Posts Tagged ‘lorenzo’

La classe III° A della L. Il Magnifico vince una LIM con un concorso indetto dal centro commerciale Carrefour di Calenzano

30 aprile 2014

La classe III° A della L. Il Magnifico ha vinto una LIM con un concorso indetto dal centro commerciale Carrefour di Calenzano. Questa mattina verrà consegnata agli studenti alle ore 11.00 presso Scuola L. Il Magnifico in Via Ombrone a Campi Bisenzio. Saranno presenti Emiliano Fossi, Sindaco del Comune di Campi Bisenzio;
Monica Roso, Assessore alla Città Vivace e delle Persone ed Eleonora Ciambellotti, Assessore alla città Open.

Annunci

“Pretty – Un motivo per essere carini”, al Teatro Dante dal 28 febbraio ore 21.00

24 febbraio 2014

1236870_10201603926200213_176268126_n

Venerdì 28 febbraio ore 21.00, al Teatro Dante di Campi Bisenzio, la Compagnia Gli Ipocriti presenta PRETTY – UN MOTIVO PER ESSERE CARINI di Neil LaBute, per la traduzione di Lorenzo Amato e la regia di Fabrizio Arcuri, con Filippo Nigro, Fabrizia Sacchi, Dajana Roncione e Giulio Forges Davanzati.
Due coppie di amici – Greg/Steph e Kent/Car – compongono un complicato quadro e tutto ruota intorno al tema della bellezza. La commedia inizia con un furibondo litigio tra Steph e Greg colpevole di aver dichiarato che la sua fidanzata è “normale” ma che non la cambierebbe per nulla al mondo. Ad ascoltare, per caso, questa conversazione è Carly che la riferisce alla sua amica Steph; ne scaturiscono gravi conseguenze perché Steph, dal carattere irascibile e polemico, non sopporta di stare con un uomo che non la considera bella, sebbene lei stessa lo pensi, e tronca la relazione con Greg.
Kent, nonostante sia orgoglioso di avere una compagna bella, non rinuncia ad una tresca con una nuova collega molto provocante. Carly vive il dramma della bellezza sapendo di essere attraente e di piacere agli uomini però ha il timore costante che Kent la tradisca.
La commedia ci porta ad esprimere il nostro vero pensiero; vengono trattate chiacchiere ed incomprensioni così come fiducia e amore. L’autore ci pone dinanzi a delle domande: in un mondo in cui le apparenze diventano fondamentali come marchio di successo o come parametro di giudizio su chi o com’è un’altra persona, quanto conta la bellezza? E quanto è importante in una relazione dal momento che gli elementi predominanti di unione della coppia sono proprio la bellezza e l’attrazione fisica?

Rifondazione Campi traccia un bilancio delle Elezioni Amministrative

3 giugno 2013

Conclusa la tornata elettorale è tempo di analisi e di una attenta valutazione sul voto, lo facciamo con Rifondazione Comunista.
Proviamo a farlo con questo primo contributo scritto dal segretario del Circolo, “ma invitiamo tutti i compagni che vogliono intervenire nel dibattito a farlo” continua il comunicato e prosegue:

