Posts Tagged ‘idraulica’

Frana l’argine della Marina, le ultime piogge hanno abbattuto un muro ultracentenario

5 marzo 2014

La pioggia e le recenti piene hanno provocato numerosi danni anche al torrente Marina, in questi ultimi giorni è avvenuta una frana per una lunghezza di 25-30 metri, che ha interessato l’argine del fiume vicino a via S.Quirico quasi all’altezza dell’azienda Ariete. La frana è stata provocata dalla pioggia che avendo intriso la terra dell’argine ha provocato una eccessiva pressione sul muro di contenimento che, al calare delle acque dell’ultima piena, ha finito con il cedere, cadendo nel letto del fiume (foto). In verità il muro ha origini ben più antiche; infatti la Polizia Idraulica, che nel frattempo sta iniziando i lavori di ripristino, ha riscontrato una iscrizione recante l’anno 1723 o 1793 su parte del manufatto. L’argine ha poi avuto modifiche a più riprese, ma vista la realizzazione in epoche molto remote, non ha retto ed ha finito con il disgregarsi definitivamente. I lavori inizieranno domani con uno sbancamento della parte in terra e la realizzazione di un muro di contenimento con pietroni. Un analogo lavoro è in via di esecuzione vicino al ponte della ferrovia in prossimità di Calenzano.

L'argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

L’argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Piena del Bisenzio: sfiorati i 4.80 metri a mezzanotte, chiuse alcune strade per allagamenti

18 gennaio 2014

E’ salito rapidamente il livello del Bisenzio dalle ore 16.00 di ieri fino a giungere ad un primo picco di 4.53 metri alle ore 19.15 superando il primo livello di guardia. Ma la pioggia incessante ha fatto rialzare il livello nuovamente fino a 4.80 metri alla mezzanotte di ieri. Alcune strade di Sant’Angelo, via Mamoli e via del Leone al confine con il comune di Prato sono state chiuse per allagamenti del manto stradale anche di decine di centimetri, dopo le 21.00, rendendo impossibile la distinzione fra la strada e i fossi laterali. Per tutta la sera i volontari della Protezione Civile, della Misericordia di Campi, della Pubblica Assistenza e della Fratellanza Popolare si sono prodigati a sopperire alle numerose chiamate di alcuni cittadini, riscontrando solo disagi non rilevanti. I Vigili Urbani sono intervenuti nella serata con gli operai del comune per la chiusura delle strade allagate, ed alle 22.30 si è tenuto un incontro anche con l’Assessore Nucciotti ed il Comandante della Polizia Municipale per programmare una serie di ronde di controllo al fiume ed agli argini con i volontari della Protezione Civile. Al momento (ore 3.00) il livello è in fase di calo abbastanza lento ma costante, permane tuttavia una certa dose di preoccupazione per la giornata di domani, essendo previste ancora piogge nell’alta Valle del Bisenzio. Vedi i livelli in tempo reale. Seguiranno aggiornamenti.

Partono i lavori di ripristino dell’argine crollato

9 gennaio 2014

Sono stati consegnati oggi da parte della Provincia di Firenze i lavori di ripristino dell’argine crollato la scorsa settimana, dove i volontari della Protezione Civile in collaborazione con la Polizia Idraulica Provinciale avevano realizzato una telonatura provvisoria, al fine di mettere in sicurezza la porzione di argine franata. I primi lavori riguarderanno l’apprestamento dell’area di cantiere, successivamente la Ditta appaltatrice andrà a realizzare una scogliera capace di garantire la tenuta dell’argine. Domani arriveranno le pietre che serviranno per la realizzazione della scogliera; la durata presunta dei lavori dovrebbe essere di circa 2 mesi.
“Ringrazio sentitamente l’Ing. Barchielli Stefano (Ufficiale Idraulico IV Tronco di custodia) – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Nucciotti – per il lavoro svolto nei giorni di allerta e per la celerità nell’assegnazione alla Ditta dei lavori di ripristino dell’argine, senza dimenticare il grande lavoro che i Volontari di Protezione Civile hanno svolto nei giorni scorsi e che quotidianamente, nelle emergenze svolgono”.