Fossi vince al primo turno .. tutta la composizione del nuovo Consiglio Comunale di Campi

by

Emiliano Fossi è il nuovo sindaco di Campi con 62,17% delle preferenze (9819 voti), a seguire troviamo i perdenti: Gandola 11,74% (1855 voti), Rigacci 10,42% (1645 voti), Tesi 10,11% (1596 voti), Di Paola 3,05% (492 voti) e Brandino 2.51% (397 voti). Questi ultimi due non hanno ottenuto alcun consigliere, mentre per gli altri il nuovo consiglio è così composto:

Fossi ha ottenuto 17 consiglieri (di cui PD 9, Emiliano Fossi Sindaco 6, IDV 1 e SEL 1)
Gandola ha ottenuto 3 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e Pdl 2)
Rigacci ha ottenuto 2 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e M5S 1)
Tesi ha ottenuto 2 consiglieri (di cui sindaco non eletto 1 e Alleanza Cittadina 1)

Ecco l’elenco non ufficiale con i nomi dei consiglieri:
Per Emiliano Fossi (nominato sindaco):
– Pd (9 consiglieri) Falco Joannes Bargagli Stolfi, Daniela Bani, Lorenzo Loiero, Andrea Tagliaferri, Antonio Otranto, Giancarlo Paolieri, Chiara Nistri, Alessio Colzi, Emanuela Eboli.
– Emiliano Fossi Sindaco (6 consiglieri) Riccardo Nucciotti, Francesco Ballerini, Eleonora Ciambellotti, Paolo Staltari, Gabriele Martini, Diego Taddei
– Idv (1 consigliere) Roberto Porcu
– Sel (1 consigliere) Vanessa De Feo
Per il Pdl (3 consiglieri) Paolo Gandola, Roberto Valerio, Chiara Martinuzzi
Per il Movimento 5 Stelle (2 consiglieri) Niccolò Rigacci, Simona Terreni
Per Alleanza cittadina per Campi (2 consiglieri) Alessandro Tesi, Gianni Bini

Bassa la partecipazione alle urne in questa tornata elettorale e siccome mi piace giocare con i numeri ho voluto fare un rapporto reale con gli aventi diritto iscritti alle liste elettorali per capire bene e meglio con quale percentuale è stato eletto il sindaco ed il nuovo consiglio. Se si considera un totale di 31737 iscitti (anche se non tutti votanti), Fossi ha in realtà ottenuto il consenso solo da 9819 che corrispondono al 30,93% appena, una rappresentatività che indica comunque una scarsa fiducia in questo candidato e pure per gli altri. E’ vero comunque che chi non vota non rapppresenta un voto nè contrario, nè a favore, ma l’astensione che ha portato un livello così basso di votanti avrà pure una causa e non è certamente legata al fuggi fuggi della bella stagione.. Tanto per concludere ancora con dei numeri, nella scorsa tornata elettorale il sindaco Chini fu rieletto con il 51,22% delle preferenze pari a 12746 voti, che sul totale degli iscritti di allora (31207) rappresentò il 40,83% dei consensi, e questo fa riflettere ed avvalora quanto appena affermato.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

18 Risposte to “Fossi vince al primo turno .. tutta la composizione del nuovo Consiglio Comunale di Campi”

  1. Viviana Says:

    Con questi risultati bulgari al Fossi e alle sue liste Campi dimostra di non voler cambiare (vedo molti nomi della vecchia giunta Chini). Difficile però cantare vittoria visto che il 48,7% dei campigiani non è andato a votare e che quindi quella del Fossi è una vittoria a metà. Ci pensi bene, pensi a quel 48,7% dei suoi cittadini che in comune non sono rappresentati da nessuno, quando andrà a prendere decisioni sulla loro pelle.

  2. Lia Says:

    Sono sicura che Emiliano Fossi è il sindaco che ci vuole a Campi
    e non vedo il motivo perche’ si debba preocuppare di quei cittadini che non hanno espresso il suo voto : il voto è un diritto del cittadino e come tali se responsabili dovevano andare alle urne.. quindi il problema è solo loro e non di Emiliano Fossi.

  3. Viviana Says:

    Secondo me vincere con il 48,7% di elettorato che non ha votato non è nemmeno democrazia partecipata. Non è democrazia, è sfascio!

  4. Viviana Says:

    Sfascio totale di un sistema in cui una grande quantità di persone non si riconosce più nella politica né nell’antipolitica e, ci si dovrebbe perlomeno interrogare del perché di questa disaffezione.

  5. Maurizio Says:

    Vorrei segnalare il refuso presente nel titolo ” composizione del Consiglio Comunale” e non della Giunta che sarà nominata dal Sindaco in un secondo tempo con personalità di sua scelta e non necessariamente tra gli eletti. Cordiali saluti Maurizio Veloci

  6. Paola Russo Says:

    @Viviana, il 48,7 per cento che non ha votato sono gli elettori delusi del M5S e del centrodestra. Gli elettori del PD – nonostante gli strali dell’ormai inascoltato Chini – si sono presentati puntualmente alle urne e hanno votato per il candidato che in questo momento da’ maggiori garanzie di cambiamento. Poi il 62,17 per cento che ha votato Fossi puo’ sbagliarsi, pero’ perlomeno e’ stato votato un ragazzo giovane con la faccia pulita che fin da subito a scoperto le carte.
    Per il resto concordo con quanto scritto da Lia. Tutti i cittadini italiani possono votare, la democrazia partecipata e’ anche rispettare il diritto di non votare di coloro che in quel momento non si sentono rappresentati da nessuno. D’altronde mi pareva che gli elettori delusi gli dovesse raccogliere il M5S ma vedo che anche questo partito nelle elezioni locali ha toppato, quindi come candidata del M5S dico alla Sig.ra Viviana di farsi un’esame di coscienza prima lei stessa, invece di venire a dare lezioni di democrazia partecipata a chi le elezioni le ha vinte!

  7. Andrea Says:

    Per Paola, ma se leggi bene il post ti accorgerai che le preferenze del Fossi sono molte meno rispetto a quelle che prese il Chini nel 2008, quindi i delusi ci sono stati anche con il Fossi. Non guardare il 62% che ti trae in inganno perchè è riferito ad un campione minore di votanti perchè c’è stato molto astensionismo. E poi abbozziamola di sviare tutti i discorsi sull’astensionismo sul M5S, che il M5S non prendesse tanti voti secondo me era in programma, ma se guardiamo tutti i risvolti i grillini hanno ottenuto due consiglieri come altre forze politiche di opposizione, non mi pare che abbiano perso del tutto, in fin dei conti finora non erano neppure in consiglio.

  8. Gli Uccellacci Says:

    In questi anni anche partendo da sconosciuti Comuni, alcuni amministratori sono riusciti a portare avanti idee lungimiranti di vero cambiamento. Capannori è conosciuta anche in America, Ercolini che veniva preso in giro dalla Giunta Chini/Fossi è stato premiato con il nobel per l’ambiente, e molti amministratori cercano di seguire le iniziative portate avanti da Lui e dal suo Comune.

    Se a Campi nel 2007, si fossero seguiti i consigli di comitati e cittadini informati,invece dei Professori Chini/Fossi, forse oggi Campi Bisenzio sarebbe conosciuta in Europa come esempio di sostenibilità e innovazione, con ricadute economiche importanti e accrescendo la partecipazione dei cittadini alla vita della comunità.

    Ma si sa, chi ha paura di alzare la testa non vede lontano.

    Fossi fa tenerezza, sono 14 anni che è lì fermo, sotto la gonna dell’Imperatore, non ha mai alzato la testa, non si è mai opposto alle scelte sbagliate dell’amministrazione di cui faceva parte, oggi dovrebbe essere il nuovo?

    S/Gli Uccellacci

  9. Viviana Says:

    Appunto, Fossi si è spacciato per nuovo, ma dov’è stato fin’ora? Prima di tutto è facile presentarsi come nuovo criticando Chini ora, o Chini era davvero l’imperatore/accentratore come molti dicevano, allora se uno aveva un po’ d’orgoglio avrebbe dovuto dimettersi subito, oppure ha fatto comodo restare e fa comodo ora porsi come alternativi a Chini solo per conservare le rendite di posizione. In ogni caso a Campi non è cambiato nulla e chi ha votato Fossi questo lo sa, lo ha votato per questo, per non cambiare nulla!!

