Posts Tagged ‘educazione’

La scuola incontra la Polizia Municipale: Ciclo di incontri su ambiente ed educazione stradale

27 marzo 2014

Continuano gli incontri delle scuole con la Polizia Municipale, dopo il primo incontro che si è tenuto venerdì 21 con i bambini della scuola primaria (3 classi V della scuola Frà Ristoro e 2 classi V della scuola Lorenzo il Magnifico), sull’educazione ambientale, faunisticae venatoria, illustrando con l’ausilio di slide alcuni animaliselvatici (lupo, cervo, capriolo, daino, cinghiale, tasso) ed alcunespecie di uccelli, evidenziandone i comportamenti, le abitudini, i suoni e le tracce. Sono stati mostrati ai bambini alcune specie di animali: civetta, aquila reale, fenicottero rosa, tasso, volpe, scoiattolo. Al termine dell’incontro personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio ha fatto una breve introduzione sulle regole ed alcune norme comportamentali del Codice della Strada, soffermandosi sull’uso della bicicletta.
Domani 28 marzo, il tema dell’incontro con il personale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio sarà l’educazione stradale: parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classi della 1^ media. L’ultimo appuntamento è per il 16 aprile sempre sull’educazione stradale al quale parteciperanno i ragazzi della scuola media Matteucci, 6 classidella 2^ media.
Le foto dell’incontro del 21 marzo

Vivi le Piazze: giovedì 20 insegnamo alle donne arabe ad andare in bici

19 giugno 2013

Ritorna “Vivi le piazze”, dopo la presentazione esplosiva, derivante dalla diatriba fra il blog di Campi ed il giornale on-line piananotizie, ampiamente chiarita. E ritorna con alcune novità fra le quali spicca il giorno che sarà anche il giovedì proprio in Piazza della Resistenza (dietro il palazzo comunale) dalle 20.30 in poi, scelto perchè molte delle donne che lavorano come badanti, hanno il giorno di riposo proprio il giovedì e si trovano sole. Il venerdì sarà presente ma in altre piazze che verranno successivamente comunicate. Per giovedì (domani), urge la necessità di persone in bici che aiutino per insegnare alle donne arabe ad andare in bicicletta. Chi vuole dare il proprio aiuto può contattare Nadia via mail all’indirizzo: continadia@virgilio.it
Ricordo che nel corso della serata sarà possibile gustare il the alla menta e alcuni dolci  tipici toscani, marocchini e somali.  Un modo per condividere, per conoscersi, per discutere, per programmare anche ogni altra diversa iniziativa”,come dice Nadia, “vicini perchè l’umanità ha bisogno e necessità di relazioni e di dialogo”.
Quello delle donne arabe in bicicletta rappresenta una mini rivoluzione a due ruote che sta per cambiare le abitudini di molte donne in Arabia Saudita. Secondo quanto riferisce il quotidiano saudita al-Yaum, infatti, l’autorità religiosa saudita ha recentemente annunciato che le donne potranno andare in bici nei parchi e nelle zone ricreative. Due le condizioni: che siano vestite in modo modesto e che sia presente un guardiano in caso di cadute o incidenti. Chissà come sarebbe contenta ‘Wadjda’, la protagonista della “Bicicletta verde”, un successo della prima regista saudita Haifaa Al Mansour, che racconta la storia di una piccola “ribelle” saudita che fa l’impossibile per avere una bicicletta, simbolo di libertà. Un permesso concesso alle saudite che si limita solo a “scopo di divertimento”: cioè la bici non dovrà essere usata come un mezzo di trasporto. L’autorità religiosa, inoltre, consiglia alle donne che vanno in bici di tenersi alla larga dalle zone con manifestazioni giovanili per evitare il confronto con gruppi di protesta.
Ecco quindi che l’iniziativa di Nadia Conti vuole essere un ponte di parità fra un paese occidentale e uno ultraconservatore dell’Islam che possa gettare basi solide nell’affermazione dei diritti umani delle donne Saudite che subiscono pesanti discriminazioni in molti aspetti della loro vita, compresa la famiglia, l’educazione, il lavoro e lo stesso sistema giudiziaro.

Attività ludica e formativa per ragazzi ed adulti presso lo Spazio Reale di San Donnino

18 settembre 2008

La Fondazione Spazio Reale di San Donnino, organizza, come ogni anno una serie di incontri con genitori ed alunni che si svolgeranno durante l’anno 2008-2009. Le attività descritte inizieranno dal 6 ottobre 2008. Sarà possibile avere maggiori informazioni chiamando o recandosi in Via di San Donnino, 4/6 a Campi Bisenzio (FI) Tel. 055899131 – FAX 0558991339, dove sarà possibile effettuare l’iscrizione dal giorno 8 settembre 2008.

Il Programma prevede per i ragazzi : Laboratori strutturati di inglese, cinese, manipolazione, computer, supporto scolastico, educazione alla socialità… ma anche danza, karate, baby sport….che si basano sull’apprendimento ma sarà posta particolare attenzione anche alla parte educativa, favorendo la formazione dell’identità personale e la responsabilità verso se stessi, gli altri, l’ambiente. Sia pur nella loro diversità contenutistica, si propongono come un modo coinvolgente per favorire il contatto con la realtà, fornendo strumenti per leggerla e interpretarla con spirito critico e propositivo. Saranno proposti itinerari su tematiche specifiche attraverso giochi, simulazioni, osservazione di fatti e situazioni, con la possibilità di utilizzare internet, di consultare quotidiani e riviste, di incontrare operatori e protagonisti della realtà quotidiana (amministratori, giornalisti…).Vi è anche la possibilità di consulenze specializzate, per la scelta della scuola superiore o la facoltà universitaria, come per adeguare il proprio metodo di studio.

Per gli adulti : percorsi con genitori che hanno figli adolescenti; incontri con l’autore, presentando libri con tematiche educative, corsi di formazione, di vario livello, di inglese, computer, spagnolo, cinese. Sarà attivo uno Sportello di Consulenza Familiare, verrà costituita una equipe di genitori/animatori per coordinare e promuovere attività con le famiglie.

Per tutti vi saranno dei percorsi sulle forme dell’espressività giovanile, la costituzione Forum Intergenerazionale, ci saranno degli incontri di Cineforum ed uno Sportello di Informazione e Orientamento all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro, con personale specializzato.

Inoltre è presente una LUDOTECA INTERATTIVA al chiuso e all’aperto con la presenza di Educatori Qualificati, per bambini e bambine con una età minima di 24 mesi. E’ uno spazio attrezzato e creativo, nel quale attraverso il gioco si sviluppano le capacità fisico-intellettive dei bambini, ma anche l’interazione e la socializzazione dei bambini fra di loro e con gli adulti. La Ludoteca è: uno Spazio Aperto, dove i bambini e i loro accompagnatori possono liberamente interagire, anche con il supporto di un educatore; uno Spazio Strutturato, con attività programmate, attraverso l’uso di tecniche manuali ed espressive. La Ludoteca, ha come caratteristica la flessibilità negli orari e nella presenza, non vincolando bambini e genitori, tranne che per le attività strutturate, per la partecipazione alle quali viene chiesta una presenza costante.

www.spazioreale.it –  info@spazioreale.it