Posts contrassegnato dai tag ‘giovani’

“La vita non ha seconde chance”, vota la classe 3e della Garibaldi di Campi al Campionato di Giornalismo

7 marzo 2014

Gli alunni della classe 3e della scuola media Garibaldi di Campi Bisenzio, hanno realizzati, alcuni giorni fa, un articolo molto interessante e degno di nota che è stato pubblicato da La Nazione e sta concorrendo al Campionato di Giornalismo e che oggi ripropongo affinché gli venga data una giusta considerazione, sia per l’importanza dell’argomento, ma soprattutto perché queste considerazioni che provengono dai giovani sono destinate ai loro coetanei. I miei complimenti per questa classe composta da: Enrico Bettazzi, Aurora Caggese, Matteo Calamai, Mattia Ceccherini, Isacco Ceri, Chiara Chelini, Serena Ciardi, Sira D’amico, Niccolò Delle Fratte, Arianna Guadagni, Sandra Hu, Martina Lavanco, Mirko Magi, Erica Mazzanti, Noemi Mineo, Clarissa Mocciaro, Eleonora Monti, Samuele Nencini, Manuel Neri, Alessandro Petri, Letizia Restivo, Francesco Romoli, Leonardo Sorbi, Asia Tarchiani, Gabriele Tozzi, Luca Zitiello, la Tutor Laura Malatesti ed il Dirigente scolastico Ronaldo Casamonti. Ecco il testo, potete dare i vostri mi piace (e vi invito a farlo) a questa pagina

La vita non ha seconde chance. Troppi incidenti stradali: salviamo le vittime della strada Ogni anno in Italia si verificano in media 59.188 incidenti stradali, causando la morte di 1.044 persone e il ferimento di altre 27.713. Nel 1999 le statistiche parlano di 219.032 incidenti stradali ogni anno, 868 feriti e 18 persone morte ogni giorno. Questo fa notare che un leggero miglioramento della situazione c’è stato,ma tuttora il problema degli incidenti stradali incombe sulla nostra società. Gli incidenti stradali sono la nona causa di morte fra gli adulti, la prima fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni e la seconda per i ragazzi dai 10 ai 14 e dai 20 ai 24 anni. Si stima, inoltre, che senza adeguate contromisure, entro il 2020 gli incidenti rappresenteranno la terza causa globale di morte e disabilità. Sconcertanti sono, inoltre, i risultati emersi da un’indagine condotta da Eta Meta Research su un campione di mille neopatentati.
I ragazzi non si rendono conto del problema: il 37% di loro rimane stupefatto e incredulo quando si parla del tasso di mortalità sulle strade, l’8% si mostra addirittura disinteressato e soltanto il 7% ne è consapevole. Ogni anno i morti sulle strade sono circa 1.3 milioni e le persone che subiscono incidenti non mortali sono tra i 20 e i 50 milioni. Nel 2004 gli incidenti stradali erano al quarto posto nella classifica delle cause più importanti di mortalità nel mondo, ma per il 2030 si prevede che raggiungeranno la quinta posizione.
Pur avendo solo il 48% del totale dei veicoli registrati, nei Paesi più poveri avviene il 90% degli incidenti globali. Solo il 29% dei Paesi analizzati ha adottato i criteri minimi per ridurre la velocità nelle aree urbane e meno del 10% dei Paesi ha limiti di velocità effettivi. Quasi il 90% dei Paesi ha delle leggi che regolano il consumo di alcool alla guida, ma solo il 49% ha un limite di concentrazione alcolica nel sangue inferiore o uguale a 0,05 grammi per decilitro, come raccomandato. Solo il 40% dei Paesi ha leggi che prevedono l’obbligo del casco per motocicli con caratteristiche specifiche sia per chi guida sia per i passeggeri. Per quanto riguarda il trasporto di bambini, il 90% dei Paesi industrializzati prevede l’obbligo di misure di sicurezza, contro il 20% dei Paesi più poveri. Le statistiche ci confermano che quasi tutti gli incidenti stradali sono provocati da comportamenti non corretti alla guida dei veicoli: abuso di alcool, assunzione di droga, eccesso di velocità. Fortunatamente ci sono possibili rimedi: chiusura anticipata delle discoteche, insegnamento di educazione stradale nelle scuole, diffusione di una corretta informazione stradale tra i giovani.

Percorso di ascolto delle giovani generazioni per il progetto “TOC” “Talenti ed occupazione”

3 marzo 2014

Nel mese di marzo l’amministrazione comunale di Campi Bisenzio organizzerà 3 incontri dedicati ai giovani tra i 18 ed i 35 anni.
Gli incontri si svolgeranno il 5 marzo alle 18 al circolo mcl Gorinello insieme all’Associazione Patchworld, l’11 marzo alla “Fratellanza Popolare” di San Donnino ed il 26 presso il Circolo Mcl di San Lorenzo.
Interverranno a questi appuntamenti i consiglieri Falco Joannes Bargagli Stoffi, coordinatore del progetto “T.OC – Talenti & Occupazione” ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto “Innovazione” per il Comune di Campi Bisenzio; i due giovani consiglieri incontreranno i giovani per discutere di politiche giovanili ed ascoltare proposte, idee e suggerimenti.
Da giovedì 6, ogni giovedì, dalle 15 alle 18 il consigliere Bargagli Stoffi sarà presente presso Villa Rucellai per incontrare i giovani interessati al progetto T.OC..

T.OC., progetto per i giovani. Campi Bisenzio indice un Premio con UniFi e Confindustria

21 gennaio 2014

È partito ufficialmente il progetto T.OC. Talenti&OCcupazione; il progetto fa parte del programma di mandato del sindaco Emiliano Fossi e viene coordinato dal consigliere comunale Falco Joannes Bargagli Stoffi cui il sindaco ha affidato l’incarico di studio ed elaborazione di proposte inerenti la condizione giovanile nella società contemporanea nei suoi molteplici aspetti.
I soggetti cui si riferisce il progetto sono prioritariamente i giovani di Campi Bisenzio, ponendosi l’obiettivo di recuperare tutte le risorse già distribuite sul territorio, le idee e le prassi in essere, a cui aggiungere proposte in grado di potenziare le offerte al fine di sollecitare la produzione intellettuale e culturale per agevolare un ricambio generazionale e di genere, e puntare ad un rinnovo qualitativo delle classi dirigenti.
Nella creazione del progetto sono intercorse relazioni proficue tra il Comune, l’Università degli Studi di Firenze e Confindustria che hanno trovato una prima sintesi nell’istituzione del Premio di studio “T.OC. Talenti&OCcupazione” che ha come scopo la valorizzazione dei giovani campigiani che frequentano l’Università fiorentina autori di tesi di particolare interesse scientifico e culturale su argomenti inerenti il territorio di Campi Bisenzio.
Il Comune di Campi Bisenzio si impegna ad assicurare il proprio ruolo di propulsore e garante delle iniziative del progetto T.OC. e al finanziamento in compartecipazione del Premio di studio. L’Università si impegna a fornire i dati necessari per l’indizione e lo svolgimento del Premio. Confindustria, dal canto suo, metterà a disposizione le proprie competenze ed il proprio patrimonio di conoscenze ed una somma in denaro, di volta in volta da quantificare, per il finanziamento del Premio di studio.
“Il premio – dice il coordinatore del progetto Falco Bargagli – si propone di valorizzare il talento ed il merito dei giovani campigiani che frequentano i corsi dell’Università di Firenze. Crediamo, infatti, che la nostra comunità debba ripartire dal merito e dalla voglia di mettersi in gioco. Una comunità inclusiva deve fondarsi su merito, creatività e passione e non su valori ascrittivi. È molto importante che imprenditori del territorio abbiano scelto di aderire ad un’iniziativa di questo tipo riavviando e ricucendo un rapporto fruttuoso e proficuo tra impresa e Università. Premiare il merito ed il talento giovanile significa riavvicinare i cittadini alle istituzioni e mettere in moto un circolo virtuoso tra problematiche della città e possibili soluzioni proposte dalle tesi stesse”.

La partecipazione apre all’imprenditoria giovanile; continuano i confronti aperti a Villa Rucellai

10 ottobre 2013

Si è tenuto ieri pomeriggio a Villa Rucellai, l’incontro dei Giovani Imprenditori Toscani con il sindaco Fossi. Un confronto sulla vita quotidiana di un Comune come quello di Campi Bisenzio che vanta molte aziende sul suo territorio, per analizzare il bilancio di un ente locale così strategico per cittadini e imprese. Per il Sindaco “è l’occasione per uno scambio di opinioni e prassi per avviare insieme percorsi e processi virtuosi per la valorizzazione delle imprese del territorio”.

JOB Zone ai Gigli: posti di lavoro e formazione gratuita per 120 mila euro

3 ottobre 2013

È stata presentata questa mattina la 4° edizione di JOB ZONE che si terrà al centro commerciale I GIGLI dal 7 al 13 ottobre.
Sette posti di lavoro saranno messi a disposizione da Job Zone, la rassegna dedicata al lavoro, in programma al centro commerciale I GIGLI dal 7 al 13 ottobre.
La quarta edizione, presentata questa mattina, mette sul piatto una serie di novità: 105 voucher di gratuità totale e 77 di gratuità parziale, per un totale di 122.207 euro, per seguire corsi di formazione professionale e 7 posti di lavoro per i quali i candidati parteciperanno ad una preselezione, a corsi di formazione e ad una selezione finale. Due di questi posti di lavoro saranno presso piccoli negozi all’interno della galleria del centro commerciale, gli altri presso alcuni partner della rassegna.
“Job Zone era iniziato come una scommessa – ha detto il direttore del centro commerciale I GIGLI, Yashar Deljoye Sabeti – ed è stata copiata da più realtà anche a livello nazionale. Siamo riusciti a potenziare ulteriormente il progetto anche quest’anno, nonostante nel mondo del lavoro non sia facile. Lo scorso anno abbiamo erogato circa 76mila euro voucher, quest’anno arrivano a 122.207 euro”.
Alla conferenza stampa è intervenuto anche il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi. “Il centro commerciale I Gigli – ha detto il sindaco Fossi – è una delle realtà più importanti del nostro territorio. Nel campo della socialità è un pezzo integrante della nostra comunità. E questa è una iniziativa fondamentale, in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo il compito dell’amministrazione comunale è quello sia di stare vicino alle aziende che soffrono sia a coloro che hanno grandi potenzialità e sono eccellenze”.
A Job Zone hanno aderito 44 soggetti di cui 27 espositori, suddivisi in 8 agenzie di formazione, 6 agenzie del lavoro, 7 associazioni di categoria, di cui due sindaci e la Federazione italiana franchising, 5 istituzioni, 7 media partner, 8 punti vendita, 2 aziende, una università.
Saranno offerti 13 corsi di formazione.
Hanno aderito circa 450 ragazzi delle scuole superiori di Prato, Firenze e Sesto Fiorentino.
Durante la rassegna verranno offerti: colloqui di preselezione, consulenze, revisione di curriculum vitae da lunedì a domenica tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19.
Job Zone è organizzata dal centro commerciale I Gigli insieme all’Agenzia Kimbe e in collaborazione con il comune di Campi Bisenzio e si avvale del patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Firenze, Provincia di Prato e Comune di Firenze.
Dichiarazione della vicepresidente della Provincia di Prato Ambra Giorni: “Non faremo mai abbastanza per i giovani che cercano lavoro. E’ la vera priorità a Prato e in tutta Italia in questo momento e ogni iniziativa che offra opportunità di incontro e dialogo con le imprese e con il mondo del lavoro è preziosa. In questa grande piazza in molti cercheranno di capire cosa faranno domani e sono convinta che sia un’occasione di crescita per tutti, anche per le aziende. Buon lavoro a tutti”.

Aperte le iscrizioni al Servizio Civile per i giovani alla Misericordia di Campi, come fare a iscriversi ..

4 settembre 2013

La Misericordia di Campi Bisenzio propone ai giovani il Servizio Civile Regionale Volontario; un anno di servizio per la promozione delle persone più deboli, ma anche un’opportunità unica di dedicare un anno alla propria crescita personale. Un’esperienza di servizio in cui si vive la scommessa di riuscire ad entrare in comunicazione con persone e situazioni diverse. 12 mesi (per 30 ore alla settimana di servizio) durante i quali i giovani volontari ricevono un assegno mensile di € 433,80.
Puoi scaricare il modulo di domanda e gli allegati diponibili, oppure chiedere informazioni a segreteria@misericordia-campi-bisenzio.it – Tel. 055891111
La domanda deve essere presentata alla Confraternita di Misericordia Via A. Saffi, 3/D – 50013 Campi Bisenzio entro le ore 14 del 24 settembre 2013
Alla domanda dovranno essere allegati: copia del documento di identità in corso di validità e del CF, curriculum vitae.
FACSIMILE DOMANDA
TESTIMONIANZE DEL SERVIZIO

Antonio Maggio da Sanremo ai Gigli di Campi Bisenzio, domani 7 marzo in Corte Lunga

6 marzo 2013

Antonio Maggio sarà al centro commerciale I GIGLI giovedì 7 marzo alle 17 in Corte Lunga per incontrare i fan, dopo il successo della sezione giovani al Festival di Sanremo, per presentare il Cd “Nonostante tutto” che sarà in vendita presso Mediaworld.
Antonio Maggio è stato leader degli Aram Quartet, la formazione vocale vincitrice della prima edizione di X Factor. Dopo l’album del gruppo e un singolo solista ha adesso pubblicato il primo album. “Nonostante tutto” parla del quotidiano e delle scelte importanti che tutti sono costretti a prendere nella vita.
Oltre ad incontrare i fan Antonio Maggio autograferà le copie del suo Cd.

L’Esercito Italiano ospite ai Gigli di Campi Bisenzio il 22 dicembre

20 dicembre 2012

L’Esercito Italiano sarà presente, con un proprio stand, sabato 22 dicembre al centro commerciale I Gigli.
Sabato 22 dicembre dalle 9 alle 22 in Corte Lunga al centro commerciale I Gigli sarà allestito uno stand dell’Esercito Italiano che sarà gestito dal Comando Militare Toscana. Allo stand sarà possibile ottenere informazioni relative alla partecipazione a tutti i concorsi per l’arruolamento nell’Esercito Italiano. All’interno dello stand informativo-promozionale sarà possibile avere gli aggiornamenti sulle attività dell’Esercito Italiano impegnato in numerose operazioni umanitarie in diverse parti del mondo.
Allo stand saranno illustrate tutte le possibilità offerte da Esercito Italiano in merito agli arruolamenti volontari e alle opportunità di studio e formazione professionale riservate ai giovani.

Nasce Campi per Renzi, “è l’ora di chiedere coraggio a chi fa politica, alle persone comuni, alle forze socio-economiche”

4 ottobre 2012

È recentemente nato a Campi Bisenzio, un comitato a sostegno di Matteo Renzi, candidato premier del PD per le Primarie di centrosinistra e dopo l’articolo di Mente Locale della Piana, pubblico il testo che mi viene proposto dagli organizzatori. Il Comitato nasce da giovani militanti politici e cittadini comuni di varia estrazione professionale, politica e anagrafica, che condividono l’urgenza di chiudere una stagione politica grigia e far cambiare pagina all’Italia. Come si legge nel volantino “ADESSO è l’ora di chiedere coraggio a chi fa politica, alle persone comuni, alle forze socio-economiche”. “Il coraggio di operare il ricambio della classe dirigente che ha portato l’Italia quasi al fallimento e frenato le prospettive di milioni di giovani e famiglie. Nessun dubbio. Le maggiori responsabilità sono del centrodestra. Ma su 0gnuno dei grandi problemi del Paese (debito pubblico, eccessiva spesa pubblica, penalizzazione del merito, politiche del lavoro poco orientate sui giovani, freni all’iniziativa economica, carico fiscale enorme, politica estera carente, costo esoso della pubblica amministrazione e del ceto politico), ci sono responsabilità oggettive anche di personaggi legati trasversalmente a tutte le forze politiche, sociali, economiche del Paese.
Bisogna iniziare da qui. Dalle risposte ai problemi e dagli interpreti adatti a offrirle, non da un tifo fanatico. Siamo persone in grado di fare una valutazione dei pregi e dei difetti del candidato. Ma ci domandiamo: gli elementi su cui ancora Renzi può e deve migliorare, sono lontanamente paragonabili all’eredità negativa di un gruppo dirigente in piedi da decenni, che torna chiedere la fiducia alle persone? E del mazzo fanno parte tutti, da destra a sinistra, perché nel 2013 tutto il sistema può cambiare in funzione del risultato delle Primarie PD. Non siamo però nemmeno qua a scegliere il male minore o dire proviamo anche lui, peggio non c’è verso,  perché le scelte di pancia o di antipolitica rappresentano un umore legittimo, non le risposte ai problemi. Il Pd era nato nel 2008 per rompere la continuità Pci-Pds-Ds e creare un soggetto nuovo, aperto alla società civile e alle diverse provenienze, una casa di ideali e pragmatismo che aspirava a risolvere i problemi citati.
A 4 anni dalla nascita del Partito Democratico, purtroppo, molte di quelle speranze sono rimaste disattese. La segreteria di Bersani, in piedi da 3 anni con margini di manovra mai concessi ad altri, non è riuscita a offrire un progetto ancora credibile. Il PD ha vivacchiato senza una moderna visione dei problemi, incapace di dare un’alternativa ai disastri di Berlusconi, ondivago su questioni come lavoro, diritti civili, riforme istituzionali. L’Unità a tutti i costi (ma spesso al ribasso) e i giochini delle alleanze, sono sembrati a volte le sole vere idee sul piatto. Il governo tecnico è stata una scelta responsabile, ma anche la sconfitta del centrosinistra attuale.
Siamo consapevoli tuttavia che una vittoria di Renzi non rappresenta la panacea di tutti i mali. L’Italia, lo stiamo vedendo durante la fase Monti, è un malato che necessita di cure che costano sacrifici e non danno risultati immediati. Siamo consapevoli anche che è necessario da parte sua uno sforzo per rendere più sereni e meno polemici i rapporti in un partito che merita di essere preservato, rispettato e rilanciato, capace più di altri di diffondere tolleranza, professionalità, senso civico, impegno disinteressato e spesso volontario. E siamo certi che di più e di meglio serve dire sui contenuti, perché è lui, ADESSO, la personalità del centrosinistra che più incarna lo spirito riformista e riesce ad avvicinarsi al cuore e alla testa della maggioranza dei cittadini, stufa di credere a chi ha avuto tanto tempo per incidere e non l’ha mai fatto. Vogliamo sia messo alla prova e giudicato. Senza le fobie e riserve ideologiche, che a volte influenzano il dibattito su di lui.
Siamo consapevoli infine che su Campi Bisenzio, la partita che abbiamo scelto di giocare è più complicata. Partiamo in svantaggio, perché Renzi è sempre stato poco amato dal partito di queste parti. Ma paura zero. Siamo certi che saranno tanti i cittadini insieme a noi. Cittadini sì. Non elettori di serie A e serie B, o Primarie per molti ma non per tutti. La politica è sì compromesso, forma e appartenenza, ma prima di tutto è passione, partecipazione popolare, coinvolgimento e buone decisioni.
Giocarsela a Campi è come partire sotto di un gol fuori casa. Ma cosa c’è di meglio che vincere in trasferta ? Proveremo a farlo con misura, chiedendo rispetto, perché per primi rispettiamo i sostenitori di altri candidati e un partito di cui non siamo né corrente, né lobby su questione locali. Con la coerenza però di chi, su tutti i livelli, crede a un’idea di politica e democrazia, di chi crede nel valore del ricambio, di chi crede all’apertura alla società civile, di chi crede che le grandi questioni si affrontano pragmaticamente e non ideologicamente. Metteremo in campo idee ed entusiasmo, quello che ci deriva dal vedere tante persone nuove come non si vedeva da tempo. E se non sarà così pazienza. Se vincesse Bersani, avranno vinto una persona perbene e il PD. Noi, preferendo questa strada a quella comoda del conformismo e dell’attesa, sentiamo di aver già vinto.
Chi si mette in gioco ADESSO per una sfida a viso aperto senza nulla da perdere, esce sempre a testa alta.
Coordinatore del comitato è Alessio Colzi (giornalista-pubblicista, collaboratore commerciale, capogruppo Pd), il Responsabile della comunicazione è Carolina Massei (agente immobiliare), il Vice-coordinatore Enrico Pietrella (libero professionista, segretario del circolo Pd Campi Sud) ed i membri del direttivo: Luigi Ricci (operatore sociale, impiegato, consigliere Comunale del Pd), Antonio Otranto (pensionato, consigliere comunale del Pd), Lorenzo Loiero (libero professionista, segretario del circolo Pd Campi Ovest), Alessio Amerini (studente, iscritto al Pd), Federico Faggi (imprenditore), Matteo Boretti (rappresentante), Simona Manetti (architetto), Lorenzo Colzi (libero professionista), Francesco Rugi (libero professionista, ricercatore), Enrico Sartoni (archivista) e Leonardo Rossi (artigiano)
E’ possibile contattare il gruppi su facebook e twitter digitando “Campi X Renzi”, oppure scrivere alla email: campi_x_renzi@virgilio.it

Aperto a Campi Bisenzio l’Info Point “Giovani Sì”

30 giugno 2012

Dal 26 giugno è attivo a Campi Bisenzio un Info Point “Giovani Sì”, un servizio della Regione Toscana, in collaborazione con Upi, Anci e Uncem e del Comune di Campi Bisenzio in collaborazione con Macramè Cooperativa Sociale Onlus.
Giovani Sì è il progetto della Regione Toscana finalizzato allo sviluppo delle capacità individuali dei giovani, alla qualità e autonomia del lavoro, all’emancipazione, alla loro indipendenza e alla partecipazione alla vita sociale. I destinatari diretti e indiretti sono i giovani dai 18 ai 40 anni, attraverso bandi individuali o sovvenzioni ad aziende, Università e enti locali.
Il progetto è strutturato in 6 macro aree (Tirocini, Casa, Servizio civile, Fare Impresa, Lavoro, Studio e Formazione) e comprende azioni di sistema e strumenti per la valorizzazione del merito, il diritto allo studio, la formazione professionalizzante, il servizio civile regionale, il tirocinio di qualità e retribuito, i prestiti d’onore per percorsi di specializzazione e i contributi per l’affitto della prima casa. Sono previste azioni anche per il sostegno al lavoro, l’avviamento di attività economiche e per l’accesso agevolato al credito. Il Comune di Campi Bisenzio insieme ad altri Comuni, é stato incluso nel progetto pilota della Regione Toscana che prevede l’apertura nei Comuni di sportelli dedicati dove reperire le informazioni e molto altro sulle opportunità offerte dal progetto regionale GiovaniSì .
A Campi Bisenzio, lo sportello si trova in via Giusti n. 7 a Campi Bisenzio, presso il Centro Adolescenti Canapè ed è aperto: il Martedì dalle ore 14.30 alle18.30, il Giovedì dalle ore 9.30 alle 13.30 ed il Venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. Per qualsiasi informazione potete inviare una e – mail a campibisenzio@giovanisi.it
L’Info Point ha la funzione di informare e supportare i giovani alle azioni attivate dal Progetto Giovani Sì della Regione Toscana.
Presso lo sportello è possibile trovare materiale informativo e consulenza sulle opportunità offerte da Giovani Sì su: Tirocini, Casa, Servizio Civile, Fare Impresa, Lavoro, Studio e formazione, Muoversi.
Per conoscere e seguire le opportunità, le iniziative, i progetti, le proposte del progetto Giovani Sì:
E’ possibile iscriversi alla newsletter (http://blog.giovanisi.it/wp-signup.php),
Seguire su Facebook(http://www.facebook.com/GiovanisiRegioneToscana)
Su Twitter https://www.twitter.com/giovanisi)
O collegandosi al sito www.giovanisi.it


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower