Posts Tagged ‘alessio’

Borgonovo: Colzi esprime le condoglianze del Consiglio Comunale di Campi

28 giugno 2013

Ricevo e pubblico questa nota di condiglianze e ringraziamento alla famiglia Borgonovo e alla Misericordia di Campi che ha seguito Stefano in questi anni.
“A nome del Consiglio Comunale di Campi Bisenzio, desidero esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia Borgonovo. Desideriamo farlo perché tra Stefano e la nostra città era nato un rapporto riservato ma speciale, attraverso l’impegno dei volontari della Confraternita di Misericordia di Campi Bisenzio, che hanno avuto l’onore di accompagnarlo nei momenti più significativi della sua battaglia contro la SLA, a cominciare dall’indimenticabile amichevole dell’ottobre 2008 al Franchi, dove con grande coraggio, mostrò per la prima volta in pubblico il dramma che stava vivendo.
Come rappresentanti cittadini, vogliamo esprimere la nostra vicinanza e gratitudine alla famiglia, ai volontari della Misericordia e a tutte le persone che in silenzio soffrono di questa terribile malattia, per i valori che in questi anni
hanno saputo trasmettere, attraverso la figura di Stefano”.Il Presidente del Consiglio Comunale di Campi Bisenzio
Alessio Colzi

CiacciMagazine: 12 e 13 Giugno 2013 – Buon compleanno referendum !

13 giugno 2013

Riporto, dal sito CiacciMagazine dell’Assessore all’ambiente del comune di Capannori, Alessio Ciacci:

A due anni dalla vittoria referendaria per l’acqua bene comune la lotta continua!
Il 12 e 13 Giugno 2011, dopo molti anni, i referendum hanno di nuovo raggiunto il quorum e sono tornati ad essere lo strumento di democrazia diretta che la Costituzione garantisce. La maggioranza assoluta delle italiane e degli italiani si è espresso a favore della fuoriuscita dell’acqua e dei servizi pubblici locali da una logica di mercato e di profitto.
Le iniziative messe in campo in questi due anni per l’attuazione dei referendum, a partire dalla Campagna di Obbedienza Civile, passando per le manifestazioni nazionali del 26 novembre 2011, quella del 2 giugno e del 15 dicembre 2012, per finire ai diversi percorsi di ripubblicizzazione aperti nei territori, oltre al fatto che la lotta per l’acqua si è sempre più intrecciata con le altre vertenze per la difesa dei beni comuni e contro le speculazioni, dimostrano la persistenza del movimento dell’acqua e le ragioni profonde che hanno portato alla vittoria refendaria del 2011. Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua da sempre sostiene che il rispetto dell’esito referendario non può essere in nessun caso considerata mero adempimento tecnico, bensì elemento sostanziale di rispetto del voto democratico della maggioranza assoluta del popolo italiano.
Su questa base in occasione del 2° anniversario dei referendum, oltre a mettere in campo diverse iniziative diffuse sui territori, abbiamo deciso di sollecitare i parlamentari affinchè s’impegnino in un’iniziativa politica per costruire un “intergruppo dei parlamentari per l’acqua bene comune” che si ponga l’obiettivo di intraprendere un percorso legislativo per giungere ad una gestione pubblica e partecipativa del servizio idrico integrato. In merito, a nostro avviso, il primo atto che deve intraprendere tale intergruppo è la sottoscrizione e il deposito del testo della proposta di legge d’iniziativa popolare promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.
La costituzione dell’intergruppo dei parlamentari per l’acqua bene comune avverrà il 12 giugno a partire dalle ore 11.00 con un’assemblea pubblica in Piazza Montecitorio promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua la quale si pone l’obiettivo di dare un segnale forte affinchè si dia seguito al mandato ricevuto dalle elettrici e dagli elettori a due anni dai referendum.
L’invito a tutte e tutti è quello di partecipare alle iniziative in programma in occasione del 2° anniversario dei referendum e alle attività dei comitati territoriali, perchè oggi ancor più di ieri, si scrive acqua e si legge democrazia!
Tra le tante iniziative che trovate al seguente link segnaliamo quella prevista a Roma il 12 giugno in Piazza S. Cosimato dalle ore 18.00 – Incontro pubblico “Fuori i privati dall’acqua, verso la ripubblicizzazione”, ne parliamo con STEFANO RODOTA’. A seguire PONENTINO TRIO e ASCANIO CELESTINI.

Il Cuore Rivelatore – La mostra di pittura di Alessio Calega a Tetaro S.Stefano (17-18 Maggio)

13 maggio 2013

Mostra di Pittura vernissage

Dimissioni di Serena Pillozzi: la nota del gruppo del Partito Democratico di Campi Bisenzio

14 dicembre 2012

Ricevo e pubblico questa breve nota di Alessio Colzi, da parte del gruppo PD di Campi Bisenzio, in relazione alle dimissioni del vice-sindaco Serena Pillozzi:

A nome del gruppo del Partito Democratico di Campi Bisenzio, esprimo un sentito ringraziamento a Serena Pillozzi per l’attività amministrativa svolta in questi anni. Anni durante i quali ha dimostrato sempre un profondo disinteresse personale e un elevato senso della cosa pubblica, anteponendo spesso e volentieri l’impegno istituzionale a quello lavorativo e ai propri affetti privati. Il gruppo del PD sottolinea il proprio apprezzamento per il lavoro svolto da Serena, all’interno di una maggioranza e di una Giunta dalla quale noi tutti ci sentiamo rappresentati e con la quale andremo avanti fino al termine della legislatura, cercando di confermare quanto di buono abbiamo saputo fare fino ad oggi e iniziando a gettare insieme le basi per la costruzione del futuro e rinnovato progetto di governo.

Fratellanza Popolare San Donnino: La diagnostica sempre all’avanguardia. Crescita in quantità, ma soprattutto in qualità delle prestazioni diagnostiche e specialiste

29 settembre 2012

L’Associazione sandonninese nei prossimi giorni effettuerà vari interventi di potenziamento e miglioramento dei servizi offerti in sede oltre a facilitare per i cittadini l’accesso agli stessi. La Fratellanza ha infatti acquistato due nuovi strumenti, un ecografo ed un audioimpedenziometro, per migliorare i servizi offerti.
“Abbiamo deciso di fare un importante investimento che permetterà di approfondire con uno strumento di ultimissima tecnologia la branca dell’ecografia del nostro Poliambulatorio” spiega Alessio Ciriolo presidente dell’Associazione. “Crediamo che sia sempre più importante offrire, soprattutto in una struttura sociale e attenta alle esigenze dei cittadini come la Fratellanza, una diagnostica sempre più professionale, accompagnata da ottimi medici professionali”.
Proprio di recente, il poliambulatorio, si è avvalso di un nuovo medico radiologo in aggiunta allo specialista in ecografie ostearticolari presente in struttura.
Il nuovo ecografo multidisciplinare è dotato di un sistema diagnostico ad ultrasuoni, con metodo di scansione elettronico con sonde per parti vascolari, doppler, pashed array (eco cuore) e tutte le altre ecografie, compresa l’eco mammaria e le ginecologiche. “Sarà uno strumento che, potrà essere utilizzato a complemento e approfondimento delle visite specialistiche in tantissimi ambiti. Lo potranno utilizzare radiologo, cardiologo, angiologo, chirurgo, ortopedico ed endocrinologo, per caratterizzare al meglio le loro prestazioni” spiega il Direttore Sanitario del Poliambulatorio Dott. Attilio Carini.
Altra professionalità verrà aggiunta nel campo dell’otorinolaringoiatria con l’acquisto di un audioimpedenziometro. Lo strumento servirà per implementare gli esami necessari all’otorinolaringoiatria, che con il nuovo apparecchio, potrà aggiungere agli esami già in essere anche la timpanometria assoluta e compensata, riflessi ipsi e contra, growth, decay, audiometria tonale e vocale.
“E’ importante”, prosegue Alessio Ciriolo, “oltre all’inaugurazione di questi nuovi strumenti, non perdere mai di vista gli obiettivi che l’Associazione persiste da ormai decenni : la vicinanza al cittadino. Ecco perché, oltre ad iniziative come il contenimento dei costi del nostro poliambulatorio e l’apertura del sabato mattina (momento in cui molti possono effettuare visite senza prendere permessi a lavoro) avviata da settembre, cerchiamo per le fasce più deboli di attuare delle promozioni con “pacchetti” di controllo. Per il mese di ottobre e novembre è organizzata la campagna cardiologica, nella quale la vista con elettrocardiogramma e eco cuore, verranno eseguiti in un’unica seduta e a prezzi ridotti per le fasce deboli, i soci Fratellanza ed i soci COOP”.
Da Ottobre partirà anche un nuovo servizio al Poliambulatorio . Per andare incontro alle esigenze di coloro che hanno sempre meno tempo, perché a lavoro o impegnati in qualche attività, dal 01 Ottobre potranno essere richieste le prescrizioni di farmaci e la prenotazione degli esami diagnostici e/o visite specialistiche per mail.
Basterà scrivere a poliambulatorio@fratellanzasandonnino.it e ogni richiesta verrà evasa via mail e/o consegnata al proprio medico curante.
Domenica 30 Settembre sarà un giorno di festa in Associazione. Prima dell’apertura dell’ultima serata della sagra della tagliata e pecora, organizzata nella sede per raccogliere fondi per l’acquisto degli strumenti sopra citati, inaugurazione alle 17:00 alla presenza dell’amministrazione comunale di Campi Bisenzio, oltre che il nuovo ecografo e audioimpedenzomentro, anche il “baby point” , la stanza con fasciatoio per poter cambiare i bimbi che l’Associazione ha creato grazie alla collaborazione con l’Associazione Mamme amiche di Campi Bisenzio.

Bilancio 2012-1 del Comune di Campi Bisenzio: “un’azione nè preziosa, nè coraggiosa”, la risposta alle osservazioni di Alessio Colzi

30 giugno 2012

Dopo aver pubblicato le considerazioni di Alessio Colzi sull’opera di bilancio 2012-1 del comune di Campi Bisenzio, approvato nello scorso consiglio; ricevo e pubblico anche le osservazioni di Paolo Lombardi:

A volte mi domando se i sedicenti politici prestano veramente fede alle illusioni che ci raccontano, o se invece, cinici, fidano in una naturale dabbenaggine dei cittadini. Per motivi di compassione, mi auguro quasi la seconda cosa.
Farò qui solo due osservazioni:
1) chi sa come è stato chiuso il bilancio 2008, trae poco conforto dal fatto che i conti 2013 siano migliori (per gli altri sarebbe utile leggere la relativa relazione della corte dei conti di cui ha già parlato Mente Locale). Colzi vanta l’attivo del bilancio, di oltre 5 milioni di euro. Quest’attivo, però, si realizza davvero se si realizzano tutta una serie di previsioni per ora aleatorie ed è quindi un attivo contabile, un puro segno più su un pezzo di carta; ma la realtà delle casse del comune è ben diversa, visto che Colzi stesso ammette che il comune paga in ritardo i fornitori. Se ne deduce che il bilancio comune soffre di una mancanza di liquidità, ossia il bilancio sarà in attivo ma i soldi in tasca non ci sono, altrimenti il comune farebbe fronte ai propri obblighi nei tempi prescritti dalla legge. Lo squilibrio finanziario rimane tutto. Tra l’altro, un’entità che non riesce a far fronte ai propri obblighi se non ricorrendo a nuovi prestiti, da un punto di vista tecnico, è un soggetto fallito. Quindi la lezione di questi anni di Islanda, Grecia, Portogallo, Islanda, Spagna non ha insegnato nulla.
2) Traffico, inceneritore e aereoporto non c’entrano nulla con lo sviluppo demografico del territorio, tanto più che l’indice di natalità, secondo la relazione programmatica 2011-2013 dello stesso comune di Campi, è salito dal 2006 al 2010 dall’11,15 per mille alla iperbolica cifra dell’… 11,24 per mille. E le cifre degli altri comuni non sono molto diverse. Quindi non è che nascono più bambini; è che la popolazione viene espulsa dalla città e riversata sui centri minori nella Piana dove trova alloggi a prezzi sostenibili mentre la città metropolitana è sempre più vuota di cittadini e sempre più in mano ai grandi interessi finanziari e agli immobiliaristi (vedi caso Castello).
Quindi c’è una politica voluta, attuata e attivamente ricercata che ha preferito attuare il consumo di territorio e il gigantismo infrastrutturale spedendo fuori dalla cerchia urbana i cittadini dove potevano e relegandoli al rango di consumatori.
Ma facciamo un esempio: se, come caldeggia AdF dal 2003 (e il comune di Firenze, da sempre amministrato PD, è socio di AdF), si fosse già realizzata la pista parallela e il transito dei passeggeri dell’aereoporto fosse arrivato agli sperati 4.000.000, con 2.200.000 persone in più nella Piana concentrate nei mesi estivi, come si potrebbe affrontare la crisi idrica di quest’anno? Ecco un bell’esempio di consumo del territorio e delle risorse allegramente sperperate, tanto i futuri aumenti della risorsa diminuita e quindi più cara ricadranno in tasca ai cittadini. Forse si poteva e si doveva attuare una politica diversa, che amministrasse con attenzione le magre risorse ambientali e comuni rimaste e puntasse sullo sviluppo della qualità della vita anziché sulle infrastrutture.
Ma chi l’ha attuata questa politica ? Renzi e Rossi con l’aereoporto ? Chini con i centri commerciali ?
Quindi l’azione di quest’amministrazione non è stata né preziosa né coraggiosa, e i cittadini non mancheranno, alle prossime amministrative, di sanzionarla come merita. Per allora, sarà inutile frignare sull’antipolitica.
Paolo Lombardi

Bilancio 2012-1 del Comune di Campi Bisenzio: le opinioni di Alessio Colzi (PD)

30 giugno 2012

Ricevo una breve nota da Alessio Colzi, consigliere comunale di Campi Bisenzio, nonchè capogruppo del PD in consiglio comunale, dopo la seduta dell’altro ieri.

Il bilancio approvato rende merito al lavoro di questi anni.
Nel 2013 i conti di Campi Bisenzio sono migliori di quelli del 2008 e non c’è oppositore che possa dire il contrario. Ma i problemi non sono alle spalle. Serve lavorare su indebitamento e residui attivi, ancora troppo alti, così come dispiace che alcuni pagamenti a imprese e associazioni siano in ritardo.
Chi intende governare Campi deve promuovere ora una svolta culturale che parta dal rendere trasparenti e comprensibili, magari attraverso la rete, le scelte di bilancio, ridurre la spesa corrente e non legare il futuro solo agli oneri di urbanizzazione.
Gli investimenti privati sono importanti ma non sono automatici in tempi difficili e bisogna interrogarsi fin dove è possibile spingere il consumo di territorio, sebbene a Campi sia stato condotto, in genere, nel segno della qualità e della pubblica utilità.
I problemi come traffico, termovalorizzatore, aeroporto, alloggi, scuole, sono in parte conseguenza di uno sviluppo demografico e funzioni che non sempre è stato accompagnato da un efficiente sistema di servizi.
L’impegno di sindaco e Giunta ci offre linee guida preziose e lascia in dote scelte coraggiose come l’esenzione sull’addizionale Irpef per i redditi fino a 15mila euro o come sull’Imu, dove la maggioranza ha preferito il realismo al populismo di altri, che di fronte alle incertezze della nuova
imposta, ci avrebbe esposti a rischi per milioni di euro.
In tre parole, dico che si deve uscire però dalla logica dell’emergenza che ha dettato l’agenda finora, per costruire basi economiche e culturali più stabili e al passo coi tempi, perché lo spread tra istituzioni e cittadini è alto, anche a Campi.
Questo dovrebbe segnare, insieme ad altro, il dibattito del Pd in vista del 2013: lasciamo stare la paura dell’antipolitica o l’ansia di
creare comitati per le elezioni nazionali quando ancora non si conoscono regole, candidati e il nostro impegno dovrebbe essere concentrato prima di tutto su Campi.
Perdiamo tempo, si creano tensioni, si ridà fiato a persone che hanno già attraversato decine di stagioni politiche. Il Pd è la prima di forza politica e deve dare invece a Campi una classe dirigente rinnovata, che preservi i buoni risultati di ieri e oggi, ma parli di domani e sappia rendersi diversa dall’imitazione di logiche politiche indebolite.

Noi sciacalli? E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.

21 luglio 2011

Ricevo e pubblico una risposta al comunicato di Colzi in relazione alla questione emergenza abitazioni, da parte di Lorenzo Ballerini, Segretario Rifondazione Comunista Campi Bisenzio, che in un precedente post aveva portato all’attenzione l’indifferenza dell’amministrazione verso le problematiche di una famiglia campigiana prossima allo sfratto.

Noi sciacalli?
E’ il PD che se ne frega della gente che viene sfrattata.
La risposta che il capogruppo PD Colzi ha dato al nostro comunicato riguardo l’imminente sgombero di una famiglia sul nostro territorio è offensiva e allo stesso tempo imbarazzante.
In tutte le parole che Colzi spende nel suo comunicato, perchè non dice niente sul motivo per cui durante il consiglio comunale in aprile, non ha votato a favore della utilizzazione sociale di un terreno in vendita a San Piero a Ponti ?
Forse la costruzione di nuove case popolari non sarà la soluzione migliore, ma allora quale risposta diamo a chi fra qualche giorno non avrà più una casa ?
Inoltre non è assolutamente vero che il PRC fa sciacallaggio sulla pelle della povera gente, anzi, da quello che la signora Calogera afferma (“Il comune mi dice che i prezzi delle case sono scesi e che devo trovarmi un affitto a 500 euro” La Nazione 18 luglio), sembra invece, e pare innegabile, che l’amministrazione comunale se ne frega di chi rischia di perdere la propria casa !
Sono queste le “riposte concrete” di cui parla Colzi?
Forse dentro il Pd c’è chi dice una cosa e invece poi fa tutto l’opposto.
Mi dispiace per tutta la sua buona volontà nel tappare i buchi del suo partito, ma forse farebbe bene a guardarsi un po’ intorno prima di fare dichiarazioni offensive e che non hanno nessun senso.
Lorenzo Ballerini
Seg. Rifondazione Comunista Campi Bisenzio

La virtù del riciclo, in una trasmissione in onda domani; il confronto fra Davide e Golia sulla questione dei rifiuti

16 gennaio 2011

L'assessore Alessio Ciacci

Il titolo forse può sembrare altisonante, ma non potrei definire differentemente l’appuntamento di domani lunedì 17 gennaio su Rtv 38 in diretta dalle 21.10 alle 23.00, dal titolo “La virtù del riciclo”, all’interno della rubrica dedicata all’ “Approfondimento”.
Durante la serata, che cercherò di rendere disponibile anche successivamente, si alterneranno fra gli ospiti, due personaggi che rappresentano i poli opposti (in senso pratico) di una ottimale e responsabile gestione dei rifiuti, ossia Livio Giannotti di Quadrifoglio ed Alessio Ciacci Ass. all’ambiente del comune Capannori, che in questi ultimi anni ha dimostrato di poter attuare un chiaro e preciso percorso di smaltimento senza dover ricorrere alle sciagurate pratiche tanto ricercate nella piana fiorentina (mi riferisco ovviamente all’incenerimento).
E’ quindi una trasmissione da non perdere; il gigante della gestione rifiuti della piana a confronto con un giovane assessore che sta portando avanti la precisa volontà di un comune a pochi chilometri da noi, sapendo credere in un percorso pulito e sano per lo smaltimento dei rifiuti.
Gli altri ospiti saranno Francesco Meneguzzo – ricercatore CNR, Valerio Caramassi – Revet ed altri dei quali non conosco nomi ed incarichi. La trasmissione si svolgerà a Firenze presso Studio 80.

Volete approfondire ? ecco a voi un interessante video sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Capannori, nessun miracolo se non quello di essere convinti di fare qualcosa per l’ambiente e per le nostre tasche.

Io sono socio…e tu ? inizia il 22 Novembre la campagna tesseramento soci 2011 della Fratellanza Popolare di San Donnino

18 novembre 2010

Inizierà dal 22 Novembre la campagna di tesseramento soci 2011 promossa dalla Fratellanza Popolare di San Donnino denominata “ Io sono socio…e tu?”.
Anche quest’anno la quota associativa è stata confermata a 10 € per chi ha tra i 18 ed i 75 anni ed è gratuita per minori e le persone con più di 75 anni.
Un’incaricata della Fratellanza passerà per le abitazioni di San Donnino per agevolare sia il tesseramento dei soci 2010 sia per eventuali nuove adesioni.
«E’ un momento importantissimo della vita associativa», dice Alessio Ciriolo, Presidente della Fratellanza, «il numero dei Soci, specialmente in una piccola frazione come San Donnino, ci permette di capire se ciò che l’Associazione riesce ad offrire ai cittadini è da loro apprezzato. Lo scorso anno,circa la metà dei Sandonninesi aveva in tasca la tessera dell’Associazione e per noi è un segno di grande apprezzamento per il ruolo e l’attività della struttura».
Il tesseramento è un momento importante anche per il bilancio dell’Associazione.
«In un periodo come l’attuale, nel quale molti rimborsi e contributi ci vengono tagliati dalle Istituzioni», afferma Lucia Chieffo, vicepresidente «l’Associazione per sopravvivere ha assoluto bisogno del sostegno economico del tesseramento. Ricordo che la Fratellanza garantisce ad ogni socio importanti vantaggi: sconti sulle prestazioni offerte dal Poliambulatorio, priorità sui trasporti sociali, sull’uso degli spazi dell’Associazione e sull’attività riscreativa ed offre importanti convenzioni con realtà economiche del territorio ».
La Fratellanza Popolare San Donnino ha un ruolo importante per le persone piu’ deboli, gli anziani ed una porta aperta per tutti coloro che necessitano di assistenza socio-sanitaria. Nel corso del 2010 i numeri del lavoro svolto dall’Associazione sono in forte crescita. Sono stati effettuati fino ad oggi: 357 trasporti sanitari 118, oltre 7000 viaggi per trasporti disabili, anziani,accompagnamento a visite, dialisi e chemioterapie e sono state erogate presso il poliambulatorio oltre 3200 visite specialistiche e diverse campagne gratuite di prevenzione.
L’ A.V.S. Fratellanza Popolare di S. Donnino nasce nel 1973 grazie ad un gruppo di Volontari dell’omonima Associazione di Peretola che fin da prima di questa data presidiava la zona con l’ausilio di un mezzo adibito al trasporto sanitario d’urgenza. Grazie al grande impegno dei primi Volontari e della popolazione, l’Associazione si è potuta iscrivere, nel 1974, all’Albo Regionale del Volontariato con un proprio statuto ed una propria denominazione. E’ da qui che sono partiti il lavoro e la crescita dell’Associazione. Grazie all’appoggio economico e morale di tutta la cittadinanza la P.A. Fratellanza Popolare di S. Donnino è poi cresciuta fino al punto di poter offrire all’intera frazione sandonninese una sede di recentissima costruzione di circa 250 mq. con tanto di ambulatori, dove medici generici e specialisti esercitano la loro professione, oltre ad altri locali come per esempio le camere per il pernottamento dei Volontari in servizio ad una grande stanza adibita alle varie attività dei Volontari. Oltre ad i suoi locali, l’Amministrazione mette a disposizione della popolazione, 24 ore al giorno, tre ambulanze, quattro mezzi per il trasporto sociale e quello dei disabili, un mezzo promiscuo al cui interno trovano posto una pompa idrovora, un gruppo elettrogeno, alcuni fari per l’illuminazione ed altre attrezzature per gli interventi di Protezione Civile; quest’ultimo è uno dei mezzi di cui l’Associazione ha preso possesso più recentemente: è stato infatti corredato anche di un gancio di traino per poter trasportare la roulotte interamente allestita dal gruppo al fine di partecipare agli interventi in caso di eventi calamitosi. All’interno dell’Associazione lavora ormai da oltre vent’anni, l’Associazione Volontaria donatori di sangue che conta al suo attivo circa novanta donatori Volontari e tre raccolte annuali. Inoltre l’Associazione lavora sul piano sociale umanitario occupandosi di immigrazione ed ospitando ragazzi portatori di handicap.
Per ulteriori chiarimenti sui servizi offerti e sul tesseramento è possibile accedere al sito internet www.fratellanzasandonnino.it, oppure contattare per mail info@fratellanzasandonnino.it o telefonicamente l’Associazione 055.89.92.11