Archive for the ‘Lavoro’ Category

Gandola incontra i lavoratori di Mondo Convenienza: le istituzioni prendano immediatamente esame del caso

13 aprile 2014

Dopo aver incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti legali di Mondo Convenzienza, il Capogruppo di Forza Italia di Campi Bisenzio Paolo Gandola, stamani si è recato all’esterno del punto vendita di Mondo Convenienza alle Tre Ville in Via dei Confini (Campi B.zio) per incontrare i lavoratori delle cooperative che collaborano con l’azienda di mobili e che da circa un mese sono stati licenziati per via delle loro proteste. Tuttavia, oggi, sul posto non erano presenti soltanto quei lavoratori che da settimane protestano e che prima del licenziamento si occupavano delle consegne a domicilio dei beni ma, proprio di fronte all’ingresso del punto vendita, insieme ad alcuni mezzi delle forze dell’ordine vi erano decine e decine dei lavoratori che con striscioni e volantini difendevano la cooperativa di montaggio e trasporto, di cui sono ancora dipendenti, e conseguentemente anche Mondo Convenienza.
Per tali motivi, e proprio a fronte della modalità del tutto sui generis di protesta, ho deciso, dichiara Gandola, di trattenermi lungamente colloquiando con entrambi i gruppi di lavoratori per comprendere, davvero nel dettaglio, e dalla viva voce degli stessi interessati le loro ragioni.
La protesta dei 25 lavoratori che si prolunga da oramai un mese sta arrecando un grave nocumento all’Azienda, mi hanno riferito i lavoratori che ancora lavorano per le cooperative di trasporto e montaggio. Anche gli stessi clienti, hanno proseguito, sono scoraggiati a recarsi nel negozio essendo bloccati poco prima dell’ingresso dagli scioperanti.
In difesa dell’azienda, erano presenti decine e decine di lavoratori provenienti da tutta Italia che protestavano contro gli scioperanti ritenendo inaccettabile che tutti i 1600 lavoratori che ancora oggi collaborano con Mondo Convenienza, siano tenuti sotto scacco da circa 25 scioperanti e siano coinvolti nella vertenza vedendo messo a rischio anche il loro posto di lavoro.
Diversamente, buste paga alla mano, gli scioperanti mi hanno fatto notare come non siano state loro corrisposti in maniera adeguata i pagamenti per le ore effettivamente svolte e non siano stati loro versati in maniera piena i contributi previdenziali. Dagli stessi scioperanti, ho appreso, come gli stessi stiano predisponendo uno specifico ricorso presso il tribunale del lavoro competente.
“Dopo un ora trascorsa con entrambe le fazioni, conclude Gandola, sono emersi punti ed aspetti oscuri della vertenza e che meritano certamente di essere più ampiamente valutate nelle sedi opportune e con maggiore oculatezza. Pur ribadendo l’assoluta fiducia nella buona fede di entrambi i gruppi, ma convinti che la situazione stia davvero danneggiando in modo particolarmente grave l’immagine dell’azienda di mobili ritengo necessario, a nome del Gruppo consiliare di Forza Italia di Campi Bisenzio – ove il punto vendita ha sede – che tutte le istituzioni potenzialmente interessate si adoperino affinché sia possibile avviare un tavolo di concertazione con i lavoratori e l’azienda rendendo possibile far luce sulla vertenza e sanare una ferita che danneggia i lavoratori, l’azienda e i clienti stessi.
Con l’iniziativa di oggi ed il mio interessamento al caso, Forza Italia ha voluto rompere il silenzio assordante che in queste settimane si è registrato sul caso da più parti, soprattutto dal mondo politico e sindacale.

Annunci

Campi 2020 – Fossi: “dobbiamo cogliere le opportunità europee”

4 marzo 2014

Tra i progetti speciali del Sindaco parte quello dedicato all’azione sull’Europa, ai programmi europei e alla progettazione, denominato: Campi 2020.
Campi Bisenzio è tra le prime 20 città toscane per popolazione ed ha quindi grandi opportunità per portare nel proprio territorio risorse e idee. Il programma Campi 2020 promuove un gruppo ad hoc per un collegamento diretto con soggetti in grado di attrarre finanziamenti europei, partnership istituzionali (Regione e strutture intermedie) e partecipazione diretta a call europee.
Il gruppo di lavoro è coordinato dal Gabinetto del Sindaco e ne fanno parte sia operatori dell’Amministrazione sia del Privato in particolare dell’ambito no profit.
La partenza del programma è preceduta da un incontro per la presentazione delle opportunità culturali offerte a livello europeo fatta dal funzionario della Regione Toscana presso Bruxelles per attivare rapporti di collaborazione anche con la Regione nell’ambito dei finanziamenti europei. L’incontro si terrà giovedì 6 marzo.

Percorso di ascolto delle giovani generazioni per il progetto “TOC” “Talenti ed occupazione”

3 marzo 2014

Nel mese di marzo l’amministrazione comunale di Campi Bisenzio organizzerà 3 incontri dedicati ai giovani tra i 18 ed i 35 anni.
Gli incontri si svolgeranno il 5 marzo alle 18 al circolo mcl Gorinello insieme all’Associazione Patchworld, l’11 marzo alla “Fratellanza Popolare” di San Donnino ed il 26 presso il Circolo Mcl di San Lorenzo.
Interverranno a questi appuntamenti i consiglieri Falco Joannes Bargagli Stoffi, coordinatore del progetto “T.OC – Talenti & Occupazione” ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto “Innovazione” per il Comune di Campi Bisenzio; i due giovani consiglieri incontreranno i giovani per discutere di politiche giovanili ed ascoltare proposte, idee e suggerimenti.
Da giovedì 6, ogni giovedì, dalle 15 alle 18 il consigliere Bargagli Stoffi sarà presente presso Villa Rucellai per incontrare i giovani interessati al progetto T.OC..

M5S Campi: 180 giorni della giunta Fossi ? fatti concreti pochi ..

6 febbraio 2014

Leggo sul sito del Movimento 5 Stelle di Campi Bisenzio e riporto il resoconto della serata organizzata dall’amministrazione Fossi per rendicontare i primi sei mesi, ad opera del capogruppo Niccolò Rigacci.

