senza problemi. Nate e cresciute in seno all’alta borghesia di una ricca città di provincia italiana, sono le figlie delle quattro famiglie maggiormente in vista. Estremamente fashion addicted, fissate con la dieta e con l’aspetto fisico, spendono le loro giornate tra shopping di lusso, ragazzi, feste in locali esclusivi e scuola. Ma tutto per loro è già vecchio e noioso: genitori, istituzioni, amici, nulla sembra avere un reale significato, e vivono ogni cosa in modo superficiale, senza pensare alle possibili conseguenze dei loro comportamenti. Abituate a ottenere tutto e subito, si spingono a chiedere sempre di più. Elena incarna la leader del gruppo: magnetica, intelligente, sicura. Per lei l’amicizia rappresenta unicamente uno strumento di potere con cui esercitare controllo sulle altre. Ma un giorno Mario Landi (Filippo Nigro), il nuovo professore, entra nella vita della ragazza, cercando di cambiare qualcosa, e inconsapevolmente ne diventa un gioco… il film è vietato ai minori di 18 anni.