Posts Tagged ‘giunta’

Gandola (FI): il degrado culturale e politico a Campi è più allarmante del degrado urbano

24 aprile 2014

RIFIUTI CAMPISento il bisogno di tornare per un attimo sull’annoso problema dei rifiuti di grandi dimensioni abbandonati in tutta la Città di Campi Bisenzio come testimoniato di recente con la raccolta foto realizzate da Forza Italia nella giornata di Pasquetta, dichiara il Capogruppo di Forza Italia Paolo Gandola, a fronte del dibattito che si è scatenato sui social network sull’argomento dove sono intervenuti anche esponenti della maggioranza e a fronte dello scandalo del degrado urbano che di recente è tornato alla ribalta nella cronaca locale e politica della Città di Firenze in seguito al video choc della persona che defeca in pieno giorno in Piazza della Stazione.
In primis, noi di Forza Italia rivendichiamo con forza la necessità di portare all’attenzione della politica cittadina e della stampa simili episodi di degrado giacché essi sono fenomeni che offendono la città tutta e sui quali non è proficuo tacere ma anzi occorre alzare la voce e denunciare l’accaduto. Per tali ragioni, a coloro i quali, per meri interessi di natura politica avversa alla nostra, rivolgono a Forza Italia l’invito ad occuparsi di altro, dei veri problemi della Città e di qualcosa di maggiore elevatura, vogliamo ricordare che l’abbandono dei rifiuti urbani di grandi dimensioni in tutti i luoghi della Città, nelle frazioni come nel capoluogo, rappresenta un vero ed allarmante problema della Città, per di più oramai cronico dato che esso perdura da anni ripresentandosi con frequenza. Nondimeno, Forza Italia a differenza della maggioranza di sinistra, in virtù del mandato elettivo ricevuto dai campigiani intende svolgere la propria attività politica occupandosi dei problemi della Comunità campigiana come il degrado, l’ambiente, le buone pratiche e la salvaguardia del territorio giacché a Campi i problemi sono talmente numerosi da lasciare volentieri ad altri di occuparsi di massimi sistemi e temi aleatori sui quali non vi è alcun collegamento territoriale.
In secundis, Forza Italia evidenzia come l’occasione dell’ennesima denuncia della grave situazione di degrado nella quale versa Campi abbia forse atto emergere come un più allarmante degrado sociale, culturale e politico sia presente in Città. Anche stavolta infatti la maggioranza, il Sindaco e la Giunta nulla hanno avuto da obiettare, nulla avanzando e nulla proponendo per cercare di attenuare il fenomeno ritenendo che tutto dipenda dalla noncuranza dei cittadini e ritenendo ad esso estranea la politica.
Diversamente da quanto avviene a Campi nella Città di Firenze, proprio in questi giorni, a fronte del nuovo scandalo, la Giunta e la politica si interrogano sulle strategie da sviluppare per evitare continue e inaccettabili offese alla Città. L’assessore al decoro Bonaccorsi ad esempio, presentando il progetto di intervento, oltre ad annunciare un aumento della vigilanza anche con vigilantes privati, ha annunciato che sarà istituita una persona dedicata a raccogliere le denunce di gravi casi di offesa al decoro chiamando la sala operativa dalla polizia municipale, mentre il Vice Sindaco reggente Nardella ha dichiarato che Il decoro e’ fra i primi obiettivi della agenda di lavoro per la città e, ritenendo che non basti soltanto aumentare i controlli, ha affermato di ritenere che primi alleati per il decoro della citta’ siano i nostri cittadini. Per questo, ha affermato di puntare su un mix fra sicurezza, decoro urbano, educazione dei cittadini, coinvolgimento dei residenti e delle associazioni Nondimeno, sempre a Firenze, anche se ancora in attesa di raggiungere risultati percettibili di un miglioramento della situazione l’Amministrazione, benché di centrosinistra, ha coinvolto i c.d. Angeli del bello e i giovani del servizio civile nella lotta contro il degrado e la tutela del patrimonio artistico.
A Campi, invero, assistiamo inermi al nulla cosmico e cosa ancora peggiore, non solo non vengono avanzate proposte, ma taluni cittadini e consiglieri della maggioranza di sinistra, chiedono a Forza Italia di parlare d’altro ritenendo che la politica non c’entri con questi casi di oltraggio in sequenza del decoro della Città. Si tratta di qualcosa di davvero paradossale che coglie il segno di quale sia, prima che urbano, il degrado culturale, sociale e politico presente in Città.
Anche stavolta, conclude Gandola, Forza Italia si assumerà l’onore di presentare concrete e realizzabili preposte per combattere l’annoso problema del degrado e dell’abbandono dei rifiuti, dimostrandosi attenta alle problematiche del territorio e soprattutto capace di avanzare proposte per risolverle.

Annunci

Terremoto in Giunta a Campi Bisenzio. M5S: la toppa è peggio del buco

1 aprile 2014

Il M5S con alcune considerazioni del rimpasto in giunta che non convince.
Il cambio di assessori segna un altro fallimento della Giunta Fossi: a 30 giorni dalla presentazione del bilancio consuntivo 2013 l’assessore alle risorse economiche rassegna le dimissioni, in un “percorso concordato” con il Sindaco.
Di grazia, è possibile sapere cosa concorda il sindaco con i suoi assessori? Chi lo ha fatto il bilancio? L’assessore se ne chiama fuori all’ultimo minuto? Ci sono delle spiegazioni?
Il tutto viene mascherato con gli “impegni di lavoro” della Marini, ma stiamo scherzando? Quando il sindaco le ha assegnato l’incarico a cosa pensava? E in questi mesi in cui ha percepito l’indennità full-time di 1400 euro/mese cosa ha fatto l’assessore?
Dubbi ne avevamo eccome, vista ad esempio la totale latitanza sul tema dell’emergenza casa: pur avendo le deleghe alle politiche abitative non ha mai aperto bocca.
Si dice abbia riorganizzato la macchina comunale: un percorso che per bocca dell’assessore stesso doveva impegnare diversi mesi in step successivi. È stato un fallimento? E questo percorso passa di mano subito appena iniziato? Si conferma che la Giunta stia navigando a vista, senza alcuna idea precisa del percorso da seguire.
Sconcerto anche per il benservito dato all’assessore Bartoloni: con incarico a part-time (per fortuna solo mezzo stipendio di 700 euro/mese) e licenziata perché “non capace di svolgere l’incarico”.
La versione dell’interessata è diversa: divergenze organizzative, ma soprattutto la presa di coscienza che la squadra del sindaco è solo un “gruppo di amici” caratterizzato da “incompetenza e ignoranza verso le più elementari leggi della pubblica amministrazione”.
Non avrebbe potuto usare parole migliori! Peccato che siano arrivate un po’ tardi per avere la nostra solidarietà: in 8 mesi neanche una parola dall’Assessore né da SEL; 700 euro al mese erano sufficienti per il silenzio? Con la nuova entrata Vanessa De Feo siamo sicuri che il silenzio continuerà, anche se ai cittadini questa volta costerà prezzo pieno.
È questo che il sindaco intende per “continuità di maggioranza”? SEL resta in maggioranza oppure esce? Non si sa, ma non lo sa neppure il sindaco, visto che i suoi comunicati sono contraddetti dai diretti interessati… Neanche si naviga a vista, ma a fari spenti nella notte!
Le giustificazioni del sindaco a questo rimpasto sono la toppa peggio del buco: se due assessori vanno via perché lavorano poco o male, cosa vogliamo dire di quelli che restano? Sia quelli pagati part-time che quelli con indennità intera lavorano comunque solo a tempo parziale per i cittadini avendo mantenuto tutti le precedenti occupazioni. Lo sanno bene quelli che hanno chiesto appuntamento all’assessore Ricci e aspettano per un mese o più.
Sui nuovi entrati possiamo solo dire che le logiche non cambiano: si attinge tra gli amici, premiando la fedeltà politica e non il merito. Si affidano deleghe fondamentali per la salute e la vita dei cittadini – come ecologia, ambiente e sviluppo economico, leggasi aeroporto, inceneritore, ecc. – a chi si occupa di marketing e comunicazione web!
Si conferma il nostro giudizio totalmente negativo sulla giunta Fossi: incapacità di rispondere ai problemi reali (casa, lavoro, servizi), superficialità nelle poche azioni compiute (andare “per tentativi” nel rivitalizzare il centro riempiendolo di macchine), totale ignoranza della volontà popolare (ostinazione nel volere l’inceneritore). Il tutto mascherato con operazioni di marketing – pure fatte male! – come il cambio di nome del Teatro Dante.

Nuova Giunta per il Comune di Campi Bisenzio: le dichiarazioni del Sindaco

1 aprile 2014

“Dopo l’annuncio dei cambiamenti di Giunta, equivoci ed inesattezze, soprattutto da parte del consigliere Gandola, hanno imperversato, sento, quindi, la necessità di tornare a far chiarezza sul rimpasto di giunta per le non verità diffuse da alcuni dei protagonisti in questi giorni”, dice il sindaco che intende “chiarire una volta per tutte”.
“Vorrei sottolineare la differenza fondamentale, tecnica e politica che passa tra dimissioni e revoca delle deleghe: si è trattato di un solo atto di revoca del mandato e riguarda l’assessore Taira Bartoloni con la quale mi sono lamentato per la sua scarsa presenza politica. La Bartoloni è stata revocata dall’incarico perché ritenuta, come le avevo anticipato da giorni, non capace di svolgere l’incarico affidatole. A questo proposito aggiungo che mi pare davvero curioso esternare ora il dissenso, visto che l’ex assessore non ha mai detto niente durante la sua permanenza in Giunta. Ancora più curioso mi pare la polemica politica: ho sostituito un’esponente di Sel con un’altra dello stesso partito. Che la maggioranza sia ancora quella dell’anno scorso, mi sembra un dato incontrovertibile.
Il nuovo assetto di Giunta credo cheporterà miglioramenti per il lavoro politico e amministrativo del’Ente, anche e soprattutto nelle materie che erano state affidate alla Bartoloni a partire dalla gestione della riapertura al traffico del centro storico questione completamente abbandonata dall’ex assessore negli ultimi tempi.
Infine due parole sull’ex assessore Marini che ha rassegnato le dimissioni, con un percorso concordato con me, per impegni di lavoro che di fatto le rendevano impossibile continuare il suo incarico istituzionale. Elisabetta in questi mesi ha fatto un grande lavoro portando in fondo la ristrutturazione della macchina comunale. Se la ringrazio di nuovo non è retorica ma le sono davvero riconoscente. E ora basta perdere tempo in polemiche inutili, da vecchia politica improduttiva”.

Nuova Giunta per il Comune di Campi Bisenzio: Entrano Vanessa De Feo ed Eleonora Ciambellotti, cambiano le deleghe

28 marzo 2014

A seguito dell’uscita dalla Giunta degli assessori Elisabetta Marini e Taira Bartoloni, il sindaco ha nominato Vanessa De Feo di SEL ed Eleonora Ciambellotti della Lista Emiliano Fossi. Alla prima vanno le deleghe di bilancio e personale, alla seconda ambiente e sviluppo economico. Affidate all’assessore Riccardo Nucciotti le materie di viabilità, trasporti e polizia municipale, oltre alle deleghe che già aveva di lavori pubblici e protezione civile.
“Ad un anno dall’insediamento – dice il sindaco Emiliano Fossi – è stato giusto fare un bilancio sulla Giunta comunale. I cambiamenti sono dovuti all’esigenza di camminare più in fretta possibile, dare risposte ai cittadini in un momento certamente non facile. Elisabetta Marini ha fatto un grande lavoro con la riorganizzazione di una macchina comunale da trent’anni priva di manutenzione. Taira Bartoloni ha concretizzato uno dei punti fondamentali del programma con la riapertura a traffico limitato del centro storico. Problemi di tempo dovuti ai loro impegni di lavoro ne hanno determinato la sostituzione. Le ringrazio davvero per quanto hanno fatto in questi mesi. In Giunta entrano due persone che conosco bene, due donne, giovani, preparate, piene di entusiasmo. Daranno a tutti noi la carica giusta per rafforzare l’impegno di governo nella chiara continuità della maggioranza di centrosinistra uscita dal voto . Devo dire che sono soddisfatto anche perché rimane la stessa maggioranza politica di centro sinistra uscita dal voto del maggio scorso”.

ControComune: Campi risolve il problema dei costi della politica ..?

26 febbraio 2014

Il costo della politica è un tema molto attuale e fin troppo discusso. Apprendo oggi da ControComune, che ha svolto questa verifica per noi, dove (pare) che il nostro comune ha risolto (con sommo piacere di tutti i campigiani) momentaneamente questo problema non pagando i consiglieri..
Proprio così .. e non si può certamente dire che sia stato risolto alla radice, dal momento che questi soldi prima o poi dovranno uscire dalle casse comunali, a meno che i consiglieri non vogliano devolvere (nel pieno stile 5 Stelle) i loro contributi alla popolazione, rinunciandovi. Staremo a vedere, intanto lasciatemi sperare in questo miracolo assieme agli amici di ControComune.
Secondo alcuni calcoli, sempre di ControComune, il Consiglio Comunale campigiano è composto da 24 Consiglieri; approssimando a 50€ il gettone, che gli spetta ad ogni presenza a consigliere, ogni Consiglio Comunale ha un costo politico complessivo di (46,49€ x 24 consiglieri) 1115.76€ (ogni Consiglio Comunale ha ovviamente altri costi).
Dall’insediamento della Giunta Fossi si sono svolti 10 Consigli Comunali Ordinari: 17/6/13 , 9/7/13 , 25/7/13 , 18/9/13 , 30/9/13 , 24/10/13 , 26/11/13 , 17/12/13 , 28/1/14 , 25/2/14; quindi il costo totale, dall’elezione del nuovo Sindaco ad oggi, ammonta a 11.157,60 €, non male come possibile risparmio ..
Consiglieri, stupeteci !!! fateci vedere che avete a cuore le casse del comune ed i cittadini ..

Nei commenti l’aggiornamento a questa notizia ..

M5S Campi: Sit-In il 28 gennaio per sensibilizzare la giunta ed il sindaco al problema casa

26 gennaio 2014

Il M5S pensa che la politica debba dare risposte alle esigenze dei cittadini, trovare soluzione ai loro problemi. Questa classe politica, purtroppo, è legata a metodi e stereotipi ormai lontani dalla realtà. A Campi Bisenzio la situazione è ancora peggiore di quella a livello nazionale.
Abbiamo investito il sindaco, la giunta dei problemi che sconvolgono la vita delle persone: la mancanza di lavoro, rimanere senza casa. Le risposte sono state parole al vento, in alcuni casi incomprensibile e inaccettabili: …”è da molto tempo che pongo un problema ineludibile: la riforma del welfare locale, per renderlo contemporaneo, aderente ai nuovi modelli sociali del lavoro della casa” così ha risposto il sindaco ad una lettera aperta dei consiglieri Rigacci e Terreni che volevano sapere come l’amministrazione pensava di risolvere i problemi esposti.
INVECE DI RISOLVERE I PROBLEMI IL NOSTRO SINDACO NE PONE ALTRI.
Siamo esterrefatti. Dal 24 ottobre, data in cui l’assessore Ricci in consiglio comunale ha risposto in modo evasivo all’interrogazione posta al sindaco e la giunta, vi sono stati solo enunciazioni di principi, illustrazione delle regole, ma le persone attanagliate dai problemi non hanno avuto nessuna risposta. Una persona dormiva in auto allora, continua a dormirci adesso. Si, la situazione economica del nostro comune è grave, più di quella dei comuni limitrofi, ma guarda caso si riesce a trovare i soldi per incarichi agli amici, premiare con assunzioni chi ha contribuito alla campagna elettorale del sindaco, organizzare la festa dell’ultimo dell’anno, ma non si riesce a trovare da dormire ad un povero disgraziato costretto ormai da mesi a dormire in macchina.
Ecco, per far capire ai consiglieri comunali, specie quelli di maggioranza, che il compito nostro è quello di stimolare la giunta alla risoluzione dei problemi; che noi consiglieri, ma ancora di più i cittadini che rappresentiamo, non possono accontentarsi delle parole, ma che occorrono i fatti concreti; per tutto ciò, oltre a richiedere un consiglio comunale straordinario, organizziamo un sit-in il 28 gennaio in piazza Dante, in concomitanza con lo svolgimento del consiglio comunale.
Attivisti del movimento DORMIRANNO in piazza per sensibilizzare il Sindaco, la Giunta ed informare i cittadini su come veniamo amministrati.

Gandola: una pagella politica per il sindaco e gli assessori nel primo semestre

12 dicembre 2013

Il Capogruppo di Forza Italia Campi Bisenzio Paolo Gandola comunica che oggi giovedi 12 Dicembre alle ore 20.30 si terrà presso il Ristorante il Campigiano l’annuale cena per lo scambio degli Auguri di Natale. Quest’anno però l’occasione sarà altresì utile per presentare ai campigiani “La Pagella politica” della nuova Giunta Fossi. Una vera e propria pagella, con tratti di ironia, realizzata dal gruppo consiliare di Forza Italia che conterrà voti e giudizi sull’operato del Sindaco e di tutti gli Assessori sui primi sei mesi di governo della città. Abbiamo ritenuto che redigere una Pagella potesse essere uno strumento comunicativo utile per poter esprimere, dopo il primo semestre di lavoro, un nostro giudizio sull’operato della nuova giunta e perseguire ciò che ci compete, ovvero svolgere seriamente il nostro ruolo di opposizione a questa maggioranza. La pagella che presenteremo Giovedi sarà una nuova iniziativa realizzata dal gruppo consiliare ed essa sarà mantenuta anche negli anni a venire. Quella di Natale sarà la pagella del primo semestre. A fine maggio, poi, renderemo nota la Pagella definitiva dell’anno 2013-2014 con nuovi giudizi e con l’indicazione degli Assessori promossi, rimandati o bocciati.
“Di fronte a questi primi mesi – prosegue Gandola – non potevamo tacere i tanti, troppi problemi che sono venuti a galla all’interno della maggioranza e della Giunta. Una parte dei campigiani sembra convinta che le cose procedano bene a Campi, ma questa sensazione non corrisponde alla realtà. Il bilancio è peggiorato inesorabilmente ed in soli 6 mesi sono stati ‘bruciati’ 1,8 milioni di Euro di avanzo di amministrazione. Il Sindaco ha detto sì all’inceneritore di Case passerini mentre un partito di maggioranza quale l’IDV ha detto no, ha smantellato uffici e dirigenti, ha cacciato il Direttore artistico del Teatro Dante e vuole pure cambiare nome al Teatro, ha pubblicato comunicati stampa sull’Imu errati, e non sanno neppure a quanto ammontano i contenziosi legali che coinvolgono il Comune come parte in causa. Insomma un grande caos che è giusto che venga denunciato all’opinione pubblica con forza. Pensare che iniziative di facciata, tra l’altro costosissime, come Camp Lab (che è costata per due giorni 10.400 euro) possano essere il paravento dei reali problemi della Giunta non è più tollerabile”.

pagella politica campi bisenzio

M5S Campi: cosa è cambiato dall’insediamento della Giunta Fossi ? domani un incontro con i cittadini

29 novembre 2013

m5s-incontro-30-novembre

Dopo 6 mesi dall’insediamento del Sindaco Emiliano Fossi: Cosa è cambiato? Quali alleanze sono state fatte?  Quali azioni fatte dal M5S? Quali prospettive future? Il capogruppo e la portavoce eletti in Consiglio Comunale Niccolò Rigacci e Simona Terreni, ne parleranno con la popolazione.

Rifondazione Campi: Nuovi tagli ATAF…altro che “città collegata” !!

17 luglio 2013

Approfittando del periodo estivo, sono arrivati anche a Campi nuovi tagli ai servizi ATAF, in particolare alla linea 303 che collega zone diverse della Piana Fiorentina, la fermata ferroviaria delle Piagge e fino ad un anno fa anche quella di SanDonnino.
Non sono tagli episodici e casuali, ma fanno parte della “nuova” linea gestionale di “Busitalia” (leggi Mauro Moretti, amministratore delle FS, quello che pensa solo all’Alta velocità) che ha comprato l’Ataf e che intende impegnarsi e salvaguardare solo le direttrici “importanti” del trasporto pubblico locale, quelle che portano nel salotto buono del centro di Firenze, con ovvie ripercussioni negative per le linee trasversali che collegano fra di loro i centri abitati “periferici”, come Campi Bisenzio.
La nuova Giunta, che ha intitolato in modo pomposo l’assessorato ai trasporti ed alla viabilità “la città collegata”, quali iniziative prenderà per lo sviluppo del trasporto pubblico (invece delle grandi opere inutili e dannose) e contro la disastrosa politica di svendita dell’ATAF, voluta da Matteo Renzi, da sempre denunciata sul territorio e in Consiglio Comunale da Rifondazione Comunista?  Continuerà a far finta di niente ??
Fonte rifondazionecampi.org

Gandola: vedremo se la giunta e la maggioranza sapranno reggere il colpo

20 giugno 2013

In seguito al primo Consiglio Comunale di Campi Bisenzio, il neo capogruppo de Il Popolo della Libertà, Gandola, ha dichiarato che “Il PDL, per rispetto istituzionale ha votato il Presidente del Consiglio indicato nella persona del Consigliere Colzi ma ha chiesto che, come forza maggioritaria dell’opposizione, la maggioranza sostenesse un nostro candidato alla carica di Vice Presidente. Ringrazio dunque per la responsabilità dimostrata la maggioranza per aver sostenuto il nostro candidato Roberto Valerio. Rispetto al passato è meritevole di nota la maturità dimostrata dai gruppi di maggioranza in passato mai esistita.”
“Roberto Valerio, nuovo Vice Presidente del Consiglio Comunale, è un consigliere esperto”, continua Gandola, ”e per questo saprà svolgere nel migliore dei modi l’alta funzione di garanzia che gli è stata assegnata. A lui, a nome del gruppo, fervidi auguri di buon lavoro per l’alta funzione che andrà a svolgere in questi cinque anni nel supremo interesse di tutta la città”.
Poi affronta subito con alcune critiche il neo-sindaco “Per quanto concerne la presentazione della Giunta non riesco a comprendere a quali novità volesse riferirsi il Sindaco Fossi”, confermando anche le perplessità espresse anche da alcuni lettori del blog di Campi, “La giunta appare fin da subito debole e nella quale si ritrovano, molti ex assessori e consiglieri uscenti e qualcuno addirittura, seppur già noto, senza alcuna esperienza politica pregressa. In ogni caso non si rintraccia nessuna faccia nuova. Il PDL porterà avanti, fin dal prossimo consiglio comunale, il proprio programma di mandato. Saremo inflessibili su bilancio, scuole, riapertura del centro e sulla richiesta di maggiore sicurezza in città e vigileremo fin dai primi atti della Giunta. Per il momento attendiamo di vedere il bilancio che dovrà essere chiuso entro pochi giorni”, una posizione, la sua, che lascia molto perplessi visto che anche neo-Vice Presidente del consiglio, Valerio non è proprio un volto nuovo nel consiglio comunale campigiano ..
Poi si lascia andare ad una sorta di gossip da Bar, “Leggo su internet che è già partita la lotteria su quanto durerà in carica la nuova amministrazione. Vedremo nei prossimi mesi e dalle prossime mosse se la Giunta e soprattutto la maggioranza che la sostiene, composta da moltissimi consiglieri alla prima esperienza politica, sapranno reggere il colpo. Il Popolo della Libertà c’è e ci sarà. Avvertiamo su di noi una forte responsabilità: quella di consentire a questo Comune di essere pienamente democratico e difendere quella parte dei cittadini che non si riconoscono nella nuova Amministrazione. Questo è il nostro compito e questo faremo nei prossimi anni”.

Il Vice Presidente valerio ed il capogruppo PDL Gandola

Il Vice Presidente valerio ed il capogruppo PDL Gandola