Posts Tagged ‘emergenza’

Movimento 5 Stelle: Emergenza ‪casa‬ a ‪Campi Bisenzio‬, problemi veri e business

27 febbraio 2014

Ricevo e pubblico dal M5S Campigiano: Il Consiglio comunale sull’emergenza abitativa ha avuto due anime: da una parte le persone (tante quelle presenti!) che vivono l’emergenza sulla propria pelle: famiglie sotto sfratto, liste di attesa infinite per gli alloggi popolari, contributi affitto in ritardo, persone senza casa alle quali né i servizi sociali né gli interventi ordinari sanno dare una risposta. Dall’altra parte il mantra ripetuto a più voci dell’edilizia popolare, ben rappresentata in aula da Casa Spa, la società che gestisce il business dell’edilizia ERP per oltre 30 Comuni.
Ha aperto i lavori Luigi Ricci, nella veste di assessore alle politiche sociali (e con un contratto triennale per Casa Spa), seguito da Luca Talluri (presidente di Casa Spa) e Vincenzo Esposito (direttore di Casa Spa). Abbiamo ascoltato i numeri dell’edilizia popolare – circa 550 alloggi a Campi – e ci è stato detto che il nostro Comune è allineato se non migliore degli altri limitrofi.
Hanno preso la parola anche Susanna Meini di Sunia, Vincenzo Simoni di Unione Inquilini e Lorenzo Bargellini del Movimento di Lotta per la Casa, che hanno ben descritto la tragedia. Otre 300 famiglie che chiedono aiuto, una media di tre sfratti con forza pubblica al mese (ma il numero esatto e il calendario è segreto). Si è detto che di fronte a questa emergenza il sindaco ha l’obbligo istituzionale di intervenire, come di fronte a un terremoto. Si è ribadito che le attuali norme che assegnano le risorse spesso sono ingiuste per la realtà del lavoro nero.
Nel nostro intervento abbiamo detto che non è accettabile la latitanza dell’assessore; forse a causa del suo doppio incarico (retribuito con 1.756 euro mensili dal Comune e 1.250 da Casa Spa [1][2]) non trova il tempo per ricevere i cittadini se non con attese di oltre un mese, facendo perfino rimpiangere il vituperato predecessore Mengozzi. Nel più perfetto stile italiano si ignorano i quotidiani segnali di allarme, salvo poi – a tragedia avvenuta – stracciarsi le vesti e invocare misure straordinarie di emergenza. E tutti sappiamo che nell’emergenza i controlli vengono meno e si spalancano le porte a speculazioni e malagestione.
Abbiamo chiesto di tamponare l’emergenza: tagliando poche spese superflue si può facilmente quadruplicare gli interventi di prima emergenza, che pure ci convincono poco per economicità (le soluzioni presso gli affittacamere costano il triplo di un normale affitto!).
Abbiamo chiesto di reperire immobili pubblici non già per matrimoni e congressi (queste le grandi pensate dei CampLab! [3]) bensì per l’emergenza abitativa.
Abbiamo chiesto che le associazioni siano indirizzate su questo problema: non è pensabile che esistano i corsi di ginnastica per anziani, ma se una persona non sa dove dormire una notte trovi tutte le porte chiuse!
Abbiamo chiesto che il Comune si faccia promotore di iniziative tra inquilini e proprietari per sbloccare il patrimonio di 500 e passa alloggi sfitti di proprietà privata. Con quale coraggio si pensa di investire in nuova edilizia mettendo mano a chissà quali fondi, consumando altro territorio e con tempi incompatibili con l’emergenza, quando esiste un patrimonio inutilizzato così vasto?
Purtroppo la conclusione del sindaco è stata deludente: sull’emergenza immediata risposte zero! Per il futuro si andranno a cercare soldi coinvolgendo Regione, Casa Spa Banche e CNA per realizzare interventi in tempi e modi non meglio precisati.
[1] http://www.casaspa.it/azienda/trasparenza/incarichi%20esterni%202%C2%B0sem.%202013.pdf
[2] http://www.comune.campi-bisenzio.fi.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8321
[3] http://www.comune.campi-bisenzio.fi.it/flex/atti/gm/2014/00010803_08_00174592.pdf

M5S: La casa è un diritto ! richiederemo un consiglio comunale straordinario per le emergenze abitative a Campi

19 gennaio 2014


Il M5S di Campi Bisenzio richiederà con urgenza un consiglio comunale straordinario da dedicarsi alle problematiche abitative.  “Abbiamo già affrontato questo delicatissimo tema con l’Amministrazione Comunale, senza però che quest’ultima promuovesse alcuna azione nei confronti dei cittadini che soffrono dell’emergenza abitativa”, si legge sul sito 5 Stelle di campi Bisenzio. “Noi del M5S chiediamo che questa Amministrazione Comunale attui ogni strategia per assicurare ai cittadini che vivono in stato di precarietà abitativa una casa o soluzioni alternative dignitose!”

Forza Italia: chiediamo un consiglio comunale straordinario per l’emergenza abitativa

16 gennaio 2014

“Stavolta noi di Forza Italia per dare voce ai tanti campigiani in difficoltà abbiamo dovuto inscenare una forte e straordinaria forma di protesta. Ci tratteremo all’interno della stanza del gruppo consiliare di Forza Italia al primo piano di Villa Rucellai per tutta la notte, in segno di protesta e al contempo di solidarietà di quelle centinaia di persone che non sono più in grado di far fronte alle primarie esigenze vitali e di coloro che sono costrette a dormire in macchina”. E’ con queste laconiche parole, pronunciate dal Capogruppo in Consiglio comunale Paolo Gandola, che è iniziata la protesta di Forza Italia tenutasi ieri sera Mercoledi 15 Gennaio a Campi Bisenzio, presso la stanza del gruppo consiliare. All’iniziativa erano presenti, oltre al Capogruppo Gandola, la Consigliera Chiara Martinuzzi e la Presidente del Centro Aiuto alla Vita di Campi Bisenzio, Brunella Bresci.
“Noi – continua Gandola – stanotte rimarremo qui in segno di solidarietà verso le tante, troppe, situazioni di difficoltà e degrado sociale ed economico che si registrano in città e a cui non si danno delle risposte concrete. Nel mezzo ci sono persone, non numeri e non riusciamo davvero a comprendere come il Sindaco e l’Assessore Ricci non abbiano ancora aperto gli occhi e continuino a considerare la questione non grave”.
Rincara la dose con forte preoccupazione, Brunella Bresci che dichiara “La situazione sta precipitando, l’Amministrazione batta un colpo prima che sia troppo tardi, si rischia una vera A proseguire la denuncia prosegue il Capogruppo Gandola che afferma: “Mentre il Sindaco si diletta a trascorrere i Sabato pomeriggio a Villa Rucellai ad aprire i rotoli di carta igienica appesi all’albero dei desideri per svelare le esigenze della Comunità, noi di Forza Italia queste esigenze e necessità le abbiamo ben chiare, soprattutto quelle di coloro che stanno vivendo una situazione di forte disagio e necessitano di conforto ed assistenza.
In queste settimane abbiamo ricevuto decine di persone disperate che non hanno più un tetto sopra la testa e che, anzi, sopra di loro spesso hanno la spada di damocle di vedersi  allontanati i figli. Molte le denunce di case popolari sottoutilizzate. Di fronte a queste denunce circostanziate vogliamo che venga fatta subito chiarezza e che venga indetto immediatamente un censimento completo degli aventi diritto andando casa per casa a constatare la veridicità delle dichiarazioni presentate all’Amministrazione. Non possiamo più attendere e non accetteremo ulteriori silenzi e ritardi; se questo censimento non verrà realizzato dall’amministrazione, sarà Forza Italia a verificare quelle che sono le case abitate e quelle che invece permangono vuote”.
“A Campi – prosegue Gandola – le persone sono sempre più disperate. Sabato mattina durante la nostra iniziativa di ascolto delle segnalazioni dei cittadini un campigiano oramai in preda al panico, ci ha informato che l’Amministrazione non ha ancora versato il contributo affitto per l’anno 2013. A Campi infatti sono 153 i beneficiari del c.d contributo ad integrazione del canone di locazione che sono stati inseriti in fascia A ed altri 70 inseriti in fascia B. Negli anni passati l’Amministrazione comunale ha sempre versato a tali famiglie un acconto in autunno (di solito nel mese di Ottobre) e il saldo finale a primavera. Quest’anno il Comune non ha versato nessun acconto e i cittadini si sentono davvero presi in giro. Gli uffici di Villa Montalvo ogni mese hanno riferito ai soggetti beneficiari che l’Amministrazione era in procinto di versare il contributo. Ha rinviato mese per mese e stavolta dopo l’ultima telefonata, ha informato i cittadini che verrà versato a Febbraio. Quando ho chiesto se il cittadino aveva informato l’Assessore competente, lui mi ha risposto così: “Chi Ricci? La segreteria mi ha detto che prima di un mese non mi avrebbe ricevuto. Mi sono cascate le braccia per non dire altro”.
E’ questa l’attenzione alla Comunità della quale parla sempre il Sindaco? Questi cittadini si Di fronte a tutto ciò, ieri – prosegue Gandola – ho avuto rassicurazioni dagli uffici che entro la fine di gennaio verranno erogati i primi acconti. Si parla di circa 900 Euro per i primi 101 beneficiari, ma siamo ancora molto lontani dal rispondere alle esigenze reali di tutti gli aventi diritto. Anche su questo vigileremo attentamente, visto che da Ottobre i cittadini hanno avuto dagli uffici e dall’Amministrazione solo promesse da mercante. I soldi ci sono per finanziare Luglio Bambino (circa 30.000) o le festività Natalizie (circa 40.000) ma non ci sono mai per aiutare chi è rimasto indietro. Oggi a Campi, ha continuato Roberto Valerio, ci sono persone che sono costrette a dormire in auto, nell’indifferenza generale. Sovente sono chiamato da campigiani che mi comunicano che hanno saputo che una casa popolare è vuota e che nei prossimi giorni andranno ad occuparla non sapendo davvero La situazione è sul procinto di esplodere, dichiara Brunella Bresci. Il venerdì pomeriggio in occasione della distribuzione degli alimenti presso il Centro Aiuto alla Vita si sviluppa ogni volta una guerra fra poveri. Sto tenendo con le unghie e con i denti calme decine e decine di famiglie che non riescono più a far fronte alle loro più elementari necessità e che sono infastidite dall’indifferenza dell’Amministrazione comunale. La situazione a Campi è talmente grave e complessa che il Sindaco il sabato pomeriggio anziché trascorrerlo con un lenzuolo in testa per pubblicizzare una mostra al Teatro Dante, dovrebbe trascorrerlo in ufficio a risolvere o tentare di risolvere questi problemi. Se il pomeriggio non fosse sufficiente dovrebbe rimanere in ufficio anche la notte.
Brunella ha veramente ragione, riprende la parola Gandola, io non so dove il Sindaco trovi tutta questa spensieratezza nell’affrontare le sue giornate. Noi tutti siamo costantemente contattati da persone che si trovano a vivere in una condizione di assoluta miseria. Un signore mi ha riferito “ho già staccato il telefono che non mi potevo permettere. Adesso dovrò scegliere se staccare la luce o il gas”. Noi di Forza Italia chiediamo che il Sindaco apra gli occhi, non può più realizzare iniziative di facciata, costosissime e molto spesso totalmente inutili.
Quelle poche risorse economiche vanno razionalizzate e spese per soddisfare le reali necessità della comunità. Vista la situazione anziché tante iniziative nel periodo natalizio non poteva offrire un pranzo per le famiglie più bisognose? Molti di loro, senza l’acconto per il contributo affitto, hanno passato un Natale davvero amaro.
L’Assessore Mengozzi e il Sindaco Chini non ci hanno mai lasciato in queste condizioni, ci hanno riferito. Per Natale i beneficiari hanno sempre riscosso l’acconto, e hanno così trascorso le festività con maggiore serenità. Adesso, invece, l’Assessore neanche riceve queste persone. E’ questo il nuovo corso dell’Amministrazione? Stanotte dunque, rimaniamo qua. Lo facciamo per protestare con forza contro un modus operandi di questa Amministrazione che ha davvero superato i limiti della decenza. Non c’è la benchè minima attenzione verso chi soffre. Per tutti questi motivi e preoccupati che la situazione possa degenerare Forza Italia presenterà richiesta di convocazione di un Consiglio comunale straordinario monotematico aperto alla cittadinanza e a tutte le categorie interessate, che affronti il tema dell’emergenza abitativa.
In questo modo, dato che il Sindaco rinvia il problema, dovrà obbligatoriamente rendersi conto del disagio sempre più diffuso che è presente in Città. Ci auguriamo che la richiesta sia controfirmata anche dai consiglieri del Movimento 5 stelle che come noi, stanno seguendo la questione. Ci auguriamo, altresì, che si riannodino i fili di una vera solidarietà. Molti cittadini si sentono abbandonati non solo dall’Amministrazione ma anche dalle parrocchie e dall’associazionismo. “A Campi non mi aiuta nessuno” è la frase che più viene riferita da chi si trova in una situazione di indigenza.
Qualcosa dobbiamo fare prima che scoppi una guerra fra poveri.

Iniziano i Corsi di Primo Soccorso alla Misericordia di Campi Bisenzio, iscrizioni aperte

7 gennaio 2014

1393485_10202821723923954_1124402727_nLunedi 3 Febbraio inizieranno i Corsi di Livello Base e avanzato alla Misericordia di Campi Bisenzio, chiunque fosse interessato può prendere contatto anche per semplici informazioni telefonando ai numeri presenti nel volantino. Il Corso si terrà la Sede della Misericordia di Campi Bisenzio in Via A. Saffi 3, Zona San Martino.

Rifondazione Campi: Emergenza casa a Campi .. l’indifferenza delle istituzioni

19 luglio 2013

“L’emergenza casa a Campi come altrove continua nell’indifferenza delle istituzioni” – annuncia Rifondazione Comunista di Campi Bisenzio nel suo sito.
“Come Gruppo casa di Campi  nella seconda parte del mese di giugno abbiamo seguito ben quattro famiglie che rischiavano di finire in mezzo alla strada. Così nel mese di luglio e così sarà nelle prossime settimane.
Il prefetto di Firenze non ha  accettato, come richiesto dai movimenti e dalle organizzazioni politiche in lotta per il diritto alla casa, di bloccare gli sfratti durante i mesi estivi. Ad aggravare questa situazione nel comune di Campi c’è questa vera e propria latitanza del nuovo assessore alla Casa. Nonostante sia stata nominata il 17 giugno scorso ancora non ha nemmeno iniziato a ricevere i cittadini in emergenza abitativa, mentre gli sfratti non si sono fermati nonostante il cambio di amministrazione e le decine di famiglie sotto sfratto ( più di quaranta!) sono a questo punto prive di qualsiasi riferimento e appoggio istituzionale. Come gruppo casa continueremo il lavoro portato avanti in questi anni e resteremmo a fianco di chi ogni giorno lotta per avere una casa e un lavoro. Siamo consapevoli che questo è solo un tassello di un problema più  grande che si chiama capitalismo.
Per questo continueremo a batterci perché nessuno rimanga in mezzo alla strada, consapevoli che solo portando il tema della casa nelle aziende, nei luoghi di lavoro e collegandolo alle condizioni di vita di tutti gli sfruttati possiamo dare forza a questo gruppo.”
fonte rifondazionecampi.org

Di Paola a Mengozzi sull’emergenza casa: l’assessore Mengozzi cosa ha fatto e dove è stato in tutto questo tempo ?

16 maggio 2013

Con un comunicato stampa, il candidato sindaco di Rifondazione Comunista, Michele Di Paola, ribatte alle ultime dichiarazioni rilasciate dall’Ass.Mengozzi relativamente al gruppo casa ed all’impegno che Rifondazione promuove sull’emergenza casa a Campi Bisenzio.
“Le dichiarazioni rilasciate dall’assessore Mengozzi sono allucinanti.” dichiara Di Paola, “Sono passati due giorni dall’ultimo incontro che come gruppo Casa e circolo Rifondazione Comunista abbiamo fatto proprio con l’assessore. L’ennesimo incontro in cui abbiamo portato sul tavolo l’ennesima situazione di emergenza che abbiamo intercettato nel nostro comune, e dove di nuovo abbiamo sostenuto le nostre proposte.”
“Da anni come Circolo di Rifondazione Comunista lavoriamo sul tema casa. Seguiamo direttamente decine di famiglie sotto sfratto, abbiamo organizzato assemblee e incontri con i sindacati e i movimenti per il diritto alla casa, da anni chiediamo blocco degli sfratti, nuova ERP, requisizione degli alloggi (che il comune potrebbe fare ma non vuole fare !), il primo maggio siamo scesi in corteo per le via di Campi Bisenzio per rivendicare lavoro e diritto alla casa.”
“E ancora la questione abitativa è uno dei 5 punti con cui il Partito della Rifondazione Comunista si presenta alla elezioni amministrative del 26/27 maggio.”
E rincara la dose contro Mengozzi “La domanda sorge spontanea: oltre ad affermare tutto il contrario di tutto (non c’e bisogno di nuova ERP ma siamo in una situazione insostenibile) , l’assessore Mengozzi cosa ha fatto e dove è stato in tutto questo tempo ?

Emergenza neve a Tivoli: impegnata anche la Misericordia di Campi Bisenzio con i Volontari della Protezione Civile

11 febbraio 2012

Con il susseguirsi di preoccupanti notizie sul maltempo, che sta flagellando le regioni italiane, tenuto conto anche dell’impegno che le Misericordie stanno già profondendo in varie regioni e degli allertamenti che stanno arrivando alle Confraternite, su richiesta del Dipartimento di Protezione Civile proprio in queste ore la Misericordia di Campi Bisenzio con i suoi volontari si sta attrezzando per recarsi a Tivoli già da questa sera.
Attualmente nella zona sta già operando anche la Misericordia di Prato che con l’intervento di quella di Campi porteranno gli aiuti alla popolazione colpita dalle nevicate in compiti di vario genere, per i quali i volontari sono altamente preparati.
Altri componenti della Protezione Civile di Campi Bisenzio partiranno domani mattina alla volta di Arezzo in ausilio ad altre squadre della Confraternita delle Misericordie d’Italia.
Vi terrò ulteriormente informato sull’opera dei nostri volontari, sempre pronti ad intervenire in aiuto alla popolazione, portando lo spirito di disponibilità ed il calore umano tipico dei campigiani in tutta Italia, sempre e solo ripagati dal motto “Che dio ve ne renda merito”.

Rimborsi mensa per chiusura scuole 1 e 2 febbraio 2012

3 febbraio 2012

Il comune comunica ufficialmente che per le chiusure delle scuole del 1 e 2 febbraio 2012 a causa dell’emergenza meteo,  i due giorni non saranno addebitati, per il mancato servizio mensa, SENZA la necessità di alcuna richiesta scritta da parte dei genitori.
L’importo è determinato come espresso nell’informativa pubblicata nella pagina del Nuovo Sistema di Pagamento Mensa, Scuolabus e nido

NEVE e GELO sotto controllo ai Gigli, apertura regolare per il centro commerciale di Campi

1 febbraio 2012

Il centro commerciale I Gigli ha regolarmente aperto, questa mattina alle ore 9.00, garantendo la completa accessibilità del parcheggio principale oltre che mantenendo agibili tutti gli ingressi pedonali.
Nella serata di ieri 31 gennaio, era stato concesso ai punti vendita (all’interno de I Gigli ce ne sono 134 con 1800 dipendenti) la possibilità di chiudere anticipatamente in modo da non arrecare danni e disagi agli esercenti e a tutti i loro collaboratori.
“Da circa una settimana eravamo preparati all’evento meteo – spiega il direttore Yashar Deljoye Sabeti – il centro commerciale ha puntualmente aperto con il parcheggio completamente sgombro avendo preso tutti gli accorgimenti necessari a prevenire qualsiasi contrattempo.”
Nelle prossime ore, in base all’evolversi delle condizioni meteo, saranno valutate nuove decisioni al fine di evitare disagi per clienti e lavoratori del centro stesso.

Il parcheggio del centro commerciale i Gigli alle ore 9.00 del 1°febbraio 2012

Noi sciacalli? E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.

21 luglio 2011

Ricevo e pubblico una risposta al comunicato di Colzi in relazione alla questione emergenza abitazioni, da parte di Lorenzo Ballerini, Segretario Rifondazione Comunista Campi Bisenzio, che in un precedente post aveva portato all’attenzione l’indifferenza dell’amministrazione verso le problematiche di una famiglia campigiana prossima allo sfratto.

Noi sciacalli?
E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.
La risposta che il capogruppo PD Colzi ha dato al nostro comunicato riguardo l’imminente sgombero di una famiglia sul nostro territorio è offensiva e allo stesso tempo imbarazzante.
In tutte le parole che Colzi spende nel suo comunicato, perchè non dice niente sul motivo per cui durante il consiglio comunale in aprile, non ha votato a favore della utilizzazione sociale di un terreno in vendita a San Piero a Ponti ?
Forse la costruzione di nuove case popolari non sarà la soluzione migliore, ma allora quale risposta diamo a chi fra qualche giorno non avrà più una casa ?
Inoltre non è assolutamente vero che il PRC fa sciacallaggio sulla pelle della povera gente, anzi, da quello che la signora Calogera afferma (“Il comune mi dice che i prezzi delle case sono scesi e che devo trovarmi un affitto a 500 euro” La Nazione 18 luglio), sembra invece, e pare innegabile, che l’amministrazione comunale se ne frega di chi rischia di perdere la propria casa !
Sono queste le “riposte concrete” di cui parla Colzi?
Forse dentro il Pd c’è chi dice una cosa e invece poi fa tutto l’opposto.
Mi dispiace per tutta la sua buona volontà nel tappare i buchi del suo partito, ma forse farebbe bene a guardarsi un po’ intorno prima di fare dichiarazioni offensive e che non hanno nessun senso.
Lorenzo Ballerini
Seg. Rifondazione Comunista Campi Bisenzio