“L’Europa sono anch’io”, Nadia Conti racconta l’eperienza campigiana al Meeting Internazionale Antirazzista

by

Al via la campagna ‘L’Europa sono anch’io’ se ne è parlato lo scorso 12 luglio a Cecina insieme al Ministro Cècile Kyenge. La campagna è partita dal Social Forum Mondiale di Tunisti e nasce dall’esigenza di rimettere al centro i diritti attraverso una mobilitazione politica e culturale che ponga al centro il coinvolgimento della società civile tramite reti associative che vadano a coinvolgere il territorio in tutti i paesi del vecchio continente.
A Campi Bisenzio con la campagna “L’Italia sono anch’io” abbiamo raccolto oltre 2200 firme sulle 10.000 raccolte nella Provincia di Firenze, e il Comitato che si era costituito e composto da singoli cittadini e molte associazioni campigiane e il Comune di Campi Bisenzio ha lavorato molto per raggiungere questo importante obiettivo utile alla raccolta delle firme per le proposte di legge popolare per il riconoscimento della cittadinanza ai figli degli immigrati e per allargare il diritto di voto ai migranti. Da questa fortunata esperienza tre grandi organizzazioni Arci, Cgil e Caritas che fanno parte del comitato promotore hanno sentito l’esigenza di allargare la campagna a livello europeo.
L’obbiettivo è principalmente politico e culturale, ed è volto a porre l’attenzione della popolazione sul diritto di voto per i migranti, una legislazione omogenea sulla cittadinanza e la ratifica della convenzione Onu sui diritti dei lavoratori migranti.
In Europa ci sono 32 milioni di migranti, a cui vanno aggiunte circa 5 milioni di persone senza documenti: quasi un decimo dell’intera popolazione colpevoli di un reato, per il quale è tutt’ora in corso la richiesta di referendum, il reato di clandestinità. Un’ingiustizia sociale, umana, spirituale come ben ci ha ricordato Papa Francesco.
Queste presenze fanno dell’Europa un grande spazio plurale ed interculturale ma la loro condizione è caratterizzata da uno status di cittadinanza diseguale. Questa condizione si riversa anche sulle successive generazioni (bambini e minori) e non aiuta la coesione sociale e l’equità fra noi esseri umani.
In questo contesto e a un anno dalla scadenza delle prossime elezioni europee, una coalizione di organizzazioni, sindacati, associazioni e reti sociali europee promuovono L’Europa sono anch’io, una campagna politico-culturale rivolta da una parte ai giovani, al mondo del lavoro ed all’insieme dei cittadini europei, dall’altra ai partiti e alle istituzioni europee per rivendicare un diverso quadro legislativo su tre obbiettivi principali: ratifica della Convenzione Onu del ‘90 ‘sui diritti dei lavoratori migranti e delle loro famiglie’, ancora non ratificata da nessun paese europeo; omogeneizzazione da parte dell’Europa di norme che riconoscano il diritto di voto agli immigrati alle elezioni amministrative e per il Parlamento europeo; omogeneizzazione di norme che riconoscano la cittadinanza europea agli immigrati stabilmente residenti ed ai loro figli nati in Europa o trasferitivisi in tenera età e frequentanti la scuola. Personalmente ho rinnovato il mio impegno e la mia adesione alla Campagna. Sarà anche mia cura, quindi, informarvi sulle successive iniziative e impegni.
Nadia Conti

1001531_10200940280061198_649781569_n

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: