Posts Tagged ‘bartoloni’

Nuova Giunta per il Comune di Campi Bisenzio: Entrano Vanessa De Feo ed Eleonora Ciambellotti, cambiano le deleghe

28 marzo 2014

A seguito dell’uscita dalla Giunta degli assessori Elisabetta Marini e Taira Bartoloni, il sindaco ha nominato Vanessa De Feo di SEL ed Eleonora Ciambellotti della Lista Emiliano Fossi. Alla prima vanno le deleghe di bilancio e personale, alla seconda ambiente e sviluppo economico. Affidate all’assessore Riccardo Nucciotti le materie di viabilità, trasporti e polizia municipale, oltre alle deleghe che già aveva di lavori pubblici e protezione civile.
“Ad un anno dall’insediamento – dice il sindaco Emiliano Fossi – è stato giusto fare un bilancio sulla Giunta comunale. I cambiamenti sono dovuti all’esigenza di camminare più in fretta possibile, dare risposte ai cittadini in un momento certamente non facile. Elisabetta Marini ha fatto un grande lavoro con la riorganizzazione di una macchina comunale da trent’anni priva di manutenzione. Taira Bartoloni ha concretizzato uno dei punti fondamentali del programma con la riapertura a traffico limitato del centro storico. Problemi di tempo dovuti ai loro impegni di lavoro ne hanno determinato la sostituzione. Le ringrazio davvero per quanto hanno fatto in questi mesi. In Giunta entrano due persone che conosco bene, due donne, giovani, preparate, piene di entusiasmo. Daranno a tutti noi la carica giusta per rafforzare l’impegno di governo nella chiara continuità della maggioranza di centrosinistra uscita dal voto . Devo dire che sono soddisfatto anche perché rimane la stessa maggioranza politica di centro sinistra uscita dal voto del maggio scorso”.

SEL: ripensiamo le politiche sull’incenerimento anche a Campi e nella Piana

21 maggio 2013

Taira Bartoloni, capolista di Sinistra Ecologia e libertà a Campi Bisenzio, torna a tuonare contro la costruzione dell’inceneritore a Case Passerini.
“ Dopo, le ultime prese di posizioni apprezzabili, dice Bartoloni, assunte dal presidente della Regione Rossi, che ha annunciato un’inversione di tendenza nelle politiche sui rifiuti, per porsi in sintonia sia con i cambiamenti possibili – già realizzati peraltro anche in alcuni comuni della Toscana – sia con gli orientamenti presenti tra larghi settori della popolazione, occorre ripensare l’intera strategia sui rifiuti”.
La capolista di Sel prosegue il filo del discorso, sostenendo che il termovalorizzatore richiederebbe un impiego di risorse pubbliche ingenti e la scelta di procedere “a mosca cieca” nonostante le controindicazioni esposte da numerose equipe di medici, equivale ad una ‘sentenza di condanna’ emessa a carico di cittadini innocenti!
Infine, la Bartoloni, conclude dicendo che: “La Politica, quella con la ‘P’ maiuscola è chiamata a dare risposte lungimiranti e di ampie vedute e non può certo attendere che all’abbandono di ‘progetti fallimentari’, quali il termovalorizzatore, siano gli imprenditori privati perché resisi conto che determinate strutture non sono economicamente vantaggiose e produttive nel lungo termine. La Politica deve pre-correre i tempi! La politica deve fare un passo indietro oggi, per farne due in avanti, domani.”

Le Olimpiadi del Ridicolo: il mediagliere di MenteLocale sulla campagna elettorale campigiana

7 maggio 2013

Se per caso indicessero le olimpiadi del ridicolo, e se per avventura coincidessero con il periodo della campagna elettorale campigiana, ormai dovremmo assegnare diverse medaglie.
Sul podio finirebbe la compagna Taira Bartoloni, partita con la campagna il 5 maggio, dove ha dichiarato, tutta fiera, che votare per SEL signfica “votare per un partito che mai si alleerà con la destra”. E infatti si allea con il PD, che invece si allea con la destra; e a riprova all’inizio della campagna della compagna era presente il candidato Fossi, che secondo noi, mentre sentiva questa roba, rideva. Peraltro non è che anche a Campi tra Pd e PdL si siano mai fatti la guerra, eh… Anzi…
Ma la prova della compagna viene insidiata da vicino dalla PdL, che approfitta subito della mancanza della Lista Noinceneritore, e butta su un logo mai visto prima e bruttissimo, tanto per appuntarsi la medaglina al petto. Siamo certi che quelli che la battaglia con l’inceneritore in questi anni l’hanno fatta davvero saranno felici di questa iniziativa veramente seria e onesta nei confronti degli elettori. Tanto per dirne una, uno che conosciamo ha ritagliato la foto del loghino della PdL e se l’è messo nel portafogli… e ogni tanto lo tira fuori e ci sputa sopra! Insomma, Gandola sarà anche giovane, però promette bene.
Ma nella gara, ammettiamo che si segnala in modo particolare la performance del candidato di Alleanza Cittadina, Tesi, che trova il modo di rampognare il Fossi che prende le distanze da se stesso sulla Matteucci. A parte il fatto che il Fossi prenda le distanze da se stesso non potrebbe essere che un bene… Ma la memoria ci tradisce o Tesi era in Consiglio comunale, anzi era il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE votato dal PD?
Ma ecco la dichiarazione di Tesi: “Questo non è un argomento di secondo piano, un particolare sul quale si può chiudere un occhio, perché c’è di mezzo l’istruzione e la sicurezza di centinaia di ragazzi. Se Fossi aveva un’idea diversa, perché ha taciuto? Al suo posto – prosegue Tesi – piuttosto che stare a scaldare la seggiola, io avrei messo nero su bianco la mia posizione e se non si fosse giunti ad una soluzione, mi sarei fatto da parte”. Più che giusto! E tutti gli altri in Consiglio comunale, che hanno fatto un’opposizione di ricotta e hanno contribuito con la loro ignavia a fare sì che dopo tre anni siamo al punto di prima, invece, che dovevano fare? Non sappiamo che cosa dovesse fare Tesi, ma che cosa deve fare ora lo sappiamo; deve beccarsi la prima medaglia delle nostre olimpiadi, perché onestamente il suo salto-mortale-con-doppio-avvitamento-carpiato ci sembra un tantino sopra le prestazioni degli altri.
E così si conclude la prima giornata delle nostre olimpiadi; ma voi, cari lettori, segnalateci i casi più procaci e aiutateci a completare il nostro medagliere; non possiamo mica stare dietro da soli alle cazzate di tutti! La nostra mail la trovate sul blog; segnalateci i casi più esilaranti e partecipate con noi a far trionfare il campione di queste olimpiadi. Speriamo solo che non sia anche il futuro sindaco. (fonte MenteLocale)

Inceneritore SI o NO: la dura scelta della giovane candidata Taira Bartoloni (SEL)

28 aprile 2013

La giovane candidata di SEL, Taira Bartoloni, sotto la richiesta del suo coordinatore regionale Giuseppe Brogi ha scelto (forse è meglio dire che è stata invitata) di fare parte dell’alleanza di centrosinistra e contribuire al Governo dei comuni chiamati al voto alle prossime elezioni di maggio. “I candidati e le candidate di SEL – dice il coordinatore Brogi in un comunicato – vogliono costruire comunità aperte e solidali, non piccole patrie egoiste, ingiuste e perdenti, impegnandosi su quattro filoni fondamentali. Il primo è il lavoro, un patrimonio da difendere e da promuovere creando nuova, buona, stabile occupazione; ci sono poi l’ambiente ed i beni comuni, concepiti come patrimonio indisponibile, da mettere al riparo da avidità e speculazioni. Centrali anche i servizi alla persona necessari affinché una comunità costruisca forti legami sociali e sia più coesa. Infine, onestà, trasparenza, partecipazione, perché il rigore morale degli amministratori sia un obbligo e la vicinanza quotidiana ai cittadini un dovere”. A questo punto sorgono alcune contrapposizioni di vedute (o di intenti) perchè a Campi ovviamente la scelta è stata con la lista di Fossi, sostenuta dal PD campigiano. E la giovane Bartoloni, dovrà contrapporre i suoi tanti buoni propositi con le linee ferree ed inderogabili della gestione PD, appoggiate da oggi anche dal suo stesso partito. Una fra tutte l’inceneritore; si legge infatti nel comunicato stampa della candidata campigiana: “il rinnovamento che ci proponiamo di realizzare sul territorio, oltre al proseguimento delle storiche battaglie contro inceneritore e pista parallela, due infrastrutture novecentesche, dispendiose e pericolose per la salute dei cittadini”. Ma se il candidato Fossi ha dichiarato, con tanto di sindaco di Capannori presente, (leggi il post) che lui proseguirà la strada già tracciata dell’inceneritore .. Bartoloni, come funziona ? come farà a proseguire le storiche battaglie contro l’inceneritore e la pista parallela in un PD che invece le vuole ? chi ha più valore morale, le promesse che ha appena fatto ai cittadini o le indicazioni del suo coordinatore ? certo è, che con questi dubbi ancor prima di iniziare .. cominciamo bene !

CAMPI CITTA’ DELLE DONNE: La proposta di Taira Bartoloni

23 novembre 2012

Un Comune attento alle pari opportunità e costantemente impegnato nel contrastare l’abuso del corpo femminile, a cominciare dalle pubblicità offensive della dignità delle donne. Alla vigilia della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, Taira Bartoloni sceglie proprio questo tema per concludere la sua campagna elettorale. Nella Campi Bisenzio del futuro immaginata dalla candidata di SEL, le donne dovranno essere le prime protagoniste di un grande cambiamento culturale, che sancisca la fine del rapporto sesso-potere-violenza che le vede spesso relegate ai margini della società e vittime di abusi.
“Il 25 novembre, il giorno del voto, ricorrerà la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne – spiega Bartoloni – In Italia, sette milioni di donne sono state vittime di violenza e maltrattamenti, spesso avvenuti tra le mura domestiche. Questa violenza non è un problema che riguarda la sfera privata, al contrario rappresenta il simbolo più brutale della ineguaglianza della nostra società, è determinata da fattori che agiscono in un’ampia gamma di contesti sociali, culturali ed economici ed è una delle peggiori forme di discriminazione”. Si tratta, secondo Taira, di una situazione da cambiare profondamente, nella quotidianità e dal basso. “Il fatto che in queste primarie campigiane siano impegnate ben tre donne, ognuna delle quali con alle spalle un percorso personale importante è un bel segnale – prosegue – ma è necessario non abbassare la guardia e far sì che la politica sia la protagonista di questo cambiamento. Nel mio programma parlo, non a caso, di Campi Città delle Donne, una città in cui le politiche per le pari opportunità devono essere un’assoluta priorità per l’Amministrazione. Accanto a questo, tolleranza zero per ciò che lede e offende la dignità femminile, a cominciare da quelle pubblicità che abusano del corpo. Ma, al di là di ciò – conclude – sogno che la concomitanza tra queste primarie e la Giornata contro la Violenza non sia un caso, ma rappresenti la data di inizio di un percorso civico e civile nuovo per Campi Bisenzio e per l’Italia intera”.

TAIRA BARTOLONI: “Zone 30 per la sicurezza e la vivibilità delle frazioni”

22 novembre 2012

Istituire “Zone 30” per migliorare la sicurezza e la vivibilità delle frazioni: Taira Bartoloni rilancia la proposta contenuta nel suo programma al termine del sopralluogo che questa mattina l’ha portata nei centri storici di San Martino, San Lorenzo e Santa Maria. Per la “candidata del rinnovamento”, come è stata definita in questi giorni, è stata l’occasione per toccare con mano e valutare insieme ai residenti la fattibilità di alcuni dei punti cardine del suo programma.
“Occorre dotare Campi Bisenzio di un piano del traffico, lo strumento con il quale l’Amministrazione definisce i flussi e gli interventi per migliorare la circolazione e soprattutto la sicurezza stradale” ha spiegato Taira. La quale, sollecitata da alcune segnalazioni, si è recata in via Mammoli, una strada particolarmente pericolosa per la velocità delle auto e l’assenza di adeguate protezioni per chi va a piedi. “Le Zone 30 sono le risposte migliori a questo tipo di problematiche – ha spiegato – Si tratta di aree regolarmente aperte al traffico in cui la regola è la bassa velocità. Priorità dunque a pedoni e ciclisti, con la costruzione di marciapiedi e piste ciclabili, nonché l’inserimento al centro carreggiata dei cosiddetti cuscini berlinesi, ovvero dei dossi che attutiscono la velocità, ma non creano rumore, agevolando il passaggio delle biciclette”.

Taira Bartoloni ai Gigli per portare la solidarietà ai commessi

1 novembre 2012

C’era anche Taira Bartoloni, la più giovane candidata alle primarie di Campi Bisenzio, questo pomeriggio al Centro Commerciale “I Gigli”, dove lavoratori e lavoratrici hanno protestato con un flashmob contro l’apertura domenicale dei negozi. “L’apertura no stop degli esercizi commerciali – ha detto Taira – stabilita dal governo Monti, si è rilevata una vera iattura per le lavoratrici e i lavoratori. Non ha portato, né ad un incremento del fatturato dei negozi, né tantomeno a nuove assunzioni. Il risultato è stato che i dipendenti sono costretti a lavorare tutte le domeniche e a molti di essi non viene nemmeno pagato lo straordinario”.
La candidata vendoliana, che, peraltro, alcuni anni fa ha anche lavorato come cassiera proprio ai Gigli per pagarsi le rette universitarie, si è quindi unita alla protesta, assumendosi un impegno preciso: “E’ chiaro – ha detto – che il Comune può far ben poco per questa situazione. Fino allo scorso anno, era il Comune a decidere le aperture domenicali in base ad una legge di indirizzo della Regione. Con Monti, invece, le Regioni e i Comuni vengono espropriati di tale potere. Se sarò eletta lotterò con tutte le mie forze, affinché il Governo riveda questa posizione e riporti tale potere ai comuni. E’ certo che, se le primarie nazionali fossero vinte da Nichi Vendola e quelle di Campi da Taira, questo scempio sparirebbe”.

Taira Bartoloni (la prima a destra) con due commesse dei Gigli