MenteLocale: LE OLIMPIADI DEL RIDICOLO – giornata 6, ne resterà soltanto uno

by

Continua a colpire inesorabilmente la critica del comitato MenteLocale, giunta ormai alle ultime battute per l’avvicinarsi alle elezioni.

Ormai sembra la sega (scusate, volevamo scrivere la saga) di Highlander: ne resterà soltanto uno.
Volano mazzate micidiali. I nostri olimpionici fiutano l’approssimarsi della fine e sgomitano a più non posso, frenetici nel tentativo di portare a casa l’agognato premio. E tuttavia le fatiche di due settimane di dura competizione si fanno sentire; la performance si infiacchisce, il gesto non è più lucido. Insomma, sono bell’è bolliti. Lo dimostra in modo palmare la compagna Tayra Bartoloni, che suona come un disco incantato la carica dell’opposizione all’inceneritore. Ci sono “le controindicazioni esposte da numerose équipes di medici” (tuona la compagna, che sottace il fatto che nulla Sel fece e ha fatto per raccogliere il dissenso dei medici della piana all’epoca del famoso manifesto dei 157, che invece è tutta farina del sacco dei comitati e di Medicina Democratica). “La politica è chiamata a dare risposte lungimiranti e di ampie vedute” (tuona la compagna, sottacendo il fatto che, quando era chiamata a dare risposte lungimiranti e di ampie vedute in consiglio provinciale, SeL preferì squagliarsela dall’aula per di non votare contro il piano interprovinciale dei rifiuti). “La politica deve fare un passo indietro oggi, per non farne due domani”. Qui siamo d’accordo solo sulla prima parte; anzi, più che uno, sarebbe bene che ne facesse qualche migliaio.
Poi c’è l’altro caso umano, l’IdV, che se la piglia contro il vostro comitato preferito, rivendicando di aver votato contro il suddetto piano interprovinciale. Quindi noi diciamo bugie. E allora sai che facciamo? Pubblichiamo a parte tutte le delibere dei vari voti dell’IdV a favore di detto piano; così anche Fridonskji detto “l’onesto” potrà prenderne visione e bearsi ancora una volta della sua piena e totale onestà intellettuale. Sono azioni appannate e sgraziate, volte a convincere un elettorato che ormai ha voltato le spalle e che assomigliano sempre più alle mosse (per citare lo zio Macbeth) di un povero guitto che strepita e urla la sua ora sul palcoscenico, e poi tace per sempre.
Meno male che c’è il PD, su cui si può sempre contare. Non solo vede i fantasmi del ballottaggio, ma si mazzola da solo tra compagni di partito, o forse dovremmo dire ex-compagni o forse ancora ex-partito; con il PD non si sa mai… Comunque il sindaco uscente ravana di brutto sul proprio profilo Facebook il candidato sindaco della sua stessa coalizione accusandolo di essere un bugiardo di tre cotte sulla questione della Matteucci, e a pensarci bene, nemmeno su quella soltanto.
Non è che ci volesse molto ad accorgersene; però è bello vedere la solidarietà che trasuda nella sgangherata compagine fossiana e la compostezza di una compagine che cerca disperatamente di darsi un profilo no-inceneritore, di novità assoluta rispetto alle politiche attuate prima, o, per meglio dire, cerca di darsi un qualche profilo comunque, mentre trapelano tutte le acredini, i risentimenti, le inimicizie di un partito in rapido disfacimento e la miseria intellettuale di altri che gli stanno attaccati giusto perché non sanno dove altro andare e che non sanno partorire uno straccio di politica diversa che sia una. Non c’è che dire; è proprio una bella campagna elettorale; una classe dirigente con i fiocchi ci stiamo preparando! Ma non c’è motivo per essere pessimisti; oramai mancano pochi giorni e ricordate: ne resterà soltanto uno. Poi, si tratterà soltanto di trovare il modo di levarsi dai coglioni anche quello.
Allegati:
delibera 26/2012 del consiglio provinciale di Firenze per l’adozione del pianto interprovinciale del rifiuti (l’ IdV Clementini e Cresci scappano dall’aula: l’incauto Cantini vota contro e mal gliene incoglierà);
delibera 29/2012 del consiglio provinciale di Firenze sull’adozione del piano territoriale di coordinamento provinciale (tutta l’IdV vota a favore)
delibera 3/2012 del consiglio provinciale di Prato sull’adizione del piano interprovinciale dei rifiuti (tutta l’IdV vota a favore e PD e IdV propongono una mozione congiunta)
delibera 70/2012 del consiglio provinciale di Prato per l’approvazione definitiva del piano interprovinciale dei rifiuti (idem con patatine)

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: