Posts Tagged ‘comunicato’

Nasce il Premio “Levriero città di Campi”; il riconoscimento per valorizzare la “tradizione e innovazione” del territorio

8 ottobre 2013

Ricevo e pubblico il comunicato con il quale il Presidente Colzi illustra il premio “Levriero citta’ di Campi”, appena ideato dal Consiglio Comunale.  Si ricorda che il presente riconoscimento verra’ assegnato per la prima volta in occasione dell’iniziativa di venerdi sera alle ore 21.00 presso la limonaia di Villa Montalvo.  La Presidenza del Consiglio ricorda anche che durante il prossimo consiglio comunale programmato, verra’ votata la proposta di deliberazione inerente l’istituzione del premio come da accordi intrapresi da tutti i gruppi politici presenti nell’ultima conferenza dei capigruppo.

Uno dei limiti maggiori dell’Italia di oggi è quello di specchiarsi troppo nel suo splendido trascorso culturale e di farlo, a volte, non come arricchimento del tempo presente, ma in contrasto con esso, in un dedalo di conservatorismi, vincoli e ritardi per cui siamo purtroppo famosi. Non sono parole: basta uscire dall’Italia per accorgersi come sia nazioni storiche che realtà emergenti riescano a valorizzare in maniera autentica le parole “tradizione e innovazione”. Chi è stato eletto ha il dovere allora, per primo, di fare la propria parte, piccola o grande che sua, nel rendere complementari i lasciti del passato e la nostra contemporaneità, perché solo un approccio culturale dinamico è in grado di affrontare al meglio le difficili sfide della società moderna.
Questo è prima di tutto il senso del premio “Levriero città di Campi”. Si tratta però di un premio che ha l’ambizione di essere cittadino nel senso più largo del termine, in quanto viene assegnato non da organi espressione di una parte politica ma da tutto il Consiglio Comunale eletto da tutti, con la volontà di affermare gli elementi che uniscono una comunità rispetto a quelli che la dividono.
Il levriero è una figura perfetta per tante ragioni, non fosse altro perché è l’immagine dello stemma di Campi. Ma è l’animale “ideale” soprattutto perché esprime bene cos’è o dovrebbe essere l’idea di una società proiettata al domani. Oggi tutto corre veloce e restare ancorati alle scelte passate non sempre può bastare. C’è bisogno di istituzioni agili e concrete capaci di decidere rapidamente. Non può esserci rinnovamento se non quello ispirato al principio dei bassi costi, del coraggio e a volte della giusta frenesia (il levriero è il cane cacciatore per eccellenza), premiando l’utilità e chiudendo la stagione delle spese fuori controllo e della tutela a oltranza di ciò che non produce vantaggi generali, mentre il Paese è pieno di persone o attività d’eccellenza che aspettano solo di essere valorizzate. L’Italia ha bisogno infine di diventare moderna anche sul fronte culturale: si viaggia low cost e si entra a contatto con culture diverse in poche ore, le migrazioni sono un fattore chiave, senso civico, solidarietà e rispetto dell’ambiente e degli altri sono i pilastri dei paesi più evoluti.
L’Italia è piena di storie e persone che rappresentano questi valori. Campi non fa eccezione e non dobbiamo avere paura di portare allo scoperto gli esempi positivi, mentre spesso si vuol parlare solo di quelli negativi. Il premio non avrà cadenze temporali o cerimoniali, se non l’evento nel quale il protagonista o i protagonisti racconteranno la loro storia: il levriero è una semplice medaglia a basso costo, che verrà consegnata a persone o organismi, non necessariamente campigiani, che si sono distinti per azioni particolari. Cittadini, professionisti, associazioni, studenti, volontari, sportivi, attività economiche o culturali, che hanno espresso o esprimono gesti e azioni che hanno promosso il nome di Campi, reso un servigio alla città o lasciato qualcosa destinato a durare.
Una città è fatta di persone e solo attraverso esempi concreti una società matura. Parlare in astratto di comunità o elevazione del senso civico è una ricetta che funziona poco. Le storie vissute, piccole o grandi che siano, hanno il grande pregio di essere autentiche e da questo dobbiamo ripartire per diventare un po’ più orgogliosi del presente e un po’ meno timorosi del nostro futuro.
Il presidente del Consiglio Comunale – Alessio Colzi

