No-Gap Festival: i consiglieri comunali scendono in campo

by

“Siamo tutti diversi e ci piace avere qualcosa in comune” è lo slogan del NO GAP FESTIVAL che ha conquistato anche  la VI Commissione Pari Opportunità, composta dai consiglieri Alessio Ciriolo, Chiara Martinuzzi, Diego Taddei, Eleonora Ciambellotti e Simona Terreni e che ha fatto proprio lo spirito e l’entusiasmo dell’Associazione Quarto Tempo, assieme alla Cooperativa Macramè, che hanno ideato e promosso questa manifestazione. Diversità, disabilità, normalità, concetti astratti che nell’atto del fare trovano naturale concretezza in sorrisi e abbracci, parole calciate da un pallone o impastate l’una con l’altra in un laboratorio sul pane. “Abbiamo accettato con entusiasmo e curiosità di incontrare i responsabili dell’organizzazione per conoscere meglio i dettagli dell’iniziativa, convinti che il contatto diretto con le diverse realtà che ci circondano sia il miglior modo per operare all’interno della nostra commissione” dichiarano i consiglieri di Pari Opportunità, che hanno deciso di scendere in campo oggi, giovedì 12 settembre, alle ore 18.30 presso il Circolo Manetti, in una partita di calcetto, per dare davvero il loro contributo a questa festa, che parla un linguaggio “diverso”, che cerca di rimettere al centro la persona, per dare a tutti “pari opportunità” nella crescita e realizzazione personale. Ed è proprio in questa sfera che la Commissione si è impegnata ad operare, cercando di contribuire nell’abbattimento di tutte quelle barriere che fanno percepire la diversità come un ostacolo, come principale impedimento all’integrazione e alla convivenza. Dare un calcio ai pre-giudizi, calciando un pallone penseremo un po’ anche a questo.

Advertisements

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “No-Gap Festival: i consiglieri comunali scendono in campo”

  1. Viviana Ventisette Says:

    Cosa significa la parola “No gap”? soprattutto cosa significa “pari oppurtunità”?? Sono solo parole o hanno anche dei contenuti? Sono parole astratte intorno alle quali organizzare eventi per avere visibilità? Chi organizza queste iniziative conosce davvero il mondo della disabilità? Come mai, per quanto riguarda la disabilità, non sono state coinvolte anche le famiglie dei disabili con i loro figli?? Una bella festa tutti insieme…..visto che i giovani disabili a Campi sono ignorati 365 giorni all’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: