Rifondazione di Campi: La nostra proposta per le amministrative di Campi? E’ una questione di classe

by

Lunedì 15 aprile alle h 14.00 si svolgerà la conferenza stampa in cui Rifondazione di Campi Bisenzio ufficializzerà la proposta di lista per le elezioni amministrative a Campi Bisenzio. Si svolgerà di fronte alla Gkn di Campi Bisenzio, in via Fratelli Cervi, una delle principali aziende metalmeccaniche del nostro territorio. Come si legge “Si svolgerà alla fine del primo turno – si legge sul comunicato – quando esce chi è entrato a lavorare alle 6 di mattina. Luogo e ora non sono casuali. A quell’ora infatti uscirà dal lavoro il compagno che abbiamo deciso di candidare a sindaco. Non aspettatevi un comico carismatico, né qualcuno che ha molto tempo da spendere sui social network. Non aspettatevi un magistrato, la società civile, la politica o l’antipolitica. Il nostro candidato è un operaio metalmeccanico residente a Campi, un delegato sindacale Fiom.
Non è un portatore di voti, non è l’uomo che si è fatto da solo, non ha imparato a fare comizi, non ha blog e la sera non torna nella propria villa. In compenso saprebbe spiegarvi cosa significa lavorare in fabbrica nell’era Marchionne, tirare alla fine del mese con uno stipendio di un metalmeccanico, passare la nottata ai cancelli per difendere un collega da un licenziamento ingiusto, provare a fare assumere gli interinali della propria azienda, difendersi da cassa integrazione e licenziamenti.
Intendiamoci: non vi spiegherebbe nulla di molto diverso da quella che è l’esperienza ordinaria di migliaia di famiglie appartenenti ai ceti popolari. Eppure questa esperienza, comune a migliaia di persone, si disperde completamente sul piano elettorale. Qualsiasi delle proposte politiche in campo, dal grillismo al Pd, oggi si distingue fondamentalmente per una caratteristica: l’idea di “rappresentare i cittadini” come un corpo unico. Al contrario i “cittadini” italiani ed europei si dividono, e ogni giorno di più, tra ricchi che sono sempre più ricchi e poveri che sono sempre più poveri. Basta dare uno sguardo agli ultimi dati usciti: nel 2012 crollo delle retribuzioni, aumento delle sofferenze bancarie e della povertà.E’ in corso una vera e propria guerra sociale diretta contro i ceti popolari: una guerra fatta di disoccupazione, precariato, sfruttamento, salari bassi, sfratti e mutui inarrivabili e insostenibili.Noi siamo convinti che anche le elezioni amministrative di Campi debbano essere una tappa per riaffermare una capacità autonoma dei ceti popolari di affermare politiche a proprio favore. La questione sociale va rimessa prepotentemente al centro, spazzando via il teatrino disgustoso a cui stiamo assistendo in questi giorni.Per questo candidiamo un operaio Gkn, e con lui in lista vi saranno lavoratori di altre aziende metalmeccaniche, della grande distribuzione, delle cooperative sociali, giovani precari, disoccupati, pensionati, attivisti No Tav, No Inceneritore e protagonisti delle lotte per la casa.
Capolista sarà naturalmente Sandro Targetti, consigliere comunale uscente di Rifondazione Comunista. Non esiste quasi sessione del consiglio dove Targetti non abbia presentato un’interrogazione, un ordine del giorno, un’osservazione. Pubblicheremo e ripubblicheremo su questo sito tutta la sua attività in consiglio che ha svariato dall’opposizione all’inceneritore, alle liberalizzazioni degli orari commerciali, arrivando fino a dimostrare concretamente come fosse possibile costruire nuove case popolari a Campi Bisenzio.
La nostra sarà una lista alternativa a Pd e Pdl, i due poli che hanno sostenuto l’uscente Governo Monti e che sono le due colonne portanti della gestione del potere per conto dei potentati economici nel nostro paese. Il nostro programma avrà 5 punti chiave:
– politiche radicali per il lavoro, con la difesa di ogni azienda e ogni posto di lavoro, lotta contro le leggi precarizzanti e la controriforma Fornero
– difesa intransigente del nostro territorio: contro la cementificazione e la speculazione edilizia, no all’inceneritore, all’ampliamento dell’aeroporto, difesa degli spazi verdi come il Parco Iqbal, appoggio al movimento No Tav
– lotta alle liberalizzazioni degli orari commerciali, perché il diritto al lavoro vada di pari passo con il diritto al riposo
– soluzione al problema abitativo, con costruzione di case popolari e requisizione degli appartamenti tenuti sfitti per alimentare la speculazione edilizia favorevole a Banche e gruppi immobiliari
– antirazzismo e antifascismo, per politiche che combattano il tentativo di creare una guerra tra i poveri, per distrarci dalla quotidiana guerra contro i poveri fatta da banche, grandi gruppi finanziari e imprenditoriali”

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: