Posts contrassegnato dai tag ‘associazione’

Terreni M5S Campi: i Laboratori Civici del sindaco, migliaia di euro rimborsati sulla fiducia e senza scontrino

16 aprile 2014

Non si placa l’ira del Movimento 5 Stelle di Campi Bisenzio, sulla questione dei CampLab organizzati dall’amministrazione Fossi. La consigliera Terreni, svela alcuni costosi dettagli che hanno mosso dei dubbi sulla corretta gestione economica di tali eventi.

Oltre ai laboratori civici organizzati in campagna elettorale, l’amministrazione persevera con questa iniziativa fallimentare anche dopo l’insediamento della giunta, giustificandone la fattibilità con il principio della democrazia partecipata, tema nella realtà totalmente sconosciuto al Sindaco Sovrano Fossi che si fa regista, con diversi attori suoi affini, delle due giornate dei CampLab, individuandone a priori, argomenti, moderatori e ci viene da pensare… soluzioni ?
Ma la gente mica è scema, l’hanno capito già da prima delle elezioni quel 49% di persone che non si sono neanche recate alle urne che non ci sono margini per i cittadini per decidere niente, ci sono però 60 irriducibili amici e parenti (e magari qualche ignaro) che partecipano a questi eventi anche a ottobre 2013.
Il successo oceanico di cotanta partecipazione non può però essere gratis, chi pagherà le spese dei moderatori, i loro pernottamenti, i buffet, un bel gruppo musicale a rallegrare l’evento, spese varie di tipografia e spille nonché 228 € di lapis, che posto un costo di 1 € l’uno, fa la bellezza di quasi 4 lapis per ognuno dei 60 partecipanti (ma quanto cavolo hanno scritto ???). La risposta è semplice e nemmeno ci sorprende, pagheranno i cittadini!
Ma c’è di più, il Comune non ha le competenze per organizzare due giornate di riunione (ci chiediamo quali sono le competenze del Comune) e allora si da tutto in gestione esterna ad una bella Società Sportiva Dilettantistica, che, tra una lezione di tennis e l’altra, ha evidentemente tutte le professionalità per sbrigare le pratiche burocratiche che mancano al Comune. Ed ecco che la Società accetta l’incarico da parte del Comune per l’organizzazione di questo teatrino alla modica cifra di € 8.550, che gli vengono corrisposti a titolo di rimborso spese dal Comune senza, ciliegina sulla torta, uno straccio di fattura, scontrino o ricevuta ma sulla base di una mera richiesta di rimborso, peraltro nemmeno protocollata, stile lista della spesa al supermercato!
Poteva bastare? No! Sui mirabolanti risultati di questo evento ci stampiamo pure 1500 copie di un libro che nessuno leggerà mai; una copia ogni 42 abitanti per la bellezza di 7.200 euro! Sarà un’impresa trovare a chi regalarlo, facilmente resterà a intasare gli scaffali del Comune.
Quindi cittadini l’invito che vi facciamo è quello di presentare al Comune una richiesta di rimborso per spese varie, non importano preventivi, pezze di appoggio, fatture, basta la fiducia e vedrete che il Comune ve le rimborserà… ma attenzione, prima però dovrete assicuravi di essere dalla parte “giusta” della politica campigiana!
http://www.campibisenzio5stelle.it/wiki/images/5/5e/2014-04-10_roso-rimborsi-camplab.pdf
Il Caso Amaro dei CampLab

Mercoledì 23 aprile 2014 a Campi Bisenzio (FI), “Capalle Mon Amour – Running Tour” – “Trofeo Granfonte” e “Trofeo Misericordia di Capalle”

31 marzo 2014

volantino-6-Trofeo-Granfont

L’ASSOCIAZIONE “GRANFONTE” di CAMPI BISENZIO presenta la annuale gara podistica, che avrà luogo Mercoledì 23 aprile 2014 a Campi Bisenzio (FI), “Capalle Mon Amour – Running Tour” – “Trofeo Granfonte” e “Trofeo Misericordia di Capalle”. Una Gara podistica competitiva di km 10,7 e non competitiva di km 4, con ritrovo dalle ore 19:00 presso la Misericordia di Capalle (Campi Bisenzio) in via S.Quirico n.2 con partenza ore 20:00, la quota di iscrizione è di €. 4,00. Per informazioni 339/8869470.

ANFFAS Open Day: il 28 marzo per la settima giornata nazionale della disabilità, si può partecipare anche con una donazione.

26 marzo 2014

Porte aperte, venerdì 28 marzo, in Anffas per la settima giornata nazionale della disabilità e/o relazionale. Si può “partecipare”anche con una donazione presso gli sportelli UniCredit.
Il 28 marzo torna, per il settimo anno consecutivo, la “Giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale”, manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas Onlus, che quest’anno, per raggiungere l’obiettivo prefissato, quello di garantire informazione e sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e/o relazionale, sarà declinata in un vero e proprio “Open day”. Una giornata, quella di venerdì, che vede protagonista anche Anffas Onlus Firenze: il Centro di via Bolognese, infatti, insieme alle oltre 250 strutture associative e alle mille realtà in cui l’associazione da 56 anni si prende cura di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, venerdì 28 marzo aprirà le proprie porte con l’auspicio di accogliere il numero maggiore di persone per una giornata all’insegna dell’inclusione sociale e che vedrà organizzate visite guidate, convegni, spettacoli e tante altre manifestazioni, con il diretto coinvolgimento e la partecipazione attiva delle persone con disabilità, dei soci, degli operatori, dei volontari e di quanti operano con e per l’associazione. Chiunque lo desideri, quindi, potrà partecipare a una grande festa e conoscere così l’Anffas, le famiglie e gli amici che ne fanno parte e le tante attività che si svolgono “con l’obiettivo ­ si legge in una nota ­ di combattere stereotipi, pregiudizi e discriminazioni e promuovere pari opportunità in ogni ambito della società”. In occasione della “Giornata”, inoltre, Anffas e UniCredit rivolgono il loro invito a scoprire perchè “per una persona con disabilità una famiglia sola non basta”. Per entrare a far parte della “famiglia” è sufficiente effettuare una donazione (non è prevista alcuna commissione) tramite tutti gli sportelli bancomat UniCredit, on line collegandosi al sito http://www.ilmiodono.it/org/anffas oppure presso tutte le agenzie UniCredit con il seguente Iban: IT44L0200803284000102973743. Per ulteriori informazioni e per l’elenco completo delle manifestazioni che saranno organizzate e i contatti delle varie strutture che hanno aderito alla manifestazione, consultare il sito Internet.

Rigacci M5S: niente crisi per il sindaco Fossi, spesi 40mila euro per le feste di Natale

5 gennaio 2014

1512690_767156289965434_1317278773_nCon un altro post su fb, il consigliere comunale 5 Stelle di Campi Bisenzio, Niccolò Rigacci, non perde l’occasione per contestare le ennesime spese pazze della amministrazione campigiana e lo fa con un consuntivo legato alle feste Natalizie. “Ora è chiaro perché il sindaco ha sparato la balla colossale che a festeggiare l’ultimo dell’anno in piazza ci fossero 3.000 persone !”, afferma Rigacci, riferendosi al suo precedente post, “Nonostante che la delibera, fosse seppellita tra le decine dell’ultimo dell’anno, qualcuno si sarebbe accorto che per le feste natalizie si sono spesi 40.000 euro. Avendo pompato a dismisura le spese, bisognava pompare a dismisura i risultati!” e .. come non dargli torto.
In effetti, leggendo la delibera si scopre che solo per i sei giorni di “laboratori con attività ludiche e giochi per bambini” l’associazione Atto Due ha intascato 31.250 euro !”, una bella cifra e se si fanno due semplici calcoli si scopre che paradossalmente si sono spese più di 5.200 euro al giorno, pari a più di 500 euro l’ora se si sconsiderano 10 ore al giorno ! Un impiego veramente ben pagato, che potrebbe far gola a molti in questi periodi..
“Il problema è che i risultati sono finti, ma i soldi sono veri”, incalza Rigacci “e ce li mettiamo noi con l’IMU, con il costo dei servizi comunali, con i tagli sulla spesa per l’edilizia scolastica.”
“Con quei soldi non si ripiana il debito del Comune, ma si può di certo dare una risposta immediata ai campigiani in difficoltà; ricordiamo la nostra lettera al sindaco sull’emergenza abitativa, tutt’ora senza risposta.”
“Queste spese sono la dimostrazione di quali siano i criteri scellerati seguiti da questa amministrazione: marketing per promuovere sé stessi e distribuzione di prebende per mantenere il consenso. Purtroppo senza una corretta informazione i cittadini sono spacciati: tempestati dal mantra che “i soldi sono finiti” (quando invece il fiume di denaro speso non si arresta) e ingannati da messaggi pubblicitari falsi che la stampa rilancia e non smaschera, tradendo la sua missione.”
“Io non ho parole, lascio i commenti ai cittadini… ” dice in conclusione Rigacci; anch’io sono senza parole .. perchè obiettivamente questa il Fossi ce la deve proprio spiegare ..

Fabio J.Onlus porta uno spettacolo di beneficenza al Teatro Dante direttamente dalla Biennale di venezia

24 novembre 2013

Volantino-TANDEM1

“AMICI PER CASO” e “Amici x Caso”, facciamo un pò di chiarezza .. dura reazione del presidente Matteini

24 maggio 2013

Dura reazione del presidente dell’Associazione Amici per Caso di Capalle, Daniele Matteini, a fronte della curiosa e strana analogia fra le due associazioni campigiane. L’una con chiari intenti apartitici e l’altra con evidenti e intenzionali apparentamenti politici. Una analogia che ha molto di che interrogarsi, dal momento che qualcuno ha deciso di distinguere la seconda associazione solo per una “preposizione” scritta, tale da risultare indistinguibile in una affermazione verbale. Visto che di “caso” si parla, ci piacerebbe sapere se tale lo sia stato veramente o meno ..
Ecco il comunicato: “Dopo varie sollecitazioni e richieste di delucidazioni mi vedo costretto, ma soprattutto in dovere in funzione della carica che ricopro (attualmente sono il Presidente dell’associazione “AMICI PER CASO” di CAPALLE), a far chiarezza su fatto che il partito SEL di Campi Bisenzio abbia inserito nella propria lista una candidata che si definisce presidente “Associazione Amici x Caso”, tale carica probabilmente e’ giusta, ma non fà assolutamente riferimento all’ Associazione “AMICI PER CASO” di CAPALLE, ma bensì ad un’altra Associazione che svolge ben altre attivita’ e che ha avuto la bell’idea di chiamarsi come noi mettendo semplicemente una “x” al posto di “per” (mi piacerebbe sapere chi e’ il Fantasista). Vorrei inoltre far presente che la nostra Associazione e’ Apartitica Apolitica e che non e’ attualmente impegnata in nessuna campagna elettorale, se non a livello di privati cittadini. Restiamo comunque vigili e sensibili a cio’ che accade intorno a noi continuando a portare avanti il nostro dialogo sia con l’Amministrazione Comunale che con le altre Associazioni, Forze Politiche, Cittadini e quant’altro per far sì di migliorare l’aspetto e la vivibilità del nostro territorio.”

Delusione alla Fratellanza Popolare di San Donnino: “Pensavamo al Defibrillatore per salvare la vita … ma l’IMU ci ammazza !!!”

17 dicembre 2012

Brutte sorprese per il Consiglio Direttivo ed i Volontari dell’Associazione della Fratellanza Popolare di San Donnino. Il regolamento sull’I.M.U. per gli enti no profit (decreto del ministero dell’economia e delle finanze n. 200 del 19 novembre 2012) pubblicato sulla gazzetta ufficiale n.274 fa cadere una brutta tegola sull’Associazione.
La Fratellanza infatti, secondo gli ultimi chiarimenti sulle “esenzioni” IMU, sarà costretta a versare 11.414,36 €. Questo perche’ l’ attività Sanitaria e Socio Sanitaria svolta nei locali della Fratellanza Popolare viene considerata secondo quanto sopra detto attività commerciale e quindi soggetti ad IMU.
Ma l’assurdo è che, per l’anno 2012,  tutto lo stabile è soggetto a IMU, quindi non solo le “superfici” dove ipoteticamente si svolge l’attività commerciale (40% del totale di superficie), ma bensì per tutta la sede della Fratellanza …..Quindi verrà pagata l’IMU per le camere dove dormono ogni sera i Volontari impegnati nei turni per emergenza 118, per il centralino che gestisce e organizza i Volontari per i turni dei servizi sociali per trasportare persone, per i bagni utilizzati dai Volontari, per il garage dei mezzi per i quali anche i cittadini contribuisco all’acquisto con donazioni, per i magazzini di protezione civile.
Tutto questo è veramente ridicolo!!
“A tutti è noto come l’Associazione non possa essere equiparata ad un normale centro ambulatoriale privato profit, dove gli amministratori fanno una logica e giusta ripartizione degli utili, oppure il nostro circolo come un bar in pieno centro” afferma il Presidente Alessio Ciriolo. “La nostra è proprio un’altra storia: sapete come noi avevamo pensato di far quadrare i conti quest’anno? Io e tutto il Consiglio Direttivo (quindi ipoteticamente gli amministratori) insieme ai Volontari, sapete dove andiamo questo ed i prossimi sabato e domenica? Di turno, grazie alla collaborazione con il centro commerciali I Gigli, ad impacchettare regali per raccogliere fondi e acquistare il defibrillatore da mettere sull’ ambulanza di emergenza 118 dopo che la scorsa settimana ,46 volontari , hanno fatto e sono stati promossi al corso della Centrale 118 per esecutori di defibrillazione precoce”.
“La Fratellanza Popolare ha un finanziamento di 110.000 € perché ha acquistato lo scorso anno un’ ambulanza per l’emergenza e un furgone trasporto disabili…. questi sarebbe gli utili dell’attività commerciale per cui ci fanno pagare l’IMU ??!!!”
“Anche analizziamo l’attività ambulatoriale l’IMU che ci applicano sa di beffa: l’attività è prevista dallo statuto e dagli scopi statutari stessi: utilizziamo tariffe sociali, calmierando i prezzi di mercato per favorire la popolazione che trova da noi alta qualità nelle prestazioni e tariffe pari al servizio pubblico. Inoltre gli introiti provenienti delle attività vengono sempre reinvestite nello sviluppo: ultimo esempio sono l’ecografo e l’audioimpedenziomentro acquistati un paio di mesi fa”
” Non riusciamo a capire come si possa considerarci un’attività commerciale”
” Questi 11.414,36 € mettono a rischio le finanze dell’Associazione e rischiano di comprometterne il futuro.” prosegue la Vice Presidente Lucia Chieffo”
Forse oggi i proventi, della raccolta ai Gigli, il mercatino di beneficienza per Natale, i rimborsi della Società della Saluti per il trasporto sociale -dalla ASL per trasporti Sanitari il tutto svolto con VOLONTARI, dovremo utilizzarli per la rata dell’IMU anziché per il defibrillatore”
Il rispetto della Legge è caratteristica fondamentale delle nostre Pubbliche Assistenze, e quindi, ovviamente indignati, pagheremo.
“La difficoltà più grossa che sentiamo” concludono Ciriolo e Chieffo “è che di nuovo dovremo chiedere sforzo in più ai Volontari, che, per 24 ore al giorno, senza Domeniche, Natale o feste comandate, portano avanti la loro scelta di aiutare il prossimo. Chiediamo a tutti, se possibile, di sostenerci, cosi’ come faranno col rinnovo delle tessere i nostri Soci che ogni anno e per tutto l’anno ci sostengono nell’obiettivo primario della Fratellanza Popolare San Donnino : la SOLIDARIETA’ ”.

(Tele) VISIONI di TEATRO: Domenica 11 Novembre 2012 ore 21:00 – “COSI’ E’ (SE VI PARE) di Luigi Pirandello – Regia di Giorgio De Lullo

11 novembre 2012

E’ giunto al 5° appuntamento l’iniziativa di (Tele) VISIONI di TEATRO a cura dell’Associazione Culturale SALTO NEL BUIO di Campi Bisenzio che si svolge, come di consuetudine, nella Sala prove teatrali (adibita a sala proiezioni) all’interno del Circolo Arci “La Libertà del 1945″ di Viaccia in Via Pistoiese, 659 a Prato.
Domenica 11 Novembre 2012 alle ore 21:00, COSI’ E’ (SE VI PARE) di Luigi Pirandello per la Regia di Giorgio De Lullo.
Una delle opere più note e significative di Luigi Pirandello, COSI’ E’ (SE VI PARE), scritta nel 1917, è un dramma di parole, non di azione. Al centro della storia, l’autore mette la ricerca della verità sui fatti degli altri, un’ossessione di questi personaggi che rappresentano forse l’opinione del popolo o come questa si forma e si modifica.
Quest’opera ci lascia anche oggi molti interrogativi sulla conoscenza degli altri, dei fatti degli altri e, forse, anche di noi stessi.
Il dramma viene presentato nella storica messa in scena della “Compagnia del Giovani” con: Romolo Valli, Rossella Falk, Paolo Stoppa, Elsa Albani, Ferruccio De Ceresa, Anita Bertolucci, Isabella Guidotti, Nietta Zocchi, Antonio Colonnello.
Un’ottima dimostrazione pratica per chi è interessato a: Recitazione con ritmo serrato, utilizzo delle Luci per sottolineare la narrazione della storia e per suscitare emozioni, armonia nei costumi, saper piangere in scena e mlto altro. Insomma, un CAPOLAVORO assoluto!
Per qualsiasi info: Associazione Culturale Teatrale SALTO NEL BUIO, Via Guido Mammoli, 23/D a Campi Bisenzio – salto.nel.buio@tiscali.it

(Nella foto: Anita Bertolucci e Romolo Valli)

“Il pelo sullo stomaco”

5 novembre 2012

Da MenteLocale della Piana. Nel mese di ottobre è stata presentata l’associazione di volontariato Futura Memoria, con lo scopo di valorizzare la Memoria (con la maiuscola, chissà perché?), la cittadinanza attiva, l’impegno, la non discriminazione e tante altre belle cosine.
Come si fa a non essere d’accordo? L’associazione è stata però presentata alla presenza degli assessori Fossi e Pillozzi, entrambi candidati alle primarie, e subito i cittadini hanno sentito odore di bruciato, tanto che la vicenda è stata oggetto di una furiosa polemica su Campi Bisenzio Notizie Blog, da cui traiamo le seguenti precisazioni di un noto (noto… vabbeh, qualcuno lo conoscerà…) esponente del PD: “La presenza degli assessori ha ragioni strettamente di imparzialità in quanto candidati alla carica di sindaco (e se vogliamo dirla tutta Fossi, come assessore alle Politiche Educative, ha coordinato il progetto in passato, quindi perché non doveva partecipare?).
Mi piacerebbe si leggesse bene le cose prima di commentare: progetto della memoria, un progetto che funziona, organizzato per 5 anni da Auser, Comune, Macramè e tanti altri soggetti, per motivi di semplificazione e non disperdere le forze si unisce in un unico soggetto, dove solo pochi adulti entrano e ci saranno tutti ragazzi. Il senso è questo. Per mettere in dubbio anche l’onestà di ragazzi di 16 anni ci vuole pelo sullo stomaco”.
Premesso che, dopo averne viste di tutte con la storia del volontariato a pago, a Campi Bisenzio, il pelo sullo stomaco deve essere venuto anche ai neonati, e quindi c’è venuta la voglia di approfondire un po’, ed ecco quello che si è scoperto:
1) Nel direttivo dell’associazione siedono Elio Pattume (sostenitore di Abbiamo a cuore il PD); Gianni Panerai (ex consigliere provinciale per il PD e sostenitore di Abbiamo a cuore…); Santa Murgia (consigliere comunale PD); Giuseppe Costa (sostenitore di Abbiamo… insomma lo sapete); Alfina Favara dell’Auser . Tra gli scopi dell’associazione c’è anche “svolgere qualsiasi operazione  economica o finanziaria, mobiliare o immobiliare, purché operi il migliore raggiungimento dei propri fini istituzionali”. Che è una cosa strana per un’associazione di volontariato, che normalmente non svolge operazioni finanziarie e immobiliari.
2) La cosa strana si spiega con un altro fine dell’associazione: creazione di spazi fisici e virtuali per favorire la libera circolazione di idee e la diffusione delle attività svolte, a vantaggio sia dei soci dell’associazione che della cittadinanza”. È per questo che serve l’inciso di cui al punto 1, che sennò non si spiega.  Saremo maligni, ma diteci la verità: non è venuto a mente anche a voi lettori che si tratti di una riproposizione dell’infausta operazione dell’affitto del Museo Civico, ahimè scomparso dalla Memoria e che uscito dalla porta ora potrebbe rientrare dalla finestra? (Non ti scordar di me… Il Museo civico carsico e EDITORIALE news 2 (ancora sul Museo Civico a Campi))
3) L’onestà di ragazzi di 15-16 anni è fuori luogo, almeno fino a prova contraria. Ma perché questi ragazzi hanno bisogno della tutela di tutti questi personaggi legati alla politica? Perché l’associazione la dirigono i personaggi, mica i sedicenni.
4) Sarà un caso, ma è programmatico per questa associazione, nel senso che l’hanno messo proprio nel programma), attivare “la stipula di apposite convenzioni con Enti già impegnati o interessati” ecc. ecc. Si sta per caso dicendo che si busserà a quattrini al Comune (nel caso si spiegherebbe con facilità a cosa servano i di sopra citati personaggi)? Se capita, avvertiamo che sarà inutile opporre, come è stato fatto durante la polemica furiosa, questioni di privacy; quando i soldi escono dalle tasche pubbliche non c’è privacy che tenga. Questo è il ragionamento di Fiorito, che sosteneva che una volta che i soldi uscivano dalle tasche pubbliche della Regione e entravano nelle tasche private dei partiti, uno ci faceva quello che voleva e non doveva rendere conto a nessuno. Ora è a bottega anche lui. Almeno noi chiederemo conto.
5) Un’ultima domanda; ma a questi sedicenni così innocenti, così puri, che cosa gliene sarà fregato di assicurare la par condicio e che presentassero la nuova associazione tutti i candidati alle primarie sennò succedeva un casino? Che cosa gliene sarà fregato di assicurare gli equilibri interni del PD?
Sbaglieremo, ma visto l’ambientino ci metterà poco a venir il pelo sullo stomaco anche a loro.

(Tele)VISIONI di TEATRO” passa al programma serale con “ANTIGONE” di Sofocle

2 novembre 2012

Dopo i primi tre appuntamenti di domenica pomeriggio, “(Tele)VISIONI di TEATRO” passa, come previsto dal programma, alla sera dopo cena alle 21:00 con quattro appuntamenti.
Si comincia oggi Venerdì 2 Novembre 2012 con “ANTIGONE” di Sofocle, per la regia di Walter Le Moli, con la traduzione del filosofo Massimo Cacciari. Si tratta di una produzione, per la stagione 2006/2007, del Teatro Stabile di Torino realizzata in collaborazione con Teatro di Roma e Fondazione Teatro Due di Parma, con Elia Schilton, Paola De Crescenzo, Franca Penone, Giancarlo Ilari, Fausto Cabra, Marco Toloni, Nanni Tormen, Maria Grazia Solano, Valentina Bartolo, Francesco Rossini, Enzo Curcurù, Lino Guanciale, Alberto Onofrietti e con Enzo Salzano (viola), Alberto Capellaro (violoncello), Marina Martianova (violino), Elena Casottana (violino). Le scene sono di Tiziano Santi, i costumi di Vera Marzot, le musiche di Alessandro Nidi, e le luci di Claudio Coloretti, mentre il
direttore assistente è Karina Arutyunyan.
Antigone di Sofocle, una delle più note tragedie greche, è una storia che ci fa riflettere sulla ribellione degli uomini, in questo caso di una giovane donna, ai regimi totalitari con le tragiche conseguenze che da questa derivano irrimediabilmente. Un argomento sempre di triste attualità.
(Tele)VISIONI di TEATRO, si svolge al Circolo Arci “La Libertà del 1945” di Viaccia in Via Pistoiese, 659 a Prato.

Ismene (Franca Penone) Antigone (Paola De Crescenzo)


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower