Archive for the ‘sicurezza’ Category

Fratellanza Popolare di S.Donnino: esercitazione di Protezione Civile al Parco Chico Mendez

10 marzo 2014

I Volontari di Protezione Civile della Fratellanzo Popolare di San Donnino, hanno svolto ieri, una esercitazione per provare mezzi e materiali al parco Chico Mendez di San Donnino. Nel corso dell’esercitazione sono state fatte varie prove delle attrezzature per testarne la perfetta efficienza. Il tutto si è svolto nel parco di San Donnino ancora allagato dopo le piogge degli scorsi mesi.
Vedi la fotogallery

Annunci

“La vita non ha seconde chance”, vota la classe 3e della Garibaldi di Campi al Campionato di Giornalismo

7 marzo 2014

Gli alunni della classe 3e della scuola media Garibaldi di Campi Bisenzio, hanno realizzati, alcuni giorni fa, un articolo molto interessante e degno di nota che è stato pubblicato da La Nazione e sta concorrendo al Campionato di Giornalismo e che oggi ripropongo affinché gli venga data una giusta considerazione, sia per l’importanza dell’argomento, ma soprattutto perché queste considerazioni che provengono dai giovani sono destinate ai loro coetanei. I miei complimenti per questa classe composta da: Enrico Bettazzi, Aurora Caggese, Matteo Calamai, Mattia Ceccherini, Isacco Ceri, Chiara Chelini, Serena Ciardi, Sira D’amico, Niccolò Delle Fratte, Arianna Guadagni, Sandra Hu, Martina Lavanco, Mirko Magi, Erica Mazzanti, Noemi Mineo, Clarissa Mocciaro, Eleonora Monti, Samuele Nencini, Manuel Neri, Alessandro Petri, Letizia Restivo, Francesco Romoli, Leonardo Sorbi, Asia Tarchiani, Gabriele Tozzi, Luca Zitiello, la Tutor Laura Malatesti ed il Dirigente scolastico Ronaldo Casamonti. Ecco il testo, potete dare i vostri mi piace (e vi invito a farlo) a questa pagina

La vita non ha seconde chance. Troppi incidenti stradali: salviamo le vittime della strada Ogni anno in Italia si verificano in media 59.188 incidenti stradali, causando la morte di 1.044 persone e il ferimento di altre 27.713. Nel 1999 le statistiche parlano di 219.032 incidenti stradali ogni anno, 868 feriti e 18 persone morte ogni giorno. Questo fa notare che un leggero miglioramento della situazione c’è stato,ma tuttora il problema degli incidenti stradali incombe sulla nostra società. Gli incidenti stradali sono la nona causa di morte fra gli adulti, la prima fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni e la seconda per i ragazzi dai 10 ai 14 e dai 20 ai 24 anni. Si stima, inoltre, che senza adeguate contromisure, entro il 2020 gli incidenti rappresenteranno la terza causa globale di morte e disabilità. Sconcertanti sono, inoltre, i risultati emersi da un’indagine condotta da Eta Meta Research su un campione di mille neopatentati.
I ragazzi non si rendono conto del problema: il 37% di loro rimane stupefatto e incredulo quando si parla del tasso di mortalità sulle strade, l’8% si mostra addirittura disinteressato e soltanto il 7% ne è consapevole. Ogni anno i morti sulle strade sono circa 1.3 milioni e le persone che subiscono incidenti non mortali sono tra i 20 e i 50 milioni. Nel 2004 gli incidenti stradali erano al quarto posto nella classifica delle cause più importanti di mortalità nel mondo, ma per il 2030 si prevede che raggiungeranno la quinta posizione.
Pur avendo solo il 48% del totale dei veicoli registrati, nei Paesi più poveri avviene il 90% degli incidenti globali. Solo il 29% dei Paesi analizzati ha adottato i criteri minimi per ridurre la velocità nelle aree urbane e meno del 10% dei Paesi ha limiti di velocità effettivi. Quasi il 90% dei Paesi ha delle leggi che regolano il consumo di alcool alla guida, ma solo il 49% ha un limite di concentrazione alcolica nel sangue inferiore o uguale a 0,05 grammi per decilitro, come raccomandato. Solo il 40% dei Paesi ha leggi che prevedono l’obbligo del casco per motocicli con caratteristiche specifiche sia per chi guida sia per i passeggeri. Per quanto riguarda il trasporto di bambini, il 90% dei Paesi industrializzati prevede l’obbligo di misure di sicurezza, contro il 20% dei Paesi più poveri. Le statistiche ci confermano che quasi tutti gli incidenti stradali sono provocati da comportamenti non corretti alla guida dei veicoli: abuso di alcool, assunzione di droga, eccesso di velocità. Fortunatamente ci sono possibili rimedi: chiusura anticipata delle discoteche, insegnamento di educazione stradale nelle scuole, diffusione di una corretta informazione stradale tra i giovani.

