C.D.S. Cross Fidal in Toscana

C.D.S. Cross Fidal in Toscana: un po’ di storia

L’ultima volta che la Toscana ha ospitato una finale dei Campionati di Società di Cross è stato nel 1991 a Siena. Qui la manifestazione vide il successo complessivo del G.S. Fiamme Gialle fra gli uomini e del Fiat Sud Formia nella categoria femminile. In precedenza la Toscana aveva accolto più volte i campionati societari di cross. Firenze – e nello specifico il Parco delle Cascine – era stato teatro dell’evento nel ‘76, nel ‘78 e nell’’85. I successi organizzativi ed il riscontro del pubblico furono la conferma di una tradizione favorevole al cross-country toscano, memore delle vittorie conseguite negli anni ’20 e ’30 con il Club Sportivo Firenze e la S.A. Giglio Rosso. A quell’epoca i nomi di Giuseppe Lippi, Nello Bartolini e Cristofano Sestini, tutti della S.A. Giglio Rosso, come pure quello di Gianna Marchini (stesso sodalizio), risuonavano grazie ai successi riportati nella specialità del cross. In epoca più recente la sola Toscana Atletica seppe imporsi (1997 – Ferrara, 7° Cross degli Estensi) nella classifica complessiva. Contribuirono al successo della compagine bianco-verde atleti del calibro di Cishahayo e Treve, quest’ultimo ancora oggi sulla breccia. Successi più recenti invece fra le donne: l’Atletica Livorno nella categoria juniores nel 1978, a cui ha fatto seguito l’Atletica Sestese Femminile (stessa categoria) nel 1999 e, ancora nella categoria juniores, l’Asics Firenze Marathon nel 2005. Successo pieno invece nella classifica assoluta per la Jaky Tech Apuana nel 2006 e 2007.

