Posts Tagged ‘compagnia’

Purgatorio, Inferno e Paradiso: al Teatro Il Gorinello il 29 e 30 marzo

27 marzo 2014

1625738_10203449568909491_1007793560_n

Nuora in Famiglia che Parapiglia: la commedia della Compagnia Com’Unattore sabato 22 e domenica 23

18 marzo 2014

Foto a pagina intera

La Compagnia Teatrale S.Stefano presenta Firenze-Trespiano e viceversa

6 marzo 2014

1661800_699312106776589_1997045832_n
Due vedovi, benestanti e senza figli, si incontrano tutte le domeniche alla fermata dell’ autobus davanti al cimitero di Trespiano. Nel breve tragitto verso Firenze, i due hanno modo di conoscersi, sfogare ognuno il proprio dolore e la propria solitudine ma Cupido è in agguato e pronto a lanciare una freccia e farein modo che i due inconsolabili vedovi convolino a nozze. Il matrimonio non convince i parenti che, preoccupati di veder sfumare una futura erdità, trameranno per minare il rapporto tra i due innamorati. Commedia brillante in vernacolo fiorentino per la Regia di Filippo Faggi, in programmazione sabato 15-22-29 marzo e 5 aprile alle ore 21.15 e domenica 23-30 marzo alle ore 15.30. Ingresso 6 euro. Info e prenotazioni allo 055/890714-055/890389.

“Pretty – Un motivo per essere carini”, al Teatro Dante dal 28 febbraio ore 21.00

24 febbraio 2014

1236870_10201603926200213_176268126_n

Venerdì 28 febbraio ore 21.00, al Teatro Dante di Campi Bisenzio, la Compagnia Gli Ipocriti presenta PRETTY – UN MOTIVO PER ESSERE CARINI di Neil LaBute, per la traduzione di Lorenzo Amato e la regia di Fabrizio Arcuri, con Filippo Nigro, Fabrizia Sacchi, Dajana Roncione e Giulio Forges Davanzati.
Due coppie di amici – Greg/Steph e Kent/Car – compongono un complicato quadro e tutto ruota intorno al tema della bellezza. La commedia inizia con un furibondo litigio tra Steph e Greg colpevole di aver dichiarato che la sua fidanzata è “normale” ma che non la cambierebbe per nulla al mondo. Ad ascoltare, per caso, questa conversazione è Carly che la riferisce alla sua amica Steph; ne scaturiscono gravi conseguenze perché Steph, dal carattere irascibile e polemico, non sopporta di stare con un uomo che non la considera bella, sebbene lei stessa lo pensi, e tronca la relazione con Greg.
Kent, nonostante sia orgoglioso di avere una compagna bella, non rinuncia ad una tresca con una nuova collega molto provocante. Carly vive il dramma della bellezza sapendo di essere attraente e di piacere agli uomini però ha il timore costante che Kent la tradisca.
La commedia ci porta ad esprimere il nostro vero pensiero; vengono trattate chiacchiere ed incomprensioni così come fiducia e amore. L’autore ci pone dinanzi a delle domande: in un mondo in cui le apparenze diventano fondamentali come marchio di successo o come parametro di giudizio su chi o com’è un’altra persona, quanto conta la bellezza? E quanto è importante in una relazione dal momento che gli elementi predominanti di unione della coppia sono proprio la bellezza e l’attrazione fisica?

Tredici a Tavola: dall’11 gennaio la nuova commedia della Compagnia Teatrale S.Stefano

2 gennaio 2014

1525476_662146807159786_1039003796_n

Faggi: quello di Fossi .. un comportamento poco democratico

25 dicembre 2013

Uno sfogo natalizio quello di Marco Flavio Faggi, Presidente della Compagnia Teatrale Santo Stefano, che non ha gradito la decisione sul cambio di nome al Teatro Dante.
“E così è fatta!” si legge in un commento su fb, “In barba a tutti gli incontri per ascoltare il parere dei cittadini, il sindaco Emiliano Fossi molto democraticamente va avanti per la sua strada e cambia nome allo storico Teatro Dante intitolandolo a Carlo Monni. Personalmente mi sento preso in giro e penso, come me, anche tutti coloro che hanno firmato la petizione contro tale personale presa di posizione.”
“Invito il signor Sindaco, per il futuro, ad evitare di indire riunioni per ascoltare la popolazione poichè è palese che non tenga conto delle opinioni divergenti, mascherandole dietro questioni di età anagrafica, fazione politica o valutazione sulle capacità artistiche del nostro Carlo Monni, per il quale nutriamo il nostro affetto come concittadino e artista (sarebbe stato lo stesso anche per altri personaggi, più o meno artisticamente riconosciuti).
Resta assurdo il voler sradicare un pezzo di Storia campigiana cambiando nome a un Edificio simbolo della città!
Un tempo, tale comportamento, si sarebbe definito … poco democratico.”
Pian piano qualcuno se ne rende conto, aggiungo io ..

La Compagnia Teatrale Santo Stefano presenta LA FORTUNA SI DIVERTE di Athos Setti, domani 6 aprile ed in replica

5 aprile 2013

La Compagnia Teatrale Santo Stefano, presenta domani, sabato 6 aprile presso il Teatro Parrocchiale in Piazza Matteotti 21 a Campi Bisenzio, in anteprima “LA FORTUNA SI DIVERTE” di Athos Setti, una commedia brillante per la regia di Filippo Faggi, con Giuliana Panerai, Marco Faggi,  Simonetta Mazzoni, Silvia Fratini, Erica Carla Pierattini, Massimo Tomberli, Debora Iacopini e Massimo Ramazzotti. Per questa rappresentazione sono previste altre repliche nei giorni di: sabato 13/04/13 ore 21.15, domenica 14/04/13 ore 15.15 e sabato 20/04/13 ore 21.15.
“LA FORTUNA SI DIVERTE” scritta nel 1936 da Athos Setti, conosciuta anche come “L’AGONIA DI SCHIZZO”, è la più celebre e rappresentata tra le sue commedie, tanto da essere ripresa da Ettore PETROLINI in un riadattamento in romanesco dal titolo “LA FORTUNA DI CECE’ “, da Angelo MUSCO in dialetto siciliano intitolato “LE PROFEZIE DI DANTE” e da Eduardo DE FILIPPO in napoletano “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA SBORNIA”.
Alfredo, dopo aver sognato “l’amico” Dante Alighieri, sottrae alla moglie Isola i risparmi e, gioca la somma al lotto. “Il destino ha scritto per te quei numeri, giocali e sarai milionario” così aveva detto il Sommo Poeta all’ incredulo Alfredo. Quella sera i numeri estratti sulla ruota di Firenze sono 8-13-59-90. Alfredo, a dispetto dello scetticismo della moglie ha vinto l’enorme cifra di ottanta milioni. Ma alla Dea Bendata piace giocare, se con una mano da, con l’altra qualcosa prende. A distanza di tanti anni, la commedia conserva ancora un’innegabile freschezza ed una spiccata teatralità, che ne motivano la messa in scena, pur essendo il contesto economico e sociale profondamente mutato. Il sogno e la realtà, la vita e la morte, affetti familiari, le piccole meschinità, la miseria vera e la pretesa nobiltà sono gli elementi al limite del farsesco che nella loro altalenante contrapposizione e, nella loro essenzialità e genuinità, fanno scattare il meccanismo della risata e del divertimento.
Un ritorno al passato per la Compagnia Teatrale. Erano i primissimi anni settanta, l’allora Cappellano della Pieve di Santo Stefano, il compianto Don Bruno VERDIANI, coinvolgendo alcuni giovani che bazzicavano intorno alla Pieve diede vita alla “COMPAGNIA TEATRALE GIOVANILE SANTO STEFANO”.
Per concludere la stagione teatrale 2012-2013, avevamo bisogno di una commedia divertente ma estremamente semplice, ci dicono gli organizzatori, il tempo per l’allestimento era veramente poco, da qui l’idea di riproporre quella con la quale la splendida avventura della Santo Stefano era iniziata: “LA FORTUNA SI DIVERTE” di Athos SETTI, titolo originale de “L’AGONIA DI SCHIZZO” primo testo rappresentato nel corso di questi “primi” 40 anni. Certo il cast non è più lo stesso, degli attori che presero parte alla prime rappresentazioni non c’è più nessuno, ma la strada era tracciata, da quel momento l’attività della Compagnia Teatrale non si è mai fermata. Non corso degli anni si è modificato il nome, prima è scomparso (per evidenti motivi anagrafici) il GIOVANILE, poi in anni più recenti, per motivi prettamente burocratici è mutato in ASSOCIAZIONE TEATRALE SANTO STEFANO, (anche se noi continuiamo ad abbreviarlo in CTSS).Tante sono le persone che hanno calcato il nostro piccolo grande palcoscenico, sarebbe troppo lungo ricordarli tutti e correremo il rischio di dimenticarne qualcuno, ci preme solo ricordare due dei fondatori: Patrizia NISTRI CARLESI e Giuseppe FALCIAI, purtroppo, prematuramente scomparsi.Ci sono stati anni difficili, quando il pubblico scarseggiava, e il Teatro in vernacolo non veniva considerato Teatro, non faceva cultura, si diceva era troppo popolare. Adesso, dopo il monologo iniziale di Fabio Fazio all’ ultimo Festival di Sanremo, forse si è riscoperta l’importanza del termine popolare, ma nei primi anni ottanta proporsi come Compagnia di vernacolo (in più parrocchiale) e farsi accettare non era facile. Ma la costanza è stata premiata e ci siamo presi le nostre belle soddisfazioni.Vogliamo ringraziare tutti gli attori che anche per una sola stagione o per una singola rappresentazione hanno partecipato a uno o più spettacoli della Santo Stefano. In passato ogni anno dovevamo ricostituire il gruppo e cercare nuovi volenterosi, da diversi tempo abbiamo la fortuna di avere un bel gruppo stabile, alle tre colonne storiche (Giuliana, Simonetta e Marco F.) se ne sono aggiunte altre e la base adesso è bella solida, ci fa piacere esser riusciti a coinvolgere ed appassionare dei giovani seri e motivati ai quali, ci auguriamo, di aggiungerne altri.Per concludere un grazie al pubblico che ci sostiene partecipando agli spettacoli proposti nell’ambito delle nostre, per noi grandi, stagioni teatrale.

La Compagnia Teatrale Santo Stefano debutta dopodomani con “Le Sorprese del Divorzio” di A. Bisson e A. Mars

29 dicembre 2012

La Compagnia Teatrale Santo Stefano, si appresta al debutto di dopodomani 31 dicembre 2012, con LE SORPRESE DEL DIVORZIO di A. Bisson e A. Mars, alle ore 21.15 presso il teatro in Piazza Matteotti 21 a Campi Bisenzio.
Il genere è “VAUDEVILLE” nome del teatro in cui, a fine ottocento, andavano in scena queste piéce i cui maestri furono Feydeau, Marivaux, Labiche e naturalmente Bisson. La trama ad incastro e la forza ritmica coinvolgente sono i capisaldi di queste opere, veri meccanismi ad orologeria con bomba annessa.
La trama si svolge in un eterno conflitto fra genero e suocera attraverso due matrimoni e un turbillon di eventi davvero…sorprendenti !
Sono previste altre repliche nei seguenti giorni:
Sabato 12 – 19 – 26 Gennaio ore 21.15
Domenica 13 -27 Gennaio ore 15.30

“Una figlia da maritare” al Teatro Gorinello fino al 9 dicembre

13 novembre 2012

“Questo Folle Sentimento Che…”, amori e amicizie negli anni ’70 sulle note di due miti della canzone italiana. In scena al Teatro Dante il 20-21 ottobre 2012

11 ottobre 2012

L’Associazione Culturale Re DanCan, con il patrocinio del comune di Campi Bisenzio, organizza lo spettacolo “Questo Folle Sentimento Che…”, per la rassegna Autunno al Dante 2012.
“Questo Folle Sentimento Che…” è una commedia musicale in due atti, scritta e diretta dai Ragazzi del Musical (Iacopo Mammoli e Martina Nesti) interamente suonata e cantata dal vivo. Una storia completamente nuova, divertente ricca di amori e amicizie, ambientata negli anni ’70 sulle note di due miti della canzone italiana: Mogol e Battisti, che andrà in scena sabato 20 ottobre alle ore 21,00 e domenica 21 alle ore 16,30 al Teatro Dante di Campi Bisenzio. I Ragazzi del Musical sono un gruppo di amici, cantanti, attori e ballerini, che si conoscono perché tutti allievi della stessa scuola: il laboratorio di perfezionamento di Musical ARTEINSCENA. Uniti dalla forte passione per il teatro e la musica, sono insieme da poco più di un anno, ma l’amore per la recitazione, il ballo ed il canto, li rende così affiatati ed uniti da sembrare, da sempre, fatti per stare insieme. I Ragazzi del Musical vi garantiscono emozioni e divertimento: sarà un Amore a prima vista!
Gli interpreti: Alessia Franchi, Anastasia Laganà, Antonio Cama, Benedetta Roti, Iacopo Mammoli, Iacopo Totaro, Lorenzo Micheletti, Lucrezia Betti, Martina Nesti, Miranda Forte, Niccolò Clemente, Silvia Stacchini, Simone Calamai, Veronica Alessi.
La Band: Chitarra Solista: Giacomo Ballerini, Chitarra Acustica: Nedo Nesti, Batteria: Daniele Pacini, Basso: Saverio Padovani, Tastiere: Giuseppe Targia
L’Associazione Culturale RE DANCAN si trova in Via Cerretelli, 6 – 50017 Campi Bisenzio (FI) – Tel. 339.8028703 – e-mail: mammoli@hotmail.com
Per informazioni e prenotazioni: Caffè Ci…Bé – via Cimabue 76, angolo via Prunaia, Campi Bisenzio (Fi) dal lun al ven ore 6,30 / 18,30 – tel. 055.8970051 cel. 339.8028703

Foto di Nicole Pina Nesti