Posts Tagged ‘intervento’

Le nuove pagine web della Polizia Municipale di Campi Bisenzio

15 febbraio 2013

Dal 4 febbraio il sito web del Comune di Campi Bisenzio si è arricchito di nuove informazioni per il cittadino da parte del comando della polizia municipale, con delle nuove pagine web.
Oltre ad un miglioramento complessivo delle informazioni sulla struttura del Corpo Polizia Municipale, fra l’altro recentemente riorganizzato in base alle direttive della deliberazione della Giunta Comunale n. 190 in data 2 agosto 2012, si è cercato di offrire ai cittadini uno strumento di aiuto semplice e pratico.
Per questo è stata aggiunta una sezione dal nome “Come fare per … ?
In questa sezione, sotto forma di domande, vengono fornite una serie di informazioni utili, in forma molto semplice.
Un esempio per tutti: “Ho visto o mi è accaduto un incidente. Chi devo chiamare?
Facendo click sulla domanda si apre una pagina apposita che riporta una serie di informazioni semplici e chiare, fra le quali, per esempio:
– “Qualora si sia coinvolti o si assista ad un incidente stradale con feriti la prima cosa da fare è chiamare il numero nazionale 118.
In questo caso, sarà direttamente l’operatore del 118 che provvederà a richiedere l’intervento di un organo di polizia stradale (Polizia Municipale o Carabinieri).
E’ possibile comunque richiedere direttamente l’intervento della Polizia Municipale allo specifico numero telefonico del pronto intervento: 055 890544.
Vengono forniti anche consigli sul comportamento da tenersi, come segue:
“…Attenzione: … Allontanarsi dal luogo del sinistro qualora si sia coinvolti (anche se non responsabili) è un fatto molto grave, che può costituire reato.” e “In attesa dell’organo di polizia stradale i veicoli non devono essere spostati.“.
In definitiva si è cercato di mettersi nei panni del cittadino che quotidianamente si rivolge alla Polizia Municipale, fornendogli una serie di risposte a quelli che sono i quesiti ricorrenti.

Emergenza neve a Tivoli: impegnata anche la Misericordia di Campi Bisenzio con i Volontari della Protezione Civile

11 febbraio 2012

Con il susseguirsi di preoccupanti notizie sul maltempo, che sta flagellando le regioni italiane, tenuto conto anche dell’impegno che le Misericordie stanno già profondendo in varie regioni e degli allertamenti che stanno arrivando alle Confraternite, su richiesta del Dipartimento di Protezione Civile proprio in queste ore la Misericordia di Campi Bisenzio con i suoi volontari si sta attrezzando per recarsi a Tivoli già da questa sera.
Attualmente nella zona sta già operando anche la Misericordia di Prato che con l’intervento di quella di Campi porteranno gli aiuti alla popolazione colpita dalle nevicate in compiti di vario genere, per i quali i volontari sono altamente preparati.
Altri componenti della Protezione Civile di Campi Bisenzio partiranno domani mattina alla volta di Arezzo in ausilio ad altre squadre della Confraternita delle Misericordie d’Italia.
Vi terrò ulteriormente informato sull’opera dei nostri volontari, sempre pronti ad intervenire in aiuto alla popolazione, portando lo spirito di disponibilità ed il calore umano tipico dei campigiani in tutta Italia, sempre e solo ripagati dal motto “Che dio ve ne renda merito”.

Emergenza maltempo ad Aulla, la Fratellanza Popolare di San Donnino invia i propri aiuti alla popolazione

27 ottobre 2011

E’ notizia di appena due ore fa, che la Fratellanza Popolare di San Donnino invierà domani mattina, alle ore 6.00 una squadra di 5 volontari addestrati per le emergenze, ad Aulla, in aiuto alle popolazioni colpite dal maltempo. Vi terrò aggiornato sull’intervento dei nostri volontari che cercheranno di portare l’aiuto ed il sentimento di solidarietà dei campigiani, ai cittadini di Aulla che hanno perso tutto e che in questo momento hanno bisogno veramente di tutto. Propongo il video choc con le immagini più eloquenti del disastro che ha colpito la nostra regione e la regione Liguria.

Museo Civico Campigiano: l’intervento di Roberto Viti in consiglio

30 settembre 2011

Non si placa la vicenda del Museo Civico, dopo il consiglio comunale di ieri nel quale è stato respito un odg presentato da alcuni consiglieri di opposizione, che chiedevano maggiore chiarezza sul progetto e sulle relative spese. Oggi mi viene chiesto di pubblicare l’intervento di Viti della Lista civica No-Inceneritore nel consiglio comunale di ieri. Lo faccio con piacere perchè ciò completa (anche se in parte) la panoramica di notizie su questa storia.

Ultimamente e sempre più spesso sento personaggi della Giunta e della maggioranza piangere e lamentarsi dei tagli agli enti locali da parte del Governo.
È vergognoso però che le risorse, quando arrivano, vengano da questa allegra brigata sprecate per iniziative di pura propaganda col corredo di feste e fuochi d’artificio per ingrassare di prebende, elargizioni, contributi con denaro pubblico e tutto il resto, associazioni che poi fungono da collettore di consensi sempre e comunque a favore di una sola parte politica.
Ora non si sapeva come aiutare il Circolo Rinascita, che pare non sappia camminare con le proprie gambe, inventando di regalargli questo incredibile po-po’ di affitto, una locazione fuori da ogni regola commerciale e fuori da ogni etica di buon senso. L’intero primo anno d’affitto pagato tutto anticipato, con decorrenza retro attivata al gennaio 2011 quando ancora il museo non solo non c’è ma la giunta ha deciso d’affittare nel mese di luglio, quindi, assurdo pagare sei/sette mesi d’affitto in più.
Sarebbe l’ora che per ogni iniziativa si anticipasse prima una corretta valutazione dei costi e degli sprechi a cui si può andare incontro.
Per questa storia il 12 aprile mi ricordo che c’è stato un tentativo (andato a buon fine) di far digerire a questo Consiglio la necessità di un museo pur avendo già quello del Manzi da mantenere, e nei sogni del sindaco un altro ancora in futuro alla Rocca per i reperti di Gonfienti come se tre musei avessero priorità sui veri problemi del paese.
Quell’ atto formale fu da noi accolto dimostrando benevolenza verso un’idea che non ci si immaginava a cosa mirasse. Allora pensai che si potesse allestire il museo in locali già patrimonio del Comune e ciò ci avrebbe consentito di gestire il tutto con spese molto, molto modeste.
No, adesso si può dire che il trucco c’era già e la procedura dietro le quinte già in corso.
L’unico immobile preso in esame, come dichiarato dal sindaco su Repubblica del 14 agosto, era stato quello del Rinascita, solo questo?  Gli altri, sebbene a gratis, non sono stati nemmeno considerati!
Pertanto è chiaro che oltre alle associazioni amiche, sempre le solite da anni, si voleva salvare dalle disagiatezze economiche anche l’amica Casa del Popolo.
Ecco qui, ancora, cosa si propina al popolo sempre più bue e sempre meno sovrano.
Roberto Viti – Lista Civica No.Inceneritore di Campi Bisenzio

Lavori all’acquedotto, probabili disagi da domani fino a venerdì 28 maggio

23 maggio 2010

Publiacqua Informa gli utenti del Comune di Campi Bisenzio, assieme a Prato, Sesto Fiorentino, Calenzano, Signa, Montemurlo, Quarrata e Agliana che dalle ore 8.00 di domani, lunedì 24 maggio, alle ore 20.00 di venerdì 28 maggio, sarà effettuato un nuovo intervento di spostamento sulla tubazione DN 1000 (per l’interferenza tra il percorso della rete idrica, la cosiddetta autostrada dell’acqua, con la Perfetti Ricasoli) e che si potranno verificare abbassamenti di pressione.
Publiacqua per tutta la durata dell’intervento terrà costantemente monitorata la distribuzione dell’acqua in tutto il territorio interessato e provvederà a mettere in atto tutte le misure possibili per contenere i possibili disagi che tali lavori, comunque indispensabili, potranno arrecare agli utenti.

La replica di Roberto Viti “in merito ad alcuni comunicati stampa e comicità involontaria”

1 aprile 2010

Non si è fatta attendere troppo la replica di Roberto Viti (Lista Civica No-Inceneritore di Campi), dopo il comunicato che il PD di Campi aveva divulgato agli organi di stampa (leggi). Lo propongo integralmente ed allego alcuni documenti, oggetto dei fatti scaturiti nell’ultimo consiglio comunale di Campi Bisenzio.

Cari concittadini,
apprendo non senza un quarto d’ora di divertimento che il PD si è risentito con me, con tanto di comunicato stampa,  per alcunefrasi offensive e bugiarde” da me pronunciate durante l’ultimo consiglio comunale. Detto PD si guarda bene dal citare l’argomento su cui le “frasi offensive e bugiarde” vertevano. Ragion per cui, vi allego il testo dell’interpellanza presentata e quello della mia replica alla risposta perché possiate giudicare con la vostra testa, anziché in base alle asserzioni di detto PD.
Ciò detto, non voglio commentare l’accaduto salvo fare due osservazioni. La prima riguarda l’affermazione che detto PD è stato “indotto ad abbandonare l’aula in segno di protesta” Deve trattarsi della prima volta in assoluto nella storia che la maggioranza abbandona l’aula di un’istituzione per protesta contro l’opposizione. Di solito è il contrario. Che però la maggioranza protesti contro l’opposizione andandosene mi pare proprio oltre il limite del ridicolo. Spero che tutti di detto PD, prima o poi, rinsaviscano.
Seconda osservazione. Annoto che, di fronte a un consigliere che chiede conto al sindaco dei suoi comportamenti dopo aver preso impegni formali dinnanzi ai cittadini, la protesta è l’abbandono dell’aula e la pubblicazione di comicissimi comunicati stampa che stigmatizzano “frasi offensive e bugiarde”. Sul tenore delle mie frasi potranno giudicare i cittadini. Quanto a me, rivendico il diritto di fare tutte le interpellanze che voglio su questioni che ritengo stiano a cuore alla cittadinanza e ai miei elettori, e di svolgere le mie considerazioni in base alle risposte  ottenute. Giacomo Matteotti, un altro che aveva il vizio di fare interpellanze che non piacevano, neanche quelle, alle maggioranze di allora, di fronte al fascista Edoardo Torre che caldeggiava l’abbandono dell’aula strillando: “Che cosa stiamo a fare qui? Dobbiamo tollerare che ci insulti”, Matteotti rispose: “ Io chiedo di parlare non prudentemente, né imprudentemente, ma parlamentarmente”.
Io la penso come lui, proprio così !
Cordiali saluti
RobertoViti – Lista civica No Inceneritore

Allegato 1 : Intervento interpellanza Provincia (pdf  39.4 Kb)
Allegato 2 : Interpellanza riunione Provincia (pdf  94.7 Kb)

Inceneritore: l’intervento di Roberto Viti al Consiglio Comunale del 29 giugno 2009

10 luglio 2009

Ricevo e pubblico l’intervento del consigliere Viti della Lista Civica NoInceneritore; lo faccio con piacere perchè ritengo che tali documenti debbano essere divulgati in virtù di una più ampia partecipazione e trasparenza.
Non ho molto da dire, perché si tratta in realtà di un Ordine del Giorno che si spiega da solo. C’è una legislazione internazionale e nazionale che lo giustifica: la Direttiva 94/62 del Parlamento Europeo che impone: ” la riduzione del volume dei rifiuti è condizione necessaria per la crescita sostenibile ed è espressamente indicata nel trattato dell’ Unione europea; qui da noi c’è la cosiddetta “Legge Ronchi”; ci sono insomma un combinato di norme che ratificano la riduzione della produzione dei rifiuti. C’è anche qualcosa di più delle leggi, ed è il semplice buon senso. Ci comportiamo come persone che gettano via tutto quello che potrebbe essere ancora riusato e riempiono d’immondizia il luogo dove vivono, dopo di che, minacciati dalla quantità di rifiuti prodotti si danno disperati a bruciarli e a respirarne i fumi velenosi pur di poter continuare come prima. È difficile trovare un comportamento più sciagurato ! Di qui la necessità di ridurre i rifiuti, sancita da leggi come queste e dall’intelligenza di tutti, cioè adottare procedure che vengono chiamate “le buone pratiche”. In realtà invece, In Toscana siamo stati inclini a pratiche piuttosto cattive, visto che la produzione annua di rifiuti pro capite da noi è paurosamente alta rispetto alle altre realtà Italiane. Siamo tra i campioni d’Italia della spazzatura. Ci sarebbe qualcosa da dire sulle amministrazioni che per negligenza hanno permesso questo. Siamo in ritardo rispetto ad altre realtà, tuttavia qualche segnale di inversione è balenato, ad esempio l’interesse per le buone pratiche concessoci dall’Amministrazione Comunale che è stato uno degli obiettivi concordati col comitato nello studio richiesto ai tecnici dopo il grande risultato del referendum del dicembre 2007. Naturalmente, come tutti quelli che sono in ritardo rispetto agli altri, dobbiamo fare quello che è necessario fare in questi casi: ossia imparare da quelli che sono più avanti rispetto a noi. E a pochi chilometri da qui, abbiamo la fortuna di avere uno degli esempi migliori di applicazione delle buone pratiche: la virtuosa gestione dei rifiuti attuata dal Comune di Capannoni. Non entrerò nel dettaglio, perché i procedimenti in uso in quel Comune sono descritti nelle relazioni tecniche suddette. Resta il fatto che, attuando un lavoro di attenta identificazione del tipo di rifiuto, il ciclo attuato a Capannori intercetta l’80% circa dei prodotti che vengono recuperati e reintrodotti nella filiera del riutilizzo. In altri termini, si tratta di un’esperienza che ha trasformato il rifiuto in risorsa senza incenerire ed avvelenare alcunché . Con questo e altri sistemi, il comune di Capannoni è riuscito non solo a ridurre a pochissimo la quantità di rifiuti destinati alla discarica, obiettivo che in alcune realtà toscane è ancora un sogno, ma addirittura a diminuirne la produzione. Per alcune specie di sostanze si sono attivate filiere di produzione che non residuano alcun rifiuto; si sta parlando insomma di un sistema di gestione che spreca poco o, in taluni settori, non spreca nulla. Ma non è soltanto una questione economica il sistema Capannori si basa anche sull’adesione attiva della cittadinanza, per esempio tramite la pratica partecipata e ormai consolidata del porta a porta e l’aumento dell’autocompostaggio la popolazione non soggiace passivamente , ma è lei stessa parte protagonista e sempre più sentita attrice dell’eccezionale risultato. Questa ci sembra la realizzazione più bella del sistema di Capannori, perché una cittadina attiva, consapevole, informata, è la prima e la più insostituibile ricchezza di una comunità. Certo, non è detto che da Capannori si possa importare un modello chiavi in meno; ci possono essere differenze nella composizione e nella tipologia dei rifiuti. Sono tutte cose che vanno valutate tra i nostri ed i loro esperti. Da qui nasce la richiesta di attivare il percorso conoscitivo oggetto di questo nostro ODG, per permettere a questa amministrazione di studiare con fattiva attenzione le tecniche impiegate a Capannori. In fondo quella che proponiamo è una bussola, un indicatore di direzione verso la doverosa ed inevitabile riduzione dei rifiuti; perché quello è il futuro indispensabile. A noi, confrontare le realtà che si sono già spinte in quella direttrice e usarle come pietra di confronto per emularle in questo percorso virtuoso, ci sembra proprio un’ iniziativa buona e giusta. Pertanto concludo chiedendo ai miei colleghi consiglieri di dar qui il loro parere favorevole. Grazie
ROBERTO VITI

Un viaggio nella chirurgia refrattiva a Campi Bisenzio

16 ottobre 2008

La Misericordia di Campi Bisenzio offre oggi un importante servizio di Chirurgia Refrattiva. Ad oltre un anno dall’inizio dell’attività sono ormai centinaia gli interventi eseguiti e la grande soddisfazione dei pazienti sancisce il successo dell’attività. Alla Misericordia è oggi possibile la correzione di tutti i difetti di vista: miopia, ipermetropia, astigmatismo con il nuovo Laser ad Eccimeri Zyoptix 100, moderna e sofisticata macchina di ultima generazione. Inoltre la tecnica Lasik (che si diffonde finalmente anche in Toscana) consente il recupero visivo già poche ore dopo l’intervento senza alcun dolore. Allo scopo di allargare la conoscenza di queste tecniche la Misericordia di Campi Bisenzio, con il patrocinio del Comune e della Società della Salute organizza a Campi il primo Corso scientifico divulgativo dal titolo “Viaggio nella Chirurgia Refrattiva” che si svolgerà in due sessioni: il 18 ottobre ed il 13 dicembre presso la Limonaia della Villa Montalvo, Via del Limite. Il corso, che è gratuito, è rivolto ad oculisti, medici di base ed operatori sanitari ma è aperto anche a tutta la cittadinanza. Relatori saranno il Dott. Giuseppe Panzardi Responsabile della Chirurgia Refrattiva della Misericordia di Campi Bisenzio, il Dott. Matteo Piovella Responsabile SOI ed il Dott. Scipione Rossi Primario Ospedale San Carlo di Nancy di Roma. Il Dott. Panzardi ha eseguito oltre 100 interventi nell’arco di 8 mesi e nel 99% dei casi i pazienti si sono tolti gli occhiali recuperando la vista mancante. Durante il convegno di sabato sarà possibile ascoltare proprio la testimonianza di chi si è sottoposto all’intervento con il Laser. L’evento è accreditato per oculisti, medici di base ed operatori sanitari. Il convegno durerà dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

Maggiori info nel programma allegato (in versione PDF da 572 Kb) oppure chiamare Giovanni D’Andrea al numero 335.1083298. Confraternita Misericordia Via Montalvo 8 a Campi Bisenzio.