campestre-femminile

C.D.S. Cross Fidal: dal 2004 ad oggi

Ripercorriamo l’ultimo lustro della manifestazione, a partire dall’edizione 2004 svoltasi a Villa Pamphili a Roma. In questa edizione il cross lungo uomini viene vinto dall’ucraino Sergiy Lebid (di recente vincitore per l’ottava volta dei campionati europei di campestre), il quale però non riesce a portare lo scudetto in casa della sua società, la Cover Mapei di Verbania . Il titolo tricolore è vinto dai Carabinieri che confermano  il successo di 12 mesi prima a Modena. Nella omologa gara femminile la vittoria individuale va, a sorpresa, a Valentina Belotti, 23enne piemontese di Edolo, già specialista della corsa in montagna ed azzurra della campestre, che in progressione stacca tutte le avversarie. Nel cross corto maschile (4 chilometri), il successo è del keniano Philimon Kipkering (Amsicora). Il titolo di società viene vinto dalle Fiamme Gialle, che si posizionano davanti ai Carabinieri. Tra le donne si registra la vittoria dell’ ugandese Docus Inzikuru. Scudetto assegnato a Fondiaria SAI Roma, che brucia la Sv Sterzing Volksb/Bayernlb. Degni di nota sono la vittoria del grossetano Stefano La Rosa nella gara Juniores ed un 13° posto del pisano Daniele Meucci, entrambi colonne portanti del 4° posto della squadra di cross italiana ai recenti campionati europei di Bruxelles. Ormai da alcuni anni i due svettano in cima alle graduatorie dei 5000 e 10.000. Nel 2005 il circo dei CDS fa tappa a San Giorgio sul Legnano, vicino Milano, dove da 51 anni si tiene il mitico cross del Campaccio. Nella cross lungo maschile gli occhi sono puntati tutti su Stefano Baldini, proveniente dallo splendido oro olimpico di Atene nella maratona. Il favorito però è il solito ucraino Sergej Lebid. La gara si dimostra degna delle aspettative: va in campo un testa a testa tra i 2 protagonisti che si trascina fino all’ultimo giro, quando l’ucraino dopo un’apparente crisi dovuta ad uno strappo del keniano Kipkering, con la sua famosa progressione stacca tutti e va vincere contribuendo in maniera determinate allo scudetto della sua società, la Cover Mapei Verbania. Quest’ultima si aggiudica anche lo scudetto femminile del lungo, che grazie alle tre atlete piazzate nei primi quattro posti (vittoria alla keniana Rita Jeptoo, davanti all’ungherese Aniko Kalovics, quarta e prima delle italiane Patrizia Tisi) riesce nell’ impresa di realizzare una doppietta. Nelle due prove sulla distanza più breve (il cross corto), scudetti agli uomini delle Fiamme Gialle (trascinati da un eccellente Gabriele De Nard, specialista delle lunghe distanze, secondo dietro il keniano Muli) e alle donne dell’Esercito (tre atlete nelle prime sei, con il terzo posto di Federica Dal Ri, seconda delle azzurre dopo Silvia Weissteiner; vittoria individuale per l’ugandese della Tris Milano Inzikuru). Per quanto riguarda le gare giovanili, nella categoria juniores si mettono in evidenza gli attuali componenti della squadra under 23 nazionale di cross, recente argento agli europei di Bruxelles (grazie alla splendida vittoria di Lalli). La vittoria va a Simone Gariboldi davanti ai gemelli De Matteis (secondo e quarto) e, per le donne, vittoria nella gara juniores per Valentina Costanza portacolori del CUS Bologna. Da segnalare il secondo posto della lucchese Silvia Del Fava nella gara juniores e che trascina al titolo di società l’Asics Firenze Marathon. Nel 2006 la manifestazione fa tappa a Macerata, nel Parco di Rotacupa. Protagonista assoluto è Daniele Caimmi che con la vittoria nel cross lungo dimostra a tutti di essere in forma per le maratone primaverili. Il finanziere si impone con grande autorità davanti al solito Kipkering e ad un tenace De Nard. A livello di società, nelle gare lunghe lo scudetto va agli uomini delle Fiamme Gialle ed alle donne della Co-Ver Mapei di Verbania, grazie alla vittoria di Anita Kalovics. Da segnalare il sesto posto dell’Atletica Castello nella classifica di società del cross lungo, gara principe del programma poiché estremamente difficile per i contenuti tecnici. I finanzieri hanno fatto il bis nella gara sui 4 chilometri, idealmente accompagnati nel loro successo dalle ragazze della SV Sterzing Latella, vincitrici al femminile. La gara maschile è stata vinta da Pius Muli (Kenia, Cento Torri Pavia) e quella femminile da Silvia Weissteiner (SV Sterzing Latella). Nella gara juniores maschile prima consacrazione per il recente campione europeo Under 23 di cross, Andrea Lalli. Il titolo in questa categoria va alla Bovisio Masciago grazie a ben 3 piazzamenti nei primi 10. Gloria e scudetto nella combinata femminile per la Jaki Tech Apuana che vince il titolo essendosi “piazzata” in tutte le gare del programma. Nel 2007 le gare ritornato in quel di Modena dove si erano già svolte le edizione del 2002 e del 2003. Lo scenario in questo caso è il Parco Enzo Ferrari, che con le sue collinette offre un percorso tortuoso e affascinante. E’ l’anno del dominio keniano. Nel cross lungo maschile ai primi 2 posti Taragon e Rotich Kipsiele ed al terzo l’azzurro di maratona Caimmi. Lo scudetto va alle Fiamme Gialle davanti ai Carabinieri e alla Cover Maipei Verbania. Al femminile vittoria per la marocchina Ejjafini davanti ad altre 3 straniere. Al quinto posto Vincenza Sicari recente olimpionica a Pechino. Titolo di società in questa gara (e assoluta novità) alla Jaky-Tech Apuana, che riesce a piazzare 3 atlete nei primi 15 posti e si impone di autorità davanti all’Esercito. La stessa società bissa il successo dell’anno precedente nella combinata femminile. Nel cross corto vittoria per Cosimo Caliandro davanti al keniano di turno, che un mese più tardi vincerà l’oro nei 3000 indoor ai Campionati europei di Birmingham. Nella gara femminile  ennesima vittoria per l’ugandese Inzikuru. Titoli in questa specialità a Fiamme Gialle e SV Sterzing Latella. Medaglia di legno per la Toscana Atletica nella combinata maschile vinta dal Cus Torino. La compagine di Sesto Fiorentino si piazza inoltre al 7 posto nel cross corto maschile. Concludiamo con l’edizione del 2008 svoltasi al parco Regio di Monza. La gara del cross lungo maschile ci offre una pagina bellissima per il cross nostrano. I due giovani d’oro del mezzofondo Lalli e Meucci si “tirano il collo” per tutta la gara con la complicità di Caimmi. Solo alla fine la spunta il pisano portacolori dell’Esercito che però non viene classificato perché il suo gruppo non partecipa alla competizione. Titolo anche in questo caso alla Fiamme Gialle davanti alla sorpresa Corradini Rubiera (società di Stefano Baldini piazzatosi al settimo posto). Nella gara femminile si impone il talento emergente Elena Romagnolo dell’Esercito, che piazzandosi davanti a Renate Runger della Forestale, riscatta il secondo posto del’anno precedente. Nel cross corto maschile l’azzurro Floriani della Fiamme Gialle si impone davanti al mezzofondista di origine serba Goran Nava. Titolo di società alle Fiamme Gialle, con un plauso particolare alle squadre toscane: 3 piazzamenti nei prime 11 posti. Nel corto femminile vittoria per la marocchina portacolori dell’Acsi Palatino Campidoglio, davanti ad un nugolo di atlete delle Fiamme Oro ed Esercito che, alla fine, ottiene il titolo.

campestre-maschile

C.D.S. Cross Fidal: nel 2009 a Campi Bisenzio

Adesso è la volta di Campi Bisenzio che per una giornata sarà al centro dell’interesse nazionale grazie a questa affascinante manifestazione sportiva che si svolgerà su un percorso ideale nel Parco di Villa Montalvo. Padrini” della manifestazione due degli atleti toscani più rappresentativi: William Frullani, pratese classe ’79, e Daniele Meucci, pisano classe ‘85. William Frullani, che figura anche nel Comitato d’Onore della manifestazione, è un decatleta che vanta sette presenze nella nazionale azzurra. Il suo primato personale è di 7.984 punti ottenuto a Gotzis il 2 giugno del 2002. Il suo decathlon “virtuale” lo porta però a raggiungere 8.507 punti. E’ stato il primo atleta italiano a salire sul podio in una manifestazione internazionale di prove multiple (3° posto ad Amsterdam  nel 2001 nel corso degli Europei promesse). Ha vinto due volte il titolo italiano della specialità (2001 e 2006). Una serie di infortuni hanno purtroppo caratterizzato la sua carriera e ne hanno frenato i suoi progressi. Nel settembre del 2007 è convolato a nozze con Anna (Ganna) Melnychenko, nazionale ucraina, anch’essa di prove multiple. Daniele Meucci è un atleta rubato al calcio. Ha cominciato a fare atletica all’età di 17 anni e fino al 2004, prima di passare al C.S. Esercito, è stato tesserato per la Polisportiva Corso Italia di Pisa. Ha già vestito più volte la maglia della nazionale assoluta, dopo aver difeso i colori azzurri ai Mondiali Juniores di Grosseto (2004) e a quelli Under 23 di Goteborg (2006), ed aver vinto un argento a squadre agli europei del 2007. Si è già laureato per quattro volte campione italiano assoluto. Due volte sui 10.000 metri (2006-07) e due volte sui 5.000 metri (2007-08). Sui 5.000 metri la sua miglior prestazione è il 13:45.40 ottenuta a Rovereto il 10 settembre del 2008, mentre sui 10.000 vanta un 28:08.4 che risale a Roma, 10 maggio sempre dello scorso anno.

STATISTICA SULL’AMMISSIONE ALLA FINALE NAZIONALE

Una Risposta to “C.D.S. Cross Fidal in Toscana”

  1. Arrivano a Campi Bisenzio i Campionati italiani di Società di corsa campestre « Campi Bisenzio Notizie Blog Says:

    […] C.D.S. Cross Fidal in Toscana: un po’ di storia […]

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: