Posts Tagged ‘Lavoro’

Tutti a lavoro: aperitivo in maschera per ridere in faccia alla “crisi del lavoro”

6 marzo 2014

1662679_10203814488748963_1200252700_n
Carnevale è finito? No, non è finito, c’è un ultimo appuntamento prima di mettere nel cassetto maschere e mantelli da supereroi, ed è al Porto delle Storie! Infatti domani venerdì 7 marzo è stata organizzata una festa in maschera dove per accedervi dovrete travestirvi da un mestierante qualsiasi. Che sia il lavoro della vostra vita, o dei vostri sogni o che semplicemente vi diverte, non importa per salutare il carnevale nel migliore dei modi. E per il costume più bello un premio a sorpresa. A far ballare tutta la sera ci penserà il dj set organizzato dall’Associazione Wake up e il gruppo Duende in concerto, dalle 19 in poi fino a notte fonda. Costo aperitivo 6. Per la partecipazione è necessaria la tessera ARCI, in caso non siate tesserati potete compilare il form e ritirare la vostra tessera in occasione dell’evento. Il costo dell’aperitivo più la tessera è di 15 euro.

Percorso di ascolto delle giovani generazioni per il progetto “TOC” “Talenti ed occupazione”

3 marzo 2014

Nel mese di marzo l’amministrazione comunale di Campi Bisenzio organizzerà 3 incontri dedicati ai giovani tra i 18 ed i 35 anni.
Gli incontri si svolgeranno il 5 marzo alle 18 al circolo mcl Gorinello insieme all’Associazione Patchworld, l’11 marzo alla “Fratellanza Popolare” di San Donnino ed il 26 presso il Circolo Mcl di San Lorenzo.
Interverranno a questi appuntamenti i consiglieri Falco Joannes Bargagli Stoffi, coordinatore del progetto “T.OC – Talenti & Occupazione” ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto “Innovazione” per il Comune di Campi Bisenzio; i due giovani consiglieri incontreranno i giovani per discutere di politiche giovanili ed ascoltare proposte, idee e suggerimenti.
Da giovedì 6, ogni giovedì, dalle 15 alle 18 il consigliere Bargagli Stoffi sarà presente presso Villa Rucellai per incontrare i giovani interessati al progetto T.OC..

M5S Campi: 180 giorni della giunta Fossi ? fatti concreti pochi ..

6 febbraio 2014

Leggo sul sito del Movimento 5 Stelle di Campi Bisenzio e riporto il resoconto della serata organizzata dall’amministrazione Fossi per rendicontare i primi sei mesi, ad opera del capogruppo Niccolò Rigacci.

Ieri sera presso la Sala Pertini di Campi Bisenzio si sarebbe dovuta tenere la presentazione dei primi 6 mesi di governo del comune. Erano presenti il sindaco Fossi, il presidente della regione Rossi e conduceva la serata il giornalista Antonio Passanese. Usiamo consapevolmente il verbo al condizionale in quanto a un certo momento abbiamo persino pensato di aver sbagliato giorno o aver sbagliato sala (peraltro cambiata all’ultimo minuto) ma forse, molto più semplicemente, abbiamo sbagliato sindaco. Sull’operato dell’amministrazione comunale di questi 6 mesi non è stata spesa una parola, se la sono cavata con un volantino, contenente una lista tipo spesa al centro commerciale, piena di “avvio di percorso”, “avvio di processo”, “avvio di tavolo di lavoro” ma fatti concreti pochi e punti.
Viva l’inceneritore, viva l’aeroporto più grande, viva il rumore, il traffico e l’inquinamento!
Il presidente Rossi, intervistato dal giornalista, ha dichiarato la sua volontà di andare avanti con la costruzione della pista parallela dell’aeroporto di Peretola, giustificando questa scelta con il voler dare più risalto alla città di Firenze consentendone un maggior sviluppo. “Se isolassimo Firenze e l’area vasta fiorentina ci sarebbero ripercussioni a livello di sviluppo del territorio. Senza l’aeroporto metteremmo la Toscana in condizioni di non riprendere la crescita”, come se l’aeroporto di Pisa non esistesse! Ma già! l’aeroporto di Pisa è un nodo più turistico, quello di Firenze servirà persone che volano per motivi di lavoro, business addirittura ricerca! Questo tentativo grossolano di legittimare la scelta di una infrastruttura inutile e costosa con i temi più cari ai cittadini come il lavoro o la ricerca non sfugge ai nostri occhi attenti. Il presidente continua inoltre dicendo che i due aeroporti di Pisa e Firenze non devono entrare in competizione e ne descrive le peculiarità di ognuno peraltro non del tutto condivisibili, l’aeroporto di Pisa più turistico, quello di Firenze più di business, in questo modo non fa torto a nessuno e legittima la scelta di due aeroporti a neanche 100 km di distanza l’uno dall’altro. Quanto all’impatto ambientale dell’aeroporto sulla piana non sembra molto preoccupato, hanno un impatto ambientale molto più pericoloso le cementiere (?) inoltre, è previsto il parco agricolo della piana con 7000 ettari di zona verde (a due passi dall’inceneritore, ma questo non l’ha detto). Anzi sul tema inceneritore non ci sono proprio entrati, dopo il sì all’aeroporto, il sì alla tramvia, piuttosto che dichiarare un altro sì hanno preferito non toccare l’argomento. Sì, forse qualche aereo in più passerà sui tetti degli abitanti di Capalle, ma per il resto Campi si salva! E poi ci si stupisce se l’amministrazione di Campi fa affogare da anni nello smog i cittadini di via dei Confini, applicano sia a livello comunale che a livello regionale, il medesimo criterio: se il problema tocca i pochi, di quei pochi non gliene frega un tubo a nessuno. Comincia poi un monologo di triste rimpianto per la dorsale che costeggia la costa toscana, o la bretellina a Lucca o la bretella Lastra a Signa/Prato mai costruite per lentezza dei tempi, scarsa decisione, perché non si sono trovati gli accordi, perché in Toscana si vuole sempre accordare i toni di tutti, perché ci sono state forti opposizioni e alla fine non si decide mai niente. In questo modo tenta di far sentire responsabili i cittadini della mancata costruzione delle infrastrutture necessarie, mescolando ancora una volta lucciole con lanterne: le strade servono, l’aeroporto a Firenze no! A questo punto interviene il Fossi che si dichiara contrario alla costruzione dell’aeroporto ma con scarsa grinta e motivazione, via sindaco forza! Che almeno su questo siamo d’accordo!
Viva le imprese dinamiche che arricchiscono la Piana! (quali? La GKN?)
Rossi tocca poi il tema occupazione e si dichiara favorevole a investire sulle imprese dinamiche. “I nuovi fondi comunitari devono sostenere l’impresa che ce l’ha fatta e che ce la vuole fare, che ha aumentato i fatturati, ha aumentato la produzione e si è internazionalizzata, insomma l’impresa virtuosa”. Quanto a quelle che non ce l’hanno fatta, casomai per cause di forza maggiore (forse non sono state pagate dalla PA???) quelle devono morire, non gliene frega nulla a nessuno. “Di imprese virtuose nella piana ce ne sono parecchie! Perché la piana è appetibile e le aziende investono in questo territorio!” (forse il presidente non ha fatto un giro in zona ultimamente, gli suggeriremmo di andare in GKN per fare solo un esempio). Quanto al Fossi in realtà avevamo preso molti appunti su tutto quello che ha detto salvo poi, una volta tornati a casa cercando di rimetterli insieme, accorgersi che erano parole vuote e non siamo riusciti a cogliere il nocciolo del discorso.

Il 19 gennaio, parte T.OC. Progetto del Sindaco Fossi su giovani e occupazione

14 gennaio 2014

Con T.OC. (“T.OC.- Talenti & occupazione”, progetto di politiche giovanili per il Comune di Campi Bisenzio) si vuole realizzare un nuovo clima positivo di energia favorevole per i giovani, in un clima difficile per l’occupabilità e in generale per l’autonomia. Il progetto, coordinato dal Sindaco in collaborazione con gli assessorati allo sviluppo economico, sociale, pubblica istruzione e cultura prevede un programma di azioni trasversali che hanno come focus il lavoro. Appuntamento il 19 di ogni mese alle 19 per discutere, confrontarsi, ascoltare i giovani e per presentare le azioni positive per potenziare e migliorare le proposte e le opportunità offerte nel nostro territorio.
Il 19 gennaio alle 19 con un incontro-aperitivo nello spazio comunale presso Hidron sarà presentato il progetto e un premio per i giovani studenti di Campi che frequentano l’Università degli Studi di Firenze, cofinanziato dal Comune di Campi Bisenzio e dai giovani imprenditori di Confindustria Firenze. Spesso si sente parlare di merito e di meritocrazia: noi abbiamo deciso di premiarla. Il MERITO merita ! dice il Sindaco Fossi .. Interverranno oltre al sindaco, Giacomo Lucibello, imprenditore e rappresentante di Confindustra Firenze ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto Innovazione del Comune di Campi Bisenzio. Coordina Falco Bargagli Stoffi, coordinatore Politiche giovanili e progetto #Toc.

Conclusa la quarta edizione di Job Zone ai Gigli

16 ottobre 2013

Si è conclusa la 4a edizione di Job Zone la rassegna per chi offre e cerca lavoro che si è tenuta fino a domenica 13 ottobre al centro commerciale I Gigli, con oltre 9.400 contatti registrati dagli stand che ha chiuso i battenti nonostante il giorno di ritardo a causa di un malaugurato incidente stradale che ha reso impossibile aprire il 7 ottobre come programmato. Oggi alle 11, in Corte dell’Oste, con un incontro coordinato da Daniele Magrini che ha visto ospiti alcuni dei principali partner della rassegna oltre al vicepresidente della provincia di Prato Ambra Giorni e all’assessore del comune di Campi Luigi Ricci, sono stati resi noti i dettagli dell’andamento dell’edizione 2013 di Jobe Zone e sono stati consegnati quasi 180 voucher per corsi di formazione professionali, per il valore di oltre 120mila euro, offerti a quanti hanno partecipato alle selezioni riservate a possessori di Gigli Pass.

JOB-ZONE inizia oggi ai Gigli la rassegna dedicata a chi cerca e offre lavoro; il ritardo causato da un incidente stradale

8 ottobre 2013

JOB ZONE, la rassegna dedicata a chi cerca e offre lavoro al centro commerciale I GIGLI, inizierà l’8 ottobre, con un giorno di ritardo sui programmi annunciati a causa di un incidente stradale che ha coinvolto il veciolo industriale che trasportava i materiali per gli allestimenti degli stand.
Un grave incidente stradale, occorso domenica 6 ottobre lungo il tragitto dell’Autosole, ha visto coinvolto anche il camion sul quale viaggiavano tutte le attrezzature per gli allestimenti degli stand di Job Zone, in programma dal 7 al 13 ottobre al centro commerciale I GIGLI.
La vicenda ha inevitabilmente fatto assumere la decisione di posticipare di un giorno, con tutte le problematiche ovviamente connesse, l’apertura della rassegna in modo da permettere una nuova fornitura di materiali per gli allestimenti.
L’organizzazione della rassegna si scusa con tutti del disguido evidentemente indipendentemente dalla volontà di tutti i soggetti coinvolti nella vicenda.
Job Zone è organizzata dal centro commerciale I Gigli insieme all’Agenzia Kimbe e in collaborazione con il comune di Campi Bisenzio e si avvale del patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Firenze, Provincia di Prato e Comune di Firenze.

Job Zone parte in ritardo: inaugurazione domani 8 ottobre ai Gigli

7 ottobre 2013

A causa di un serio incidente che ha coinvolto un camion che trasportava i materiali per l’allestimento di Job Zone, in programma da lunedì 7 ottobre al centro commerciale I Gigli, la manifestazione dedicata al lavoro inizierà con un giorno di ritardo. Job Zone prenderà il via martedì 8 ottobre.

JOB Zone ai Gigli: posti di lavoro e formazione gratuita per 120 mila euro

3 ottobre 2013

È stata presentata questa mattina la 4° edizione di JOB ZONE che si terrà al centro commerciale I GIGLI dal 7 al 13 ottobre.
Sette posti di lavoro saranno messi a disposizione da Job Zone, la rassegna dedicata al lavoro, in programma al centro commerciale I GIGLI dal 7 al 13 ottobre.
La quarta edizione, presentata questa mattina, mette sul piatto una serie di novità: 105 voucher di gratuità totale e 77 di gratuità parziale, per un totale di 122.207 euro, per seguire corsi di formazione professionale e 7 posti di lavoro per i quali i candidati parteciperanno ad una preselezione, a corsi di formazione e ad una selezione finale. Due di questi posti di lavoro saranno presso piccoli negozi all’interno della galleria del centro commerciale, gli altri presso alcuni partner della rassegna.
“Job Zone era iniziato come una scommessa – ha detto il direttore del centro commerciale I GIGLI, Yashar Deljoye Sabeti – ed è stata copiata da più realtà anche a livello nazionale. Siamo riusciti a potenziare ulteriormente il progetto anche quest’anno, nonostante nel mondo del lavoro non sia facile. Lo scorso anno abbiamo erogato circa 76mila euro voucher, quest’anno arrivano a 122.207 euro”.
Alla conferenza stampa è intervenuto anche il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi. “Il centro commerciale I Gigli – ha detto il sindaco Fossi – è una delle realtà più importanti del nostro territorio. Nel campo della socialità è un pezzo integrante della nostra comunità. E questa è una iniziativa fondamentale, in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo il compito dell’amministrazione comunale è quello sia di stare vicino alle aziende che soffrono sia a coloro che hanno grandi potenzialità e sono eccellenze”.
A Job Zone hanno aderito 44 soggetti di cui 27 espositori, suddivisi in 8 agenzie di formazione, 6 agenzie del lavoro, 7 associazioni di categoria, di cui due sindaci e la Federazione italiana franchising, 5 istituzioni, 7 media partner, 8 punti vendita, 2 aziende, una università.
Saranno offerti 13 corsi di formazione.
Hanno aderito circa 450 ragazzi delle scuole superiori di Prato, Firenze e Sesto Fiorentino.
Durante la rassegna verranno offerti: colloqui di preselezione, consulenze, revisione di curriculum vitae da lunedì a domenica tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19.
Job Zone è organizzata dal centro commerciale I Gigli insieme all’Agenzia Kimbe e in collaborazione con il comune di Campi Bisenzio e si avvale del patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Firenze, Provincia di Prato e Comune di Firenze.
Dichiarazione della vicepresidente della Provincia di Prato Ambra Giorni: “Non faremo mai abbastanza per i giovani che cercano lavoro. E’ la vera priorità a Prato e in tutta Italia in questo momento e ogni iniziativa che offra opportunità di incontro e dialogo con le imprese e con il mondo del lavoro è preziosa. In questa grande piazza in molti cercheranno di capire cosa faranno domani e sono convinta che sia un’occasione di crescita per tutti, anche per le aziende. Buon lavoro a tutti”.

Referendum: raccolta firme presso la segreteria, sarà possibile firmare entro il 10 settembre prossimo

12 luglio 2013

Sono state depositate presso la segreteria del comune di Campi Bisenzio undici richieste di referendum, che gli elettori interessati possono firmare. Le proposte di referendum sono le seguenti:
Divorzio breve: per eliminare l’obbligo dei tre anni di separazione prima di poter chiedere il divorzio;
Lavoro e immigrazione: per abrogare le nome che ostacolano il lavoro e il soggiorno regolare dei cittadini stranieri;
Immigrazione: per abrogare il reato di clandestinità;
Droghe: per abolire il carcere per fatti di lieve entità;
Otto per mille: per lasciare allo stato le quote di chi non esprime una scelta;
Abolizione del finanziamento pubblico ai partiti;
Responsabilità civile dei giudici (2 referendum);
Magistrati fuori ruolo: per far rientrare nei tribunali i magistrati attualmente dislocati in altri ruoli;
Custodia cautelare: per limitare il carcere preventivo ai soli reati gravi;
Abolizione dell’ergastolo;
Separazione delle carriere dei giudici.
I cittadini interessati a firmare le suddette richieste di referendum, possono recarsi, con un documento di riconoscimento, presso l’Ufficio Segreteria del Comune  in Piazza Dante, 36 nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 ed il  martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.15, entro il 10 settembre prossimo.
Per ulteriori informazioni si possono consultare i siti dei comitati promotori : www.cambiamonoi.it  – www.referendumgiustiziagiusta.it
(Fonte comune di Campi Bisenzio)

Selex: Fedeli (Pd), il nuovo Piano di gestione da segni di apertura ma chiariamo la questione delle missioni industriali dei singoli siti

21 giugno 2013

Il nuovo Piano di gestione degli esuberi dell’azienda Selex, che contempla una nuova procedura di mobilità volontaria e contratti di solidarietà tra tutti i lavoratori, è sicuramente un segnale di apertura – ha dichiarato ieri Valeria Fedeli, Vicepresidente del Senato – Il Piano, presentato oggi in sede sindacale, segna un passo in avanti rispetto al precedente, del tutto irricevibile, che prevedeva, solo per la Regione Toscana, 140 esuberi da gestire con la Cassa integrazione straordinaria a 0 ore per due anni. Resta comunque ancora da chiarire la questione delle missioni industriali dei singoli siti di cui si discuterà i prossimi 26 e 27 giugno. Voglio ricordare che Selex rappresenta un’importante risorsa strategica per il nostro Paese resta dunque di fondamentale importanza avere, in tempi rapidi, un Piano industriale adeguato per il futuro dell’azienda.