Dibattito “Un nuovo centrosinistra: se non ora quando?”: venerdì 11 ottobre alle ore 21:00, presso la Sala Pertini

6 ottobre 2013

Mario Danisi, in qualità di Responsabile Organizzativo dell’Italia dei Valori di Campi Bisenzio, mi prega di comunicare la data di un dibattito dal titolo “Un nuovo centrosinistra: se non ora quando?”, che vuole essere attenta e profonda riflessione sugli scenari che si aprono per questo Paese.
“Negli ultimi mesi, nelle ultime settimane, stiamo assistendo ad eventi nazionali e talvolta anche locali, di carattere politico che sicuramente creano ancor più confusione e disorientamento nell’opinione pubblica in un momento storicamente molto molto difficile, dove ancora quell’orizzonte di ripresa stenta a farsi vedere con chiarezza e fiducia.” – afferma Danisi – “Inutile soffermarsi ora sulle ultime note di cronaca e di politica che proprio in questi ultimissimi giorni hanno accelerato quella che possiamo definire l’inizio di una nuova fase politica, ma è pur sempre utile non distrarsi e soprattutto non dimenticare oggi quel che accade per riuscire a dare spiegazioni a ciò che accadrà domani.”
“La politica, certo con le sue difficoltà e soprattutto diffidenze che negli ultimi tempi ha seminato con scelte e operazioni certo non sempre popolari, è però quel momento sociale dinamico e non statico che dovrebbe comunque camminare sempre nella direzione di quella ricerca di soluzioni e risposte che la gente, i mercati, gli altri Paesi, chiedono con sempre più sollecita frequenza.”
In questo scenario si inserisce un’iniziativa dell’Italia dei Valori di Campi Bisenzio, un dibattito dal titolo “Un nuovo centrosinistra: se non ora quando?” che vuole essere appunto una attenta e profonda riflessione sugli scenari che si aprono per questo Paese, riprendendo il discorso, interrotto, partito con la formula di alcuni anni addietro, la famosa “foto di Vasto”, dove le 3 forze politiche del centrosinistra avevano iniziato questa riflessione e nuova proposta, che proprio a Campi Bisenzio governano la città; ma certamente senza fermarsi qui.
IdV, PD e SEL invitano la cittadinanza ed i media venerdì 11 ottobre alle ore 21:00, presso la Sala Pertini (aula consiliare) del Palazzo Comunale a Campi Bisenzio dove Daniele Calieri, giornalista di “Piananotize.it” sarà moderatore del dibattito al quale interverranno Ignazio Messina, Segretario Nazionale dell’Italia dei Valori, Emiliano Fossi, Sindaco di Campi Bisenzio, Giuseppe Brogi, Segretario Regionale Toscana di Sinistra Ecologia Libertà.

Gandola (PDL): approvato unbilancio con 70 milioni di debiti, Campi scoppia, il sindaco apra gli occhi

1 ottobre 2013

APPROVATO CON I VOTI CONTRARI DELLE OPPOSIZIONI IL BILANCIO PREVENTIVO DI CAMPI BISENZIO. PAOLO GANDOLA (PDL) TUONA: SIAMO ALLE COMICHE. LA MAGGIORANZA TACE NON SAPENDO CHE DIRE E FOSSI BRINDA A UN BILANCIO CON 70.000.000 DI DEBITI ASSUMENDO IN COMUNE UNA GRAFICA E UN FOTOGRAFO. CAMPI SCOPPIA. IL SINDACO APRA GLI OCCHI O SARA’ TROPPO TARDI.
Ieri pomeriggio nell’Aula Sandro Pertini, dichiara Paolo Gandola Capogruppo PDL in Consiglio Comunale , in occasione dell’approvazione del Bilancio Preventivo del Comune di Campi abbiamo assistito ad un Consiglio Comunale triste ed imbarazzante. All’inizio del dibattito infatti il Sindaco Fossi ha, inspiegabilmente, rinunciato al diritto di replica che avrebbe potuto utilizzare per replicare al dibattito e agli interventi che ogni gruppo consigliare aveva svolto durante la discussione sul Bilancio avvenuta nel Consiglio Comunale precedente. A ciò sono seguiti degli interminabili e imbarazzanti secondi di silenzio. Nessun consigliere della maggioranza aveva infatti intenzione di prendere la parola. Finalmente, dopo oltre un minuto il silenzio è stato interrotto dall’intervento, addirittura a nome di tutta la maggioranza, della Presidente della 4°Commissione consiliare “Risorse e Sviluppo”, De Feo che non ha mancato, nei pochi minuti a disposizione, di effettuare un intervento di attacco contro il sottoscritto ed il PDL. Purtroppo per i consiglieri di maggioranza che avevano pensato che nascondere la loro assoluta impreparazione sul bilancio cercando di attaccare il PDL, hanno trovato il nostro gruppo assolutamente preparato sul tema.
Il PDL di Campi innanzitutto ha espresso rammarico e si è detto profondamente contrariato del modo irrituale e profondamente scorretto portato avanti dalla maggioranza durante l’iter di approvazione del bilancio. Modalità che hanno reso vano e del tutto impossibile un serio e serrato confronto sui temi specifici. L’unica cosa che posso confermare – ha ricordato Gandola – è la disponibilità dei dirigenti del settore finanziario che hanno risposto a tutte le nostre richieste di delucidazioni, sebbene con tempi inadeguati.
Ma veniamo ai numeri. Ancora una volta il Popolo delle Libertà ci aveva visto bene ed aveva già prima della campagna elettorale scorsa indicato e denunciato la grave e precaria situazione dei conti del Comune di Campi. Nel 2012 infatti il risultato di gestione di competenza ovvero la risultante tra entrate e spese è risultata negativa per 2.905.118, un rosso che il PDL, nel silenzio di tutti aveva denunciato in più occasioni. Adesso, quando tutti i nodi sono venuti, inevitabilmente al pettine, anche il Sindaco Fossi ammette il dato assolutamente preoccupante ma cerca di liquidarlo con l’affermazione che si tratta di un risultato ereditato dall’Amministrazione precedente. Peccato, gli ha ricordato il PDL, che in quella Giunta lei c’era e ne era, addirittura, un autorevole esponente.
Nondimeno, tale squilibrio sussiste anche se analizziamo solo la parte corrente del bilancio che nel 2012 peggiora notevolmente passando da – 928.000 ad un rosso di 1,5 milioni di euro. Essa risulta una criticità già evidenziata anche dallo stesso collegio di revisione dei conti che lo ritiene ancor più problematico in quanto tale disavanzo sarebbe coperto interamente da entrate derivanti da oneri di urbanizzazione, introiti che ad oggi, (ben oltre la metà dell’anno finanziario), sono stati riscossi solamente per una cifra di poco inferiore al 50% del totale. Il Sindaco Fossi e la sua amministrazione intendono forse coprire con una coperta da neonato l’incredibile Hulk? Perché così ormai si deve chiamare il disavanzo che abbiamo a bilancio.
Presa in considerazione una tale situazione di assoluta precarietà e sofferenza dei conti pubblici, ogni principio di sana gestione economica, aggiunge il PDL, renderebbe necessari tagli su due principali voci di bilancio: pubblicità e consulenze. Ed invece Fossi e la sua Giunta vanno addirittura nella direzione opposta e da qui alla fine dell’anno si avvarranno anche di un fotografo e di un esperto di grafica pubblicitaria per la realizzazione di alcune campagne pubblicitarie e di promozione.
“In questo senso – dichiara ancora Gandola – il Pdl durante il Consiglio comunale di ieri ha voluto vederci chiaro e ha all’uopo presentato due Question Time con i quali ha chiesto al Sindaco di fornire spiegazioni in merito alle due delibere di giunta la n. 201 e la n. 202 con le quali si è affidato due diversi incarichi professionali per effettuare opere di grafica e per la realizzazione di 18 servizi fotografi. Tutto ciò a noi è sembrato senza mezzi termini un vero insulto e uno schiaffo alle tante persone che oggi hanno difficoltà economiche e non riescono ad ottenere dal Comune e dai servizi sociali delle risposte adeguate in termini di servizi e provvidenze”. La risposta avuto dal Sindaco, in evidente difficoltà, è stata ancor peggiore. Il primo cittadino ha infatti sostenuto l’esigenza di queste spese (6000 Euro per la grafica e circa 1600 per le fotografie) adducendo a futili motivi utili e ricordando l’importanza di mantenere la memoria storica dell’Amministrazione.
Al Sindaco il PDL invia un accorato appello: “apra gli occhi e cambi metodo. Non basta comunicare, è necessario mettersi al lavoro e fare”. I cittadini di Campi Bisenzio sono spaesati, storditi, molti di essi si trovano in una situazione di vera e drammatica sofferenza diffusa.
“Io personalmente, continua Gandola, ricevo ogni giorno campigiani con i quali mi confronto per ricevere da loro segnalazioni e problematiche. Se anche il Sindaco e la sua Amministrazione hanno di questi confronti drammatici mi chiedo come facciano, al termine della loro giornata, a rilassarsi giocando a Ping Pong nelle Sale del Gabinetto del Sindaco o, ancor peggio pensando di assumere un fotografo”.
“Al Sindaco, conclude Gandola, ricordiamo che non è con l’intervento della polizia municipale né con le minacce velate di più gravi conseguenze che si mettono a tacere i problemi e i disagi della gente che anche in queste settimane sono stati espresse da tanti campigiani che venendo in Comune prese dal panico hanno inscenato proteste plateali. La situazione sociale esistente a Campi è sul punto dell’esplosione e queste scelte sono discutibili e assolutamente contrarie al buon senso”.
In ultima analisi, si informa che il PDL ha ovviamente votato contro il Bilancio di Previsione rimanendo assolutamente esterrefatti dal silenzio della maggioranza che nulla ha saputo evidenziare e dalla indifferenza con il quale il Sindaco ha brindato a questo pessimo risultato.
Per Campi Bisenzio si prospettano mesi ed anni duri. Vedremo se questa Giunta e questa maggioranza sapranno reggere il colpo.

IdV di Campi: legalità e politiche sociali attente all’ambiente ed ai reali problemi della gente

21 settembre 2013

Con un comunicato stampa del 19 settembre 2013, l’ITALIA dei VALORI di Campi Bisenzio riassume in grandi linee l’esito dell’incontro Nazionale dei Valori dal titolo (inequivocabile) “Lavoro – Lavoro – Lavoro – Lavoro – Lavoro”, che si è tenuto lo scorso fine settimanai, a Sansepolcro ed al quale hanno partecipato circa 300 attivisti da tutta Italia tra cui anche i dirigenti campigiani con altri iscritti. Il tema centrale e prevalente era ovviamente il lavoro in tutte le sue declinazioni: Europa è Lavoro, Legalità è Lavoro, Ambiente è Lavoro, Piccola e Media Impresa è Lavoro, Buona Amministrazione è Lavoro. Interessante è stato il confronto intorno al tema Ambiente con ospiti che hanno confermato che la cura ed attenzione all’ambiente non può più essere ritenuta solo una moda ma una fondamentale tappa nel riorganizzare le nostre città, il nostro Paese. E’ necessaria quindi una sana politica attenta al trattamento dei rifiuti basata sul differenziato, riciclaggio, riuso, smaltimenti che non si basino sulle varie tipologie di combustione. Questi sebbene più impegnativi, “si sono dimostrati essere gli unici che devono essere adottati per il rispetto della salute pubblica e per le future generazioni alle quali dobbiamo pensare” si cita espressamente nel comunicato di Danisi. Ecco che, quindi, anche la posizione dell’IdV di Campi Bisenzio, “da sempre non solo critica ma contraria al progetto del Termovalorizzatore nella Piana, non può che rafforzarsi con ancora più determinazione, consapevoli e determinati nel riaffermare che nella nostra Piana non possono insistere aeroporto, termovalorizzatore, allargamento autostrada, cittadella dello sport, un altro centro commerciale, e così via: deve essere rigorosamente rispettato un saldo ambientale che le varie valutazioni ambientali, nel tempo, hanno evidenziato “, continua Danisi.
L’IdV ha tracciato quindi le nuove linee politiche “sempre nel solco della legalità e di politiche sociali attente all’ambiente ed ai reali problemi della gente perché Italia dei Valori conferma il suo spirito di Partito dalla parte dei cittadini, attento e sensibile alle istanze degli stessi.” Proprio per questo Danisi ricorda l’iniziativa della raccolta delle firme per una proposta popolare di Legge contro i giochi d’azzardo, ma anche la volontà di essere in piazza il 12 ottobre a difesa dell’art. 138 della Costituzione “che qualcuno vorrebbe ritoccare per rendere troppo più facile le riforme costituzionali quando invece è nostra ferma volontà affermare che tali riforme devono passare anche per il vaglio della gente eventualmente attraverso referendum popolari, e così via.” Chi fosse interessato ad approfondire i temi dibattuti nella due giorni di Sansepolcro e conoscere le nuove linee politiche dell’Italia dei Valori può collegarsi al nostro sito nazionale: http://www.italiadeivalori.it

PERETOLA, i circoli SEL della Piana: “UNA SCELTA SCELLERATA”

26 luglio 2013

I Circoli di Sinistra Ecologia Libertà di Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio, si legge in un nuovo comunicato inviato ieri, non ci stanno e ribadiscono un netto no alla variante PIT approvata ieri in regione.
“E’ un insulto alle popolazioni della zona, alle politiche urbanistiche di trent’anni, alla governabilità del territorio e dei trasporti regionali, alla ragione e al buon senso” tuona Enrico Solito coordinatore di Sesto Fiorentino. “E’ un regalo ai poteri forti e alla destra economica fiorentina e toscana che non porterà alcun tipo di sviluppo, se non maggior inquinamento acustico e atmosferico”, fa eco Taira Bartolini, coordinatrice del circolo di Campi Bisenzio.
I circoli della Piana non risparmiano poi un duro attacco al loro rappresentante in consiglio regionale: “Dissentiamo nettamente dalla scelta di non partecipare al voto assunta da Mauro Romanelli, consigliere regionale di SEL, nonostante vada letta come dura critica al progetto – dicono ancora i coordinatori – Il no, deciso, coerente e portato in tutte le sedi e luoghi è l’unica risposta ad un progetto sciagurato portato avanti dal presidente Rossi con cocciutaggine e temerarietà. I circoli di SEL di Sesto Fiorentino, di Campi Bisenzio e Calenzano, saranno presenti sul territorio con tutti i mezzi per impedire questo scempio e questa scelta scellerata”.

Dillo al sindaco: PDL, nessuna novità rispetto al passato, è necessario un servizio relazioni con il pubblico

19 luglio 2013

Anche se il servizio è già attivo da settimane in merito alla notizia apparsa oggi dell’istituzione dello sportello online “dillo al Sindaco” presente sulla homepage del sito ufficiale del comune il Gruppo Consiliare del PDL rilascia la seguente dichiarazione:

“Sinceramente il gruppo consiliare de Il Popolo della Libertà non comprende dove sia la novità ne quale sia la notizia. A Campi purtroppo questo è sempre stato il modo di operare e di rapportarsi con i cittadini. Un modo rispetto al quale il PDL si è sempre fermamente e fortemente opposto. Il Popolo della Libertà infatti si è sempre dogliato della mancanza di un necessario Ufficio relazioni con il pubblico ed in campagna elettorale ne ha sostenuto con forza la sua istituzione anche presso il Comune di Campi.
Invero, considerare che tutte le più elementari questioni dei cittadini debbano passare per la segreteria del Sindaco costituisce una assoluta anomalia, soprattutto in un comune come quello di Campi con una così alta densità. Quale nuovo servizio crea lo sportello “Dillo al Sindaco?” Dove è la novità? Già durante la lunga epoca dell’amministrazione Chini, per qualunque richiesta, i cittadini dovevano obbligatoriamente passare mediante la Segreteria del Sindaco. E tale sistema, da noi assolutamente contestato, permane anche oggi. L’unica novità che forse apporta il servizio creato del Sindaco Fossi è rappresentato dall’immediatezza dell’invio della richiesta online senza dover ricercare sul sito la casella postale email del Sindaco come avveniva fino a ieri. Francamente ci sembra un po’ poco. Tutto ciò non giustifica certamente l’enfasi con il quale il c.d “nuovo” servizio è stato presentato alla stampa. Il Popolo della Libertà ritiene dunque che tale sportello non vada certo nella direzione di un Comune Open, trasparente ed aperto, come si vorrebbe far credere. A nostro giudizio esso va nella esattamente nella direzione diametralmente opposta. Continua a creare un Comune dove non vi è alcuna distinzione tra l’ente e la persona che l’amministra. E ciò continua a preoccupare, e non poco, il PDL.
Come evidenzia anche le legge 150 del 2000 solo ed esclusivamente la creazione di un moderno ed efficiente Ufficio relazioni con il pubblico in grado di svolgere più funzioni e di corrispondere ad una domanda differenziata di servizi da parte del cittadino, sarebbe una scelta che si collocherebbe nella più ampia cultura della trasparenza amministrativa e nella crescente attenzione verso la qualità dei servizi ed il rapporto istituzioni-cittadini. E’ la stessa citata legge infatti ad individuare nell’URP il principale strumento organizzativo attraverso cui le amministrazioni pubbliche svolgono i loro compiti di comunicazione e relazione con il Solo unicamente l’ Ufficio per le relazioni con il pubblico, del quale stiamo attendendo ancora l’istituzione presso il Comune di Campi, potrà essere l’unico luogo per rendere semplici le cose che il cittadino percepisce come complesse e per trasformare i segnali dell’utente in linee operative per l’amministrazione. Per arrivare, in definitiva, ad una pubblica amministrazione aperta e comprensibile. Un luogo certo e identificabile, facilmente accessibile a tutti, dove l’informazione sia diritto e la comunicazione interscambio. Una informazione che sia, finalmente, servizio dell’amministrazione, diritto del cittadino e dovere di chi amministra.

Il mio mestiere di Blogger ..

15 giugno 2013

Nel post contenente il comunicato dell’ex-assessore Conti in merito alla manifestazione Vivi le Piazze, devo aver stuzzicato la deontologia giornalistica del collaboratore o pubblicista, che ha firmato la pepatissima rettifica, condita con una dose di risentimento nei miei confronti.
Ciò mi rammarica, ma visto che sono stato a mia volta chiamato in causa, addirittura come detrattore, devo necessariamente ribattere, dal momento che l’errore non l’ho commesso io e tantomeno devo sentirmi inferiore solo perchè; mosso esclusivamente da un profondo rispetto per questa città, offro il mio tempo libero a raccontare fatti e iniziative dei campigiani. Oltretutto proprio perchè giudicato indelicatamente nella mia opera di volontario dell’informazione, vorrei chiarire che nelle otto ore giornaliere che non faccio il blogger anche io mi guadagno da vivere per pagare bollette, mutuo e mantenere figlie. E qui si vede come l’indelicatezza sia ancora una volta il metro usato nel trarre considerazioni.
Certo non ho esperienza giornalistica e neppure ambizioni nel volerlo fare (non ritenendomi neppure tale); ma ho ragione di credere che il mio “hobby”, evidentemente giudicato in modo quasi denigratorio un “city journalism” (a tal proposito ringrazio per questa definizione che mi affascina) e che giustamente, non ha niente a che vedere con il giornalismo, sia comunque una gradita forma di informazione che spesso ho notato essere una facile fonte di ispirazione proprio delle testate giornalistiche. Devo quindi dedurre che si giudichi il mio operato solo quando fa comodo.
A parte questo, il mio post ha voluto solo interpretare la nuda sostanza che traspariva dal comunicato dell’ex-assessore ed il fattore tempo che ne aveva affievolito ogni speranza di rettifica, gettando tutt’altra luce sull’iniziativa. Comunicato che fra l’altro, era una email inoltrata successivamente al sottoscritto, nella quale si chiedeva doverosa e fino ad allora disattesa giustizia su un’iniziativa di notevole valore sociale.
Concludo ammettendo la mia evidente gaffe nel definire blog una testata giornalista on-line, per la quale nutro profondo rispetto; perchè nonostante si dica il contrario, anche i blogger rettificano ..

“AMICI PER CASO” e “Amici x Caso”, facciamo un pò di chiarezza .. dura reazione del presidente Matteini

24 maggio 2013

Dura reazione del presidente dell’Associazione Amici per Caso di Capalle, Daniele Matteini, a fronte della curiosa e strana analogia fra le due associazioni campigiane. L’una con chiari intenti apartitici e l’altra con evidenti e intenzionali apparentamenti politici. Una analogia che ha molto di che interrogarsi, dal momento che qualcuno ha deciso di distinguere la seconda associazione solo per una “preposizione” scritta, tale da risultare indistinguibile in una affermazione verbale. Visto che di “caso” si parla, ci piacerebbe sapere se tale lo sia stato veramente o meno ..
Ecco il comunicato: “Dopo varie sollecitazioni e richieste di delucidazioni mi vedo costretto, ma soprattutto in dovere in funzione della carica che ricopro (attualmente sono il Presidente dell’associazione “AMICI PER CASO” di CAPALLE), a far chiarezza su fatto che il partito SEL di Campi Bisenzio abbia inserito nella propria lista una candidata che si definisce presidente “Associazione Amici x Caso”, tale carica probabilmente e’ giusta, ma non fà assolutamente riferimento all’ Associazione “AMICI PER CASO” di CAPALLE, ma bensì ad un’altra Associazione che svolge ben altre attivita’ e che ha avuto la bell’idea di chiamarsi come noi mettendo semplicemente una “x” al posto di “per” (mi piacerebbe sapere chi e’ il Fantasista). Vorrei inoltre far presente che la nostra Associazione e’ Apartitica Apolitica e che non e’ attualmente impegnata in nessuna campagna elettorale, se non a livello di privati cittadini. Restiamo comunque vigili e sensibili a cio’ che accade intorno a noi continuando a portare avanti il nostro dialogo sia con l’Amministrazione Comunale che con le altre Associazioni, Forze Politiche, Cittadini e quant’altro per far sì di migliorare l’aspetto e la vivibilità del nostro territorio.”

Maltempo: allerta piogge e venti forti

16 maggio 2013

Con un comunicato il servizio del Dipartimento della Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo già dalla giornata di ieri, in estensione anche in quella odierna. Ecco il comunicato:
Una vasta zona di bassa pressione nord-atlantica convoglia verso l’Italia un intenso flusso di correnti molto umide ed instabili che andranno ad investire, in rapida successione, le regioni settentrionali italiane, ove insisteranno condizioni di spiccato maltempo, e parte di quelle centrali, con fenomeni più intensi su Sardegna e Toscana. Questa perturbazione favorirà una momentanea ma intensa intensificazione dei venti sulle zone costiere e al sud.
Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello della giornata di ieri.
L’avviso prevede, dalla serata di oggi, mercoledì 15 maggio 2013, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Toscana, in estensione nel corso della notte a Valle d’Aosta, Lombardia ed Emilia-Romagna e dal mattino di domani anche al Triveneto. Tali fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Inoltre sempre dalle prime ore di domani, giovedì 16 maggio, si prevedono venti forti sud-orientali, con rinforzi di burrasca forte, sui settori adriatici di Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo e Molise, sui settori tirrenici di Toscana e Lazio e su Puglia, Basilicata e Calabria, con mareggiate lungo le coste esposte.
Il Dipartimento della protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

Il presidente del Consiglio comunale di Campi Bisenzio, Alessandro Tesi, rassegna le dimissioni

12 marzo 2013

Con un comunicato al termine della Conferenza dei capigruppo di ieri, il presidente del Consiglio comunale di Campi Bisenzio, Alessandro Tesi, ha rassegnato le dimissioni. Ecco il comunicato:

Con la presente, come preannunciato in sede di Conferenza dei capigruppo svoltasi in data odierna, rassegno le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio comunale.
Le motivazioni di questa scelta sono da rintracciare esclusivamente nell’opportunità di non ricoprire un incarico tanto delicato, quale il ruolo di Presidente, in un momento in cui sta per avviarsi la campagna elettorale per la rielezione del Consiglio e del Sindaco.
Di fatto, a prescindere dalla veste con cui parteciperò a tale consultazione, il mio impegno in campagna elettorale non mi consentirebbe di svolgere adeguatemente le funzioni di presidente e potrebbe prestarsi a facili incomprensioni o strumentalizzazioni.
Ringrazio tutte le persone che in questi anni, a prescindere dalla loro collocazione politica, hanno collaborato con il sottoscritto nelle varie attività svolte dalla Presidenza. Un particolare ringraziamento lo rivolgo alla Vice Presidente Monica Roso, verso la quale rinnovo la stima che ebbi modo di esprimere nel 2008 al momento della sua elezione. E in conclusione, non posso fare a meno di ringraziare anche tutti i dipendenti del Comune con i quali ho lavorato in questi cinque anni e che hanno contribuito a rendere bella questa esperienza. Non li elenco perché rischierei ingiustamente di omettere qualche nome.
Un cordiale e sincero saluto.
Alessandro Tesi – Consigliere Comunale