Posts Tagged ‘lavori’

Scuola Marco Polo di Sant’Angelo, eseguiti lavori per la sicurezza

18 aprile 2014

Il comune fa sapere che nell’ultimo periodo la scuola Marco Polo, in via Bassa a Sant’Angelo a Lecore, è stata oggetto di vari interventi edilizi tesi a migliorare le condizioni di sicurezza. Sono state sostituite le ringhiere alla scala interna e alla scala esterna, compreso il terrazzo, in quanto quelle esistenti non garantivano le minime condizioni di sicurezza. Sostituito anche il pavimento della scala e del porticato al piano terra, con un materiale con caratteristiche di minor scivolamento, in sostituzione del precedente che talvolta presentava rischi di caduta, specialmente in occasione di pioggia ed è stata ingrandita una aula al primo piano inglobandovi lo spazio del ripostiglio e tinteggiate sia le pareti che il soffitto.
In seguito è stato effettuato l’intervento al muretto esterno con il rifacimento completo del rivestimento ad intonaco e la sostituzione della vecchia ringhiera con una nuova a pannelli zincati.Infine nel mese di febbraio 2014 il lavoro ha avuto ultimazione con la sostituzione del cancello carrabile e del cancello pedonale.

Frana l’argine della Marina, le ultime piogge hanno abbattuto un muro ultracentenario

5 marzo 2014

La pioggia e le recenti piene hanno provocato numerosi danni anche al torrente Marina, in questi ultimi giorni è avvenuta una frana per una lunghezza di 25-30 metri, che ha interessato l’argine del fiume vicino a via S.Quirico quasi all’altezza dell’azienda Ariete. La frana è stata provocata dalla pioggia che avendo intriso la terra dell’argine ha provocato una eccessiva pressione sul muro di contenimento che, al calare delle acque dell’ultima piena, ha finito con il cedere, cadendo nel letto del fiume (foto). In verità il muro ha origini ben più antiche; infatti la Polizia Idraulica, che nel frattempo sta iniziando i lavori di ripristino, ha riscontrato una iscrizione recante l’anno 1723 o 1793 su parte del manufatto. L’argine ha poi avuto modifiche a più riprese, ma vista la realizzazione in epoche molto remote, non ha retto ed ha finito con il disgregarsi definitivamente. I lavori inizieranno domani con uno sbancamento della parte in terra e la realizzazione di un muro di contenimento con pietroni. Un analogo lavoro è in via di esecuzione vicino al ponte della ferrovia in prossimità di Calenzano.

L'argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

L’argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Argini del Bisenzio: dalla Provincia l’OK per lavori di somma urgenza ..

27 febbraio 2014

E’ stata approvata in tutta fretta dal Consiglio provinciale di Firenze, la delibera per lavori di somma urgenza per ricostruire argini del Bisenzio, in prossimità della villa Sarri, nel comune di Campi Bisenzio. Tecnicamente si tratta di ricostruire “il piede arginale a fiume in sinistra idraulica del torrente”, si legge nel comunicato, i lavori, quantificati in 180 mila euro, si sono resi necessari a seguito degli eventi di piena del 2 gennaio scorso. La delibera è stata illustrata in Consiglio dall’assessore Giovanni Di Fede. Voto favorevole da tutti i gruppi politici dell’Assemblea di Palazzo Medici Riccardi, mentre si sono astenuti i consiglieri di Forza Italia. Per Andrea Calò (Rifondazione comunista) bisogna “perseguire una seria politica di prevenzione e di messa in sicurezza del territorio ricostruendo gli argini, consumando meno suolo”. “Deve andare in porto una trattativa per la messa in sicurezza di tutto il Bisenzio – commenta Andrea Cantini di Progetto Toscana-Idv – Si tratta di progetti veramente utili, da sostenere fino in fondo”.
Il problema resta comunque quello delle nutrie che con le loro tane, indeboliscono il terreno dell’argine fino a provocarne la caduta. Dopo le recenti piene è emersa tutta la delicata situazione della presenza di questi animali che popolano in larga abbondanza le rive del fiume. Come affermano molti vecchi agricoltori campigiani e non, finchè non sarà risolto il problema di questi animali, sarà come buttar soldi in acqua .. del fiume, aggiungo io.

Intesa sulla Tramvia Firenze – Sesto – Campi: ma fioccano le proteste sul Web ” a San Donnino c’è la Campi dimenticata”

23 febbraio 2014

L’annuncio della prossima siglatura del programma, il prossimo 26 febbraio, che prevede l’avvio dei lavori per la Tramvia fino a Campi, più precisamente in via Buozzi, ha scatenato le proteste di molti abitanti che, risiedendo nelle frazioni più lontane, si sentono esclusi da questa vantaggiosa opportunità per spostarsi velocemente nella Piana. “C’è già la tranvia Firenze-Sesto-Campi, si chiama Ferrovia. Se solo si degnassero di guardare in direzione San Donnino, risparmieremmo un milione di euro per lo studio di fattibilità e potremmo fare molto, ma molto prima. Le stazioni sono già pronte ed il capolinea è alla Leopolda, comodo no? Così invece passeranno altri 10 anni e molti quattrini saranno spesi per inutili consulenze” chiosa il primo commento che già mette il dito nell’annosa piaga delle ferrovie e delle frazioni periferiche come San Donnino, che da decenni soffre di emarginazione da Campi, con tutte le problematiche relative agli spostamenti dei mezzi pubblici. Ma non sono solo questi i problemi, uno spaccato molto dettagliato lo fornisce un altro commento”.. qui a san Donnino, anzi al VALICO che è un ghetto del Comune di Campi siamo abbandonati a noi stessi limiti di velocità non rispettati, strade che da una certa ora in poi diventano a senso unico alternato tetti in amianto che attendono di essere demoliti ma il Comune non da permessi a costruire…la Polizia Municipale che si ricorda del VALICO solo il sabato di ogni 15 gg per fare cassa con la pulizia delle strade…HAi promesso tanto per farti eleggere ma i fatti????”, riferendosi al sindaco Fossi, ed un altro incalza .. “qua al valico siamo figli di un dio minore, nessuno si ricorda di noi!!! il fosso macinante sono secoli che deve essere sistemato e nessuno fa nulla! siamo nel degrado più infimo!”.
Come dargli torto, in effetti sono molte le frazioni periferiche che si sentono abbandonate dalla Centrale Campi, il Rosi, Sant’Angelo, ma anche più limitrofi come la via San Quirico e tante altre, che soffrono di problemi irrisolti. Concordo con un commento che esprime il pensiero un pò di tutti sulle nuove cose da fare ..”prima di spendere soldi preziosi oggi dovremmo valorizzare ciò che già c’è e poi pensare a come migliorare ulteriormente.”

Partono i lavori di ripristino dell’argine crollato

9 gennaio 2014

Sono stati consegnati oggi da parte della Provincia di Firenze i lavori di ripristino dell’argine crollato la scorsa settimana, dove i volontari della Protezione Civile in collaborazione con la Polizia Idraulica Provinciale avevano realizzato una telonatura provvisoria, al fine di mettere in sicurezza la porzione di argine franata. I primi lavori riguarderanno l’apprestamento dell’area di cantiere, successivamente la Ditta appaltatrice andrà a realizzare una scogliera capace di garantire la tenuta dell’argine. Domani arriveranno le pietre che serviranno per la realizzazione della scogliera; la durata presunta dei lavori dovrebbe essere di circa 2 mesi.
“Ringrazio sentitamente l’Ing. Barchielli Stefano (Ufficiale Idraulico IV Tronco di custodia) – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Nucciotti – per il lavoro svolto nei giorni di allerta e per la celerità nell’assegnazione alla Ditta dei lavori di ripristino dell’argine, senza dimenticare il grande lavoro che i Volontari di Protezione Civile hanno svolto nei giorni scorsi e che quotidianamente, nelle emergenze svolgono”.

Iniziano i lavori per la riapertura della Perfetti Ricasoli. Riapertura entro il 10 dicembre

29 novembre 2013

Il Comune di Campi Bisenzio con ordinanza dello scorso 10 ottobre ha ordinato la chiusura della corsia nord (direzione Prato) della Perfetti Ricasoli dall’innesto della rotatoria su Via Allende allo svincolo SP Barberinese, in quanto lo stato di alcuni giunti non garantiva le condizioni di sicurezza per la normale circolazione stradale. Per individuare i lavori necessari per consentire la riapertura della corsia – dice l’Assessore Riccardo Nucciotti – è stato richiesto al Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per la Toscana di redigere uno stralcio esecutivo del progetto generale relativo ai soli lavori di sostituzione dei giunti del ponte sul torrente Garille, del ponte sul torrente Marina e del cavalcavia Galileo. Tale stralcio, consegnato il 30 ottobre, redatto dall’Ing. Renzo Renai e dal Geom. Valeriano Cannizzaro, è stato immediatamente approvato dalla Giunta. Si è poi proceduto al conferimento dell’appalto dei lavori in parola mediante procedura negoziata, approvando lo schema della lettera di invito e impegnando la spesa necessaria”. La gara di appalto, svolta il 19 novembre, è stata aggiudicata all’Impresa FIP Industriale S.p.A. di Selvazzano Dentro (PD).Il costo complessivo dei lavori ammonta ad € 83.500,00, di cui € 64.059,26 per lavori ed € 19.440,74 per somme a disposizione. L’impresa è stata immediatamente contattata – conclude Nucciotti – e sono stati effettuati alcuni incontri propedeutici alla consegna dei lavori. I lavori avranno inizio venerdì 29 novembre e termineranno presumibilmente non oltre il 10 dicembre”.

Interventi sulla viabilità a San Donnino; prende corpo un’opera attesa da molti anni dai cittadini

28 novembre 2013

Lo scorso 19 novembre sono stati consegnati i lavori per la realizzazione di un percorso di collegamento ciclo-pedonale fra Via Erbosa ed il centro storico di San Donnino, intervento che comprende, oltre ai percorsi a terra, la realizzazione di una passerella pedonale sul fosso Macinante ed una sul Fosso di San Donnino. L’importanza dell’opera è assai rilevante in quanto consente di collegare direttamente, con un percorso ciclo-pedonale breve e fruibile, la zona residenziale di S. Donnino, posta sulla destra (idraulica) del fosso Macinante, con la zona posta in sinistra (idraulica) laddove, oltre al centro storico, gli esercizi commerciali ed i servizi, sono ubicate le più importanti attrezzature ed edifici pubblici (le scuole Vamba e Verga, il campo sportivo, la sede della Fratellanza Popolare ed il centro), senza la necessità di dover raggiungere Via Pistoiese. L’intero percorso, compreso l’accesso alla passerella sul Fosso Macinante (costituito da rampe abbinate a scale) consente a tutti il transito senza impedimento alcuno. Il progetto è stato redatto da uno studio di Prato, ACS Ingegneri e l’impresa esecutrice è un R.T.I. di Fano, Costruzioni Nasoni – Desideri, il tutto coordinato dall’Arch. Pietro Pasquale Felice, Dirigente del Comune di Campi Bisenzio. La durata dei lavori è stabilita in 4 mesi e mezzo ed il costo dei lavori si aggira attorno ai 310 mila euro (finanziamento con contributo ministeriale). Salvo imprevisti possibili legati alla esecuzione dei lavori in prossimità di corsi d’acqua nel periodo invernale l’opera dovrebbe essere conclusa entro maggio 2014.

Nuovo accesso a Via Pimentel: approvata la mozione del Pdl

7 ottobre 2013

Gandola in un comunicato esprime tutta la sua soddisfazione per l’approvazione della mozione presentata dal Pdl, relativamente alla variazione di accesso alla via Pimentel a Campi Bisenzio. “Ancora una volta il Popolo della Libertà di Campi Bisenzio dimostra di essere l’unica forza politica campigiana al vero servizio dei cittadini e della Città tutta. Siamo ovviamente profondamente felici del risultato e riconoscenti anche nei confronti della maggioranza che ha deciso di accettare la nostra mozione sebbene con alcune modifiche.”
E’ con queste parole che il Capogruppo PDL in Consiglio Comunale Paolo Gandola saluta l’approvazione all’unanimità della Mozione presentata dal gruppo consiliare atta a raccogliere una proposta pervenuta direttamente dai cittadini di San Martino.
Alla luce del fatto che in quella zona vi sono alcuni negozi ed in particolare l’importante ufficio postale di Via Pimentel, su proposta degli abitanti stessi, il PDL Lunedi scorso, con la Mozione presentata durante il Consiglio Comunale aveva chiesto al Sindaco e alla Giunta l’impegno a costruire dei gradini da Via San Martino/ angolo Via del Paradiso in modo tale da consentire di poter più facilmente e con maggior sicurezza accedere direttamente al parcheggio di Via Pimentel adiacente alle strutture di pubblica utilità della zona. Durante il dibattito che ne è seguito in Consiglio Comunale e a seguito degli emendamenti presentati dalla maggioranza e accolti dal PDL per consentire un accesso anche ai portatori di diverse disabilità si è pervenuti a richiedere la costruzione di un marciapiede che al momento non esiste in via San Martino dove fino ad oggi i pedoni erano costretti a costeggiare il muro di confine per svoltare poi in Via Pimentel (come da foto). Con questo ennesimo atto, accolto con favore da tutto il Consiglio, ancora una volta, il gruppo Consiliare de Il Popolo della Libertà, si schiera dalla parte dei campigiani raccogliendo le loro istanze e cercando in tal modo di offrire un fattivo contributo per la risoluzione delle problematiche attualmente esistenti sul territorio. Tutto ciò, che comporta per il nostro gruppo, persistenti incontri con i campigiani volti a raccogliere le loro istanze ci riempie d’orgoglio e testimonia come sia possibile fare buona politica al vero servizio della gente e di una comunità intera.
Lapalissianamente il PDL, conclude Gandola, vigilerà sulla effettiva e celere messa in opera di quanto stabilito sperando che tale opera entri nel più breve tempo possibile a far parte delle opere da realizzare prioritariamente anche in ragione della spesa economica non certo particolarmente ingente. In tal modo, grazie all’intervento del nostro gruppo consiliare si andrà a risolvere una questione molto sentita dagli abitanti di San Martino.

L'accesso pedonale a Via Pimentel

L’accesso pedonale a Via Pimentel

 

Campi Bisenzio: Aule pronte per gli studenti del nuovo anno scolastico. Per Fossi una dimostrazione di una scelta politica precisa, quella di investire nel futuro e nella comunità

13 settembre 2013

Aule pronte ad ospitare gli oltre 5.000 studenti campigiani delle scuoledi ogni ordine e grado. Sono infatti terminati i lavori di manutenzione ordinaria realizzati dal Comune in numerose sedi scolastiche durante la chiusura estiva dei plessi scolastici. Così si legge in un comunicato pubblicato sul sito del comune solo ieri, mentre i ragazzi di tutte le scuole campigiane affollavano già le aule. Nello stesso comunicato si legge che “Tecnici ed operai hanno lavorato durante l’estate per sistemare vetri rotti, maniglie non funzionanti, scarichi intasati e per risolverevari altri problemi. Piccoli interventi che però sono indispensabili all’efficienza delle strutture scolastiche e che l’anno scolastico sarà inaugurato lunedì 16 alle 16.30 presso la scuola Don Milani alla presenza di tutti i bambini, del Sindaco e del Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “La Pira” Prof. Di Ciuffa. In questa occasione saranno inaugurate la nuova pensilina che rappresentava una necessitàda tanti anni e le nuove aule.
Sindaco, Emiliano Fossi “Siamo soddisfatti perchè anche quest’anno siamo riusciti amantenere il livello dei servizi ottenuto nonostante le difficoltà di bilancio e ciò è la dimostrazione di una scelta politica ben precisa. Qualche mese fa eravamo preoccupati perchè nell’Istituto comprensivo Centro Nord avevamo 50 bambini fuori dalla scuola materna grazie al rapporto con la Regione siamo riusciti ad ottenere 2 sezioni Pegaso che hanno risolto il problema della lista d’attesa, ma soltanto conorario antimeridiano. Abbiamo immediatamente condiviso la questione con l’Istituto comprensivo tenendo sempre aggiornati anche i rappresentanti dei genitori dei bambini delle due sezioni (1 alla Riccardo Valerio e l’altra alla Diego Cianti) e grazie allo sforzo dell’Amministrazione comunale e alla collaborazione dell’Istituto Campi nord siamo riusciti a garantire anche la frequenza pomeridiana, siamo inoltre riusciti ad ottenere una classe a tempo pieno in più anche alla scuola primaria Aurora Gelli”.
L’Assessore Riccardo Nucciotti con deleghe ai lavori pubblici: “Accanto a questi lavori di ordinaria manutenzione per i quali sono state investite alcune migliaia di euro, l’amministrazione comunale ha realizzato e programmerà la realizzazione di importanti interventi strutturali in varie scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado, dei tre istituti comprensivi del territorio comunale. Purtroppo atti vandalici hanno imposto una maggiore spesa per le riparazioni e penseremo anche ad un modo per prevenire problemi di questo tipo.”
L’Assessore Monica Roso:”Puntiamo sulla scuola e sul futuro della nostra comunità. Gli studenti troveranno anche quest’anno un’offerta formativa capace di educarli non soltanto nelle materie scolastiche ma anche attraverso progetti che hanno come finalità l’educazione alla consapevolezza, alla partecipazione, alla responsabilità, alla legalità e alla conoscenza dei diritti, come strumenti di convivenza civile”.

Rifondazione Campi: Ripristinare quanto prima il pieno utilizzo della scuola Matteucci

24 Mag 2013

Michele di Paola (fonte immagine La Nazione)

Ultime battute per questa campagna elettorale ed ultimi comunicati che fioccano come neve, l’ultimo per adesso quello di Rifondazione Comunista di Campi sulle sorti della scuola media Matteucci, al centro rmai di una annosa e sconvolgente questione.

La chiusura del primo piano della scuola e della palestra Matteucci ha creato in questi anni un forte disagio agli studenti, agli insegnanti ed al personale ATA.
Solo grazie alla iniziativa dei genitori e degli organismi della scuola, l’Amministrazione Comunale ha ridimensionato gli iniziali progetti faraonici di ristrutturazione dell’edificio, giungendo comunque ad una ipotesi di intervento sull’edificio non condivisa, costosa e non ancora definita. Il tutto ha comportato una ulteriore perdita di tempo per le necessità della scuola.
Rifondazione Comunista, insieme ad altri consiglieri dell’opposizione, ha dato doverosamente voce in consiglio comunale alle proposte ed alle proteste dei genitori e degli insegnanti per giungere in tempi utili ad una soluzione funzionale del problema.
La prossima Giunta ed il nuovo Consiglio Comunale avranno il compito di ripristinare quanto prima la funzionalità e la sicurezza della Scuola Matteucci nell’interesse degli studenti e della qualità delle attività scolastiche, con un intervento mirato e senza spreco di risorse, ponendo fine ad una storia durata davvero troppo tempo.
Rifondazione Comunista – Michele Di Paola candidato sindaco