Ieri sera presso la Sala Pertini di Campi Bisenzio si sarebbe dovuta tenere la presentazione dei primi 6 mesi di governo del comune. Erano presenti il sindaco Fossi, il presidente della regione Rossi e conduceva la serata il giornalista Antonio Passanese. Usiamo consapevolmente il verbo al condizionale in quanto a un certo momento abbiamo persino pensato di aver sbagliato giorno o aver sbagliato sala (peraltro cambiata all’ultimo minuto) ma forse, molto più semplicemente, abbiamo sbagliato sindaco. Sull’operato dell’amministrazione comunale di questi 6 mesi non è stata spesa una parola, se la sono cavata con un volantino, contenente una lista tipo spesa al centro commerciale, piena di “avvio di percorso”, “avvio di processo”, “avvio di tavolo di lavoro” ma fatti concreti pochi e punti.
Viva l’inceneritore, viva l’aeroporto più grande, viva il rumore, il traffico e l’inquinamento!
Il presidente Rossi, intervistato dal giornalista, ha dichiarato la sua volontà di andare avanti con la costruzione della pista parallela dell’aeroporto di Peretola, giustificando questa scelta con il voler dare più risalto alla città di Firenze consentendone un maggior sviluppo. “Se isolassimo Firenze e l’area vasta fiorentina ci sarebbero ripercussioni a livello di sviluppo del territorio. Senza l’aeroporto metteremmo la Toscana in condizioni di non riprendere la crescita”, come se l’aeroporto di Pisa non esistesse! Ma già! l’aeroporto di Pisa è un nodo più turistico, quello di Firenze servirà persone che volano per motivi di lavoro, business addirittura ricerca! Questo tentativo grossolano di legittimare la scelta di una infrastruttura inutile e costosa con i temi più cari ai cittadini come il lavoro o la ricerca non sfugge ai nostri occhi attenti. Il presidente continua inoltre dicendo che i due aeroporti di Pisa e Firenze non devono entrare in competizione e ne descrive le peculiarità di ognuno peraltro non del tutto condivisibili, l’aeroporto di Pisa più turistico, quello di Firenze più di business, in questo modo non fa torto a nessuno e legittima la scelta di due aeroporti a neanche 100 km di distanza l’uno dall’altro. Quanto all’impatto ambientale dell’aeroporto sulla piana non sembra molto preoccupato, hanno un impatto ambientale molto più pericoloso le cementiere (?) inoltre, è previsto il parco agricolo della piana con 7000 ettari di zona verde (a due passi dall’inceneritore, ma questo non l’ha detto). Anzi sul tema inceneritore non ci sono proprio entrati, dopo il sì all’aeroporto, il sì alla tramvia, piuttosto che dichiarare un altro sì hanno preferito non toccare l’argomento. Sì, forse qualche aereo in più passerà sui tetti degli abitanti di Capalle, ma per il resto Campi si salva! E poi ci si stupisce se l’amministrazione di Campi fa affogare da anni nello smog i cittadini di via dei Confini, applicano sia a livello comunale che a livello regionale, il medesimo criterio: se il problema tocca i pochi, di quei pochi non gliene frega un tubo a nessuno. Comincia poi un monologo di triste rimpianto per la dorsale che costeggia la costa toscana, o la bretellina a Lucca o la bretella Lastra a Signa/Prato mai costruite per lentezza dei tempi, scarsa decisione, perché non si sono trovati gli accordi, perché in Toscana si vuole sempre accordare i toni di tutti, perché ci sono state forti opposizioni e alla fine non si decide mai niente. In questo modo tenta di far sentire responsabili i cittadini della mancata costruzione delle infrastrutture necessarie, mescolando ancora una volta lucciole con lanterne: le strade servono, l’aeroporto a Firenze no! A questo punto interviene il Fossi che si dichiara contrario alla costruzione dell’aeroporto ma con scarsa grinta e motivazione, via sindaco forza! Che almeno su questo siamo d’accordo!
Viva le imprese dinamiche che arricchiscono la Piana! (quali? La GKN?)
Rossi tocca poi il tema occupazione e si dichiara favorevole a investire sulle imprese dinamiche. “I nuovi fondi comunitari devono sostenere l’impresa che ce l’ha fatta e che ce la vuole fare, che ha aumentato i fatturati, ha aumentato la produzione e si è internazionalizzata, insomma l’impresa virtuosa”. Quanto a quelle che non ce l’hanno fatta, casomai per cause di forza maggiore (forse non sono state pagate dalla PA???) quelle devono morire, non gliene frega nulla a nessuno. “Di imprese virtuose nella piana ce ne sono parecchie! Perché la piana è appetibile e le aziende investono in questo territorio!” (forse il presidente non ha fatto un giro in zona ultimamente, gli suggeriremmo di andare in GKN per fare solo un esempio). Quanto al Fossi in realtà avevamo preso molti appunti su tutto quello che ha detto salvo poi, una volta tornati a casa cercando di rimetterli insieme, accorgersi che erano parole vuote e non siamo riusciti a cogliere il nocciolo del discorso.

Il 19 gennaio, parte T.OC. Progetto del Sindaco Fossi su giovani e occupazione

14 gennaio 2014

Con T.OC. (“T.OC.- Talenti & occupazione”, progetto di politiche giovanili per il Comune di Campi Bisenzio) si vuole realizzare un nuovo clima positivo di energia favorevole per i giovani, in un clima difficile per l’occupabilità e in generale per l’autonomia. Il progetto, coordinato dal Sindaco in collaborazione con gli assessorati allo sviluppo economico, sociale, pubblica istruzione e cultura prevede un programma di azioni trasversali che hanno come focus il lavoro. Appuntamento il 19 di ogni mese alle 19 per discutere, confrontarsi, ascoltare i giovani e per presentare le azioni positive per potenziare e migliorare le proposte e le opportunità offerte nel nostro territorio.
Il 19 gennaio alle 19 con un incontro-aperitivo nello spazio comunale presso Hidron sarà presentato il progetto e un premio per i giovani studenti di Campi che frequentano l’Università degli Studi di Firenze, cofinanziato dal Comune di Campi Bisenzio e dai giovani imprenditori di Confindustria Firenze. Spesso si sente parlare di merito e di meritocrazia: noi abbiamo deciso di premiarla. Il MERITO merita ! dice il Sindaco Fossi .. Interverranno oltre al sindaco, Giacomo Lucibello, imprenditore e rappresentante di Confindustra Firenze ed Eleonora Ciambellotti, coordinatrice del progetto Innovazione del Comune di Campi Bisenzio. Coordina Falco Bargagli Stoffi, coordinatore Politiche giovanili e progetto #Toc.

I lavoratori GKN in corteo: “sindaco c’è posta per te!”

28 ottobre 2013

Venerdì sera al Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos era da tempo prevista una cena per sostenere la “cassa di resistenza” dei lavoratori GKN.
Una “cassa di resistenza” che i lavoratori utilizzeranno, come già accaduto in passato, per sostenere le loro lotte e le loro mobilitazioni.
Prima della cena un folto gruppo di lavoratori ha deciso di manifestare per le vie di Campi Bisenzio.
Troppe le voci inerenti la vendita di una parte della fabbrica e nessuna risposta alle richieste di chiarimento su questa vicenda.
Vicenda che ovviamente si colloca in un periodo di crisi del sistema capitalistico che non saranno certo sindaci, partiti, istituzioni a risolvere.
Una crisi che che, comunque, non tutti hanno intenzione di subire passivamente, in silenzio e con rassegnazione.
La manifestazione, partita da via Barberinese, è finita al Cienfuegos dove si è svolta la partecipatissima cena.
Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos

Di seguito pubblico la lettera aperta dei lavoratori GKN:

Siamo i lavoratori della GKN , importante azienda del settore auto di Campi Bisenzio
Nel mese di giugno è stata aperta una procedura di mobilità con l’annuncio di 28 esuberi e il conseguente non rinnovo dei lavoratori somministrati, la perdita di notevoli e importanti impianti e produzioni. Inoltre La direzione aziendale ci ha comunicato la sua intenzione di mettere in vendita la palazzina nord e l’adiacente portineria/parcheggio. La situazione è molto preoccupante abbiamo già dato parere negativo alla vendita di parte dello stabilimento, perché oltre al forte ridimensionamento che la multinazionale stà mettendo in atto a livello produttivo, con la cessione di questa parte dello stabilimento si certificherebbe un chiaro segnale di disimpegno della multinazionale sul territorio campigiano e non ultimo l’eventuale cambio di destinazione d’uso aggraverebbe il processo di deindustrializzazione già pesante sul territorio.
Chiediamo la solidarietà della cittadinanza campigiana e un incontro con l’amministrazione comunale.
I lavoratori della GKN

Conclusa la quarta edizione di Job Zone ai Gigli

16 ottobre 2013

Si è conclusa la 4a edizione di Job Zone la rassegna per chi offre e cerca lavoro che si è tenuta fino a domenica 13 ottobre al centro commerciale I Gigli, con oltre 9.400 contatti registrati dagli stand che ha chiuso i battenti nonostante il giorno di ritardo a causa di un malaugurato incidente stradale che ha reso impossibile aprire il 7 ottobre come programmato. Oggi alle 11, in Corte dell’Oste, con un incontro coordinato da Daniele Magrini che ha visto ospiti alcuni dei principali partner della rassegna oltre al vicepresidente della provincia di Prato Ambra Giorni e all’assessore del comune di Campi Luigi Ricci, sono stati resi noti i dettagli dell’andamento dell’edizione 2013 di Jobe Zone e sono stati consegnati quasi 180 voucher per corsi di formazione professionali, per il valore di oltre 120mila euro, offerti a quanti hanno partecipato alle selezioni riservate a possessori di Gigli Pass.

Non chiudete l’ospedale ! Flash Mob ai Gigli in difesa dell’ospedale di San Marcello Pistoiese

13 ottobre 2013

Un Flash Mob per difendere l’ospedale di San Marcello Pistoiese di è tenuto, oggi alle 17, in Corte Tonda al centro commerciale I GIGLI.
Alle 17 in punto, sulle note di una nota canzone attualmente nelle Hit musicali, un gruppo di ragazze hanno ballato una scenografica coreografia dando vita ad un Flash Mob per salvare i piccoli ospedali a rischio chiusura in Toscana. Ad organizzare il Flash Mob l’Associazione Zeno Colò di San Marcello Pistoiese, Montagna Pistoiese e Quelle del Flash Mob. Oggetto delle loro attenzioni, il piccolo ma storico ospedale di San Marcello Pistoiese destinato alla chiusura dopo la soppressione della chirurgia e la chiusra della sala operatoria. Il Flash Mob ha attratto l’attenzione di centinaia di visitatori del centro commerciale I Gigli oggi letteralmente preso d’assalto. In Corte Tonda, dove si è svolto per circa 5 minuti il Flash Mob, sono stati distribuiti alcuni volantini con i quali si spiegavano le ragioni della protesta che contestava la chiusura dell’ospedale di san Marcello Pistoiese ritenuto, dalle tre associazioni promotrici la manifestazione, strategico non solo per i residenti sulla montagna ma anche per quanti la frequentano per turismo.
Si è conclusa anche la rassegna Job Zone dedicata a chi offre e cerca lavoro. La rassegna avrà un posticipo mercoledì 16 ottobre con un convegno e la consegna dei vaucher per la frequenza a numerosi corsi di aggiornamento professionale.

La partecipazione apre all’imprenditoria giovanile; continuano i confronti aperti a Villa Rucellai

10 ottobre 2013

Si è tenuto ieri pomeriggio a Villa Rucellai, l’incontro dei Giovani Imprenditori Toscani con il sindaco Fossi. Un confronto sulla vita quotidiana di un Comune come quello di Campi Bisenzio che vanta molte aziende sul suo territorio, per analizzare il bilancio di un ente locale così strategico per cittadini e imprese. Per il Sindaco “è l’occasione per uno scambio di opinioni e prassi per avviare insieme percorsi e processi virtuosi per la valorizzazione delle imprese del territorio”.

JOB-ZONE inizia oggi ai Gigli la rassegna dedicata a chi cerca e offre lavoro; il ritardo causato da un incidente stradale

8 ottobre 2013

JOB ZONE, la rassegna dedicata a chi cerca e offre lavoro al centro commerciale I GIGLI, inizierà l’8 ottobre, con un giorno di ritardo sui programmi annunciati a causa di un incidente stradale che ha coinvolto il veciolo industriale che trasportava i materiali per gli allestimenti degli stand.
Un grave incidente stradale, occorso domenica 6 ottobre lungo il tragitto dell’Autosole, ha visto coinvolto anche il camion sul quale viaggiavano tutte le attrezzature per gli allestimenti degli stand di Job Zone, in programma dal 7 al 13 ottobre al centro commerciale I GIGLI.
La vicenda ha inevitabilmente fatto assumere la decisione di posticipare di un giorno, con tutte le problematiche ovviamente connesse, l’apertura della rassegna in modo da permettere una nuova fornitura di materiali per gli allestimenti.
L’organizzazione della rassegna si scusa con tutti del disguido evidentemente indipendentemente dalla volontà di tutti i soggetti coinvolti nella vicenda.
Job Zone è organizzata dal centro commerciale I Gigli insieme all’Agenzia Kimbe e in collaborazione con il comune di Campi Bisenzio e si avvale del patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Firenze, Provincia di Prato e Comune di Firenze.