Posts Tagged ‘fabiano’

Campi Body Painting 2009

24 settembre 2009

manifesto-bodypainting

Operarte incontra i bambini Saharawi

7 settembre 2009

cartello saharawi anagrafeDopo la bellissima esperienza, con i bambini Saharawi, i membri dell’Associazione Operarte non potevano mancare dal renderci partecipi di ciò che è stata quella giornata (le foto). L’essenza di un fiume interminabile di emozioni, si è condensato sui colori dei disegni eseguiti da artisti e bambini per formare come in un collage di segni ed immagini. Quanto esposto presso l’atrio del Palazzo Comunale, non vuole essere una mostra, ma il racconto di una giornata vissuta nel segno della solidarietà che non deve rimanere isolata. Sul sito dell’Associazione è disponibile anche un video realizzato da Alessandro Fedeli. La mostra è visibile da oggi fino al 2 ottobre.

Operarte presenta le personali di Rolando Benvenuti e Matilde Fabiano alla Villa Rucellai di Campi Bisenzio

6 settembre 2009

Nel mese di settembre riparte la fervente attività dell’Associazione Operarte di Campi Bisenzio, con la presentazione delle opere dei due nuovi soci Rolando Benvenuti e Matilde Fabiano, presso i locali della Villa Rucellai nei periodi :

Rolando Benvenuti 07 settembre – 28 settembre
Matilde Fabiano
16 novembre – 07 dicembre

Due appuntamenti da non perdere per poter gustare due esposizioni di alto valore artistico, che mantengono stabile l’offerta culturale che Operarte è sovente proporre. Per una maggiore comprensione delle opere che verranno esposte, propongo la biografia dei due artisti.
Rolando Benvenuti, nasce nel 1946 a Firenze e dal 1960 al 1966 dopo gli obblighi scolastici fa il ragazzo di bottega presso gli Orafi Fiorentini del Ponte Vecchio. Frequenta molti artigiani ed artisti di Borgo San Iacopo e Via Calimala imparando a maneggiare argento, oro, madreperla, avorio ed altri materiali in uso in quelle meravigliose botteghe, putroppo scomparse col passare degli anni. Pur mantenendo sempre un rapporto strettissimo col suo primo amore, la Musica, nel 1982 si avvicina per la prima volta alla pittura, come autodidatta, ad Impruneta, un paese nella provincia di Firenze, con il Gruppo Pittori Imprunetini. Qui inizia la sua attività pittorica alternando alle collettive di pittura, scenografie teatrali per alcune scuole di danza e piccole compagnie di prosa in alcuni teatri Fiorentini come il teatro le Laudi, il Cestello ed altri, con dei risultati soddisfacenti. Nel 1984 al teatro Oriuolo affronta il pubblico con la sua prima personale di pittura ottenendo un succeso inaspettato che lo porta col passare degli anni a partecipare a numerose collettive e manifestazioni in molte città della toscana ed in altre regioni. Ha collaborato con associazioni e gallerie fiorentine e col passare degli anni ha iniziato a rispolverare quello che aveva imparato negli anni dell’adolescenza cercando di trasportare sulla tela tutta la teatralità vissuta e quell’odore meraviglioso della polvere del palcoscenico.
Matilde Fabiano in arte “Matilde”; nata a prato il 14 Agosto 1978, inizia a disegnare fin da picolissima, bambina estremamente introversa sensibile, trova nel disegno al quale si dedica ossessivamente, l’unico metodo per comunicare con il mondo esterno, e per trascorrere le sue giornate in modo in un mondo tutto suo. I suoi primi quadri su tela ad olio sono stati eseguiti durante le scuole medie inferiori, dove la sua vocazione per l’arte si fa sentire piu’ forte che mai. Si dedica con tutta se stessa continuamente al disegno e di sera alla pittura. Purtoppo pero’ dopo le scuole medie il personale percorso della vita la porta a scegliere una scuola tecnico commeciale e per anni interrompe la sua attivita’ artistica. Nel 2000 durante un bruttissimo periodo della sua vita si riaffaccia quest’esigenza fortissima di iniziare a dipingere, quasi come se fosse un bisogno vitale, un impulso che sale da dentro l’anima, frequenta quindi insieme ad altri pittori un laboratorio artistico serale nella zona di chiesa nuova. Dopo due anni si sposta nel laboratorio artistico di Menconi Giuseppe, dove rimane per tre anni, dopodiche’ entra in contatto con il grande pittore Bolano Italo, e dipinge nel suo laboratorio per un anno. Infine per pochi mesi in un laboratorio di pittura e scultura a Calenzano. Attualmente opera da sola in uno spazio privato. Durante questi anni, entra in contatto con vari artisti, si avvicina ad altri stili, come l’astratto, ma rimane fedele al suo stile personale, figurativo analitico raffigurando come fin da piccola quasi esclusivamente figure femminili, per lo piu’ volti. Artista sempre piu’ emotiva e sensibile attraverso le sue figure, agli sguardi di quelle donne, esprime quello che ha dentro,i suoi stati d’animo. Sono donne forti esteriormente ma con uno sguardo che comunica ben altro. I fiori , altro tema spesso affrontato simboleggiano la sua estrema fragilità. Le case e il mare, che spesso anche popolano i suoi sogni, rappresentano luoghi dove rifugiarsi, dove divenire un tutt’uno con la natura, dove trovare la pace e il silenzio l’energia, lontano da tutto,quasi per ritonare alla solitudine , all’abbandono, che la pittrice ha vissuto come condizione della sua infanzia. Ha partecipato a varie mostre dal 2003 ad oggi.

Operarte regala una mattinata di colori ai bambini Saharawi

29 luglio 2009

Dire grazie mille volte non basterebbe, mi scrive Milena Boschetti dell’Associazione Operarte di Campi Bisenzio, che vuole ringraziare tutti gli artisti che lo scorso 19 giugno si sono prestati per regalare tanta felicità ai bambini Saharawi in visita a Campi Bisenzio. Artisti che mi piace citare perchè artefici di un’altra opera altrettanto grande, la solidarietà verso questo popolo. Un ringraziamento va quindi a :

MARTINO GOLINI
EDWARD BUTLER
ELIANA STEFANIA BONACCHI
DANIELA PAPUCCI
ALESSANDRO FEDELI
MARIA ANTONIETTA CANALINI
MARIA CRISTINA BAUTISTA
SIMONETTA FONTANI
MATILDE FABIAMO
ROLANDO BENVENUTI
BRUNELLA FONTANI

Nelle foto presenti nella galleria sono impressi alcuni momenti di gioia e di commozione, quando a tutti i bambini sono stati regalati, da parte della Associazione Operarte, degli zainetti rossi con tutto il necessario per disegnare e dipingere.
Da questa esperienza nascerà una mostra di foto, pittura, disegni che sarà ospitata a settembre nell’atrio dell’anagrafe comunale come evidenziato dalla brochure della manifestazione LA CITTA’ VISIBILE, che vi invito a visitare. I miei complimenti vanno anche a Milena ed a suo marito Alessandro Fedeli, che con tanta abilità e dedizione dedicano ogni loro risorsa a questa attività culturale apprezzata e stimata in tutto il territorio.

Galleria fotografica