Posts Tagged ‘comandante’

Gandola (Forza Italia) incontra il nuovo comandante della Polizia Municipale di Campi

5 dicembre 2013

Il Gruppo consiliare di Forza italia presso il Comune di Campi Bisenzio quest’oggi ha incontrato il nuovo Comandante della Polizia Municipale di Campi, dott. Di Vecchio per porgergli un doveroso saluto istituzionale e al contempo augurargli buon lavoro. Durante l’incontro, che si è protratto per una quarantina di minuti, il Capogruppo di Forza Italia, Paolo Gandola e la Consigliera Chiara Martinuzzi hanno consegnato al neo Comandante il dossier sulla sicurezza che il Pdl aveva stilato durante la scorsa primavera e che fu oggetto di un apposito incontro con il Prefetto di Firenze.
I Consiglieri comunali, durante l’incontro, hanno chiesto delucidazioni sulle priorità che il nuovo Comandante vorrà porre in essere per rendere Campi più sicura e hanno chiesto un intervento specifico della Polizia Municipale in alcune situazioni di particolare degrado che interessano la città della Piana. Inoltre, il Capogruppo Gandola ha richiesto che la Polizia Municipale ponga maggiore attenzione alle situazioni di illegalità all’interno delle zone industriali con particolare riferimento al mondo dell’imprenditoria straniera, cinese in primis.
Il Comandante da parte sua ha puntualmente evidenziato quelle che sono le sue linee guida per il futuro nell’ambito della gestione del corpo di polizia e ha evidenziato come vi sia l’esigenza di lavorare efficacemente con le risorse economiche ed umane che si hanno a disposizione. In ogni caso, la visita del gruppo consiliare è stata particolarmente gradita dal Comandante il quale ha altresì auspicato un rapporto franco e di reciproca collaborazione anche per il futuro.
Gandola e Martinuzzi dichiarano: “l’incontro ci ha particolarmente sollevati. E’ stato possibile constatare una certa discontinuità con la precedente guida del corpo di polizia e colloquiando con il Comandante abbiamo potuto percepire che sono ben chiari i principali problemi sui quali intervenire. Tutto questo ci solleva e ci rincuora. Da parte nostra non mancherà un doveroso e corretto rapporto di collaborazione con il Comandante e dunque richiederemo altri diversi incontri ogniqualvolta questi si rendano necessari”.

“L’Ultima Corsa, la storia del comandante Lanciotto Ballerini”; in anteprima nazionale il film che racconta la storia dell’eroe campigiano

31 agosto 2012

Domani sabato 1° settembre alle ore 20.30 presso l’Ecomuseo della Resistenza in Valibona verrà proiettato  il film L’ultima corsa per la regia di Massimo Smuraglia,  il film che narra la storia di Lanciotto Ballerini, il leggendario comandante e la sua squadra I Lupi Neri, all’alba del 3 gennaio del 1944 sostennero un duro e sanguinoso conflitto a fuoco contro i fascisti.
La battaglia di Valibona fu terribile i partigiani riuscirono a resistere alle soverchianti forze avversarie ma il comandante Lanciotto, nel tentativo di impossessarsi di una mitragliatrice del nemico, fu colpito a morte. L’eroica resistenza dei partigiani e la morte di Lanciotto furono una scintilla per gli antifascisti. A decine si unirono alle brigate partigiane.
La proiezione del film in concerto tra i Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio e la Provincia di Firenze avverrà proprio nel fienile dove si rifugiavano i partigiani di Lanciotto, attualmente ristrutturato, e quasi pronto per essere inaugurato come Ecomuseo della Resistenza. All’Ecomuseo sono già state donate dal Comune di Campi Bisenzio le tavole originali del fumetto edito nel 2011, in occasione del centerario del Comandante Lanciotto.
Il fumetto edito dal Comune di Campi Bisenzio e dall’Anpi, con il contributo di Jacopo Nesti e di Francesco della Santa può ancora essere richiesto per presentazioni presso le scuole fiorentine.
L’iniziativa, rientra nel programma di celebrazioni per il 68° anniversario della Liberazione di Firenze e provincia sarà l’occasione di un’escursione per Valibona, con partenza dalle ore 17 dal tiro al piattello delle Croci. (tratto dal sito del Comune di Campi Bisenzio)

Si suicida l’ex Comandante dei Vigili Urbani di Campi Bisenzio

4 marzo 2011

Era andato in pensione alla fine dello scorso anno (1° ottobre) dopo una carriera trentennale che lo aveva visto crescere fino a ricoprire il ruolo più ambito, e ieri ha deciso di farla finita a casa sua con un colpo di pistola alla tempia. Si ipotizza che Angelo Craparotta non abbia accettato il pensionamento dopo anni di servizio nella Polizia Municipale di Campi Bisenzio.
Angelo Craparotta, conosciutissimo ex comandante dei vigili urbani, si è suicidato ieri mattina nel suo appartamento sparandosi un colpo alla tempia con una pistola Magnum 357 regolarmente detenuta.
L’uomo, aveva 58 anni, era separato ed aveva figlia, ma viveva solo in un’abitazione di via Pablo Neruda a Campi. Secondo quanto riferito dai carabinieri, soffriva di forte depressione da quando era andato in pensione sei mesi fa.
A dare l’allarme sono stati alcuni amici: preoccupati perché non rispondeva né al telefono né al campanello, hanno avvisato i carabinieri pensando che fosse stato colpito da un malore. Quando i militari sono entrati nell’appartamento, intorno alle 14.30, hanno rinvenuto il corpo ormai privo di vita nella camera da letto. La salma si trova presso le cappelle del commiato della Misericordia di Campi. Non è conosciuta la data dei funerali.
Alla vedova ed alla figlia vanno le mie personali condoglianze.

Neopatentati: le nuove norme del codice stradale

1 marzo 2011

Riporto l’articolo apparso su Disegno Comune di questo mese ad opera del nuovo comandante dei vigili urbani di Campi, per fornire le essenziali delucidazioni sulle nuove norme sui neopatentati, entrate in vigore dal 9 febbraio di quest’anno.
L’articolo 117 del codice della strada, introduce le nuove “Limitazioni nella guida”, anche se già le riportava in parte per i cosiddetti “neopatentati”. Da questo mese ha assunto la sua versione definitiva, quella con le modifiche predisposte della legge 120/2010 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”. Già precedentemente era prevista per i neopatentati una limitazione per velocità a 100 Km/h sulle autostrade e a 90 Km/h sulle strade extraurbane principali, per i primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria B (non per altre categorie di patente). Le modifiche normative prevedono adesso che la limitazione in base al rapporto potenza/tara passi da 50 kW/t a 55 kW/t, con l’inserimento di una ulteriore limitazione per potenza assoluta, solo per le autovetture, stabilita in 70 kW. E’ da notare come la precedente limitazione per rapporto potenza/tara (50 kW/t) fosse stata più volte posticipata di anno in anno, senza mai entrare in vigore; questo continuo posticipare era stato probabilmente dovuto al fatto che tale norma, nata con l’evidente scopo di vietare ai giovani la guida di vetture particolarmente potenti, di fatto invece consentiva la guida di vetture molto grandi, molto pesanti e comunque potenti, ma impedendo al contrario la guida di piccole vetture, a causa di un rapporto potenza/tara sfavorevole.
A questo punto i punti chiave delle limitazioni, che si applicheranno solamente alle patenti rilasciate dopo il 9 febbraio prossimo, sono i seguenti:
limitazione per rapporto potenza/peso (55 kW/t), che vale per un anno dal rilascio della patente, ad eccezione dei soggetti destinatari di divieti in relazione alle norme sulla tossicodipendenza, per i quali la limitazione vale per tre anni;
limitazione per potenza assoluta (70 kW/t), che vale sempre per un anno dal rilascio della patente, con la stessa eccezione di cui sopra;
limitazione per velocità (100 Km/h su autostrada, 90 Km/h su strade extraurbane principali), che vale per tre anni.
E’ importante precisare che le limitazioni non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide, purché la persona invalida sia “… presente sul veicolo …”; in parole povere, finché rimane a bordo il titolare del contrassegno handicap (conducente o passeggero che sia) le limitazioni non si applicano. Da rilevare come per “neopatentati” non si devono intendere solo i giovani; infatti per neopatentato si intende non solo chi consegue la patente per la prima volta, ma anche chi consegue nuovamente la patente una volta che la stessa fosse stata revocata.
Dal momento che la legge 120/2010 ha aumentato i casi di revoca, adesso i neopatentati, oltre a chi consegue la patente per la prima volta, sono:
• coloro ai quali è stata revocata la patente come sanzione accessoria per violazione delle norme del codice della strada, in particolare a causa di: seconda violazione in 2 anni dell’art. 142, c. 9 bis; violazioni art. 176, c. 1, lettera a; alterazione del limitatore di velocità (art. 179, c. 2 bis e 9); circolazione abusiva durante il periodo di sospensione della patente o del CIG (art. 218, c. 6); seconda violazione in 3 anni dell’art. 8, c. 2 (servizio di taxi senza licenza); circolazione con patente sospesa ai sensi dell’art. 128, c. 2;
• coloro che hanno avuto revocata la patente per violazioni al codice della strada costituenti
reato, quali: guida di veicoli pesanti sotto l’influenza dell’alcol o stupefacenti o recidiva nel biennio (art. 186 e 187); rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza (art. 186 e 187) da parte di soggetto già condannato nei due anni precedenti per lo stesso reato; partecipazione a competizioni in velocità non autorizzate, oppure a gare in velocità con veicoli a motore dalle quali siano derivate lesioni o morte (art. 9 bis e 9 ter);
• coloro che si sono visti revocare la patente come sanzione amministrativa accessoria quando dalla violazione non reato siano conseguiti comunque danni a persone (art. 222), ed inoltre chi si è visto ritirare immediatamente la patente ai sensi dell’art. 223 ed il giudice, nell’ipotesi di recidiva reiterata specifica o in caso di omicidio colposo sotto l’effetto di alcol o stupefacenti, abbia disposto
la revoca;
• coloro ai quali è stata revocata la patente per sopravvenuta mancanza dei requisiti psicofisici;
• infine chi ha avuto la patente revocata per sopravvenuta mancanza dei requisiti morali.
Per concludere può essere utile consultare la tabella disponibile sul sito internet del Comune di Campi Bisenzio, http://www.comune.campibisenzio.fi.it/ nella pagina del Comando di Polizia Municipale (comunque non esaustiva, perché è sempre bene controllare con i dati della carta di circolazione, visto che il parco auto circolante ha troppi veicoli per poter compilare una tabella completa) che riporta la maggior parte delle auto che i neopatentati possono guidare.
Ringrazio indirettamente il Comandante Sergio Bedessi della Polizia Municipale di Campi Bisenzio per aver fornito queste importanti indicazioni sul giornalino del comune; indicazioni che ho sfruttato per rendere disponibile a tutti i naviganti della rete.