  10. Paola Russo Says:

    @Andrea. Quello che dici e’ vero. Statisticamente la base di calcolo degli elettori sulla quale ricavare la percentuale e’ minore questa volta, rispetto al 2008. Tuttavia chi ha deciso di stare a casa ha deciso di non decidere. E quindi deve affidarsi a chi invece ha deciso di andare a votare. E la percentuale resta quella che e’, ossia tra tutti coloro che hanno deciso di pronunciarsi dentro la cabina elettorale, il 62,17 per cento ha scelto il Fossi. Per quanto riguarda, invece, l’altra questione, ossia se il M5S abbia o meno fallito nel proporsi quale alternativa ai partiti tradizionali, io continuo a sostenere di si’. Lo stesso Beppe Grillo ha sempre sostenuto che lui e’ l’unico in grado di intercettare il voto di coloro che fino adesso si erano astenuti dal votare. E il nome del suo tour elettorale durante le ultime politiche conferma cio’: si chiamava “Tsunami tour”. Il problema e’ che il M5S fino a che stava fuori dalla politica poteva filosofeggiare a go go, pero’ una volta messo sulla poltrona (vedere Regione Sicilia, Comune di Parma e Camera e Senato) alla fine quali risultati ha prodotto? A Parma Pizzarotti dara’ seguito al termovalorizzatore (dopo che aveva promesso il contrario), e non solo, ha ammesso che i problemi del Comune erano piu’ grossi di cio’ che pensava e quindi anche i risultati tardano ad arrivare, semmai arriveranno. E alla Camera e Senato la riduzione dei propri emolumenti sono solo iniziative private di un numero esiguo di parlamentari. Poiche’ la maggioranza dei parlamentari grillini continua ad intascare in toto l’emolumento da parlamentare. Infine nin era affatto vero che la sconfitta dei grillini a Campi fosse cosi’ scontata. Loro si sono presentati per governare Campi 5 anni, o perlomeno riprendere quel 24 per cento delle politiche. Gli sono toccati due consiglieri, come appunto gli altri partiti tradizionali dell’opposizione, che per la prima volta entrano in consiglio comunale a Campi perche’ nel 2008 ancora Grillo non aveva deciso cosa voleva fare da grande. Un po’ pochino direi per una forza politica che voleva fare tabula rasa dei partiti tradizionali!

  11. Antonio Says:

    @Paola. Cara Paola, la realtà dei fatti è che Fossi ha preso meno voti del Chini, il Chini ampiamente contestato anche dallo stesso Fossi e da tutti quelli che finora sono stati con Chini ed adesso, per rimanere sulla cresta dell’onda sono passati a criticarlo sotto l’egida del Fossi, e questo è un fatto che molti che non sono andati a votare non gli andava bene neppure il Fossi mentre si vede che nel 2008 gli andava bene il Chini, vedila come vuoi ma è così. Per l’inceneritore di Brescia poco ha potuto fare il nuovo sindaco, quando una amministrazione scellerata lo aveva praticamente ultimato, volevate lasciare vuoto un cassone da 200 milioni di euro ? allora si che sarebbero cadute critiche a iosa, certo non è un bella cosa ma è stata una scelta che potrebbe rivelarsi destinata a cambiare presto, da noi ancora non è stata posata la prima pietra, quindi i due casi sono nettamente differenti. E poi smettiamola di voler trovare il marcio solo per screditare il M5S. Ha ragione Fabio nel suo articolo, state cercando di coprire anni di porcate commesse dai partiti che hanno rovinato l’Italia negli ultimi 50 anni con degli errori di percorso di un Movimento di cittadini onesti che stanno cercando di fare del bene a tutti. Oltretutto si vede come funziona il vostro nuovo governo di coalizione … ancora non sono stati capaci di trovare un accordo sulla legge Porcellum, come mai ??? Comunque vediamo di che pasta è fatto il Fossi, un uomo che prima di tutto è stato un fedele del Chini e che adesso ne critica l’operato, ma se era tanto critico perchè non ha sollevato obiezioni quando era assessore ?? te lo dico io perchè, perchè a differenza di noi lui è uno che è sempre campato di politica e pur di stare su quella poltrona farebbe di tutto.

  12. Antonio Says:

    @Paola: questi sono i politici che ti ostini a difendere, leggi bene.

    Arturo Parisi, che non è più deputato ma è alla Camera per seguire come prima se non più di prima ogni passaggio che riguarda leggi elettorali e dintorni. Dopo l’ironia, l’ex deputato prodiano si sfoga: «Il disegno è abbastanza evidente: prolungare il più possibile la vita di questo governo come anticipazione di un futuro partitone di centro che vada oltre Berlusconi. Per farlo, dovranno mettere la parola fine al bipolarismo, approdare al proporzionale, dire addio a ogni cambiamento, chiudere il Pd. Ma vi rendete conto? Nel momento in cui si poteva dare un calcio al Porcellum, questi hanno votato compatti per dire che no, se lo vogliono tenere stretto».

  13. Paola Russo Says:

    @Antonio. Gent.mo Antonio, io non difendo nessun politico perche’ di professione non faccio l’avvocato. La realta’ dei fatti e’ che Fossi e’ stato votato dal 62,17 per cento di coloro che sono andati a votare. Chi non e’ andato a votare a delegato coloro che ci sono andati a scegliere per lui o lei. Se poi il Fossi ha preso meno voti del Chini a questl punto e’ del tutto ininfluente, poiche’ il Sindaco e’ Fossi. Poi come dici tu, vediamo quello che e’ capace di fare! Per quanto riguarda il termovalorizzatore di competenza di Pizzarotti, affermi te che non e’ detta l’ultima parola. E anche in questo caso staremo a vedere. Per quanto riguarda il marcio che si vuole trovare nel M5S, io perlomeno non ho interesse a trovarlo. Mi rimetto solo ai fatti. Il M5S ha avuto l’occasione di fare un Governo con Bersani premier e gli ha sputato in faccia, salvo poi criticare, come fai tu adesso, la nascita del nuovo governo di coalizione, che indirettamente il M5S ha contribuito a far nascere. D’altronde il M5S non aveva i numeri per governare da solo, quindi o si alleava oppure rimaneva all’opposizione, come del resto ha fatto. E’ stata pero’ sempre e comunque una sua scelta. Comunque il buon giorno si vede dal mattino, vediamo se i parlamentari del M5S davvero si riducono le indennita’ a 5000 euro mensili tutto incluso – anche in assenza di una legge che li obblighi – come avevano promesso prima delle elezioni (poiche’ la riduzione di tale emolumento puo’ essere fatto anche come decisione del gruppo parlamentare). Per il resto posso concordare con te, se siamo arrivati dove siamo arrivati e’ stata per colpa di una cattiva politica portata avanti sia dalla destra che dalla sinistra. Pero’ i programmi elettorali si fanno anche per far valutare ai cittadini alle elezioni successive se sono stati rispettati oppure no.

  14. Andrea Says:

    Antonio è inutile che insisti, tanto quelli come Paola leggono solo dal loro libro, guardano la pagliuzza e non vedono la trave …….

  15. Viviana Says:

    Direi che vincere come ha fatto il Fossi è facile, si è innanzitutto ingraziato l’associazionismo, grande serbatoio di voti e lo sappiamo. Se in ogni associazione gravitano come minimo una cinquantina di persone più parenti si arriva quasi alla somma dei voti presi da Fossi visto che a Campi ci sono quasi trecento associazioni. Promettere poi è molto facile, dire frasi ad effetto, tipo che si riapre il centro storico al traffico è molto popolare, la gente ci casca, senza sapere però che non è la chiusura al traffico del centro che ha fatto morire il centro stesso bensì la grande distribuzione, perché il Fossi non ha detto di mettere un limite alla grande distribuzione? Perché non si è schierato a favore della chiusura degli stessi centri commerciali almeno per giorni come il 2 giugno? Non ha detto nulla di questo perché non vuol mettersi contro i “colossi” che elargiscono un po’ di danaro per poi fare un po’ come vogliono….ma dai, ma non siamo mica nati ieri!

  16. Andrea Says:

    E si, Viviana, lo sappiamo molto bene tutti quante elargizioni han fatto questi centri commerciali per foraggiare le associazioni campigiane … però solo ed esclusivamente le solite …

  17. Paola Russo Says:

    @Andrea. Esattamente come fai te.

  18. Viviana Says:

    http://firenze.repubblica.it/cronaca/2013/05/31/news/l_agenzia_serve_a_riciclare_i_soldi_della_mafia-60013183/ Mi piacerebbe sapere come siamo messi a Campi in materia, speriamo che la nuova amministrazione abbia il coraggio di affrontare questi problemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: