Posts Tagged ‘degrado’

Gandola PDL: il comune agisce contro Firenze, speriamo al più presto di porre la parola fine all’annosa questione del Mulino di S.Donnino

26 settembre 2013

In merito all’annosa questione dell’antico Mulino di San Donnino recentemente in parte danneggiato da un incendio, il Capogruppo PDL Paolo Gandola, rende la seguente dichiarazione:
“Leggo con piacere che il Sindaco del Comune di Campi Bisenzio, con le ordinanze n. 403 e 404 del 2013, finalmente, ha deciso di dare seguito alle nostre indicazioni e a quelle di diversi cittadini che da anni vivono la difficoltà di risiedere di fronte ad una vera e propria bomba ad orologeria pericolosissima per la salute pubblica in quanto la copertura dell’antico mulino di San Donnino risulta essere in Eternit. Il problema è che ormai, come sempre, è troppo tardi e si corre ai ripari quando ormai, come si suol dire, i buoi sono scappati.
L’incendio del Settembre scorso che ha coinvolto la zona è stato devastante e ha compromesso ulteriormente la già difficile situazione di insicurezza sanitaria. Ci voleva l’incendio per portare il Sindaco Fossi a decidere di intervenire perentoriamente contro il Comune di Firenze?
Sono o non sono della stessa parte politica? Dove sta la loro collaborazione, che la medesima continuità politica dovrebbe di per sé facilitare, nell’interesse dei cittadini?
La verità è che di fronte a delle conseguenze molto pericolose per l’ente campigiano e fiorentino il Sindaco Fossi ha deciso di correre ai ripari e tutelarsi da eventuali denunce.
Il gruppo Consiliare de “Il Popolo della Libertà” di Campi Bisenzio ed io personalmente eravamo già intervenuto mesi orsono sulla vicenda ma non si era andati oltre che ad una corrispondenza da perfetti scaricabarili tra ARPAT ed enti locali. Oggi di fronte a questo grave accadimento e la mia ennesima interrogazione sul tema, viene emessa dall’Amministrazione comunale una ordinanza perentoria ma chissà se questa produrrà gli effetti sperati.
Da parte mia – conclude Gandola – così come fatto nello scorso Consiglio Comunale attraverso un’apposita interrogazione manterrò alta l’attenzione sulla questione, sino a che il problema del tetto in eternit non verrà definitivamente risolto con la completa bonifica dell’area. A questo aggiungo che mi muoverò in sinergia con i Consiglieri fiorentini del Popolo della Libertà per permettere che anche il Comune di Firenze non faccia cadere nel dimenticatoio questa questione che riguarda la salute pubblica di decine e decine di cittadini Sandonninesi”.

Lo stato degradato del Mulino di San Donnino

Lo stato degradato del Mulino di San Donnino

Incendio S.Donnino: (Gandola) a Campi nulla cambia sul serio, un degrado e abbandono notorio e mai risolto

7 settembre 2013

L’incendio dell’edificio attiguo all’antico Mulino di Via delle Molina a San Donnino ha riaperto il problema del suo smantellamento e del pronto ripristino dell’area. Sono le parole di Gandola, consigliere e capogruppo Pdl a Campi Bisenzio, e prosegue in un comunicato stampa e afferma: nell’indifferenza generale di tutti i gruppi Consiliari, durante la precedente consiliatura, solo il gruppo Consiliare de “Il Popolo della Libertà” aveva risposto alla mail di doglianza della situazione inviata a tutti i Consiglieri Comunali da un cittadino della zona. A fronte del sopralluogo effettuato, il Popolo della Libertà, aveva presentato, nel novembre 2012 ben due interrogazioni in Consiglio Comunale per conoscere lo stato dell’arte e le tempistiche per la risoluzione dell’annosa problematica dell’antico mulino tenuto anche conto della presenza di Amianto nel tetto della struttura abbandonata e dunque dell’esistenza di ricadute che ciò poteva provocare sulla salute dei cittadini che vivono nelle vicinanze dello stabile.
Susseguentemente a ciò il Comune si era attivato presso l’arpat e erano giunte per iscritto al nostro gruppo Consiliare – dichiara Paolo Gandola capogruppo PDL Campi Bisenzio – vive congratulazioni per il nostro interessamento alla questione.
Pochi giorni fa è apparsa la notizia dell’incendio scaturito nella notte nei locali attigui al vecchio mulino da tempo occupati da abusivi e senza tetto. La struttura, come testimoniato dalle foto allegate, si trova in un pessimo stato: rifiuti di ogni genere, frigoriferi, materassi, carcasse di legno sono attualmente presenti in tutta la zona. Il degrado, in parte, risulta ovviamente aggravato dall’incendio che ha colpito una porzione della struttura ma all’interno vi sono carcasse di rifiuti di ogni genere. Nondimeno, tale situazione, si trova nelle strette vicinanze di un’altra situazione di degrado presente in Via Trento il cui terreno agricolo e vincolato risulta occupato da baracche e camper.
Su entrambe le questioni, il Popolo della Libertà, presenterà idonea interrogazione al Sindaco di Campi Bisenzio, durante il prossimo Consiglio Comunale di Campi Bisenzio di Settembre.
Tuttavia, conclude Paolo Gandola, se a Novembre colloquiando con i cittadini di Via delle Molina avevo raccolto il loro sconforto nel vedere irrisolta la situazione del vecchio mulino stavolta, dopo un lungo lavoro amministrativo, è difficile contenere anche in tutto il gruppo consiliare lo sconforto nel verificare come a Campi Bisenzio nulla cambi davvero e tutto resti sempre uguale a se stesso. Il Popolo della Libertà tuttavia non mancherà di riportare il tema in Consiglio Comunale e richiedere nuovamente, stavolta alla nuova Amministrazione,
di attivarsi presso gli enti competenti (il Comune di Firenze in primis) affinché si possa consentire un rapido ristabilimento dell’intera zona oggi presa d’assalto da amianto, occupazioni abusive, e fortissimo degrado.

mulino 6