Prendi a Pugni la Violenza: Restart organizza il primo corso di prevenzione e difesa della donna

7 marzo 2014

Restart-8-marzo

La nuova palestra Restart in via dei Confini 147 a Capalle in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio, organizza il primo corso in tre giornate di prevenzione e difesa della donna. Un evento gratuito per soli 40 posti. Ecco il programma delle tre giornate:
8 marzo – Introduzione al corso, stili di vita e prevenzione, pratica delle tecniche di base ed intervento del rappresentante del comune.
22 marzo – Psicologia dell’aggressore, pratica di difesa da prese e afferramenti ed intervento di un associazione.
29 marzo – Psocologia della vittima, difesa da strangolamento e minaccia, intervento di un legale e di un rappresentante delle forze dell’ordine.
L’evento è totalmente gratuito ma è necessaria la prenotazione visto il numero limitato di posti (40). Per info http://www.restartfit.it o 055-0540486

Frana l’argine della Marina, le ultime piogge hanno abbattuto un muro ultracentenario

5 marzo 2014

La pioggia e le recenti piene hanno provocato numerosi danni anche al torrente Marina, in questi ultimi giorni è avvenuta una frana per una lunghezza di 25-30 metri, che ha interessato l’argine del fiume vicino a via S.Quirico quasi all’altezza dell’azienda Ariete. La frana è stata provocata dalla pioggia che avendo intriso la terra dell’argine ha provocato una eccessiva pressione sul muro di contenimento che, al calare delle acque dell’ultima piena, ha finito con il cedere, cadendo nel letto del fiume (foto). In verità il muro ha origini ben più antiche; infatti la Polizia Idraulica, che nel frattempo sta iniziando i lavori di ripristino, ha riscontrato una iscrizione recante l’anno 1723 o 1793 su parte del manufatto. L’argine ha poi avuto modifiche a più riprese, ma vista la realizzazione in epoche molto remote, non ha retto ed ha finito con il disgregarsi definitivamente. I lavori inizieranno domani con uno sbancamento della parte in terra e la realizzazione di un muro di contenimento con pietroni. Un analogo lavoro è in via di esecuzione vicino al ponte della ferrovia in prossimità di Calenzano.

L'argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

L’argine franato in parte delle sua lunghezza (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Particolare del muro del 1700 franato nel letto del fiume (foto by Campi Bisenzio Blog)

Allerta Meteo: piogge a carattere temporalesco preallertato il Servizio di Piena

4 marzo 2014

allertameteo

Il Servizio di Piena, conseguentemente alle previsioni meteo delle prossime ore, che prevedono piogge anche a carattere temporalesco, ha inviato il preavviso del servizio di piena, tutti i volontari della Protezione Civile sono stati preallertati. Seguiranno aggiornamenti.

La difesa del suolo arriva in Consiglio Comunale a Campi con un ciclo di incontri per tutti

1 marzo 2014

Il Presidente del Consiglio, Alessio Colzi, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica, ha deciso di promuovere un ciclo di incontri a costo zero, dedicato a uno dei temi più sentiti e delicati della nostra area. Le piogge invernali hanno messo ancora alla prova i nostri fiumi e solo il reticolo di impianti realizzati negli anni per prevenire il rischio idraulico, ha impedito che le piene costituissero una fonte di pericolo. La gestione del rischio è materia che richiede un grande lavoro di squadra tra Comune e protezione civile, per cui è importante che consiglieri neoeletti si confrontino con gli addetti ai lavori su un argomento che interessa tanto la cittadinanza. I primi due incontri avranno carattere prevalentemente didattico e si terranno martedì 4 e 11 marzo alle 17,30 presso la sala consiliare “Sandro Pertini”. L’ultimo appuntamento sarà invece sabato 22 marzo alle 9,30 e prevede un sopralluogo presso alcuni impianti attivi sul territorio. La partecipazione è rivolta in primo luogo ai componenti delle commissioni Ambiente e Assetto del Territorio, ai consiglieri comunali tutti e ai rappresentanti delle associazioni che operano in tale settore .

M5S Campi: il Consiglio comunale a CampiBisenzio .. la fiera dell’ipocrisia

28 febbraio 2014

Il Consiglio comunale del 25 febbraio dovrebbe essere studiato nelle scuole per spiegare cos’è l’ipocrisia politica, vale la pena riassumere cosa è successo – afferma in un comunicato, il consigliere 5 Stelle di Campi Bisenzio, Niccolò Rigacci – cominciamo con i consiglieri di Forza Italia che presentano un ordine del giorno “per dire no alla localizzazione del termovalorizzatore a Case Passerini” [1] e prosegue con il suo comunicato ..
Notiamo un certo problema di coerenza in FI, visto che i berlusconiani in tutta Italia vogliono gli inceneritori, addirittura a Signa votano “per impedire ulteriori ostacoli … relativamente alla realizzazione dell’impianto di Case Passerini” [2].
Ad ogni modo TUTTI i consiglieri di maggioranza (compreso Mattia Ridolfi di IDV, che in campagna elettorale era contrario all’inceneritore) respingono la proposta, di fatto confermando la volontà di volere proprio qui l’inceneritore.
C’è un problema di coerenza anche nel PD, visto che il 6 febbraio 2006 votava compatto “la propria contrarietà alla realizzazione di un impianto di termovalorizzazione nella Piana” [3]. Campione di giravolta spaziale il consigliere Paolieri che nel 2006 votava in un modo ed ora fa esattamente il contrario. Ma era la giunta Alunni, adesso gli adepti PD e IDV si adeguano a quello che comanda il Fossi. SEL se la cava solo perché assente, ma siamo certi che non si sarebbe distinta.
Tocca poi alla maggioranza (PD, EFS, IDV, SEL) che presenta un ordine del giorno con una “proposta di moratoria e di incentivo alla dissuasione dell’installazione e del gioco delle slot machine” [4].
Tutto ottimo, salvo l’ipocrisia di un Partito Democratico che con il governo Letta premia gli operatori delle slot machine trasformando una multa di 2,5 miliardi in un condono di soli 600 milioni [5][6]. E sempre con i voti del PD nel decreto Salva Roma ci fu infilata una norma che prevedeva la riduzione dei fondi ai Comuni che ostacolano le slot machine [7].
Il MoVimento 5 Stelle da sempre è stato contro gli inceneritori e contro le slot machine, pertanto abbiamo votato in modo coerente a Campi Bisenzio così come facciamo a Roma. Non ci frega nulla di quale bandiera hanno le proposte, ci interessa se sono buone o meno.
In conclusione, dispiace per gli elettori, ma se vogliono dei rappresentanti coerenti che fanno quello che hanno promesso in campagna elettorale, possono contare solo sul MoVimento 5 Stelle.
[1] http://www.campibisenzio5stelle.it/wiki/images/1/1e/2014-02-25_termovalorizzatore.pdf
[2] http://www.campibisenzio5stelle.it/wiki/images/1/1d/2013-01-08_signa-mozione-pdl-pro-inceneritore.pdf
[3] http://www.campibisenzio5stelle.it/wiki/images/6/65/2006-02-06_cc-8.pdf
[4] http://www.campibisenzio5stelle.it/wiki/images/1/19/2014-02-25_moratoria-slot.pdf
[5] http://www.repubblica.it/economia/2013/09/02/news/l_imu_salva_i_re_delle_slot_machine…
[6] http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/08/30/news/slot-il-condono-della-vergogna-1.58294
[7] http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/20/gioco-dazzardo-m5s-decreto-che-difende-slot-decada…

Argini del Bisenzio: dalla Provincia l’OK per lavori di somma urgenza ..

27 febbraio 2014

E’ stata approvata in tutta fretta dal Consiglio provinciale di Firenze, la delibera per lavori di somma urgenza per ricostruire argini del Bisenzio, in prossimità della villa Sarri, nel comune di Campi Bisenzio. Tecnicamente si tratta di ricostruire “il piede arginale a fiume in sinistra idraulica del torrente”, si legge nel comunicato, i lavori, quantificati in 180 mila euro, si sono resi necessari a seguito degli eventi di piena del 2 gennaio scorso. La delibera è stata illustrata in Consiglio dall’assessore Giovanni Di Fede. Voto favorevole da tutti i gruppi politici dell’Assemblea di Palazzo Medici Riccardi, mentre si sono astenuti i consiglieri di Forza Italia. Per Andrea Calò (Rifondazione comunista) bisogna “perseguire una seria politica di prevenzione e di messa in sicurezza del territorio ricostruendo gli argini, consumando meno suolo”. “Deve andare in porto una trattativa per la messa in sicurezza di tutto il Bisenzio – commenta Andrea Cantini di Progetto Toscana-Idv – Si tratta di progetti veramente utili, da sostenere fino in fondo”.
Il problema resta comunque quello delle nutrie che con le loro tane, indeboliscono il terreno dell’argine fino a provocarne la caduta. Dopo le recenti piene è emersa tutta la delicata situazione della presenza di questi animali che popolano in larga abbondanza le rive del fiume. Come affermano molti vecchi agricoltori campigiani e non, finchè non sarà risolto il problema di questi animali, sarà come buttar soldi in acqua .. del fiume, aggiungo io.

Gandola (FI): violato regolamento comunale, siamo allarmati per la tenuta dell’ente, richiesto un incontro con il prefetto

13 febbraio 2014
Il gruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio

Il gruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio

Il Gruppo consiliare di Forza Italia di Campi Bisenzio fa sapere di aver inoltrato una richiesta di incontro urgente al Prefetto di Firenze, dott. Luigi Varratta per esporre allo stesso una serie di questioni riguardanti la gestione dell’ente comunale.
“Siamo fortemente preoccupati – dichiarano i Consiglieri Gandola, Martinuzzie e Valerio della deriva che si sta evidenziando all’interno delle istituzioni del nostro Comune, prime fra tutte la Conferenza dei Capigruppo ed il Consiglio comunale. La programmazione dei prossimi Consigli, ed in particolare la convocazione di quello straordinario richiesto da noi e dal Movimento cinque Stelle per trattare dell’emergenza abitativa, è completamente fuori luogo e assolutamente contraria al Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale attualmente vigente del nostro ente. Secondo l’art.16 tale convocazione deve necessariamente intervenire entro e non oltre i 20 giorni della richiesta, la proposta fatta dal Presidente Colzi e sostenuta da tutta la maggioranza fa slittare il Consiglio a ben 44 giorni dopo tale richiesta. Politicamente è un comportamento irresponsabile ed inaccettabile.
Non possiamo tacere di fronte a questa irregolarità, anche perchè tutto questo rischia di essere un pericoloso precedente che potrebbe compromettere l’effettivo potere di controllo delle minoranze in Consiglio. È giunto il momento che la maggioranza che governa questa città da sempre smetta di comportarsi come se fosse padrona unica ed indiscussa del Comune di Campi e si attenga, finalmente, alle previsioni di legge”.
Il Gruppo consiliare di Forza Italia ha già fatto sapere che informerà il Prefetto, altresì, delle modalità in uso al Comune di Campi Bisenzio per ciò che attiene all’assegnazione di spazi comunali per sedi associative, come ad esempio per il Lago Paradiso ed il Cantiere comunale. Forza Italia si era già occupata del caso e aveva già espresso forte perplessità sulla regolarità di dette assegnazioni, avvenute senza che vi fosse stato un regolare bando di evidenza pubblica, così come prescritto da una Legge regionale del 2005.
Tra gli altri temi di cui Forza Italia vorrà discutere con il rappresentante di Governo a Firenze: la questione della intitolazione del Teatro Dante a Carlo Monni e i problemi legati all’emergenza abitativa. “Ci auguriamo che questa nostra forte e necessaria presa di posizione istituzionale faccia comprendere alla maggioranza, alla Giunta, al Sindaco e alla Presidenza del Consiglio comunale che Forza Italia fa sul serio ed è pronta a sostenere le proprie ragioni in tutte le sedi opportune – concludono i Consiglieri comunali”.

Livello dei fiumi in calo: rientra anche il rischio esondazione del Fosso Macinante

12 febbraio 2014

Dopo giornate di apprensione come lo è stata anche quella di ieri, per il livello del Fosso Macinante. Questa mattina i fiumi ed i fossi maggiori si presentano in modo più sicuro. Anche lo stesso Fosso Macinante che ieri aveva fatto temere ed aveva impegnato ulteriormente i tecnici del comune, assieme ai numerosi volontari accorsi a riempire sacchetti di sabbia, è rientrato ad un livello di sicurezza mitigando ogni pericolo per le abitazioni circostanti.
Sento il dovere di estendere i ringraziamenti che circolano sui social, perchè tutti coloro che si sono dati da fare in questa circostanza hanno messo anima e corpo in queste difficili giornate, estendendo un doveroso grazie a tutte le Associazioni comunali, che come sempre hanno messo da parte i campanilismi per il bene comune.
Concludo con le parole dell’Ass. Riccardo Nucciotti: “Ringrazio nuovamente le Associazioni e tutti i loro Volontari, la Polizia Municipale, il personale Comunale , il personale della Sala Provinciale di Protezione Civile ed il personale del Casello Idraulico che in queste ore sono stati sempre presenti sul territorio pronti ad intervenire. È stata una lunga giornata quella di ieri, una notte di apprensione, che in qualche maniera ci ha fatto sentire ancor di più comunità”.

Intervento sull'argine lato via erbosa, con Volontari e persone che sono venute a dare una mano

Intervento sull’argine lato via erbosa, con Volontari e persone che sono venute a dare una mano

Il livello del Fosso Macinante ieri mattina

Il livello del Fosso Macinante ieri mattina