Iniziativa sul rischio idraulico della Presidenza del Consiglio Comunale di Campi

by

Sabato scorso gli impianti idrovori di San Mauro – Viaccia e Castelletti, sono stati visitati da una rappresentanza del Consiglio Comunale di Campi, organizzata dalla Presidenza del Consiglio Comunale, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica del Medio Valdarno. La visita ha rappresentato la terza tappa di un miniciclo di formazione riservato ai consiglieri comunali, molti dei quali giovani e alla prima esperienza istituzionale. Nel corso dei primi due incontri teorici abbiamo esaminato il nuovo assetto dei consorzi toscani dopo gli accorpamenti dei mesi scorsi, corredata da una analisi dei costi di gestione e realizzazione degli impianti. Abbiamo completato la parte teorica, esaminando il funzionamento delle principali opere realizzate a Campi Bisenzio e nella Piana dal 1991 in poi, prima della visita sul campo di sabato 22 marzo con l’illustrazione del funzionamento di paratoie, collettori, sistema di pompaggio, invasi e casse di espansione. Relatori degli incontri sono stati il presidente del consorzio, Marco Bottino, e l’ingegner Manetti. Alla visita di sabato scorso (vedi foto allegata), hanno preso parte oltre a me, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale, i consiglieri comunali Gianni Bini e Alessandro Tesi (Alleanza Cittadina), Giancarlo Paolieri, Lorenzo Loiero, Chiara Nistri, Daniela Bani (PD), Niccolò Rigacci (Movimento5Stelle), Vanessa De Feo (SEL), Mattia Ridolfi (IDV), Francesco Ballerini (lista Emiliano Fossi sindaco).
Come presidente, vorrei fare delle brevi considerazioni, afferma Colzi, intanto aver scelto come prima esperienza formativa “la difesa del suolo contro il rischio idraulico”, il tema forse più delicato e drammaticamente percepito dalla popolazione di Campi. Sono ancora freschi i ricordi dell’alluvione del 1991 e delle difficoltà legate, oltre ai danni materiali subiti, alla girandola delle sentenze e dei rimborsi arrivati dopo anni. Ancora più freschi sono i ricordi del mese di febbraio di quest’anno, quando i livelli raggiunti dal Bisenzio e da alcuni fossi limitrofi, hanno fatto toccare con mano quanto le opere idrauliche e il grande lavoro svolto in sinergia tra amministratori, consorzio e protezione civile, siano utili a prevenire una catastrofe naturale e al tempo stesso così poco conosciuti dalla cittadinanza. In secondo luogo mi piace sottolineare che l’esperienza che i consiglieri hanno vissuto e vorrei potessero fare anche comuni cittadini, non è costata un euro, e ha visto la partecipazione convinta di gruppi di ogni colore politico. Un elemento importante che avvicina i consiglieri di maggioranza e opposizione nella volontà di essere estremamente attenti a quanto e come si spende in tempi di crisi come questi, e nell’essere positivi e collaborativi su un tema fondamentale per il nostro territorio. L’obbiettivo adesso è quello di ripetere nei mesi prossimi una esperienza prima teorica e poi sul campo, su altri temi o progetti di forte interesse.

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: