Posts Tagged ‘dati’

Niccolò Rigacci M5S di Campi: “Napolitano boom di ascolti”.. dati inventati da mentitori di professione

4 gennaio 2014

“Mentitori di professione (Grillo vince su Napolitano 24 a 1)”, così si intitola il commento che Niccolò Rigacci, consigliere M5S di Campi Bisenzio, ha postato ieri sul suo profilo fb. Un libero sfogo sulla querelle di commenti e notizie che seguono il discorso di fine anno di Napolitano ed il contro-discorso di Grillo.
“Giorno dopo giorno non ne posso più di leggere falsità: mentitori di professione, venduti, leccaculo o semplici idioti che inventano notizie o le ripetono per sentito dire senza un briciolo di serietà e onestà.”, apre così il suo sfogo Rigacci, attaccando i media e gli utenti di fb che in questi giorni hanno elargito i dati e le cifre di audience sul Presidente e sul comico genovese.
“Fa schifo la campagna mediatica sul discorso di fine anno di Napolitano: “boom di ascolti”, “+12%” e altre balle simili. Disonestà a parte di voler trasformare gli ascolti in gradimento (io l’ho visto su YouTube, ma sono ben lontano dall’aver gradito!) leggendo Auditel si vede che molti più italiani sono rimasti in casa a guardare la TV, ma in percentuale sempre meno gradiscono il discorso di fine anno del Napo (meno 13% in 7 anni, meno 2% quest’ultimo)”, prosegue Rigacci che incalza, “Veniamo al confronto con il discorso di Beppe Grillo, che è facile facile perché la rete non mente (mica è l’Auditel): su YouTube, dati delle 13:30 del 3 gennaio [Video sottostanti]: Napolitano totalizza 28.937 contatti con un gradimento del 14,77%, Grillo totalizza 698.404 contatti con un gradimento del 93,81%.”, dati in controtendenza che non sono stati presi in considerazione da Tv e stampa. “Per giunta i commenti sul video del Napo sono stati oscurati per omertosa pietà: ieri sera ho potuto leggere un florilegio di insulti e vaffa che mi sono dispiaciuto di non aver fotografato! I commenti su Grillo invece sono liberi…”
Non risparmia neppure un attacco a Fossi ed alla diffusione locale di notizie, che a quanto afferma non rispetterebbero dati reali sulla presenza di intervenuti alla recente festa di fine anno organizzata dal neo-sindaco;  “Ho letto la notizia – afferma sempre Rigacci – che al capodanno del sindaco di Campi Bisenzio abbiano partecipato 3.000 persone: puzza di bufala lontano un miglio, dalle foto direi che non ce n’era più di 300. Amici di Piananotizie, date i numeri ?”. A difesa di Piananotizie posso dire che i dati pubblicati dal giornale online sono stati forniti dalla Segreteria del Sindaco, tramite un comunicato che iniziava: “Circa 3000 persone hanno trascorso il Capodanno in piazza Dante al “Midnight in champs sur le Bisence”, evento di fine anno organizzato per la prima volta a Campi Bisenzio dall’amministrazione comunale”, avendoli ricevuti anche come blog di Campi Bisenzio; una usanza di gonfiare le cifre, quella degli organizzatori, che si sa, fa sempre comodo ..
Allego anche i link alle notizie citate da Rigacci, per maggiore comprensione.
[1] ilsole24ore.com – napolitano crescono ascolti tv
[2] unita.it – discorso napolitano e boom di ascolti
[3] repubblica.it – napolitano fallito_il_boicottaggio_ascolti_in_crescita
[4] istitutobarometro.blogspot.it – ascolti tv del messaggio del presidente

Fossi vince al primo turno .. tutta la composizione del nuovo Consiglio Comunale di Campi

28 maggio 2013

Emiliano Fossi è il nuovo sindaco di Campi con 62,17% delle preferenze (9819 voti), a seguire troviamo i perdenti: Gandola 11,74% (1855 voti), Rigacci 10,42% (1645 voti), Tesi 10,11% (1596 voti), Di Paola 3,05% (492 voti) e Brandino 2.51% (397 voti). Questi ultimi due non hanno ottenuto alcun consigliere, mentre per gli altri il nuovo consiglio è così composto:

Fossi ha ottenuto 17 consiglieri (di cui PD 9, Emiliano Fossi Sindaco 6, IDV 1 e SEL 1)
Gandola ha ottenuto 3 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e Pdl 2)
Rigacci ha ottenuto 2 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e M5S 1)
Tesi ha ottenuto 2 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e Alleanza Cittadina 1)

Ecco l’elenco non ufficiale con i nomi dei consiglieri:
Per Emiliano Fossi (nominato sindaco):
– Pd (9 consiglieri) Falco Joannes Bargagli Stolfi, Daniela Bani, Lorenzo Loiero, Andrea Tagliaferri, Antonio Otranto, Giancarlo Paolieri, Chiara Nistri, Alessio Colzi, Emanuela Eboli.
– Emiliano Fossi Sindaco (6 consiglieri) Riccardo Nucciotti, Francesco Ballerini, Eleonora Ciambellotti, Paolo Staltari, Gabriele Martini, Diego Taddei
– Idv (1 consigliere) Roberto Porcu
– Sel (1 consigliere) Vanessa De Feo
Per il Pdl (3 consiglieri) Paolo Gandola, Roberto Valerio, Chiara Martinuzzi
Per il Movimento 5 Stelle (2 consiglieri) Niccolò Rigacci, Simona Terreni
Per Alleanza cittadina per Campi (2 consiglieri) Alessandro Tesi, Gianni Bini

Bassa la partecipazione alle urne in questa tornata elettorale e siccome mi piace giocare con i numeri ho voluto fare un rapporto reale con gli aventi diritto iscritti alle liste elettorali per capire bene e meglio con quale percentuale è stato eletto il sindaco ed il nuovo consiglio. Se si considera un totale di 31737 iscitti (anche se non tutti votanti), Fossi ha in realtà ottenuto il consenso solo da 9819 che corrispondono al 30,93% appena, una rappresentatività che indica comunque una scarsa fiducia in questo candidato e pure per gli altri. E’ vero comunque che chi non vota non rapppresenta un voto nè contrario, nè a favore, ma l’astensione che ha portato un livello così basso di votanti avrà pure una causa e non è certamente legata al fuggi fuggi della bella stagione.. Tanto per concludere ancora con dei numeri, nella scorsa tornata elettorale il sindaco Chini fu rieletto con il 51,22% delle preferenze pari a 12746 voti, che sul totale degli iscritti di allora (31207) rappresentò il 40,83% dei consensi, e questo fa riflettere ed avvalora quanto appena affermato.

Amministrative 2013 di Campi Bisenzio: affluenza in forte calo, vota solo il 51%

27 maggio 2013

Si sono chiusi i seggi e sono iniziati gli scrutini, ma già si tirano le somme delle affluenze che hanno registrato un vuoto enorme nelle presenze da parte dei cittadini. Dal 38,11% di ieri sera, nella giornata di oggi siamo saliti al 51,32%. Un vero abisso se confrontato con l’83,88% del 2008, con un calo netto del 32,56%. Adesso siamo in attesa di conoscerne il risultato. TV Prato trasmetterà in diretta da Piazza Dante dalle ore 18.00.
I dati della prima sezione (ore 16.35 – sezione 3 alle Scuole Medie Matteucci) vedono per adesso in testa Fossi con 62,37%, Rigacci (M5S) con 11,83%, Tesi (All.Citt.) con 10,48%, Gandola (Pdl) con 7,26%, Di Paola (RC) con 5,11% e Brandino (Com.Amico) con 2,96%, altri dati sulle liste non sono ancora disponibili. Comunque dati totalmente provvisori perchè mancano ancora ben 38 sezioni.

Elezioni amministrative 2013 a Campi Bisenzio: tutte le informazioni su come votare

26 maggio 2013

Da oggi domenica 26 fino a domani, lunedì 27 maggio 2013, si svolgerà il primo turno delle consultazioni per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale di Campi Bisenzio. Il nuovo Consiglio comunale sarà composto da 24 consiglieri. Domenica 9 e lunedì 10 giugno 2013 avrà luogo l’eventuale turno di ballottaggio. Qui troverete pubblicati i Candidati Sindaco, programmi elettorali e le liste dei candidati alla carica di consigliere.
Chi può votare: votano per l’elezione l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale di Campi gli elettori che abbiano compiuto, il diciottesimo, entro il primo giorno della votazione.
Dove si vota: a Campi Bisenzio sono 39 le sezioni elettorali. Sulla tessera elettorale è indicato il numero della sezione in cui l’elettore vota e la sede del seggio. Lista dei seggi elettorali
Come si vota: per votare è indispensabile avere la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento. Nei giorni delle elezioni gli uffici demografici del Comune saranno aperti per il rilascio del duplicato della tessera elettorale o per il rinnovo della carta di identità con il seguente orario: domenica 26 maggio dalle ore 8 alle 22, lunedì 27 maggio dalle 7 alle 15. Come esprimere il voto per il sindaco ed il Consiglio comunale e Le preferenze
Voto assistito: gli elettori che non possono esercitare autonomamente il diritto di voto e devono essere assistiti al seggio da un accompagnatore devono produrre il certificato medico rilasciato eslusivamente dai funzionari medici dell’Azienda Sanitaria di Firenze che saranno presenti presso la sede di via Rossini nei seguenti orari. Orari per rilascio certificazioni sanitarie per voto assistito
Servizio di trasporto ai seggi elettorali: grazie alla collaborazione delle associazioni di volontariato del territorio, sarà in funzione un servizio di trasporto gratuito ai seggi elettorali per tutti gli elettori impossibilitati a muoversi autonomamente per ragioni fisiche. Come usufruire del servizio
Tessera elettorale: gli elettori per esercitare il diritto al voto devono essere in possesso della Tessera elettorale personale che è il documento ufficiale che attesta la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del comune di residenza. Approfondisci argomento
Agevolazioni tariffarie: in occasione delle consultazioni elettorali amministrative, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio Comune di iscrizione elettorale potranno usufruire di agevolazioni di viaggio che verranno applicate da enti e società che gestiscono i relativi servizi di trasporto.

Un Milione di visitatori per il Blog di Campi Bisenzio !

21 gennaio 2013

milione

Campi Bisenzio Notizie Blog ha raggiunto il fatidico traguardo di 1 milione di visitatori. Non male per un portale gratuito gestito in modo amatoriale, da appena cinque anni. Sono molto soddisfatto di questo risultato, non tanto per questo numerone a sette cifre (che mi accompagnerà da oggi in poi), ma per il fatto che Campi Blog è diventato ciò che volevo, ossia un punto di riferimento per i campigiani, facendo anche conoscere anche la nostra città a tutto il mondo attraverso web. Non è finita certamente qui ! perchè da quello che mi viene riferito sempre più frequentemente, Campi Bisenzio Blog è per tutti “il Blog di Campi”, una legittimazione che sento come il vero traguardo ed ulteriore incoraggiamento. Certamente, come ho già accennato, tutto ciò rappresenta una grande soddisfazione per un progetto, iniziato quasi per gioco, che adesso è diventato uno strumento di divulgazione della cultura e delle tradizioni del nostro territorio.
A tal proposito, sento la necessità di dare un pò di cifre di questo angolo virtuale, che con l’occasione provvederò a ristrutturare (appena ne avrò il tempo) per renderlo più attuale, anche se via via negli anni ho modificato varie sezioni, come la presenza su Twitter che sta portando una ulteriore visibilità inaspettata.

Ecco le cifre:
Visitatori attuali : 1.000.746
Articoli redatti : 2.531
Pagine presenti : 56
Categorie : 26
Tag : 7.715 (sono le parole chiave per la ricerca degli articoli)
Commenti : 2.886 (grazie a voi tutti)

Ecco anche alcuni numeri “da traguardo” per il blog:
Maggior numero di accessi in un giorno (17 marzo 2011) : 6.466 (soprattutto con il post per il 150°Anniversario Unità d’Italia con 2.758 accessi)
Maggior numero di accessi in un mese (dicembre 2012): 65.166
Ma non è finita qui, perchè queste sono cifre interessanti anche per la stessa piattaforma wordpress, che così commenta i risultati del Blog di Campi: “Circa 55.000 turisti visitano ogni anno il Liechtenstein. Questo blog è stato visto circa 250.000 volte nel 2012. Se fosse il Liechtenstein, ci sarebbero voluti circa 5 anni. Il tuo blog ha avuto più visite di un piccolo paese in Europa !”, e prosegue “.. nel 2012, ci son stati 568 nuovi articoli, che hanno portato gli archivi totali del tuo blog a 2.531 articoli. Hai caricato 206 immagini, per un totale di 19 MB. Sono quasi 4 immagini alla settimana. Il giorno con più traffico dell’anno 2012 è stato 9 dicembre con 3.354 pagine lette. Il post più popolare di quel giorno è stato  La Stella di Natale .. consigli per la cura ed il mantenimento.” Clicca qui per vedere il rapporto completo.
Naturalmente tutto ciò è stato reso possibile da voi che avete partecipato con commenti, idee, proposte, notizie e soprattutto commenti e visite.
Grazie a tutti
Fabio Blogger

Chiusi i seggi: Campi registra oltre il 64% di affluenze al referendum

13 giugno 2011

I seggi si sono chiusi ed è iniziato lo spoglio delle schede. Già da adesso sono comunque ufficiali i dati di affluenza su Campi, mentre nel resto d’Italia circola la notizia del 57%. Ecco quindi i dati di Campi ordinati per scheda:

1 – Servizi Pubblici Locali (scheda Rossa) : 64.58%
2 – Tariffa Servizio Idrico (scheda Gialla) : 64.60%
3 – Energia Elettrica Nucleare (scheda Grigia) : 64.62%
4 – Legittimo Impedimento (scheda Verde) : 64.60%

Vi terrò informato sullo svolgimento dello spoglio, ma già dai primissimi risultati si preannuncia un vero plebiscito del SI (95% contro il 5%).

Ore 19:30 – Confermata percentuale dei SI fra il 94,57% ed il 96,14% con oltre il 60% di seggi scrutinati (compresi anche molti all’estero).

Sito del Ministero dell’Interno con i dati ufficiali dei 4 Referendum abrogativi 2011.

Elezioni Presidente Regione 2010, chiusi i seggi. I dati dell’affluenza a Campi Bisenzio

29 marzo 2010

Elezioni Presidente Regione 2010
Totale su tutte le sezioni di Campi Bisenzio
Dettaglio Affluenze

Rilevazione
Votanti (%)
28/03/2010 12:00
2983
(9,56%)
28/03/2010 19:00
10670
(34,18%)
28/03/2010 22:00
13895
(44,51%)
29/03/2010 15:00
18754
Maschi = 9213 – Femmine = 9541
(60,08%)

Iscritti

Femmine
Maschi
Totale
16140
15077
31217

Il nostro comune partecipa pertanto attivamente al netto calo delle affluenze, se si considera che nelle precedenti elezioni regionali del 2005 fu rilevata una affluenza del 71%.

Nel pomeriggio verranno pubblicati in diretta i risultati delle sezioni campigiane.

Bambini in auto, l’Asaps denuncia dati allarmanti sugli incidenti stradali nei quali sono stati coinvolti i bambini

27 agosto 2009

Nel mese di Agosto DiSegno Comune ha evidenziato i consigli dell’Asaps (Associazione Amici Polizia Stradale), per la sicurezza stradale dei nostri figli in auto, un plauso quindi a questa iniziativa su DiSegno Comune al quale si unisce il pubblico ringraziamento da parte dei familiari delle vittime della strada, ma questo sicuramente non basta. Su segnalazione di Sergio Cianti, voglio divulgare le ultime analisi del primo semestre del 2009 riportate dall’Asaps, perché tali dati debbono farci riflettere e sicuramente aprire gli occhi di fronte a queste tragiche realtà, affinché possiamo porre un freno.
L’Asaps ha elaborato i dati del più angoscioso dei suoi Osservatori, quello degli incidenti che hanno coinvolto bambini nei primi sei mesi del 2009. L’Osservatorio il Centauro-Asaps non ha la pretesa di avere raccolto tutti gli eventi, ma certamente i più gravi attraverso le notizie delle agenzie di stampa e quelle raccolte dai propri 600 referenti sparsi sul territorio nazionale e comunicate alla sede di Forlì. Ne emerge un quadro ancora preoccupante. Da gennaio a giungo 2009 sono stati monitorati 85 episodi nei quali 29 bambini da 0 a 13 anni hanno perso la vita, mentre 82 sono rimasti feriti. La maggior parte degli incidenti è avvenuta in area urbana con 56 eventi, pari al 66%. 13 gli incidenti avvenuti su statali e provinciali, 15%, 11 sulla rete autostradale, 13%. Per 5 episodi non è stato possibile risalire alla tipologia della strada teatro del sinistro.
Delle 29 vittime mortali 19 erano trasportate (39 feriti), in diversi casi senza che fossero rispettate le norme sull’uso del seggiolino o le cinture di sicurezza. 2 i bimbi che hanno perso la vita travolti mentre erano in bicicletta (7 i feriti). 8 i bimbi investiti mentre erano a piedi (36 i feriti).
La fascia d’età che paga il prezzo più alto è quella che va da 0 a 5 anni con 16 morti e 29 feriti. Segue la fascia da 6 a 10 anni con 7 morti e 29 feriti, infine la fascia 11-13 anni con 6 morti e 14 feriti. In alcuni casi non è stato possibile accertare l’esatta età delle piccole vittime.
In 8 episodi il conducente investitore è risultato in stato di ebbrezza per alcol o droga. 10 gli eventi in cui i bimbi sono stati vittime di pirati della strada.
La regione che paga il costo più alto di bambini vittime di incidenti stradali è l’Emilia Romagna con 19 episodi che hanno causato 8 vittime e 17 feriti. Attenzione ben 7 degli 8 bambini deceduti nella regione sono rimasti vittime di incidenti in autostrada, mentre erano trasportati. Un dato che deve far riflettere sulla necessità di proteggere i nostri piccoli mentre viaggiano in auto. Segue la Lombardia con 11 incidenti, il Lazio con 9, la Sicilia con 8, la Liguria e la Toscana con 7. Non abbiamo dati di riferimento del 2008 in quanto l’Osservatorio degli incidenti ai bambini è stato attivato solo a luglio dello scorso anno dopo che proprio a Forlì l’Asaps aveva organizzato un convegno sulla “Sicurezza dei bambini in auto e sulla strada”.
Non rimane che un appello alla saggezza degli adulti in quanto un bambino sulla strada non è mai colpevole. Sarebbe poi utile un abbattimento dell’Iva sui costi dei seggiolini per bambini per venire incontro alle famiglie, visti i costi che hanno raggiunto i mezzi di trattenuta per i nostri piccoli.
Fonte ASAPS di Giordano Biserni – Presidente Asaps
Per maggiore chiarezza riporto il link a due documenti relativamente agli incidenti nei quali sono stati coinvolti i bambini, sempre fonte ASAPS.

Report incidenti con bambini coinvolti
Report incidenti con bambini coinvolti suddiviso per regioni

Inceneritore di Montale, la denuncia del dottor Bolognini, ex Ufficio Igiene: «Dati allarmanti»

9 luglio 2009

Riporto questo interessante articolo che ancora una volta pone una luce inquietante sugli inceneritori e sulla loro sciagurata gestione, in questo caso anche da parte della Asl. Lascio a voi le considerazioni ed i commenti ..
LA NAZIONE 28.06.2009 (Cronaca di Pistoia)
La denuncia del dottor Bolognini, ex Ufficio Igiene: «Dati allarmanti» ,«ASL 3 leggera sull’inceneritore». L’accusa del dottor Bolognini: «Allarme diossina: superati i limiti di legge» di GIACOMO BINI

«Censurabile l’operato dell’Usl 3 di Pistoia perché non ha chiesto il divieto di commercializzazione degli alimenti provenienti dalla zona di ricaduta dell’inceneritore, perché ha assolto con troppa leggerezza l’inceneritore di Montale ed ha sottostimato l’inquinamento da diossina».
L’accusa, durissima, viene dal dottor Michelangiolo Bolognini, già responsabile dell’Ufficio Igiene della stessa Usl 3, che definisce «sconcertante la gestione del caso Montale». Per questo Bolognini ha proposto al Collegio dei Sanitari dell’Asl, di cui è membro, di esprimere parere negativo sulla relazione sanitaria del 2008 presentata dalla direzione dell’azienda nella riunione del collegio tenutasi il 25 giugno scorso.
Secondo l’ex responsabile dell’Ufficio Igiene dell’Asl «i dati delle analisi condotte sulle matrici biologiche, se forniti in modo omogeneo, per singole matrici indagate, mostrano nella loro crudezza una situazione di contaminazione allarmante: su otto campioni di carne di pollo indagati si è riscontrato il superamento dei limiti di legge (anche di 6-10 volte), in cinque casi, con un ulteriore caso quasi al limite; gli unici campioni di carne bovina e carne d’anatra effettuati hanno, anche loro, entrambi, superato i limiti normativi». Tali risultati, secondo Bolognini, possono essere confrontate solo con poche altre situazioni in Italia, «in modo episodico a Brescia e Bergamo, in Campania ad Acerra e più recentemente in Puglia a Taranto e Maglie».
Secondo Bolognini la relazione dell’Asl «riprende con molta “leggerezza” una tesi preventivamente assolutoria, quella di Arpat, nei confronti di un impianto industriale privato e questa tesi pregiudizialmente assolutoria comporterebbe, in caso di bonifiche da effettuare e/o di danni da rifondere, il porre a carico della collettività oneri impropri, in palese contrasto con il principio normativo comunitario del “chi inquina paga”». Bolognini fa notare che il Cis è «una società per azioni anche se con azionisti pubblici, nelle figure dei sindaci, che creano palesi conflitti di interesse tra la salute da tutelare e un’industria insalubre di prima classe da rendere profittevole e con pesanti condizionamenti anche nei confronti degli organi tecnici». Bolognini ricorda di avere già contraddetto, in sede di tavolo tecnico sull’inceneritore, al tesi, espressa da Arpat e avallata dall’Asl, di un «modesto livello» di inquinamento di diossine.
Per Bolognini l’operato dell’Usl 3 è «censurabile» per «la mancanza di proposte di atti ordinativi formali di divieto di commercializzazione e di utilizzo degli alimenti provenienti dalla zona interessata dalla ricaduta, da far effettuare, come prevede la legge, alle autorità sanitarie dei territori interessati. Tali atti – continua Bolognini – non sono stati effettuati nemmeno per gli allevamenti di provenienza degli alimenti risultati contaminati, permettendone, di fatto il loro utilizzo a scopo alimentare. Tale fatto pone una parte del territorio della nostra Regione in una situazione di assoluta anomalia a livello nazionale e comunitario in considerazione del fatto che tali atti, previsti non solo dalla normativa ma anche dal buonsenso risultano essere sempre stati effettuati». Bolognini fa notare che recentemente, nella risposta ad una interrogazione parlamentare, «la sottosegretaria rappresentante del governo ha affermato che la contaminazione non solo comporta l’esclusione di tali matrici biologiche dal consumo umano ma anche l’obbligo di un successivo smaltimento con particolari precauzioni e non tramite ingestione alimentare umana così com’è tranquillamente avvenuto ed avviene nel nostro territorio». L’ex responsabile dell’Ufficio Igiene contesta l’operato dell’Usl 3 perché non ha richiesto il divieto di commercializzazione degli alimenti della zona altamente contaminata alla vendita dei prodotti.
L’impianto è stato ampliato, già nel 2006 il primo «no» all’ampliamento.
Il Dott. Michelangelo Bolognini, quando era rappresentante dell’As13 nella Conferenza Provinciale per la Gestione dei Rifiuti, in una riunione di tale Conferenza dell’8 maggio 2006, aveva espresso parere negativo alla concessione dell’autorizzazione ai progetti dei Cis di ampliamento dell’inceneritore fino a 150 tonnellate al giorno. Tale autorizzazione era stata comunque concessa e attualmente i lavori per tale ampliamento sono conclusi e in fase di collaudo. All’epoca Bolognini ritenne la documentazione prodotta dal Cis «per quanto riguarda gli aspetti igienico-sanitari riferibili alla popolazione, non soddisfacente per quanto attiene al fornire garanzie in ordine al non incremento di inquinanti, rispetto alla situazione impiantistica già prevista al 28/12/2005». II Cis aveva dichiarato sul possibile aumento di inquinanti «un obiettivo raggiungibile pur non potendolo garantire come richiesto».

Risultati Amministrative 2008 a Campi Bisenzio, Chini eletto sindaco

15 aprile 2008

Elezione Sindaco al primo turno, sono terminati gli scrutini, che confermano Adriano Chini come sindaco di Campi Bisenzio con il 51,22%, ma anche la novità del Comitato Civico Campigiano “NO Inceneritore” con Roberto Viti, il Prof. Montanari e Antonio Esposito, un battesimo eccellente che spero possa dare ottimi frutti, ecco i dati :

Candidato voti % Liste
Chini A. 12746 51,22 PD
IDV
Per Buon Futuro
PS
Lensi M. 6112 24,56 PDL
Toscana GD
Viti R. 1621 6,51 Comitato Civico Campigiano
Targetti S. 1591 6,39 Arcobaleno
Bresci B. 1141 4,59 Uniti per Campi
Carraresi M. 1072 4,31 UDC
Della Giovampaola P. 601 2,42 Verdi

A Chini vanno 18 seggi, 7 a Lensi, 2 a Viti, 1 a Targetti, 1 a Bresci, 1 a Carraresi, mentre a Della Giovampaola non viene assegnato alcun seggio.

Sono in elaborazione le proiezioni dei singoli dati a cura di Campi Bisenzio Blog.

Sul sito del comune di Campi Bisenzio, possono essere visualizzati : i dettagli elezione sindaco e la ripartizione dei seggi di consiglio comunale, i risultati della consultazione (scarica), i risultati percentuali della consultazione (scarica), il dettaglio di tutte le liste e dei voti ottenuti in ogni sezione.