Rimanendo al solo contesto campigiano, gli elementi che emergono da questa tornata elettorale sono principalmente cinque.
1) il forte astensionismo
2) il forte calo del pdl in relazione alle scorse amministrative
3) il netto calo del M5s in relazione alle politiche 2013
4) la falsa ‘rottura’ nel Pd e la vittoria di Emiliano Fossi
5) la sconfitta di Rifondazione Comunista
In questa fase tralasciamo i primi tre punti che sono davanti agli occhi di tutti e che sono misurabili e osservabili attraverso i dati reali emersi da queste elezioni. Possiamo tranquillamente affermare che la rottura più volte annunciata, anche per mezzo stampa, da diversi esponenti del Pd non c’è stata. Questo dimostra quanto le diverse anime del Pd di fatto non siano presenti nella realtà dei fatti o almeno non così forti da mettere in discussione la linea politica del partito. Questo dimostra quello che noi sosteniamo da sempre: il Pd è uno e uno solo, è il partito degli affari, delle grandi opere, dell’inciucio.
Ecco che, come era prevedibile, l’annuncio del Chini e l’indicazione di voto verso il candidato di Rifondazione Comunista, si è rivelata una grande bufala.
I vari assessori e consiglieri che in questa campagna elettorale sono rimasti un po’ nascosti già lunedì pomeriggio erano pronti per saltare sul carro dei vincitori e farsi immortalare a fianco del neo sindaco e oggi si spendono in analisi sul voto e rivendicano la giusta scelta.
Nelle urne, al di lá dei tanti discorsi, si sono adeguati e hanno scelto ancora una volta di piegarsi.
Intendiamoci, non siamo qui a piangere i voti che in nostri avversari non ci hanno dato, siamo solo ad analizzare la situazione così com’è e a ribadire ancora una volta, a chi crede fra i tanti elettori del centro sinistra che ci sia un Pd più buono e uno più cattivo,che la realtà è un’altra.
Fossi, pur perdendo diversi voti e con una affluenza quasi dimezzata rispetto al 2008,vince senza se e senza ma.
Lo fa con un voto trasversale e con pacchetti di consensi guadagnati in questi anni con un lavoro fatto nelle associazioni e nelle diverse realtà presenti sul territorio. Riporta in consiglio comunale chi nel 2008 era stato il promotore della lista di Adriano Chini ( alla faccia della discontinuità!) e si appresta a governare con una maggioranza schiacciante. Lo farà con tanti falsi giovani come più volte, nelle pagine di questo sito, abbiamo denunciato.
Adesso veniamo a noi e a Rifondazione Comunista.
Sapevamo di partire da una condizione già di per se svantaggiata per diversi motivi.
Un partito che a livello nazionale, da troppo tempo, sta vivendo una fase di crisi e di immobilismo che speriamo possa subire una inversione di tendenza con il prossimo congresso previsto per dopo l’estate.
Una situazione che a livello generale, per tutte le forse di sinistra, non è certo delle più favorevoli. Per questo motivo fin da subito non abbiamo avuto la presunzione di poter invertire una condizione che va oltre il contesto locale. Il risultato che abbiamo raggiunto è comunque al di sotto di quello che speravamo, questo va detto per onestà politica e intellettuale. Paghiamo il fatto di non raccogliere più nessun voto di opinione oltre al calo della affluenza che ovviamente ha colpito anche noi. Per il lavoro svolto in questi anni, per l’intervento e la presenza permanente nelle lotte e nelle diverse vertenze, per l’impegno in questa campagna elettorale e la qualità del materiale prodotto sappiamo che avremmo dovuto raccogliere un consenso maggiore.
Allo stesso tempo sappiamo anche che i meccanismi del consenso sono ben diversi, a maggior ragione in un contesto locale come quello campigiano.
Siamo convinti di non aver sbagliato niente, nè nella scelta del nostro candidato nè nella impostazione della campagna elettorale.
Di certo non ci prepariamo ad una svolta a destra in nome della governabilità come hanno fatto altre forze politiche che a breve saranno costrette per esempio a dire si alla costruzione di un nuovo inceneritore.
Ripartiamo da questi 402 voti ( 482 per Michele Di Paola) consapevoli della qualità di questi voti. Sappiamo che sono i contatti che in questi anni abbiamo preso fra i lavoratori delle aziende, nelle lotte contro l’inceneritore, nelle battaglie per il diritto alla casa. Sappiamo che con il tempo la crisi esploderà con maggior forza e porterà con se licenziamenti e disoccupazione. Gli sfratti non verranno fermati da un assessore giovane e simpatico (e forse più sensibile dell’uscente Mengozzi), l’inceneritore non verrà bloccato se non attraverso un mobilitazione popolare.
Per questo motivo, nonostante la sconfitta, non smobilitiamo.
Non lo facciamo per una questione di sola testimonianza, ma perché la realtà impone la nostra presenza e la necessità di una forza politica organizzata che rimetta al centro la questione di classe nel paese. Siamo già a lavoro e lo faremo a Campi ma non solo, convinti che la discussione per la costruzione di una vera alternativa di classe debba necessariamente coinvolgere tutti i settori più avanzati delle mobilitazione in tutto il paese.
Sappiamo che non sarà semplice , utilizzeremo questi mesi per le discussione e le analisi con i compagni a cui chiediamo a tutti il proprio contributo.
Studieremo per capire se, cosa e dove abbiamo sbagliato. A settembre riprenderemo come sempre il nostro lavoro e insieme decideremo modi e pratiche.
Nel frattempo sapete dove trovarci : davanti ai cancelli di una fabbrica, a bloccare uno sfratto, in tutte le mobilitazioni reali a difesa degli spazi pubblici e la difesa dell’ambiente, a fianco dei migranti nelle lotte contro il fascismo e il razzismo.
Lorenzo Ballerini
Segretario Circolo Prc Campi Bisenzio

Campi Bisenzio: l’opposizione di sinistra al lavoro sui problemi del territorio

22 luglio 2012

Sono tanti i problemi che affliggono anche il nostro territorio e il PRC di Campi assieme a Rifondazione-Comunisti Italiani/Sinistra Alternativa, già dal prossimo consiglio comunale, porteranno delle proposte per risolverli. Ecco il testo del comunicato che mi è pervenuto.

Sfratti e diritto alla casa. La piccola tregua fino al 30 settembre decisa dalla Prefettura di Firenze nella esecuzione degli sfratti, non risolve il problema, ma può consentire alle istituzioni pubbliche di trovare nuove soluzioni per garantire il diritto alla casa per tutti, o comunque il passaggio da casa a casa .e, di conseguenza, risolvere anche difficili situazioni per i piccoli proprietari.
Proponiamo di informare per tempo i Comuni e di graduare il calendario degli sfratti, di mettere in atto tutte le possibili azioni sui proprietari di alloggi vuoti affinchè siano resi disponibili per affitti convenzionati, accessibili per le famiglie oggi in emergenza abitativa o costrette alla morosità, a causa della crisi economica, di usare con questa finalità il fondo contributi conto affitto e di aumentare l’offerta di alloggi popolari con nuovi progetti di ERP per contrastare un mercato degli affitti sempre più speculativo. Il PRC di Campi, che in sede di bilancio 2012 ha chiesto di usare un milione di euro dell’avanzo 2011 per la spesa sociale, si attiverà da settembre per aprire un punto informativo di organizzazione contro gli sfratti e per il diritto alla casa.
Tutela del territorio, aeroporto e creazione di lavoro stabile. Confermiamo la netta opposizione a qualsiasi potenziamento dell’aeroporto di Firenze che occorre invece ridimensionare e rendere compatibile con l’ambiente circostante, nell’ambito di una gestione unica degli scali di Pisa e Firenze, e con collegamenti ferroviari diretti. La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) ed una nuova Valutazione di Impatto Sanitario (VIS) sono passaggi obbligati e necessari, che rivendichiamo, ma già da tempo siamo consapevoli che la Piana Fiorentina è satura di funzioni ed inquinamenti, e che.il Parco della Piana è incompatibile con lo sviluppo dell’aeroporto, con nuova cementificazione e con la costruzione di inceneritori e autostrade. Occorre pensare ad una alternativa per la Piana, anche come risposta e uscita dalla crisi attuale: il riequilibrio e la tutela del territorio con la salvaguardia delle aree verdi ed agricole, la realizzazione di basilari servizi sociali (casa, istruzione, scuole materne e asili nido, salute, luoghi di aggregazione), una diversa gestione dei rifiuti basata sul recupero ed il trattamento a freddo della parte residua, una diversa mobilità basata sul potenziamento della rete ferroviaria regionale (al posto degli inutili e dannosi tunnel sotto Firenze o di nuove autostrade!), la messa in sicurezza delle strade esistenti, la creazione di lavoro stabile basato sui diritti e sulla qualità delle produzioni.
Contro la privatizzazione dei beni comuni e per la difesa dei servizi pubblici. Nonostante la chiara volontà espressa dai referendum del giugno 2011, il PD di Campi ha respinto la modifica dello Statuto comunale per dichiarare l’acqua bene comune da gestire con un Ente di diritto pubblico e fuori dalle logiche di profitto, mentre il Comune di Firenze sta procedendo alla svendita dell’ATAF ai privati, nonostante la forte opposizione dei tranvieri e di tanti cittadini utenti. Chiediamo al Comune di Campi di pronunciarsi decisamente e con tutti gli strumenti possibili contro questa privatizzazione, che peggiorerà ancor più il servizio di trasporto pubblico, già oggi fortemente carente per effetto dei tagli.
Per il prossimo Consiglio Comunale del 25 luglio, abbiamo presentato varie mozioni e interrogazioni, che alleghiamo per conoscenza (sfratti e problema casa, aeroporto e Parco della Piana, privatizzazione Ataf, messa in sicurezza SR66, asili nido e scuole materne, lavori alle case popolari di via dei Platani a SanDonnino, dati sull’occupazione a Campi, viabilità in via San Giusto e cinema estivo a Villa Montalvo)..Su questi ed altri temi, come l’antifascismo e l’antirazzismo, intendiamo rafforzare l’impegno portato avanti in questi anni a Campi Bisenzio per dare risposta ai bisogni sociali aggravati dalla crisi economica e per proporre, anche in vista delle prossime elezioni comunali, a quanti sono interessati un chiaro programma di alternativa a tutte le forze che oggi sostengono il Governo Monti, PD compreso.
Lorenzo Ballerini, segretario Circolo Rifondazione Comunista di Campi Bisenzio
Sandro Targetti, consigliere di “Rifondazione-Comunisti Italiani/Sinistra Alternativa”

Odg su Carlo Giuliani: è il PD che non ha il coraggio di schierarsi e prendere una posizione chiara su molte questioni locali e generali ..

18 ottobre 2011

Ricevo e pubblico la replica di Lorenzo Ballerini (PRC) e Sandro Targetti (Rif.Com./Sin.Altern.) a Colzi (PD), dopo le recenti dichiarazioni dello stesso e la richiesta, pubblicata ieri sul blog, di ritirare l’odg che Targetti ha presentato già da tempo, sulla possibilità di intitolazione di una strada a Carlo Giuliani.

Ancora una volta, le dichiarazioni del capogruppo PD Alessio Colzi non hanno alcun nesso logico con la realtà: dice di non voler fare inutili parallelismi tra Genova 2001 e ciò che è avvenuto a Roma sabato scorso, eppoi il primo a farli è proprio lui! Non possiamo sapere se Colzi dieci anni fa partecipò alle manifestazioni contro il G8 di Genova, sicuramente sabato scorso non era a Roma insieme ad altre 500mila persone che hanno manifestato contro il potere delle banche e le logiche capitaliste del profitto. Noi c’eravamo perchè da Campi siamo riusciti ad organizzare un pullman e riempirlo. Questo è il primo elemento che Colzi dimentica e mette in secondo piano: l’immensa forza qualitativa e numerica di tutte quelle donne, uomini, studenti, precari e lavoratori che hanno invaso le strade della capitale, una forza ed una volontà purtroppo scippate da azioni violente che assolutamente non accettiamo, azioni assurde che rafforzano unicamente il potere, alimentando una pericolosa spirale repressiva e di restringimento delle agibilità democratiche (vedi divieto del corteo FIOM, provvedimenti speciali proposti anche da Di Pietro e ripresi subito da Maroni..) Su quanto accaduto durante il corteo, è necessaria una riflessione approfondita e pubblicheremo in merito un comunicato specifico. Ora sarebbe interessante capire cosa intende dire il consigliere Colzi. Qual’è il nesso fra l’omicidio di Carlo Giuliani e i fatti di sabato pomeriggio? Non credo il fatto che alcuni imbecilli abbiano scritto sulla camionetta presa d’assalto la frase “CARLO VIVE”. Sarebbe una generalizzazione stupida e miope. Penso invece che da parte del PD si voglia utilizzare quanto accaduto a Roma per non prendere una precisa posizione sulla nostra proposta ! Ogni volta che come PRC poniamo questioni di rilievo in consiglio comunale, che sia il problema casa, l’urbanistica locale, l’assetto del territorio, il bilancio, l’intitolazione di una via ad un ragazzo ucciso dalle forze dell’ordine.., il capogruppo PD le considera fuori dal tempo o non legate ai problemi del paese. Nel corso del tempo ci ha etichettato in diversi modi. Quando chiedevamo una casa per tutti, ci ha definiti prima “rivoluzionari” e poi “sciacalli”! Il problema è un altro: il PD non ha il coraggio di schierarsi e di prendere una posizione chiara su molte questioni locali e generali. Fin da subito su questo ODG non ha saputo prendere una decisione, e adesso vorrebbe sfruttare i fatti di Roma per evitare di aprire una discussione interna e assumere una chiara posizione. Come PRC non ritireremo per nessun motivo l’ODG che chiede di intitolare una via a Carlo Giuliani. Non lo faremo perchè Carlo è stato una vittima di quella repressione che anche sabato, fra le altre cose, ha colpito in maniera indiscriminata tutti, e che Colzi a quanto pare non ha visto o non ha voluto vedere. Non lo faremo perchè Carlo era parte di quel movimento che già dieci anni fa poneva quei problemi che oggi ci troviamo ancora ad affrontare in un contesto sociale ancora più drammatico, ovvero il fallimento del sistema capitalista e la sua incapacità di offrire un futuro all’umanità ed in particolare alle nuove generazioni. E per questo motivo è stato ucciso brutalmente! Ancora una volta, non ci stupiamo del fatto che il PD, sempre così attento alle compatibilità di questo sistema e alle direttive delle banche, preferisca nascondersi e non fare scelte chiare!
Lorenzo Ballerini Segretario PRC Campi Bisenzio
Sandro Targetti consigliere di “Rifondazione-Comunisti Italiani/Sinistra Alternativa”

San Lorenzo è in festa per un weekend di giochi con grandi e piccini

29 settembre 2011

Un temporale improvviso e alcune zone di Campi sono sott’acqua ! la situazione minuto per minuto ..

25 settembre 2011

Ore 18.00 – Da un primo giro nella zona nord di Campi, dopo il temporale che oggi pomeriggio ha depositato sul terreno ben 48 mm di acqua in un tempo relativamente breve (dalle 15.30 circa alle ore 16.30), risultano allagate alcune zone di Campi in particolare quella di San Lorenzo, dove pare ci siano difficoltà per riprendere alcuni bambini impegnati in una partita di Calcio. Sono all’opera i mezzi della Protezione Civile della Misericordia di Campi e della Pubblica Assistenza, assieme ai Carabinieri ed ai Vigili del Fuoco. In questo momento risultano allagate le strade di San Lorenzo e via del Paradiso. Inserisco alcune foto scattate dal sottoscritto (scusate la poca definizione) alcuni minuti fa proprio in via del Paradiso all’incrocio con la Barberinese. La causa principale pare derivi essenzialmente da alcuni tombini che non hanno potuto ricevere l’acqua caduta perchè probabilmente ostruiti. La situazione del tempo non accenna a migliorare.
Se avete altre notizie e magari delle foto postatele alla email campibisenzio@gmail.com o commentate, faccio una situazione in tempo reale delle condizioni della città, che aggiorno:

ore 18:44 – Via Vittorio Veneto in prossimità civico 3, vicino al Bar 2000, segnalati scantinati allagati
ore 18:45 – Via San Lorenzo riaperta alla circolazione, rimane chiusa Via del Paradiso da Via San Lorenzo a Via Barberinese
ore 18.53 – dati ufficiali riferiscono che il temporale ha avuto la massima concentrazione nella nostra zona (in un cerchio approssimativo da Calenzano a San Colombano fino alla zona dell’Osmannoro) incentrata proprio su Campi. Nel momento di massima intensità, alle ore 16.00 si è avuto un picco massimo di pioggia di 20 mm al m2. Alle 15.45 la rilevazione è stata di 15 mm, mentre alle 16.15 la rilevazione è stata di 10 mm.
ore 19:04 – Via di Sotto e Via Castronella, si segnalano scantinati allagati
ore 19:09 – Via Paoli, strada allagata (acqua diffusa ma non alta) e Via San Giusto
ore 19:16 – Via del Paradiso riaperta alla circolazione
ore 19.16 – segnalati problemi anche su Via Boito, Via Cilea e Via Ponchielli
ore 19.27 – Via Castronella riaperta alla circolazione
ore 20.10 – solo Via Paoli è ancora interessata da alcuni problemi, prossimi al risolvimento

Nella totalità dei problemi accaduti emerge la mancata ricezione da parte dei tombini stradali delle acque piovane, questo denota una certa incuria nella pulizia degli stessi. Spero che si voglia porre rimedio in previsione di una stagione piovosa e con questi preamboli con precipitazioni anche intense.

Precisazione ulteriore: i quantitativi ed i livelli di intensità citati rappresentano dati reali e spesso riferiti a periodi di misura; dopo aver valutato tutti i dati dobbiamo concludere che l’intensità reale della pioggia caduta nell’istante di massima intensità è stata elevata (ore 16.00), pari a 75 mm(/h) di pioggia, anche se in realtà non è caduta tutta perchè gli scrosci hanno avuto una durata minore dell’ora considerata come standard di misura.

Noi sciacalli? E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.

21 luglio 2011

Ricevo e pubblico una risposta al comunicato di Colzi in relazione alla questione emergenza abitazioni, da parte di Lorenzo Ballerini, Segretario Rifondazione Comunista Campi Bisenzio, che in un precedente post aveva portato all’attenzione l’indifferenza dell’amministrazione verso le problematiche di una famiglia campigiana prossima allo sfratto.

Noi sciacalli?
E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.
La risposta che il capogruppo PD Colzi ha dato al nostro comunicato riguardo l’imminente sgombero di una famiglia sul nostro territorio è offensiva e allo stesso tempo imbarazzante.
In tutte le parole che Colzi spende nel suo comunicato, perchè non dice niente sul motivo per cui durante il consiglio comunale in aprile, non ha votato a favore della utilizzazione sociale di un terreno in vendita a San Piero a Ponti ?
Forse la costruzione di nuove case popolari non sarà la soluzione migliore, ma allora quale risposta diamo a chi fra qualche giorno non avrà più una casa ?
Inoltre non è assolutamente vero che il PRC fa sciacallaggio sulla pelle della povera gente, anzi, da quello che la signora Calogera afferma (“Il comune mi dice che i prezzi delle case sono scesi e che devo trovarmi un affitto a 500 euro” La Nazione 18 luglio), sembra invece, e pare innegabile, che l’amministrazione comunale se ne frega di chi rischia di perdere la propria casa !
Sono queste le “riposte concrete” di cui parla Colzi?
Forse dentro il Pd c’è chi dice una cosa e invece poi fa tutto l’opposto.
Mi dispiace per tutta la sua buona volontà nel tappare i buchi del suo partito, ma forse farebbe bene a guardarsi un po’ intorno prima di fare dichiarazioni offensive e che non hanno nessun senso.
Lorenzo Ballerini
Seg. Rifondazione Comunista Campi Bisenzio

“Il Compostaggio Domestico” una pratica interessante per il recupero e la valorizzazione della frazione organica dei rifiuti domestici (2)

22 marzo 2011

Segnalo e vi invito a partecipare ad un’altro incontro di formazione sul recupero e la valorizzazione della frazione organica dei rifiuti domestici che si terrà Giovedì 24 Marzo alle ore 21.00 presso il Circolo MCL San Lorenzio in Via San Lorenzo a Campi Bisenzio. Per informazioni contattare l’Uff.Ambiente del Comune allo 055.8959215 oppure inviare una email a amb@comune.campi-bisenzio.fi.it

17 dicembre 2010 le foto della straordinaria nevicata a Campi

22 dicembre 2010

Lorenzo, ideatore e gestore della prima stazione meteo di Campi (campibisenziometeo), ora in fase di manutenzione, è stato il primo ad inviarmi questi due album. Un importante contributo fotografico che testimonia uno dei più forti eventi naturali nella pianura toscana, quindi di estrema utilità per tutti gli appassionati di meteorologia, ma anche un’altro tassello al mio album su Campi Bisenzio che ho già inserito nella pagina delle foto.
Vi allego una delle foto che più significativamente ritrae l’evento sulla nostra città con il manto che la natura ha depositato, rendendolo ancora più natalizio. Vi invito a fare altrettanto fornendo link a gallerie personali o semplicemente inviando le vostre foto a campibisenzio@gmail.com. Ringrazio Lorenzo per queste splendide foto.